Cambiare pianeta.

Home Forum EXTRA TERRA Cambiare pianeta.

Questo argomento contiene 66 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Pyriel 10 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 67 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #24751

    Pyriel
    Bloccato

    Se aveste l'opportunità di un passaggio in astronave, andreste
    a vivere su di un bellissimo pianeta lontano anni luce, dove la
    vita è gratuita e la morte non esiste, dove il cielo, le acque e il
    resto sono assolutamente limpidi come nei vostri sogni, o forse
    qualcosa vi tratterrebbe qui su questa Terra, e semmai che cosa?
    Che tipo di gente vi piacerebbe incontrare lassù, organizzata o
    indipendente, socializzata o socievole, come la immaginereste?


    #24752
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il problema è la società che abbiamo creato non il pianeta
    Ora come ora andrei su un altro pianeta avendo i mezzi per ricostruire un'altra società..ma non so se sia la soluzione
    Lassù vorrei trovare una civiltà che ha passato di qualche scalino, non pretendo troppo, la fase infantile in cui siamo noi.


    #24753

    skyligth
    Partecipante

    è una proposta allettante..un giro lo farei per capire e conoscere cose nuove. ma non ci resterei. sarebbe da vigliacchi. sarò un sognatore incallito, ma mi piace pensare che sia possibile ancora rendere la terra un giardino. forse tra centinaia di anni, ma noi l'abbiamo ridotta in questi stati e spetta anoi farla rifiorire e vivere in armonia con lei. abbandonarla serebbe una sconfitta per tutta l'umanità. dobbiamo prenderci le nostre responsabilità.


    #24754

    iniziato
    Partecipante

    a me basterebbe anche un'isoletta su questo pianeta… non scomodo nessuna astronave.


    #24755

    mysterio
    Partecipante

    Pyriel..quello da te enunciato è un po' il concetto espresso dalla gente che abbandona il proprio luogo(o paese) di origine per andare a cercare “l'America” da qualche parte.

    Anche qui in italia..è piano di gente che trovando il nostro paese brutto..sporco povero corrotto e arretrato(il che..non è che sia falso) ha come obiettivo quello di trasferirsi in america alla ricerca di ricchezza..benessere..libertà..sviluppo.

    Una speranza vana? Secondo me sì. E' così diversa l'america rispetto a qua? Credo di no. Però nell'immaginario collettivo di molti essa rappresenta una sorta di “paradiso” terrestre.

    Questo per fare una metafora riguardo al fatto che a parer mio non bisogna cercare illusori paradisi in altri lidi..ma cercare di cambiare in meglio..per quanto si può..il luogo dove viviamo.

    Il “bellissimo pianeta” da te descritto non so se esiste..e se ipoteticamente esistesse..col nostro attuale modo di agire.. noi lo ridurremmo ad una nostra “succursale” colonizzandolo ed imponendo la nostra “cultura”(come è già accaduto dopo la scoperta dell'america..con l'assimilazione dei popoli indigeni alla cultura europea)


    #24756
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224749912=iniziato]
    a me basterebbe anche un'isoletta su questo pianeta… non scomodo nessuna astronave.
    [/quote1224749912]

    anche a me :amicil:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #24757
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Sarà che sto insofferente, sarà quel che sarà, ma io ci andrei, ma non mi vedo stanziale in un pianeta, se potessi girerei quanto più possibile questa ed altre galassie… Per uno come me che si sente cittadino del mondo, non è difficile sentirsi cittadino dell'Infinito 🙂


    #24759

    iniziato
    Partecipante

    [quote1224750961=giusparsifal]
    Sarà che sto insofferente, sarà quel che sarà, ma io ci andrei, ma non mi vedo stanziale in un pianeta, se potessi girerei quanto più possibile questa ed altre galassie… Per uno come me che si sente cittadino del mondo, non è difficile sentirsi cittadino dell'Infinito 🙂
    [/quote1224750961]

    devi aspettare che torni l'enterprise, certo che però ripensandoci se ci fosse ancora Tpol … :&D


    #24758

    windrunner
    Partecipante

    Secondo me non è corretto andare a fare campeggio in un bel posto… all'aria pulita… e quando ce ne andiamo lasciamo tutta la spazzatura che abbiamo fatto lì… alle spalle…


    #24760

    Omega
    Partecipante

    [quote1224751399=Pyriel]
    Se aveste l'opportunità di un passaggio in astronave, andreste
    a vivere su di un bellissimo pianeta lontano anni luce, dove la
    vita è gratuita e la morte non esiste, dove il cielo, le acque e il
    resto sono assolutamente limpidi come nei vostri sogni,
    [/quote1224751399]
    Sì, soltanto dopo aver compiuto quello che si doveva compiere su questa Terra.

