Che fine ha fatto la democrazia?

Home Forum PIANETA TERRA Che fine ha fatto la democrazia?

Questo argomento contiene 24 risposte, ha 13 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #82848

    deg
    Partecipante

    Quando le moderne democrazie massacrano centinaia di persone mentre i loro cittadini guardano in silenzio, allora c’è qualcosa di fondamentalmente sbagliato – afferma il professore americano di origine indiana Muqtedar Khan. Nel combattere il terrorismo abbiamo abbassato il limite morale con cui abbiamo tradizionalmente giudicato il valore delle democrazie – sostiene Khan

    Per anni sono stato un fermo sostenitore della democrazia, ispirato innanzitutto dalla mia esperienza personale con le libertà americane. Come musulmano che dice ciò che pensa e che pone domande critiche, sono abitualmente minacciato e diffamato da coloro che, non essendo in grado di rispondere alle mie ragioni ed alle mie critiche, cercano di mettermi a tacere. La democrazia americana mi ha dato la protezione e l’opportunità di vivere la vita che Dio vuole che gli esseri umani vivano – in qualità di esseri capaci di pensare e di esprimersi.

    Ho contribuito a costituire un’organizzazione per la promozione della democrazia nel mondo islamico, ed ho scritto un libro in cui sostenevo che la democrazia è essenziale per un buon governo islamico. Tuttavia, negli ultimi anni la democrazia ha ripetutamente deluso sostenitori come me. Lasciatemi fare qualche esempio.

    Tony Blair, George Bush e Dick Cheney hanno invaso un paese causando morte e distruzione a dispetto dell’opposizione di milioni di loro concittadini. L’invasione dell’Iraq fu un assurdo crimine di guerra che la democrazia non poté impedire. Oltre un milione di iracheni morirono come diretta conseguenza della guerra. Oggi migliaia e migliaia di bambini sarebbero vivi, migliaia di famiglie sarebbero integre, e non avremmo 250.000 profughi senza casa sparpagliati su tre continenti, se gli Stati Uniti e la Gran Bretagna – entrambe democrazie – non avessero invaso l’Iraq. Gli iracheni hanno sofferto in mille modi.

    Oggi, grazie alla nostra “promozione della democrazia”, vi sono centinaia di donne irachene obbligate a prostituirsi soltanto per dar da mangiare ai loro figli. Sicuramente esse sono state “liberate”. Ora incontrano “nuove persone” quotidianamente per 8 dollari al giorno!

    In Gran Bretagna e negli Stati Uniti sono state ratificate leggi che mettono in ridicolo l’idea di libertà. Sono stati portati avanti discorsi che hanno distorto l’idea stessa di moralità. Leader che hanno ripetutamente mentito al loro popolo sono stati più volte rieletti. Uccidere civili a centinaia, torturare la gente, sequestrare le persone, corrompere, sono divenuti i metodi standard con cui le democrazie operano. Queste democrazie operano come delle mafie, e si comportano in maniera ugualmente brutale.

    Oggi, i cittadini delle democrazie non possono neanche distinguere fra un criminale di guerra, un delinquente, uno stragista e uno statista. In India, Narendra Modi, governatore del Gujarat, orchestrò un massacro nel 2002. La macchina dello stato collaborò con alcuni criminali per uccidere oltre 2.000 persone, lasciandone altre 100.000 senza casa. Egli fu condannato a livello mondiale dalle organizzazioni per la difesa dei diritti umani ma, nella più grande democrazia del mondo, fu rieletto al potere. Un indiano americano, Sonal Shah, che era strettamente legato a lui ed al suo gruppo, fa parte della squadra di transizione del presidente eletto Obama.

    A quanto pare, le democrazie di oggi non hanno problemi con leader che hanno le mani sporche di sangue. Questo declino morale delle democrazie è la diretta conseguenza della guerra al terrore. Ai cittadini è stato detto che il nemico è così malvagio che qualsiasi mezzo altrettanto malvagio è giustificato per combattere il nemico. Gli spropositati atti di terrore che continuano a verificarsi, accompagnati dal clamore dei media internazionali che li esaltano e li drammatizzano, hanno stordito la sensibilità morale dei cittadini al punto che essi non solo accettano tutto ciò che i loro governi fanno, ma li elogiano anche per questo.

