Cosa c'è alle porte del nostro sistema solare?…NIBIRU?

Home Forum EXTRA TERRA Cosa c'è alle porte del nostro sistema solare?…NIBIRU?

Questo argomento contiene 144 risposte, ha 21 partecipanti, ed è stato aggiornato da  CANERO 8 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 145 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #30414

    CANERO
    Partecipante

    Stavo facendo un giro per il sito NASA…
    ho trovato questo, che è l'annuncio che ha preceduto alla classificazione di G1.9, cosi lo chiama la NASA.
    Facciamo attenzione, non la conferma della scoperta, ma l'annuncio della conferenza stampa della scoperta.
    http://www.nasa.gov/home/hqnews/2008/may/HQ_M08089_Chandra_Advisory.html

    Leggete queste parole

    “NASA has scheduled a media teleconference Wednesday, May 14, at 1 p.m. EDT, to announce the discovery of an object in our Galaxy astronomers have been hunting for more than 50 years”

    Un'oggetto che i ricercatori cercavano da 50 anni.

    A questo punto, non posso non citare il saggio di Luca Scantamburlo, “The American Armageddon”, in cui indica con preziose citazioni di fonti, gli studi e le ricerche di Robert Harrington e non solo, ed il suo articolo “Primi indizi sull'esistenza di Nibiru” da “UFO Notiziario” Nuova Serie – N. 63 del Giugno/Luglio 2006.

    Link: http://www.angelismarriti.it/presenzealiene/pianetaX_indizi.htm

    Ed ancora…

    Il lavoro di Cristoforo Barbato, sempre della stessa linea…
    http://www.segnidalcielomag.altervista.org/ritorno_nibiru.html

    Secondo la nasa è situato a circa 25000 anni luce dall Terra…
    Per i russi è situato a 60 unità astronomiche = 8976000000 chilometri

    Non so a questo punto andiamo a vedere il discorso sulle distanze:

    “La Fascia di Kuiper inizia a circa 35 UA
    Fine della Fascia di Kuiper a 50-55 UA
    L'orbita del pianeta nano Sedna è compresa tra 76 e 942 UA dal Sole; Sedna è ora a circa 90 UA dal Sole.
    100 UA: fine dell'Eliosfera
    108 UA: Voyager 1 ha raggiunto questa distanza il 16 novembre 2008, ed è l'oggetto più lontano dalla Terra mai creato dall'uomo.
    100-150 UA: fine del Disco diffuso
    500-3000 UA: inizio della Nube di Oort
    20 000 UA: fine della Nube di Oort interna, inizio della Nube di Oort esterna.
    50 000 UA: possibile fine della nube di Oort esterna (0,8 al)
    100 000 UA: possibile massima estensione della Nube di Oort (1,6 Al).
    125 000 UA: estensione massima del campo gravitazionale del Sole e inizio dello spazio interstellare. Questa distanza è di circa 1,8-2,0 anni luce.
    Il diametro di Betelgeuse è di 2,57 UA.
    La distanza del Sole dal centro della Via Lattea è circa di 1 700 000 000 UA.”

    (1 UA è la distanza tra la terra e il sole e che mi par di ricordare che sia di 8 minuti luce).

    Questa sarebbe l'mmagine di G1.9


    #30416

    CANERO
    Partecipante

    Il tutto è nato da questo articolo:
    Ciao a tutti, quella che vi voglio portare all’attenzione, è una notizia tratta da Before It’s News del 3 Gennaio 2009, che conferma la volontà dell’ente aerospaziale russo, nel valutare la pericolosità che l’asteroide Apophis colpisca la Terra intorno all’anno 2030. Ma c’è di più.
    Forse che questo asteroide, sia stato ripreso essendo già stato trattato anni addietro dalla NASA e reso inoffensivo dalla stessa Agenzia Spaziale Americana, e posto come esempio, o conseguenza, di qualcos’altro?
    Forse che vogliono dire basta alle innumerevoli inosservazioni e e valutazioni sbagliate (volute o non), della NASA stessa?

