CERVELLO

Home Forum L’AGORÀ CERVELLO

Questo argomento contiene 69 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 70 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #128913

    marì
    Bloccato

    L'onestà? Dipende dal cervello
    si nasce così, non si diventa

    Secondo uno studio dell'Harvard University è una caratteristica innata. Un semplice gioco alla base del test di due ricercatori
    I neurologi rivelano che negli onesti non si 'accendono' certe aree legate al controllo e alle decisioni
    di DANIELE MELONI

    ROMA – Facciamocene tutti una ragione. Onesti si nasce, non si diventa. E non c'è nessuna terapia riabilitativa che consentirà ai malfattori di ravvedersi e agli onesti di comportarsi in modo delinquenziale. Come spesso accade, è tutta una questione di cervello. Lo hanno dimostrato due studiosi della Harvard University di Boston, Joshua Greene e Joseph Paxton, con un'indagine e un test pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

    I due hanno messo a punto un “test dell'onestà” che permette di capire chi è di indole onesta e chi, se ne ha l'occasione, tende ad imbrogliare il prossimo. Il test si basa su un gioco in realtà molto semplice. I partecipanti scommettono sull'esito del lancio di una moneta, il classico “testa o croce”. Nella prima parte del gioco, prima del lancio, i volontari scrivono su un foglio la loro previsione. Nella seconda invece, devono dire, a lancio avvenuto, se avevano previsto giusto. Sta dunque a loro dire se hanno vinto o meno la scommessa. E' ovvio che questa dichiarazione sta alla loro onestà personale, perché potrebbero imbrogliare e dire di aver 'azzeccato' l'esito del lancio e quindi vinto la scommessa.

    Eppure, in molti casi i volontari sembrano rispondere con onestà senza approfittare dell'opportunità di imbroglio; mentre altri tra loro imbrogliano di certo, dicendo di aver previsto bene l'esito del lancio.

    A questo punto entrano in gioco i neurologi, con il monitoraggio di aree del cervello dei partecipanti, come la corteccia prefrontale, legate alle decisioni e al controllo dei comportamenti, usando la risonanza magnetica funzionale. Il risultato? Nel cervello dei “naturalmente onesti” non si accendono queste aree prima di dichiarare se hanno vinto o perso la scommessa; viceversa esse si accendono nel cervello dei cosidetti imbroglioni.

    Secondo i neurologi, tutto questo significa che l'onestà è un comportamento di default che non richiede autocontrollo da parte del cervello. Per gli onesti, dunque, non vale il detto “l'occasione fa l'uomo ladro”. I disonesti, invece, devono pensare al fatto se sfruttare o meno l'occasione di imbrogliare e, alla fine, se ne hanno la possibilità, lo fanno.

    Una volta validato, il test potrebbe anche avere usi quatomeno discutibili: come sul luogo di lavoro per controllare gli impiegati e misurarne la loro onestà. Con esiti tutti da scoprire.

    (14 luglio 2009)
    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/scienze/cervello-onesti/cervello-onesti/cervello-onesti.html

    :yesss:


    #128915
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    il cervello non è la fonte della coscienza
    non è il cervello a dare il senso di rispetto per la Verità


    #128916

    marì
    Bloccato

    La coscienza spinge, si ribella … ma e' il cervello che elabora/decide/crea.


    #128917

    meskalito
    Partecipante

    :ummmmm:

    la coscienza è intesa come sè totale,in questo contesto è lei che sovraintende a tutto.


    #128918
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    voglio dire che secondo me non è il cervello che ti rende onesto, la spinta che ti porta ad essere onesto anche se non ti conviene non viene dal cervello..non so se mi spiego..ma questo è un mio parere, voglio dire che questi articoli sono troppo da “abbiamo capito tutto noi”..


    #128919

    marì
    Bloccato

    [quote1247692732=Richard]
    voglio dire che secondo me non è il cervello che ti rende onesto,[color=#ff0000] la spinta che ti porta ad essere onesto anche se non ti conviene non viene dal cervello.[/color].non so se mi spiego..ma questo è un mio parere, voglio dire che questi articoli sono troppo da “abbiamo capito tutto noi”..
    [/quote1247692732]

    ma io questo ho detto … mi quoto:

    [quote1247692842=Marì]

    La coscienza spinge, si ribella … ma e' il cervello che elabora/decide/crea.

    [/quote1247692842]

    🙂


    #128920
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    SINCERITA’ E ONESTA’

    La sincerità è la nota fondamentale di ogni anima individuale. Chi è sincero ? Uno su un milione. 5249-1

    Soltanto con il proprio sé si può essere sinceri. Allora deve seguire la sincerità verso qualcun altro, come la notte segue il giorno. Le azioni false, le attività false non portano la verità; non producono nessuna cosa buona che possa venire da esse. Soltanto nella verità, soltanto nella sincerità, la verità – – o ciò su cui essa cresce o lo sviluppo per cui si entra in questa vita o qualunque fase della vita – – può portare e porterà uno sviluppo per chiunque. 5534-1
    http://www.edgarcayce.it/media/sincerit%E0eone.htm


    #128921

    raistlin
    Partecipante

    Diciamo che possiamo essere portati a determinate decisioni dal cervello, ma poi sta alla coscienza interagire con esso nel metterle in pratica e questo dipende anche dalla volontà, l'etica, tutte cose che dipendono sia dal contesto in cui abbiamo vissuto, sia da ciò per cui siamo portati in percentuale variabile a seconda dell'individuo e dalle situazioni. !dodge

    Quindi penso che sia soggettivo.


    #128923
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    per me è semplice….dipende dal gradino evolutivo della persona…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #128924
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    io credo che l'mpulso di elaborare e poi usare una bugia non venga dal cervello, il cervello esegue l'elaborazione, ma è qualcosa di piu profondo che ti fa scegliere verità o bugia, ascoltare quindi la verità che viene da dentro, dall'anima o ignorarla e scegliere il percorso della bugia, direi di poter spiegare cosi quello che voglio esprimere.
    Credo che per vari motivi possa venire offuscato o chiuso quel canale che porta alla Verità nell'Anima.
    Chiaramente parlo più che altro di situazioni piu serie di questo test, penso che l'impulso a dire la verità venga da dentro, poi si decide di ascoltare o meno oppure questa voce non la si sente piu perchè ci si è assuefatti alla menzogna.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 70 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.