Avatar causa di suicidi???

Home Forum L’AGORA Avatar causa di suicidi???

Questo argomento contiene 24 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ginomica 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #133012

    ginomica
    Partecipante

    curiosando nel web mi sono imbattuto in diversi articoli che hanno innescato una polemica molto pesante sul capolavoro di James Cameron: la visione del film avrebbe mandato in stato depressivo,fino al punto di desiderare il suicidio,diverse persone,e si pensa che la visione in 3d abbia contribuito per via della maggiore immersione nello splendore di Pandora.Persone che si sono dette infelici su questa terra,disgustate addirittura da come l'uomo l'abbia ridotta,vogliose di morire nella speranza di rinascere su un mondo simile a Pandora.
    Appena uscito dal cinema,devo essere onesto,un po di depressione mi ha colto un po anche a me,ma avevo capito subito che questo film potesse toccare certe corde sepolte nell'essere umano,penso che nel profondo un po tutti sappiamo che Pandora è la metafora della nostra terra che potrebbe essere e non è,che il popolo Na'vi potremmo essere noi,ma l'umanità ha perso qul contatto,il “legame” con la natura e con la nostra Eiwa,Gaia,sarebbe bello pensare che questo film possa scuotere le coscenze nel profondo,ed in qualche modo innescare un piccolo cambiamento,quanto meno interiore.Che ne pensate? :bay:


    #133013
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    bhè sul discorso ke fai nella 2a parte cioè del rapporto cn la natura perso da noi e riproposto in avatar ne ho già prlato in un altro topic..avevo infatti detto inoltre ke secondo me le razze più evolute di noi secondo me stanno già vivendo questo


    #133015

    Detective
    Partecipante

    Sono del parere che non è affatto il film o le visione in 3D che causa dei suicidi….
    la vera cusa del suicidio è al debolezza di un dato individuo nell'affrontare i problemi, sia personali che con altri, e ciò lo porta alla disperazione e quindi all'azione di uccidersi perchè non si è capaci di affrontare la realtà, ma non del film in se per se ma, ripeto, dalla capacità di un individuo di affrontare la realtà per quel che è e in più perchè si ha una visione eccessivamente pessimista del mondo caricandosi a se numerose paure frutto del timore del non senso.


    #133016
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    … Chi dà sapore alla vita solo per mezzo degli stimoli che gli vengono dal mondo esterno, quando questi gli vengono a mancare, o non gli dicono più nulla, si trova faccia a faccia col suo vuoto interiore e resta attanagliato dall'angoscia. Nasce così il problema di come sfuggire all'angoscia.

    I frutti del vuoto interiore

    Le soluzioni che si adottano possono essere molteplici e più o meno tragiche. Dalla ricerca di conforto e di aiuto da parte di qualche sedicente maestro, alle droghe e al suicidio.

    Certo è che le soluzioni sono tutte errate perché non sradicano la causa dell'angoscia che, appunto, è il vuoto interiore, ma si limitano a tamponare l'effetto cioè a tacitare l'angoscia stessa.

    Cercare il conforto della protezione di qualche “istruttore spirituale ” è una illusione. Nessuno può fare per il singolo quello che il singolo personalmente, individualmente deve fare; nessuno può togliervi quello che, inevitabilmente, per il vostro progresso individuale, dovete fare. Chi vi promette avanzamenti nella via dello spirito, o immunità dagli avvenimenti dolorosi, vi illude. Noi stessi, se erroneamente pensate che vi promettiamo tutto ciò, siamo per voi involontaria fonte di illusione.

    Non dovete venire a noi sperando che noi possiamo farvi crescere, maturare spiritualmente o colmare il vostro vuoto interiore senza una partecipazione viva e diretta da parte vostra.

