convegno

Home Forum L’AGORA convegno

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  iniziato 10 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #97850

    iniziato
    Partecipante

    L'UOMO E IL SUO COMP ITO
    Alla ricerca della propria mission in un Pianeta in trasformazione

    2° Convegno Internazionale organizzato da
    ISPA – Istituto Sperimentale di Psicodinamica Applicata
    e Libera Accademia Progetto

    Sabato 16 febbraio 2008
    Hotel Michelangelo – Via Scarlatti, 33 – Milano

    “2013 Istruzioni creative per l'uso. Alla ricerca dell'Uomo Nuovo in un pianeta che sta cambiando”, questo era il titolo del precedente Convegno, dal quale era emerso che l'Uomo Nuovo è un individuo in consapevole relazione con se stesso, con l'altro, con l'ambiente, con gli eventi della vita, e con l'Alto. E un uomo con tali caratteristiche necessariamente aspira alla definizione dei propri obiettivi ed alla loro realizzazione. E' possibile? E come?

    Nel profondo insegnamento contenuto nel libro “Dialoghi con l'Angelo”, di recente pubblicazione in Italia in una nuova traduzione per le Edizioni Mediterranee, questo può avvenire in tre mosse. La prima consiste nell'individuare il proprio compito. Se conoscere la propria mission è necessario, non è però sufficiente, ed ecco allora la seconda mossa: l'accettazione. E' necessario il nostro “Sì”, pronunciato in piena libertà. Se la nota fondante della vita dell'essere umano è la libertà di scelta, questa è la condicio sine qua non.

    La terza mossa, consequenziale, è la realizzazione. A nulla serve la consapevolezza, a nulla serve l'adesione se non vengono calate nella realtà. Ed è ciò che nell'insegnamento viene chiamato “l'Atto”, il consapevole, libero, agire che fa dell'uomo un Uomo Nuovo, perché capace di rinascere a se stesso, nel proprio cuore.

    L'effetto puzzle, per esempio: quando noi stiamo componendo un puzzle, troviamo il pezzo giusto e lo poniamo tra gli altri due, fatti su misura per accoglierlo, diamo la possibilità almeno ad altri due pezzi di trovare la loro collocazione. Questo può innescare una reazione a catena che, tradotta in termini di vita, diventa spunto per altre persone per riconoscere la propria missione, accettarla e realizzarla. La cartina di tornasole, che indica se davvero quella che abbiamo ind ividuato è la nostra missione, è la Gioia. Dice l'Angelo dei Dialoghi, “Solo la gioia è sicura”.

    Finalità di questo Convegno è proporre spunti che consentano questo processo in tempi in accordo con la trasformazione che noi e il nostro pianeta stiamo vivendo con ritmi in progressiva accelerazione.

    IL PROGRAMMA

    Con l'amichevole partecipazione di Maria Rosaria Omaggio e Laura Gessner.

    Moderatrici: Susanna Garavaglia e Dede Riva

    ore 09. 30 – apertura lavori con Susanna Garavaglia e Dede Riva

    ore 09.45 – “Il dolore come opportunità di trasformazione”
    Claudio Maneri, architetto, ha dato vita alla Fondazione Butterfly, una onlus per i bambini in Paesi del terzo mondo, costruisce scuole e attiva programmi di adozioni a distanza in Nepal, Madagascar, Mynamar e Brasile.

    ore 10.15 – “L'eroe”
    Pino Farinotti, giornalista, critico e storico del cinema, docente di letteratura e cinema, scrittore, autore di “7 km da Gerusalemme”, ha vinto alcuni premi letterari nazionali. Il Presidente Ciampi lo ha nominato Benemerito della Cultura.

    ore 10.45 – pausa

    ore 11.00 – “L'incontro e il suo mistero”
    Alessandro Meluzzi, psichiatra, autore televisivo, fondatore di Comunità di accoglienza, docente universitario, Direttore della Scuola Superiore di Umanizzazione della Medicina, autore di numerosi saggi.

    ore 11.30 – “L'uomo della Nuova Era di fronte alle forze del Bene e del Male”
    Marco Columbro, attore di cinema e teatro, ricercatore dello Spirito. Ha creato la Five Show Production per fare conoscere i messaggi dei grandi maestri spirituali occidentali e orientali.