    In questi giorni la Terra Santa sta assistendo ad una delle fasi più sanguinose della sua storia. Israele ha massacrato oltre 450 palestinesi a Gaza (l’articolo risale al 4 gennaio 2009 (N.d.T.) ). I palestinesi non avevano vissuto niente di simile dal 1948, quando due bande terroristiche ebraiche, l’Irgun e il Lehi, massacrarono 254 palestinesi in un villaggio chiamato Der Yassin.

    Per una settimana, prima degli attacchi di rappresaglia di Israele, Hamas aveva lanciato oltre 100 razzi verso lo stato ebraico, senza uccidere nessuno ma fornendo la necessaria giustificazione ad Israele, i cui missili e razzi hanno ora ucciso oltre 450 palestinesi, ferendone oltre 1.000.

    Mentre ascolto le affermazioni dell’amministrazione Bush, che condanna solo Hamas per tutta questa violenza, e mentre il “Messia” stesso (Obama (N.d.T.) ) è in vacanza alle Hawaii, sono sbalordito per la completa assenza di umanità nelle loro risposte. Non vi è un briciolo di compassione, di rammarico o di dolore per coloro che sono morti. Sembra che i loro cuori siano fatti di pietra.

    Che avvenga negli Stati Uniti o in Israele, sembra che il terrorismo non stia solo minacciando la vita delle persone, ma che stia lentamente distruggendo l’umanità di queste nazioni.

    Hamas ha lanciato alcuni razzi verso Israele; d’altra parte non è questo ciò che fanno? Non sono un’organizzazione terroristica? Israele e gli Stati Uniti, tuttavia, si suppone che siano democrazie che hanno a cuore i diritti umani. Ma quando massacrano centinaia di persone ed i loro cittadini guardano in silenzio – nessuna protesta, nessun turbamento – allora c’è qualcosa di fondamentalmente sbagliato.

    Io credo ancora alla democrazia.

    Credo che sia un eccellente sistema di governo. Ma temo anche che oggi le democrazie stiano sperimentando non solo una recessione economica, ma anche un regresso morale. Stiamo gradualmente accettando cose che fino a poco tempo fa erano tabù. Nel combattere il terrorismo abbiamo progressivamente abbassato il limite morale con cui abbiamo tradizionalmente giudicato il valore delle democrazie. Le torture, i sequestri, gli omicidi, ed ora i massacri sono divenuti legittimi – cosa ci aspetta ancora?

    Se non ci svegliamo e non cambiamo rotta immediatamente, potrebbe non rimanere più alcuna differenza fra la democrazia e il terrorismo – e questa sarebbe la vittoria definitiva del terrorismo.

    Muqtedar Khan dirige il dipartimento di Studi Islamici all’Università del Delaware; è membro dell’Institute for Social Policy and Understanding; l’articolo qui proposto è apparso il 04/01/2009 sul sito altmuslim.com

    Titolo originale:

    Democracy’s moral recession
    fonte:15/01/2009 http://pluralia.org/2009/01/16/il-regresso-morale-della-democrazia/


    #82849
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Ineccepibile.
    Da far conoscere…


    #82851
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
    abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.

    V. THE CYCLES RA HAS COMPLETED

    RA: The path of our learning is graven in the present moment. There is no history as you understand the concept. Picture a circle of being. We know the alpha and omega as infinite intelligence. The circle never ceases. It is present. The densities or cycles we have traversed are:

    1ST DENSITY: The cycle of awareness

    2ND DENSITY: Growth

    3RD DENSITY: Self-awareness

    4TH DENSITY: Love or understanding [Law of Love]
    ..
    E. CHANGES IN CONSCIOUSNESS IN 3RD DENSITY ARE GREATER THAN IN 4TH OR 5TH

    RA: There is very little work in consciousness in 4th and in 5th densities compared to the work done in 3rd density. (B2, S48, 119)
    http://divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=127&Itemid=36


    #82852

    Pyriel
    Bloccato

    [quote1244653213=Richard]
    non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
    abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.