    Noi siamo come il cibo per l'affamato, il quale non si sazia al solo guardare il cibo ma deve portarlo alla bocca, altrimenti non si sfamerà, né si sfamerà guardando gli altri sfamarsi. Non dovete venire a noi sperando che noi, per voi, risolviamo i vostri problemi o vi diamo serenità allontanando i motivi del vostro affanno. Noi, al massimo, possiamo insegnarvi a risolvere i problemi, a trovare in voi stessi quella forza che fa restare sereni e padroni di sé anche nelle avversità più dure. Ma sempre dovete essere voi stessi gli artefici di un tale vostro intimo cambiamento.

    Ricorrere alla droga per obliare l'angoscia che nasce dal vuoto interiore è eludere il problema nel peggior modo. Non si deve credere, però, che drogati siano solo Coloro che assumono sostanze chimiche alienanti. Se drogato è colui che è ricorso a eccitanti per stordirsi e sfuggire all'assillo dei propri problemi o alla noia del proprio vuoto interiore, i drogati sono molti di più di coloro che sono bollati con un tale aggettivo: in un certo senso, drogato è colui che si stordisce con l'alcool, chi fa del sesso un eccesso, chi è posseduto dal gioco, chi si serve della religione o della politica per evadere dalla realtà, colui che riesce a vibrare, a vivere solo schiacciando gli altri, chi fa delle gare sportive un pretesto per sfogare la sua bestialità, e così via.

    http://www.cerchiofirenze77.org/Brani/27_il_vuoto_interiore.htm


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #133017

    Detective
    Partecipante

    [quote1265549818=brig.zero]
    … Chi dà sapore alla vita solo per mezzo degli stimoli che gli vengono dal mondo esterno, quando questi gli vengono a mancare, o non gli dicono più nulla, si trova faccia a faccia col suo vuoto interiore e resta attanagliato dall'angoscia. Nasce così il problema di come sfuggire all'angoscia.
    [/quote1265549818]

    Concordo pienamente


    #133018

    ginomica
    Partecipante

    chiaramente persone con gravi problemi interiori subiscono maggiormente il colpo,ma quello che credo io,e che questo film abbia toccato qualcosa di più ancestrale,cioè la perdita del contatto con la natura da parte dell'uomo,la perdita di un contatto più diretto con il creato ed il creatore,e pensare che se solo tutta l'umanità lo vorrebbe,si potrebbe riprendere tutto in poco tempo,molto difficile però,vista l'assenza di volontà che oggi predomina sulla gente…molto triste…


    #133019

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1265556235=ginomica]
    chiaramente persone con gravi problemi interiori subiscono maggiormente il colpo,ma quello che credo io,e che questo film abbia toccato qualcosa di più ancestrale,cioè la perdita del contatto con la natura da parte dell'uomo,la perdita di un contatto più diretto con il creato ed il creatore,e pensare che se solo tutta l'umanità lo vorrebbe,si potrebbe riprendere tutto in poco tempo,molto difficile però,vista l'assenza di volontà che oggi predomina sulla gente…molto triste
    [/quote1265556235]

    E allora suicidiamoci…
    Certo che siamo proprio tutti quanti inquinatori psichici, eh…


    #133020
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1671
    saggezza Hopi
    “A molti sembrerà di aver perso la propria anima in questi giorni finali. Così intensa sarà la natura dei cambiamenti che coloro che sono deboli spiritualmente diverranno pazzi, non siamo nulla senza spirito. Loro spariranno, sono solo vascelli vuoti inutili. La vita sarà così brutta nelle città che molti sceglieranno di lasciare questo piano. Alcuni in interi gruppi.”


    #133014

    ginomica
    Partecipante

    guarda che non volevo istigare al suicidio,anzi,il messaggio del film mi è sembrato molto positivo,dicevo peccato che la gente non lo colga nel suo profondo,almeno non tutti….


    #133021
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    certamente non intendevo questo
    voglio dire che i tempi di oggi hanno un aspetto molto deprimente per lo spirito, con o senza avatar


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.