    ore 12.00 – “La più grande scoperta scientifica del nuovo secolo dopo quella dell'energia nucleare: la forza di interazione debole che governa la creazione e le emozioni umane è un'unica energia , l'Invisibile Evidente, chiamata AMORE.
    Vittorio Marchi, docente universitario di Fisica e ricercatore ha orientato le sue indagini scientifiche verso lo Spirito, dando vita a scritti e riviste in vari rami delle scienze e della cultura. Ospite di trasmissioni televisive, saggista.

    ore 12.45 – pausa

    ore 14.30 – “L'amore: la prospettiva intellligente”
    Lorenzo Ostuni, filosofo, simbologo e terapeuta, autore e producer televisivo.

    ore 15.10 – “La presa di coscienza del Com pito come centratura del senso della vita personale e universale”
    Alberto Ugo Caddeo, medico chirurgo, psicoterapeuta e psicosomatista docente universitario, esperto in Biotecnologie e Medicine Naturali alla Università Statale di Milano, Presidente dell'Associazione Istituto Alkemia.

    ore 15.50 – “Il punto del caos”
    Ervin Laszlo, filosofo, fondatore del Club di Budapest. Consigliere del Direttore Generale dell'UNESCO, membro dell'Accademia Internazionale delle Scienze, dell'Accademia Mondiale delle Arti e Scienze e dell'Accademia Internazionale di Filosofia.

    ore 16.30 – pausa

    ore 16,45 – Tavola Rotonda e presentazione della docu-fiction “Dialoghi con l'Angelo”. Sceneggiatura di Giulietta Bandiera. Regia di Gabriele Fonseca. Moderatore: Marco Columbro.

    Partecipano:
    – Giulietta Bandiera, giornalista, scrittrice e autrice televisiva.
    – Gabriele Fonseca, regista e produttore.
    – Paola Giovetti, giornalista, scrittrice, traduttrice dei “Dialoghi con l'Angelo” Ed. Mediterranee.
    – Patricia e Bernard Montaud, scrittori e creatori della Fondazione “Gli amici di Gitta Mallasz”.
    – Stefano Tonelli, artista, sculto re, pittore.

    ore 19.15 – dibattito con il pubblico

    ore 19.30 – chiusura dei lavori

    ISPA Istituto Sperimentale di Psicodinamica Applicata
    Associazione milanese che si occupa di diffondere una serie di iniziative, articolate in corsi, seminari e conferenze, finalizzate alla divulgazione della Psicodinamica e di altre discipline bio-psico-spirituali. Le iniziative e i progetti dell'ISPA hanno, come denominatore comune, la caratteristica di consentire lo sviluppo delle proprie potenzialità auto evolutive e la promozione di una cultura di libera e pacifica convivenza tra le persone. Pubblica dal 1986 la rivista quadrimestrale “Psicodinamica”. Collabora con Care & Share Italia onlus, un'associazione che dal 1991 si occupa di bambini di strada del sud dell'India.

    LIBERA ACCADEMIA PROGETTO
    Una scuola unica nel suo genere, nata come emanazione dell'ISPA. È un format didattico atto a formare la figura del tutto inedita di Facilitatore Olistico, un operatore che, nell'arco di quattro anni e 1400 ore di lavoro, grazie a un'innovativa formazione multidimensionale, crea un proprio originale prodotto che mette a disposizione di chi è alla ricerca di una migliore qualità di vita.

    PER INFORMAZIONI
    ISPA – Istituto Sperimentale di Psicodinamica Applicata
    Libera Accademia Progetto
    Via Gian Giacomo Mora, 11 – 20123 Milano
    tel./fax 02 – 83.73.930 – cell. 347 – 68.29.830
    stampa@psicodinamicaispa.it
    http://www.psicodinamicaispa.itwww.liberaaccademiaprogetto.it


    #97851
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Convegno nazionale di ufologia a Trieste (articolo di Marco Torbianelli)

    Pubblicato da Marco Torbianelli il 17/5/09 • nelle categorie Conferenze

    Il prossimo weekend si svolgerà a Trieste il convegno nazionale di ufologia denominato “REALTA’ E ATTUALITA’ DEL FENOMENO UFO”. L’evento, organizzato dall’associazione “Iaia – Scienze Parallele” in collaborazione con il Centro Ufologico Nazionale, si svolgerà presso la sede del MIB – School of Management, in Largo Caduti di Nassirya n° 1 (Ferdinandeo) ed inizierà venerdi 22 maggio alle ore 18 ma solo su invito.