    V. THE CYCLES RA HAS COMPLETED

    RA: The path of our learning is graven in the present moment. There is no history as you understand the concept. Picture a circle of being. We know the alpha and omega as infinite intelligence. The circle never ceases. It is present. The densities or cycles we have traversed are:

    1ST DENSITY: The cycle of awareness

    2ND DENSITY: Growth

    3RD DENSITY: Self-awareness

    4TH DENSITY: Love or understanding [Law of Love]
    ..
    E. CHANGES IN CONSCIOUSNESS IN 3RD DENSITY ARE GREATER THAN IN 4TH OR 5TH

    RA: There is very little work in consciousness in 4th and in 5th densities compared to the work done in 3rd density. (B2, S48, 119)
    http://divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=127&Itemid=36
    [/quote1244653213]


    #82853

    deg
    Partecipante

    [quote1244656944=Richard]
    non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
    abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.
    [/quote1244656944]

    Parole sante Richard…
    Come abbiamo fatto a cadere così in basso!.. :mah:


    #82850

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1244657716=deg]
    [quote1244656944=Richard]
    non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
    abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.
    [/quote1244656944]

    Parole sante Richard…
    Come abbiamo fatto a cadere così in basso!.. :mah:

    [/quote1244657716]

    E' una domanda che mi pongo da un po' deg, non ci trovo risposta, forse la paura…? Ma de che poi? Svoltiamo pagina prima possibile e rimettiamoci nella “carreggiata” giusta!


    #82854

    Errante
    Partecipante

    [quote1244657185=Richard]
    non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
    abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.

    V. THE CYCLES RA HAS COMPLETED

    RA: The path of our learning is graven in the present moment. There is no history as you understand the concept. Picture a circle of being. We know the alpha and omega as infinite intelligence. The circle never ceases. It is present. The densities or cycles we have traversed are:

    1ST DENSITY: The cycle of awareness

    2ND DENSITY: Growth

    3RD DENSITY: Self-awareness

    4TH DENSITY: Love or understanding [Law of Love]
    ..
    E. CHANGES IN CONSCIOUSNESS IN 3RD DENSITY ARE GREATER THAN IN 4TH OR 5TH

    RA: There is very little work in consciousness in 4th and in 5th densities compared to the work done in 3rd density. (B2, S48, 119)
    http://divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=127&Itemid=36
    [/quote1244657185]

    Il tuo concetto mi risuona in maniera particolare, in alcuni punti della legge dell'uno ra esprime questi concetti:

    RA: Il colore reale adeguato per la terza densità è, come hai constatato, il giallo. Tuttavia l'influenza del colore reale verde, agendo sulle entità del raggio giallo ha portato molte entità a ritornare alla considerazione del sè invece che progredire verso la considerazione dell'altro se o raggio verde.
    Questa non deve essere considerata una polarizzazione di natura negativa, poichè l'entità polarizzata negativamente opera molto intensamente con le manifestazioni più profonde del gruppo di energie del raggio giallo, soprattutto la manipolazione degli altri esseri per il servizio al sè. Coloro che ritornano al raggio arancione, e possiamo aggiungere che in questo tempo sono molti sul tuo piano, rispondono rifutando le attività governative e collettive e cercano ancora una volta il sè.
    Tuttavia, non avendo sviluppato adeguatamente il raggio giallo, in modo che bilanci le velocità vibratorie personali dell'entità, l'entità deve affrontare il compito di un'ulteriore attivazione ed equilibrio del sè in relazione al sè, e quindi le manifestazioni del raggio giallo in questo nesso di spazio/tempo.

    RA: Il raggio arancione a l'influenza o disegno vibratorio con cui il complesso mente/corpo/spirito esprime il proprio potere su basi individuali. Quindi il potere sugli individui può essere visto come il raggio arancione. Questo raggio è stato piuttosto intenso tra la tua gente su basi individuali. In questo raggio si può vedere la tendenza a trattare gli altri esseri non come entità ma come schiavi, o come oggetti, non considerandoli.

