Argento colloidale

Home Forum SALUTE Argento colloidale

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 7 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59325

    deg
    Partecipante

    Qualcuno lo conosce e lo utilizza?
    Qualcuno ha comprato il generatore per produrlo?

    “L’argento colloidale è conosciuto da molto tempo in ambito medico alternativo per le sue speciali proprietà. Già dai tempi dei greci e dei romani, le corti reali usavano banchettare con posate d’argento in recipienti dello stesso metallo, tanto che si diceva il sangue nobile blu, derivasse a causa delle minute tracce del puro metallo che assimilavano regolarmente.

    La ricerca biomedica ha dimostrato che nessun organismo conosciuto per causare malattie (batteri, virus e funghi) può vivere più di qualche minuto in presenza di una traccia, seppur minuscola, di argento metallico. Un antibiotico, tanto per fare un paragone, uccide forse una mezza dozzina di differenti organismi patogeni, ma l’argento ne elimina circa 650. Inoltre i ceppi resistenti non riescono a svilupparsi quando viene usato l’argento, mentre per il nostro organismo è virtualmente atossico.

    Il medico Larry C. Ford, del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia alla Scuola del Centro di Medicina delle Scienze per la Salute dell’Università californiana di Los Angeles, ha scritto “Le soluzioni d’argento sono antibatteriche per concentrazioni di 10 organismi per ml di Streptococcus pyogenes, Staphylococcus aureus, Neisseria genorrhoeae, Gardnerella, Vaginalis, Salmonella typhi e altri patogeni enterici, e funghicide per Candida albicans, Candida globata e M.Furfur.

    Il ricercatore biomedico Robert O. Becker dell’Università di Syracuse ha scoperto che “l’argento stimola profondamente la guarigione della pelle e in altri tessuti soffici, in un modo diverso da ogni processo naturale conosciuto e uccide le più pericolose infezioni di tutti i tipi, inclusi i batteri e i funghi che ci circondano”. E conclude “Quello che abbiamo fatto in effetti, è stato di riscoprire il fatto che l’argento elimina i batteri, come si è saputo per secoli ….; quando furono scoperti gli antibiotici, venne smesso l’utilizzo clinico dell’argento come antibiotico.”

    L’argento colloidale è senza sapore, senza odore e non irrita i tessuti sensibili. Può essere assunto oralmente, come pure collocato su una garza e applicato direttamente su tagli, abrasioni, piaghe aperte e verruche.

    Quella che segue è una lista parziale di più di 650 patologie che sono state trattate con successo con l’argento colloidale:

    Acne ed antrace
    Appendicite
    Artrite
    Piede dell’atleta
    Scottature e bruciature
    Candida Albicans
    Congiuntiviti ed infezioni Crypro pondium.
    Cistite
    Dermatite ……..”

    Abbiamo riscoperto che l’argento elimina i batteri, un fatto noto da secoli… ma con la scoperta degli antibiotici gli usi dell’argento come antibiotico sono stati abbandonati.- Dr. Robert O. Becker, M.D.

    “L’argento è un potente antibiotico naturale usato per migliaia di anni. Le proprietà mediche dell’argento erano già conosciute ai tempi dell’antica Grecia. Si era notato che nelle famiglie in cui si mangiava utilizzando utensili in argento, ci si ammalava difficilmente e le infezioni erano rare. Questa conoscenza si è tramandata tra Re, Imperatori, Zar, Sultani, tra i loro familiari e tra i membri di corte. Si mangiava su piatti d’argento, si bevevo da coppe d’argento, si utilizzavano posate in argento, il cibo veniva conservato in contenitori d’argento e, nel tempo, delle piccole quantità d’argento si mescolavano ai cibi. Dopo una o due generazioni, i benefici dell’argento rendevano praticamente immuni a qualsiasi malattia infettiva. Questi lignaggi reali venivano chiamati “Sangue blu” per la caratteristica tinta bluastra del loro sangue dovuta alle tracce minime di argento puro. La comune gente dal sangue rosso, invece, mangiava da piatti di terracotta utilizzando utensili di ferro e si ammalava spesso, mente i reali non erano soggetti a malattie infettive, addirittura fin dal concepimento. L’Argento Colloidale veniva utilizzato comunemente in America dalla fine del 1800 sino al 1938 e veniva prescritto per una grande varietà di malattie e infezioni. A suo tempo non era disponibile nessuno degli antibiotici in uso oggi e l’Argento Colloidale era utilizzato praticamente per tutto.
    Jim Powel scrisse nella rivista Science Digest (marzo 1978) : “Grazie ad illuminate ricerche, l’argento sta emergendo come una meraviglia della moderna medicina. Un antibiotico può eliminare FORSE una mezza dozzina di organismi nocivi, mentre l’argento ne uccide circa 650. Non si sviluppa resistenza. Inoltre l’argento è praticamente non tossico”