    Se intendi se partirei “senza condizioni”, la risposta è: assolutamente no. Prima il dovere poi il piacere.

    o forse
    qualcosa vi tratterrebbe qui su questa Terra, e semmai che cosa?

    No, nulla mi trattiene. Non c'è alcun legame o dipendenza nel mio caso.

    Anche perché non esiste il vero amore (il fondamento dell'Essere) senza la Libertà e la libertà non c'è senza l'indipendenza di ognuno di noi.

    Amare qualcuno o qualcosa perché si è legati (o dipendenti) a qualcuno o a qualcosa sarebbe un falso amore. Il vero amore è, ad esempio, quando due persone totalmente indipendenti (e senza avvertire dentro di se alcun tipo di dipendenza uno dall'altro) – si incontrano in modo arbitrario, Cosciente e Consapevole per esprimere Amore, infinito (non soltanto nei confronti di lei-lui ma di tutto il creato, della Natura e dell'Universo) pur non essendo obbligati ad incontrarsi da contratti, pezzi di carta, accordi, patti, leggi, imposizioni.

    Per quanto riguarda la nostra tecnologia, come potrei essere legato ad una tecnologia talmente arretrata quanto quella nostra ? Veramente non ne sarei dipendente, nemmeno da una molto più progredita…

    Che tipo di gente vi piacerebbe incontrare lassù,

    Premetto che chiunque incontro nello Spazio o sulla Terra, non ho motivi di non rispettarlo e di non amarlo.

    Ma se dovessi scegliere, preferisco un Pianeta senza credenze dove ogni abitante Conosce perfettamente se stesso ed è Armonizzato con l'Infinito, niente tabù, ingiustizie, imposizioni religiose e/o Militari, stupidità, Paure (tipiche di questo luogo). Mi piace gente libera. Qui ce ne sono un pò pochini… Quasi inesistenti a dire la verità eppure il Vecchio Cristianesimo prometteva all'umanità di rendere gli “umani liberi”. Ma dove sono questi “umani liberi” ?

    organizzata o
    indipendente, socializzata o socievole, come la immaginereste?

    Domanda semplice da rispondere mentalmente (sei forse Telepatico ?);

    difficile da descrivere a parole umane limitatissime.

    Per dare qualche indicazione, la suddetta società dovrebbe avere le seguenti caratteristiche…

    Il Sistema politico: Geniocrazia. Genio e la Creatività al potere. Chi non è saggio e molto intelligente (o almeno creativo), un calcio nel sedere e fuori dalle balle. Può essere amato e rispettato (anche aiutato) quanto si vuole, ma non può stare al Governo né decidere i destini di altre persone, di intere regioni o di un Pianeta. Chi si inchioda alle poltrone non meritate viene da me considerato un Criminale.

    Soppressione immediata dei Militari, del denaro, delle religioni fanatiche e fondamentaliste, dello scientismo, della Tortura, dei tabù, degli Ordini e delle Caste. L'uomo non è fatto per servire l'economia – ma l'economia è fatta per servire l'uomo. Si può avere, solo dopo l'Essere; l'avere senza l'Essere porta all'autodistruzione di una Civiltà …

    Organizzazione sociale: La libertà più totale, niente prigione né polizia (ma distribuzione delle ricchezze secondo l'equilibrio cosmico – dove tutti hanno tutto il necessario, senza sprechi). In realtà, una Civiltà evoluta non ha bisogno di codesti componenti barbari delle società primitive – se c'è una educazione secondo la Coscienza e l'informazione al passo coi Tempi, disponibile gratuitamente per tutti. Se la gente è realmente felice, non ha “bisogno di” (né “scusa per”…) aggredire il prossimo.

    Una società è sana se tutti i suoi elementi sono sani. Dal punto di vista Scientifico dell'Archetipo genetico, la cellula della società non è famiglia (come insegna falsamente la Chiesa) ma l'individuo. Un individuo non può Ri-Conoscersi nel contesto del gruppo; ma una volta trovato ed amato il proprio Essere, si può benissimo vivere, felicemente, in comunità.

    Lo sviluppo dell'Essere: A scelta individuale, per gli indecisi può essere “suggerita” l'osservazione Cosciente della Natura, la Meditazione, la Comprensione della Giustizia, visualizzazione degli Obiettivi, esercitare la Costanza, mettere in pratica l'Amore incondizionato, Chiara Visione attraverso Diretta Percezione della Realtà, Compassione, l'obiettività nel valutare, il cambiamento o il coraggio, Umiltà e Saggezza, saper mettersi in discussione (continuamente), amore per le differenze tra gli Umani ed Esseri in generale, la non- Uniformità, la non- “Normalità”, l'Unità dell'Infinito…

    Se una Civiltà del genere rinasce sulla Terra, resto sulla Terra – per me è indifferente dove vivere, basta che c'è Giustizia (con la g maiuscola).


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 67 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.