    Le giornate di sabato 23 e di domenica 24 maggio saranno invece aperte al pubblico e tra proiezioni di video e di fotografie inedite segnaliamo alcune interessanti conferenze di studiosi che ci vengono presentati come dei veri esperti del settore: Moreno Tambellini tratterà il tema delle razze aliene, Antonio Chiumento effettuerà una relazione sul fenomeno UFO nel Triveneto, Alfredo Benni parlerà di “tecnologie ufologiche”, Alessandro Sacripanti (Coordinatore del Centro Ufologico Nazionale del Lazio) tratterà i temi “Avvistamenti, foto e filmati” e “Aeronautica ed implicazioni politiche”, mentre chiuderà il convegno Vladimiro Bibolotti con il suo “Rapporto UFO”.

    Scopo primario del convegno è quello di focalizzare l’attenzione sullo studio degli UFO (acronimo inglese per Unidentified Flying Object ovvero “oggetto volante non identificato”) attraverso un approccio di tipo scientifico, che faccia da filtro in maniera quanto più possibilmente incontrovertibile ad elementi fuorvianti di varia natura caratterizzati da voli pindarici di fantasia o scarso o nullo rigore scientifico, quali ad esempio fotomontaggi, falsi avvistamenti, leggende metropolitane di ogni genere.

    “E’ proprio questa una delle nostre priorità.” – afferma Roberto Pinotti, sociologo e giornalista, fondatore ed attuale Presidente del Centro Ufologico Nazionale – “L’ufologia è un tema che non deve venir soggiogato dalla fantasia e perdere conseguentemente di credibilità. L’interesse verso questo argomento è sempre alto ed ultimamente se n’è anche tornati a parlare a livello istituzionale, con l’idea di creare una Commissione parlamentare europea che si occupi dei casi segnalati, delle prove e dei testimoni”.

    Secondo i dati forniti dal Centro Ufologico Nazionale, gli avvistamenti di UFO avvenuti in Italia e schedati come verosimili sono circa dodicimila. Ciascuno di essi viene catalogato secondo la tipologia degli ”incontri”: quelli di primo tipo – la maggior parte – sono gli avvistamenti semplici, quelli di secondo tipo comprendono il rinvenimento di tracce evidenti o di modificazioni permanenti del paesaggio, quelli di terzo tipo (da cui anche il famosissimo “cult movie” di Steven Spielberg) corrispondono a dei veri e propri contatti con forme di vita presumibilmente extraterrestri.

    Il confine tra scienza e fantasia è particolarmente sottile quando parliamo di extraterrestri; probabilmente la stragrande maggioranza degli avvistamenti che quotidianamente avvengono nel pianeta non sono altro che fenomeni dovuti a scherzi della nostra mente. In ogni caso non chiudiamo questa porta, se anche soltanto uno di questi fosse reale, si potrebbero aprire scenari incredibili per la nostra società. Basta comunque restare coi piedi per terra…

    MARCO TORBIANELLI

    http://www.ilgiornaledelfriuli.net/2009/05/17/convegno-nazionale-di-ufologia-a-trieste-articolo-di-marco-torbianelli/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #97852
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Gli Ufo sono tra noi
    Convegno in Toscana

    La nostra è una regione di avvistamenti. Di notte a Polcanto un uomo e il suo cane vennero inondati di luce

    Scandicci (Firenze), 10 novembre 2009 – Arriveranno da tutto il mondo, ma dovranno servirsi di semplici aerei. Perché se volassero a bordo dei dischi volanti della cui esistenza sono assolutamente certi, ci sarebbe davvero da stupirsi.

    Gli ufologi si daranno appuntamento dalle 9 della mattina di domenica prossima all’hotel Baglioni di Firenze, per un convegno internazionale, promosso dal Gaus, il Gruppo accademico ufologico di Scandicci. Saranno presenti, alcuni dei più accreditati esperti e studiosi della materia: il britannico Timothy Good, autore di numeri best sellers sul tema degli avvistamenti ufologici, il ricercatore turco Haktan Akdogan direttore del Centro Sirius Ufo e Roberto Pinotti, segretario del «Cun» e massimo esperto italiano di ufologia; un altro intervento particolarmente atteso è quello di Pierluigi Caria, documentarista di livello mondiale, collaboratore di riviste e programmi tv come «Voyager».