    “L’Argento colloidale uno dei migliori antibiotici a largo spettro
    L’Argento colloidale è sicuramente uno tra i migliori antibiotici esistenti al mondo in quanto, come afferma un noto ricercatore e scrittore, il dott. Robert O. Becker, non solo distrugge la maggior parte degli agenti patogeni ma rinforza addirittura il sistema immunitario. Inoltre è eccellente anche per disinfettare le feri-te, per ricostruire i tessuti danneggiati in caso di ustioni, cicatrici e acne. E’ attivo contro il 90% della ma-lattie sinora conosciute e causate da batteri, virus, funghi, lieviti e parassiti ed è persino in grado di eli-minare i cosiddetti “batteri antibiotico-resistenti”; l’organismo infatti sembra non sviluppare dipendenza anche se utilizzato a lungo termine. Non si registrano effetti collaterali neppure a dosi elevate (entro ra-gionevoli limiti): si consiglia, tuttavia, una certa attenzione per le persone allergiche ai minerali traccia che, per altro, sono in numero assai scarso. In ogni caso, poiché qualsiasi sostanza, anche la più natura-le, può creare fenomeni di intolleranza in soggetti predisposti, è bene essere sempre certi di non esserne allergici; l’organismo può reagire in maniera inconsueta con qualsiasi sostanza con cui viene a contatto!
    Qualsiasi prodotto utilizziate o assumiate, dunque, iniziate sempre con una piccola quantità per testarne l’effetto. Per il resto, l’Argento colloidale è sicuro e viene eliminato attraverso i reni perché le particelle che lo compongono sono infinitesimali. Può essere adoperato anche sulla cute e su ferite aperte senza ri-schi al pari di un qualunque disinfettante. Inoltre, i test medici sinora condotti dimostrano che l’Argento colloidale è sicuro anche su bambini e anziani e in genere non provoca effetti collaterali neppure con as-sunzioni al di sopra di 100ml/giorno.
    Come abbiamo già accennato, l’Argento colloidale, a differenza degli antibiotici tradizionali, non indeboli-sce le difese del sistema immunitario ma, anzi, le potenzia. Unico difetto: a dosi ELEVATE potrebbe cau-sare una leggerissima (ma per niente paragonabile a quella degli antibiotici di sintesi) perdita della flora batterica intestinale risolvibile con l’assunzione di fermenti lattici (attenzione ai prodotti tipo Enterogermi-na che non arrivano intatti sino al colon).”
    http://fiocco59.altervista.org/argento_colloidale.htm

    Produttori di generatori:

    L'attuale crisi del sistema sanitario e la sempre maggiore antibioticoresistenza dei microrganismi riporta in evidenza la necessitá di utilizzare le proprietá dei colloidi, specialmente le molteplici possibilitá terapeutiche dell'argento colloidale. In tutto il mondo gli agenti infettivi antibioticoresistenti causano vere epidemie. Infatti al terzo posto come causa di malattia e di mortalitá sono di nuovo le malattie infettive. L'Argento colloidale é un prodotto di straordinaria efficacia, a spettro totale e senza i limiti ed i pericoli degli antibiotici di sintesi. Comunque questa carica elettrica positiva viene persa col tempo come avviene in una batteria, specialmente se esposta alla luce. Perciò l'Argento colloidale va conservato al riparo della luce. E la scissione in particelle microscopiche comporta un enorme aumento della superficie totale e quindi dell'effetto terapeutico, oltre che aumentare in modo significativo la possibilità di penetrazione nell'organismo.
    Cos'é L'argento colloidale
    Si tratta di microscopiche particelle d'Argento elettricamente cariche, ed é questa carica elettrica che le mantiene distanti fra di loro impedendo di agglomerarsi e di mantenersi in sospensione Comunque questa carica elettrica positiva viene persa col tempo come avviene in una batteria, specialmente se esposta alla luce. Perciò l'Argento colloidale va conservato al riparo della luce. E la scissione in particelle microscopiche comporta un enorme aumento della superficie totale e quindi dell'effetto terapeutico, oltre che aumentare in modo significativo la possibilità di penetrazione nell'organismo.
    http://www.argento-colloidale.info/cgi-bin/index.asp

