Cerchi nei campi di grano

Home Forum MISTERI Cerchi nei campi di grano

Questo argomento contiene 1,326 risposte, ha 72 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 641 a 650 (di 1,327 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #7351

    alidivento
    Partecipante

    [youtube=480,385]wX0-ddzi63E

    Gerald Hawkins
    http://en.wikipedia.org/wiki/Gerald_Hawkins


    #7352
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    bellissimo se davvero il codice sia quello…una cosa affascinante


    #7353

    alidivento
    Partecipante

    “Music of the spheres?
    Interview with Gerald S. Hawkins” (1992)
    http://www.share-international.org/archives/crop_circles/cc_ml-music-spheres.htm

    Lovely/Hawkins 🙂
    http://home.clara.net/lovely/hawkins.html


    #7354
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5874
    “13.4 Geometria

    La geometria completa la triade di base della nostra percezione dei mattoni fondamentali della vibrazione nell'Universo, la triade come luce, suono e geometria. Con le geometrie di cui abbiamo discusso, i suoni della musica e i colori dell'arcobaleno prendono forma. Improvvisamente i concetti astratti dell'armonia e del colore rivelano strutture composte di linee dritte e curve con cui possiamo fare modelli e costruire cose. Benchè possiamo vedere colori e sentire suoni, normalmente non pensiamo alla forma geometrica in due o tre dimensioni, come rappresentazione di queste vibrazioni.

    Numerosi ricercatori come Gerald Hawkins, Buckminster Fuller e Hans Jenny hanno mostrato che le vibrazioni del suono formeranno specifici schemi geometrici, se quello che fate vibrare sarà visibile invece dell'aria, normalmente invisibile. Gerald Hawkins non è arrivato alle sue scoperte studiando la vibrazione. Nel suo caso ha fatto le sue scoperte studiando per anni il fenomeno dei ” cerchi nel grano”, in cui complesse forme geometriche appaiono di notte in vari campi nel mondo, solitamente visibili solo dall'alto.

    Dopo aver studiato centinaia di formazioni, Hawkins ha realizzato che certi schemi si ripetevano e l'unità sottostante a questi schemi era espressa usando forme geometriche bidimensionali come il triangolo, il quadrato e l'esagono e mettendole in un cerchio in modo che i vertici toccassero la circonferenza.
    Con sua sorpresa, l'area delle geometrie interne, quando divise per l'area dei cerchi esterni, mostrava la stessa relazione responsabile per le vibrazioni della musica nell'Ottava, i “rapporti diatonici” di cui abbiamo discusso. Questo è esattamente ciò che ha dimostrato Pitagora con il suo strumento “monocorda”, solo che ora invece del rapporto delle lunghezze della corda, abbiamo il rapporto della geometria che indica la stessa cosa.

    Ha realizzato che questo era un nuovo set di teoremi in geometria e nessuna autorità accademica che consultò li conosceva. Quindi in due dimensioni, possiamo capire il suono come una vibrazione geometrica “piatta”, come il triangolo, che emerge in un cerchio “piatto”.”

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5062
    “Un duro colpo, per i sostenitori della teoria della falsificazione, è stata la scoperta fatta da Gerald Hawkins, Professore Emerito in Astronomia, che ha riscontrato, nelle simbologie tracciate sui campi di grano, intervalli diatonici e principi della geometria Euclidea che svelano una profonda comprensione della matematica più complessa, fenomeno totalmente assente nei crop circles realizzati manualmente, anche sotto controllo di testimoni.
    Credo che ciò escluda una volta per tutte i due vecchietti e il loro asse di legno. Tra l'altro uno dei due è deceduto lo scorso anno. Ma allora chi o cosa riesce a stendere a terra improvvisamente diverse migliaia di metri quadrati di piante, formando con esse dei disegni di immensa complessità e di ipnotica bellezza?”


    #7355

    alidivento
    Partecipante

    Da qualche parte ho un link stipato dove Hawkins spiega proprio “questo” di Stockbridge del 1995
    [URL=http://img52.imageshack.us/i/cropcircles0405.gif/][/URL]

    http://www.cropcirclesecrets.org/crop_circle_sound2.html

    saltera` fuori … 😕


    #7357
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    io ne sono sempre più convinto che il tutto sia creato da determinate vibrazioni che formano questi fantastici disegni e messaggi


    #7356
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1277488178=alidivento]
    Da qualche parte ho un link stipato dove Hawkins spiega proprio “questo” di Stockbridge del 1995
    [URL=http://img52.imageshack.us/i/cropcircles0405.gif/][/URL]

    http://www.cropcirclesecrets.org/crop_circle_sound2.html

    saltera` fuori … 😕
    [/quote1277488178]
    ci ripetono il rapporto phi, l'importanza delle frequenze, il concetto di ottava, concetti geometrici particolari basati sui solidi platonici, il concetto del frattale e del rapporto tra micro e macro, posizioni planetarie e attività solare, il concetto di rotazione e di connessione tra vari punti, strutture geometriche dalle quali nascono campi sferici, simboli spirituali di diverse culture raccolti anche in un solo simbolo


    #7358
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum


    cropcircleconnector.com

    [youtube=480,385]ZijIkVLq1M4

    ——

    http://2.bp.blogspot.com/_CtklVeoV8D4/S70LhYwNEUI/AAAAAAAAAI0/oTgjHFCD9EI/s1600/DSCF5073+OK.jpg

    http://it.wikipedia.org/wiki/Metatron
    Metatron (ebraico מטטרון o מיטטרון) è il nome di un angelo del Giudaismo e per certi versi del Cristianesimo.