    Il raggio giallo è un raggio focale molto potente e riguarda le entità in relazione ai, diciamo cosi, gruppi, alla società, o a un gran numero di complessi mente/corpo/spirito. La vibrazione del raggio giallo è al centro delle azioni bellicose in cui un gruppo di entità sente la necessità e il diritto di dominare altri gruppi di entità e piega i loro voleri a quelli dei padroni.

    Sintetizzando, nel periodo attuale di passaggio sotto l'influenza delle vibrazioni di quarta densità (colore reale verde), molti di noi sono portati ad un maggiore livello di introspezione, di ricerca, di riequilibrio.
    Tutto questo comporta un distacco iniziale dal gruppo, dalle istituzioni per cercare dentro di sè delle risposte, al fine di scegliere, di aumentare la polarità nel seguire il cuore oppure l'ego.
    Tutto questo lavoro individuale cercherà conferma e attuazione nel rapporto con gli altri.
    Il passo successivo a questo vento di cambiamento è la considerazione dell'altro sè, un altro sè non più diviso da noi ma parte integrante del tutto.

    E la cosa dal mio punto di vista è molto bella perchè in tutta questa “confusione” di esperienze, vedo molti di noi che stanno percorrendo la stessa strada, ogniuno la percorre con esperienze diverse e in alcuni momenti calchiamo le stesse orme sperimentando le stesse sincronicità.
    Come se ci comunicassero questo senso di unità che va ben oltre ciò a cui eravamo stati abituati finora.

    Nell'ottica della terza densità come dici tu Richard anche per me non ci può essere una soluzione definitiva, solo con la consapevolezza molto più profonda della quarta densità la soluzione sarà ovvia.

    :fri:


    #82855

    Analfabeta
    Partecipante

    Siamo noi stessi i difensori della democrazia
    cittadini con l'elmetto, il popolo da tempo non governa più è ora di darci una sgrullata e cominciare a comandare o almeno a mettere paura ai nostri rappresentanti, fargli capire che gli siamo con il fiato sul collo

    io mi sto organizzando nella mia città (Civitavecchia) ad istituire una lista civica a 5 stelle, finchè non ci mettiamo in mezzo NOI che siamo persone e non animali il popolo non avrà alternative, e bisogna far capire alla popolazione che l'alternativa esiste e sono i cittadini collegati ad internet che possono finalmente far sentire la loro parola e la loro opinione.
    Dovreste farlo anche voi nei vostri comuni, basta un assessore onesto per sputtanare(scusate la volgarità #fisc ) questi politici affaristi che pensano solamente ai propri interessi!!!!!!Dobbiamo avere coraggio #evvai


    #82856

    marì
    Bloccato

    Viviamo in un periodo storico molto violento e brutale …

    Solo due esempi:

    Ha la felpa aperta: picchiato
    (9 giugno 2009)

    E' successo nel New Jersey: un uomo di 49 anni preso a pugni dalla Polizia per il futile motivo

    Il fatto è avvenuto lo scorso 29 maggio. L'uomo, Ronnie Holloway se ne stava davanti ad un ristorante.

    Una macchina della polizia si avvicina ordinando all'uomo di tirare su la zip della felpa. Ordine rispettato, ma non basta: gli agenti scendono dalla macchina e lo picchiano.

    Non poteva finire peggio: Holloway è stato arrestato perché si sarebbe opposto all'arresto. La polizia, adesso, ha avviato un'indagine interna.

    [link=hyperlink url][/link]

    http://www.repubblica.it/


    Poliziotto usa il taser contro una 72enne

    Nuovo caso negli Stati Uniti

    video
    http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a0ad6-6216-4e10-abfe-f4f6959487fd&vxChannel=Dal%20Mondo&vxClipId=2524_a674f534-55e4-11de-8b38-00144f02aabc&vxBitrate=300

    :grrr: ma come si puo' su di una donna di 72anni?


    #82857

    apolon
    Partecipante

    razzismo e violenza gratuita,
    di cosa ci si stupisce,
    certa gente è pompata ad agire in un certo modo,
    lo stressè alto,
    la paura annebbia la lucidità e le percezioni.
    migliorerà,
    vogliamo migliorarla sta situazione?
    non reagiamo alla pazzia con altra pazzia,
    mi sembra il minimo per cercare si sopravvivere.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.