    Ma partiamo dall’inizio…

    [youtube=560,340]DWT66OtVKuk
    http://www.nibiru2012.it/nibiru-2012/cosa-ci-vuole-far-comunicare-esattamente-lente-spaziale-russo.html

    In questo video, la JPL (Jet Propulsion Laboratory) della NASA, per bocca della Dott.ssa Amy Mainzer, ci spiega in parole semplicissime, a cosa effettivamente serve e servirà, il lavoro della sonda WISE. Non c’è che dire, un video fatto veramente bene, con scelta azzeccata anche della dottoressa. Ma riguardiamolo ed analizziamolo…
    Nel minuto 2:37 si fa riferimento alla scoperta di una supernova denominata G1.9.
    Eccovi il comunicato NASA della scoperta:

    http://www.nasa.gov/mission_pages/chandra/news/08-062.html

    Beh, non proprio tutti la pensano in questo modo.
    A questo punto, vi cito l’articolo, cosi che tutti possano capire in modo migliore cosa la Russia, e non solo, contesta alla NASA.
    La traduzione l’ho rivista io dopo averla tradotta dal traduttore Google, per renderla più comprensibile

    “Il fisico solare David Hathaway della NASA Marshall Space Flight Center aveva già dichiarato nel 2008 circa Ciclo Solare 24 che era “l'anno blankest dell'era spaziale”, una dichiarazione che ha rivisto nel 2009, quando ha dichiarato “Questo è il sole che abbiamo più tranquillo mai visto in quasi un secolo “. Scienziati russi riportano oggi che il nostro peggior Deep Sun Solar minimo di 100 anni è stato rotto da una cometa appena scoperta attualmente precipitata verso la sua superficie, che ha aumentato lo scorso mese Sunspot Number al 15,7, il più alto è stato in Solar Cycle 24 dal marzo 2008, e ha causato una massiccia eruzione del C-Class flares per gli ultimi 16 giorni.
    Questo minimo solare è stato cosi potente durante questo ciclo che gli scienziati hanno riferito di 50 anni in bassa pressione del vento solare, a 55 anni a basso contenuto di emissioni radio solari, e, soprattutto, a 12 anni a basso contenuto di energia solare “irradiance” ; la luminosità del sole, che è sceso del 0,02% a lunghezze d'onda visibili e 6%, in estrema lunghezze d'onda UV poiché il minimo solare del 1996.
    Il pericolo critico per la nostra Terra con l'eliminazione dei nostri luminosità solare risiede nel sua “irradiamento” i livelli di essere a lungo associato con periodi di raffreddamento globale, compreso il periodo catastrofico tra il 16 e 19 secolo chiamato Piccola Età Glaciale, un fatto che Gli scienziati americani sono stati accusati di nascondere al pubblico in modo da far progredire le loro teorie ormai screditata del riscaldamento planetario.
    Ma il pericolo maggiore che attende il nostro mondo non è per gli orribili effetti una massiccia manifestazione di raffreddamento globale avrebbe su di noi, avvertono gli scienziati russi, ma piuttosto è il potenziale aumento della nostra Terra sia colpita da, o “elettricamente interagire” con , una cometa provenienti dal momento destabilizzante Nube di Oort da cui questi 'missili spaziali', sono sempre più lanciati nel nostro Sistema Solare.
    Uno di questi “interazione elettrica” tra questi Nube di Oort “missili spaziali” immergersi nel nostro sistema solare interno verso il Sole sta accadendo ora, e che offre ulteriori elementi di prova a sostegno di tali affermazioni scienziati russi dopo la sua scoperta questa settimana da un astrofilo australiano Alan Watson, che ha trovato questo 'nuova cometa' durante il controllo delle immagini ottenute dal STEREO NASA-A Hemispheric Imager.
    Importante notare, a questo punto è che gli scienziati russi sono fermamente contrari alle loro controparti americane su ciò che costituisce una cometa e definisce le loro interazioni nello spazio. Nei casi in cui gli scienziati americani affermano nelle loro teorie che le comete sono 'palle di neve sporca' le cui code si formano per l'espulsione di una massa di ghiaccio, gli scienziati russi attribuiscono alla teoria del loro essere fatta di ferro e altri metalli quali, e le cui code si formano dall'interazione elettromagnetica tra loro e il sole. Questo è noto come l'Electric Comet Theory.
    Attualmente la cometa si tuffa nel Sole il cui arrivo è stato 'annunciato' più di una quindicina di giorni fa con la rottura della Deep solare minimo e l'espulsione di massa dei brillamenti solari sostiene le teorie dello scienziato russo al di là di ogni dubbio, un fatto, tuttavia, che gli americani non riconoscono come loro teorie non sono mai stati progettati per la verità, ma piuttosto per l'ingegneria sociale del loro pubblico per tenerli all'oscuro il più possibile in quanto a ciò che il futuro ha in serbo per la nostra terra.
    E di quanto gli scienziati americani temono sopra ogni altra cosa è il loro pubblico diventando consapevoli del corpo gigante planetario chiamato G1.9 che si sta dirigendo verso di noi e ora è a soli 60 UA [1 UA = distanza dal Sole alla Terra] dal nostro pianeta e crescente in termini di dimensioni.
    Sebbene non sia nota al popolo americano circa G1.9 è che fin dalla sua scoperta della NASA ha continuato a sostenere che è il residuo di una esplosione di supernova che si sono verificati circa 140 anni fa, una spiegazione ritenute “assurde” da scienziati russi, che sottolineano, correttamente, che per avere una supernova esplosa nel nostro Sistema Solare nel 1800 metà degli anni non sarebbe stato visibile solo per tutta la Terra, sarebbe stato ampiamente documentato anche.
    Sostenere questi scienziati russi, che affermano che G1.9 non è mai stata una supernova, ma sia un nuovo pianeta nel nostro sistema solare o un sole nana bruna sono i loro omologhi astrofisico spagnolo i cui risultati si può leggere:
    “G1.9 è stato prima identificato come un” resto di supernova “nel 1984 da Dave Green dell'Università di Cambridge e successivamente ha studiato in modo più approfondito con NRAO's telescopio Very Large Array radio nel 1985. Because it was unusually small for a supernova it was thought to be young — less than about 1000 years old. Perché era insolitamente piccolo per una supernova è stato pensato per essere giovani – a meno di circa 1000 anni.
    Ma nel 2007, X-ray osservazioni fatte con la NASA's Chandra X-ray Observatory ha rivelato che l'oggetto è stato molto più grande l'ultima volta è stato osservato! Era cresciuto in dimensioni del 16%. Perplesso da questa osservazione, il Very Large Array ripetuto le sue osservazioni di 23 anni fa, e verificato che era aumentato in misura considerevole. Sapendo che supernova non si espandano in fretta, a meno che non abbiano appena esploso, hanno spiegato che G1.9 deve essere un “molto giovani” Supernova – forse non più di 150 anni. Ma nessun record di una supernova visibile è stato trovato corrispondente a quel periodo storico (circa il tempo della guerra civile americana).
    Astronomi spagnoli hanno rintracciato questo oggetto con grande interesse perché erano anticipando il suo aspetto. Anomalie gravitazionali sono stati pubblicati nella Nube di Oort per qualche tempo, suggerendo le perturbazioni sono state causate da un oggetto nelle vicinanze, con una massa considerevole. L'annuncio che G1.9 era aumentato in termini di dimensioni non era un mistero per loro. ” E 'esattamente quello che ci si aspetta come oggetto spostato più vicino alla Terra “.
    http://www.viewzone.com/browndwarf.html