    In U.S.A. : http://www.silvergen.com/


    #59326

    raistlin
    Partecipante

    Ciao deg, innanzitutto ben tornata.
    Io lo utilizzo da qualche tempo e mi trovo bene. Lo uso soprattutto come disinfettante naturale. Avendo molti animali si può usare in mille modi. Ogni tanto ne metto un po' nelle loro ciotole dell'acqua per depurarle e se lo bevono depura anche loro. Inoltre può essere vaporizzato sul pelo del cane come deodorante. Ultimamente lo metto nelle conserve di frutta e verdura che faccio in casa, per ridurre ulteriormente la carica batterica. Il prossimo che ordino però non è quello ottenuto con l'elettrolisi, ma con una nuova tecnica con il laser.
    :bay:


    #59327

    deg
    Partecipante

    [quote1292958787=raistlin]
    Ciao deg, innanzitutto ben tornata.
    Io lo utilizzo da qualche tempo e mi trovo bene. Lo uso soprattutto come disinfettante naturale. Avendo molti animali si può usare in mille modi. Ogni tanto ne metto un po' nelle loro ciotole dell'acqua per depurarle e se lo bevono depura anche loro. Inoltre può essere vaporizzato sul pelo del cane come deodorante. Ultimamente lo metto nelle conserve di frutta e verdura che faccio in casa, per ridurre ulteriormente la carica batterica. Il prossimo che ordino però non è quello ottenuto con l'elettrolisi, ma con una nuova tecnica con il laser.
    :bay:
    [/quote1292958787]

    Grazie Raistlin.

    Ti sembra un disinfettante blando oppure potente come descritto nel articolo?
    Sai per caso se l'argento colloidale prodotto col laser ha un tempo di conservazione diverso da quello prodotto con l'elettrolisi?
    E il costo?


    #59328
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    La concentrazione deve essere ppm massimo 15 e la soluzione deve essere trasparente, pura altrimenti fa male.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #59329

    raistlin
    Partecipante

    Guarda, non so dirti se come disinfettante sia più potente o meno di altri, una delle cose che lo rendono più versatile è il fatto che è insapore e commestibile, quindi lo si può utilizzare sia per uso interno che esterno. Il prezzo sia per quello con elettrolisi che laser dipende dalla concentrazione. Quello ideale per essere utilizzato ha 10 o 12 parti per milione (p.p.m.), più p.p.m. ha più andrebbe diluito. C'è chi non conoscendo certi dosaggi ne usa troppo con anche 120 p.p.m. e rimane intossicato, ma grazie tante…!
    Comunque quello con il laser mi sembra meno costoso, ti passo il link dove penso che lo prenderò la prossima volta. http://www.santenaturels.ea26.com/
    Inoltre mi sto informando per gli altri elementi colloidali, oro, platino e rame, che sembrano essere ancora meglio per certe patologie.
    Per la conservazione non credo ci siano differenze.


    #59330

    paolo-r
    Partecipante

    devo fare delle prove industriali con una sol 10000 ppm;
    come antibatterico nei lubrorefrigeranti…a breve vi potrò fornire dati tecnici ed analisi dettagliate


    #59331

    deg
    Partecipante

    [quote1293033207=paolo-r]
    devo fare delle prove industriali con una sol 10000 ppm;
    come antibatterico nei lubrorefrigeranti…a breve vi potrò fornire dati tecnici ed analisi dettagliate
    [/quote1293033207]
    Perfetto! :ok!:


    #59332
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Occhio a quello al laser.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.