    Ma quanto c’è di vero intorno a questi ‘avvistamenti’ e quanta fantasia o autosuggestione si possono ravvisare nelle parole di chi racconta i suoi incontri ravvicinati del terzo tipo? «Scopo del convegno — spiega il presidente del Gaus, Pietro Marchetti — è stimolare il pubblico a porsi interrogativi e cercare di dare risposte ai tanti casi inspiegati che da oltre 60 anni occupano le cronache mondiali. Il fenomeno Ufo infatti non è un’invenzione di fantasiosi scrittori o autori, non è un delirio di chi occasionalmente mal interpreta un semplice fenomeno aereo, e tanto meno una leggenda inventata a scopo di lucro».

    E si scopre anche che la Toscana è una delle regioni a più alta percentuale di avvistamenti, che sono raccolti sul sito del Gaus. L’ultimo risale al sei settembre scorso nella zona di Calenzano, in provincia di Firenze. «E’ stato notato — si legge nel sito — il passaggio di una sfera rosso brillante che procedeva da Firenze in direzione della Calvana, sembra senza emissione di scie. La sfera si trovava ad un’ altezza simile agli aerei in fase di atterraggio. L’avvistamento è durato pochi secondi con la sfera che è scomparsa dietro un edificio».

    Pietro Marchetti invece durante il convegno, terrà una relazione su un caso ‘di scuola’, l’avvistamento avvenuto a Polcanto nel Mugello, nel 1984. Coinvolti un tale Isidoro Ferri e il suo cane. Verso le 3 di notte, la camera dove dormiva il Ferri venne inondata da una luce molto potente. L’uomo vide in
    controluce sulla collina una sagoma umanoide, dalla cui testa scaturiva la luce. In base al racconto riportato dai vari siti che parlano di Ufo, i carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione, trovarono in un prato poco sopra la zona dell’avvistamento tre buche di forma perfettamente circolare di dieci centimetri di diametro e tre di
    profondità disposte a triangolo.

    Liberi di crederci o no, liberi di pensare che sia facile volare sulle astronavi della fantasia. Certo è
    che anche l’aeronautica militare ha una propria sezione che indaga sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Per la serie, io non ci credo, ma almeno mi tengo informato.

    Fabrizio Morviducci
    http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/pazzo_mondo/2009/11/10/258994-sono.shtml


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #97853

    pelinor
    Partecipante

    Spero che non hai niente in contrario , farfalla5 , se posto lo stesso argomento (altra fonte), per evidenziare questa valutazione di Pinotti, che condivido…

    Ufologi a convegno:
    “2009, un anno ricco di casi”

    «Nessun extraterrestre ha avvicinato l´uomo con intenti bellicosi – conclude Pinotti – forse per questo il governo Usa da anni tace sull´esistenza di Et, quando persino il Vaticano si è espresso. Creature non ostili sono potenziali risolutrici di problemi, tanto da mettere in crisi la politica mondiale delle superpotenze».

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/ufologi-a-convegno:-2009-un-anno-ricco-di-casi/2114858


    #97854
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    UFO / ufo: si è svolto a Ronciglione presso l'Accademia Kronos un dibattito sul fenomeno ufo
    Tuscia, Viterbo, ultime notizie Ronciglione, ufologia: interessante serata dedicata al fenomeno UFO L' appuntamento della conferenza era fissato alle 17.30 presso la sede di Accademia Kronos a Ronciglione in provincia di Viterbo; tema del dibattito, il fenomeno UFO nel suo complesso ed in particolare nella Tuscia. Ad illustrare l'insieme delle informazioni raccolte sull'argomento, ad un pubblico attento e numeroso nonostante le condizioni climatiche avverse, è stato Angelo Ferlicca responsabile del Centro Italiano Studi Ufologici in sigla C.I.S.U. per tutta la Tuscia.
    http://www.unonotizie.it/9304-ufo-si-e-svolto-giovedi-sera-a-ronciglione-presso-l-accademia-kronos-un-dibattito-sul-fenomeno-ufo.php

    L'ufologo ha ripercorso storicamente, la nascita del fenomeno ufo dal lontano 1947 anno del primo avvistamento ufficiale, fino ai nostri giorni, elencando poi nello specifico, i casi riguardanti il viterbese. Grande interesse e partecipazione del pubblico con numerose domande sugli avvistamenti ufo.

    La conferenza si è poi conclusa con la promessa di un prossimo appuntamento sullo stesso argomento. Ricordiamo che il Centro Italiano Studi Ufologici di Viterbo e provincia ha un proprio sito Internet: http://www.ufotuscia.it dove si può trovare tantissimo materiale sull'argomento,ed anche segnalare l'avvenuto avvistamento di un ufo.-
    Uno Notizie Tuscia, Viterbo


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.