    Non ci sono riferimenti a lui nelle scritture cristiane (Nuovo Testamento) o in fonti islamiche; il riferimento dell'Antico Testamento in merito al Carro Celeste della Merkabah compare come descrizione durante il dono della Torah sul Monte Sinai nel Libro dell'Esodo del Pentateuco ebraico e nei Libri dei profeti Isaia, Ezechiele e Zaccaria.

    Metatron si trova nel secondo dei quattro mondi spirituali chiamato Beri'ah.

    Il Frutto della Vita (una componente del Fiore della Vita) presenta tredici cerchi. Se ogni centro dei vari cerchi è considerato un “nodo”, ed ogni nodo è connesso ad ognuno degli altri con una linea unica, si crea un totale di settantotto linee. All'interno di questo cubo possono essere trovate molte altre forme, inclusa la versione bidimensionale (appiattita) dei cinque solidi platonici.

    Nei primi scritti cabalistici è scritto che Metatron diede forma al cubo a partire dalla sua stessa anima. Questo cubo può essere successivamente rintracciato nell'arte Cristiana, dove appare sul suo petto o mentre vola dietro di lui. Il cubo di Metatron è anche considerato un glifo santo, e c'è chi dice che può essere disegnato intorno ad un oggetto o persona in preda a presunte possessioni per ottenerne la guarigione. L'idea è anche presente in alchimia, dove il cubo di Metatron viene indicato come un cerchio di contenimento o di creazione.

    Il modo più semplice per costruire il cubo di Metatron è di cominciare da un cubo appiattito lungo una delle diagonali che passano per il suo centro, fino a diventare una figura bidimensionale, equivalente ad un esagono regolare scomposto dalle sue diagonali in sei triangoli equilateri. I vertici di questa figura 2D vanno quindi connesse con linee aggiuntive. Diversi passi dopo si arriva a formare la figura completa del Cubo di Metatron. Il cubo assomiglia alla proiezione tridimensionale del cubo a quattro dimensioni, o ipercubo.
    ————


    ———
    Inghilterra 2009
    [youtube=480,385]ZTuxAH–Qro


    #7359
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    chi ha esperienza con la geometria sacra?
    ufotav cosa ne pensa? 🙂

    http://www.bibliotecapleyades.net/geometria_sagrada/esp_geometria_sagrada_4.htm
    The image you see above is the correct version of “Metatron’s Cube”, or the fruit of life with the 5 platonic solids. I made it with a 3D program and what you see are the actual edges of the platonic solids.


    #7360

    Anonimo

    Ho finito in questi giorni di leggere “Oltre il cielo” di Maurizio Cavallo.
    Ecco come il clariano Dhusha spiega le formazioni cerealicole:
    “Quanto stai vedendo sono solo gli effetti visibili di un complesso e delicatissimo processo di trasferimento ed innesto biologico, applicato sul genoma dei vegetali trattati al fine di modificarne il corredo cromosomico. I vortici di plasma creati dall'azione induttiva, provocata da trasmettitori olografici sistemati a bordo dei nostri velivoli predisposti allo scopo, realizzano, per risonanza sul terreno, le figure geometriche visibili sulla superficie del vostro mondo, che altro non sono se la raffigurazione archetipa dei singoli geni. Attraverso questi proiettori a campi di forza unificata – e m'indicò i congegni a forma di campana – l'acido desossiribonucleico portatore dell'informazione genetica viene sintetizzato, ricodificato ed infine proiettato per ologrammi nella geometria portante, ovvero nella rinnovata disposizione o configurazione spaziale degli elementi primari.
    In altre parole, stiamo operando una mutazione sugli schemi base della vita, in questo caso nell'ambito botanico; ma quasi nello stasso modo, altri nostri operatori stanno procedendo già da lungo tempo a codificare ed inserire le nuove architetture genetiche anche nella sfera animale.”
    Continua Dhusha “Dunque il nostro intervento è teso a conservare la flora e la fauna tuttora esistente sul pianeta Terra, elevando nei rispettivi DNA le proprietà di immediato adattamento alle nuove condizioni del dinamismo terrestre. Le nuove geometrie biologiche – ora latenti – attivate al momento opportuno, consentiranno la sopravvivenza delle specie trattate tramite la loro repentina mutazione ed adeguamento molecolare.
    Si avranno così nuovi agglomerati atomici adattati alla nuova sfera d'esistenza.”

    Quindi i crops non sono messaggi rivolti a noi, ma informazioni per il DNA.


Stai vedendo 10 articoli - dal 641 a 650 (di 1,327 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.