    Del potenziale pericolo catastrofico poste alla nostra terra da G1.9 è stato confermato, nel luglio del 2009, quando il pianeta Giove è stato colpito da una cometa di grandi dimensioni che è entrato nella sua zona planetaria inaspettatamente, nonostante gli sforzi degli astronomi a rintracciare questi oggetti pericolosi. Astronomi russi e spagnoli sostengono che la cometa che ha colpito Giove è stato turbato dalla traiettoria del G1.9, che fino ad oggi, non è stato riconosciuto e rappresentato.
    Anche se gli americani sostengono, inoltre, che G1.9 ha raggiunto il suo massimo avvicinamento alla Terra nella sua orbita, gli scienziati russi, non potrebbe essere più in disaccordo e sottolineano il fatto che la NASA ha così 'sempre fallito' nelle loro spiegazioni per questo gigante, e in crescita, “ancora sconosciute”, lo spazio come oggetto di avere perso ogni credibilità in ogni discussione di esso.
    E così hanno allarmato questi scienziati russi si che questa settimana passato che Anatoly Perminov, capo dell'agenzia spaziale russa, ha detto a radio Voce della Russia, che erano 'prepara' per proteggere la Terra da questi 'missili spaziali', compresi i molti asteroide Apophis credo potrebbe colpire il nostro pianeta nel 2030.
    Nella segnalazione di questi eventi è anche importante notare che i popoli antichi della nostra Terra ha parlato molte volte su un oggetto di tipo G1.9 nel nostro sistema solare (Marduk, Nibiru, Planet X), e ha avvertito che, quando si avvicinava la nostra solare interno il caos del sistema e la catastrofe sempre seguito.”

