Cosa succede in Campania?

Home Forum L’AGORA Cosa succede in Campania?

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  altair 9 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #113216

    altair
    Partecipante

    Ho visto ieri sera il film Gomorra di Matteo Garrone, tratto dal libro omonimo di Roberto Saviano che non ho letto.

    A parte le difficoltà incontrate nel seguire i dialoghi in dialetto strettissimo, ho apprezzato l'impostazione documentaristica del film girato in modo da rendere molto credibile ogni scena, tutto appare crudo, reale, non mediato da una sceneggiatura.

    Si entra nei meandri oscuri del “sistema” come viene chiamato il nuovo volto della camorra, non più fenomeno prettamente locale ma raffinata organizzazione internazionale con interessi in molti campi dell'economia.

    Uno degli aspetti che mi ha lasciato sconcertato è tutto ciò che gira attorno allo smaltimento dei rifiuti tossici.

    L'organizzazione che gestisce questo smaltimento, scarica sul territorio, in maniera criminale, i rifiuti tossici provenienti dalle grandi industrie del Nord Italia e di buona parte dell'Europa, senza tener minimamente conto delle ripercussioni negative sulla salute di coloro che in questi territori ci vivono.

    Nelle zone dove questo smaltimento si concentra c'è stato un aumento di patologie tumorali del 20%, coloro che gestiscono questo traffico vivono tranquillamente lì dove questo avviene, in villoni simil-hollywoodiani sfarzosi e di dubbio gusto.

    Perchè in Campania si continua a subire questo stato di cose?

    I comuni cittadini campani non sanno oppure sono rassegnati?

    p.s.

    Roberto Saviano, 28 anni, giornalista e scrittore napoletano, dal 2006 dopo aver pubblicato il suo romanzo-verità Gomorra, vive sotto scorta a seguito delle ripetute minacce che gli sono state rivolte.
    In questi giorni si è saputo che era pronto un attentato in stile Capaci per far saltare in aria lui e la sua scorta.
    C'è stata un mobilitazione internazionale con raccolta di firme veicolata in Italia dal quotidiano La Repubblica per solidarizzare e portare a conoscenza di tutti il suo caso.
    Hanno aderito diversi premi Nobel e numerosi esponenti internazionali del mondo dell'informazione e della cultura.


    #113217

    deg
    Partecipante

    Non so risponderti sul film che (ebbene sì) non ho ancora visto, ma di cui ho, ovviamente, sentito parlare.

    Da vari servizi visti in televisione, posso pensare che la gente in Campania non si sente affatto tutelata da un governo assente e indifferente a tutto ciò che non è strettamente “i cacchi suoi”.

    C'è chi, addirittura, con questa sensazione (reale) di abbandono totale si sente più “tutelato” dalla mafia….. -|-


    #113218
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Anche io purtroppo di Saviano ho saputo per la prima volta in una puntata di RT Rotocalco Televisivo condotta da amatissimo Enzo Biagi…e da lì via via sempre di più si scopriva la cruda verità su bellissimo sud dell'Italia..
    Anche se tutti in fondo sapiamo come vanno lì le cose, come dice Deg, purtroppo le cose sono due, lo stato è inesistente e la gente si sente più “tutelata” dagli mafiosi che dallo stato.

    Ma già che uno giovane come Saviano si è esposto così da non avere più il diritto di vivere in modo normale è il segnale che qualche cosina sta muovendosi…
    SPERO…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.