    Quindi, come avete potuto leggere, qualcosa, almeno secondo l’agenzia spaziale russa, la NASA o ci stà nascondendo, o ci stà mascherando, o non sà.

    FONTI:

    http://beforeitsnews.com/story/2407/Russia_Prepares_For_Asteroid_Strike_As_New_Comet_Nears_Sun
    http://www.swpc.noaa.gov/SolarCycle/SC24/index.html
    http://science.nasa.gov/headlines/y2008/30sep_blankyear.htm
    http://science.nasa.gov/headlines/y2009/01apr_deepsolarminimum.htm
    http://solarcycle24.com/
    http://www.phys.huji.ac.il/~shaviv/Ice-ages/GSAToday.pdf
    http://en.wikipedia.org/wiki/Little_Ice_Age
    http://errortheory.blogspot.com/2009/04/nasas-acknowledgement-of-deep-solar.html
    http://blogs.telegraph.co.uk/news/jamesdelingpole/100017393/climategate-the-final-nail-in-the-coffin-of-anthropogenic-global-warming/
    http://en.wikipedia.org/wiki/Oort_cloud
    http://www.spaceweather.com/
    http://www.nasa.gov/worldbook/comet_worldbook.html
    http://www.bibliotecapleyades.net/electric_universe/esp_electricuniverse21.htm
    http://www.nasa.gov/mission_pages/chandra/news/08-062.html
    http://www.viewzone.com/browndwarf.html
    http://jupiter.samba.org/
    http://www.themoneytimes.com/featured/20091231/russia-gearing-avert-asteroid-earth-collision-id-1095594.html
    http://www.marduk.org/

    Si ringrazia per la segnalazione, Bob1
    http://www.nibiru2012.it/forum/misteri/106646-u.f.o.-news-update.-contenitore-anno-2010.html


    #30417

    CANERO
    Partecipante

    A questo punto terrei in considerazione quanto ho segnalato in un nuovo topic…

    http://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?85601.last

    seguirò con attenzione il susseguirsi di questa diatriba tra nasa,russi e le considerazioni di questi scienziati spagnoli.


    #30418

    CANERO
    Partecipante

    [youtube=425,344]Q2Lu91wB5AQ

    [youtube=425,344]Vbzx5W7SFyw


    #30419
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ne discutemmo tempo fa su questo annuncio

    http://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?4330.0


    #30420

    CANERO
    Partecipante

    si ma ora si parla di conferme e di distanze…attenzione a non prendere sotto gamba la cosa.
    http://starviewer.wordpress.com/2009/08/02/analisis-de-g1-90-3-espectros-infrared-microondas-rayos-x-hoja-de-trabajo-n-ii/


    #30421
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ops…mi viene ancora in mente

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1671
    “Quando il Purificatore arriva lo vedremo prima come una piccola Stella Rossa che verrà molto vicina e si siederà nei nostri cieli a guardarci. Guardandoci per vedere quando bene ricordiamo i sacri insegnamenti.”

    “Il Purificatore ci mostrerà molti segni miracolosi nei nostri cieli e in questo modo sapremo che il Creatore non è un sogno. Persino coloro che non sentono la connessione allo spirito vedranno la faccia del creatore nel cielo. Cose invisibili verranno fortemente sentite.”


    #30422

    CANERO
    Partecipante

    Se non erro papa wojtyla disse che non poteva rivelare al mondo l'ultimo segreto di fatima…e disse che il dragone rosso a 7 teste purificherà l'intero pianeta…come posso dire ai fedeli che gran parte della popolazione terrestre perirà.


    #30423

    CANERO
    Partecipante

    tutte le anomalie che stanno accadendo all'interno del nostro sistema solare avranno un origine, una spiegazione…


    #30424
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1263217988=CANERO]
    Se non erro papa wojtyla disse che non poteva rivelare al mondo l'ultimo segreto di fatima…e disse che il dragone rosso a 7 teste purificherà l'intero pianeta…come posso dire ai fedeli che gran parte della popolazione terrestre perirà.
    [/quote1263217988]
    perirà….forse secondo un ragionamento fallato per mancanza dei giusti elementi


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 145 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.