Decrescita o svolta tecnologica?

Home Forum PIANETA TERRA Decrescita o svolta tecnologica?

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  iniziato 10 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #65294

    iniziato
    Partecipante

    Altair scriveva…

    Stiamo andando tranquillamente OT e forse si potrebbe aprire un nuovo 3d ma la questione è di grande importanza.

    Io continuo a pensare che non può esserci altra soluzione che la svolta tecnologica radicale.

    Energia illimitata, non inquinante, di facile produzione, disponibile per tutti.

    Soprattutto perché abbiamo alcuni grossi problemi imminenti.

    Uno è questo:

    http://www.hyperion.e-zine.it/Argomenti.asp?cmd=view&ID=6

    Chi glielo va a dire a tutte le economie emergenti, Cina in testa, che siamo al punto in cui bisogna muoversi verso una decrescita?

    La Cina che diventa giorno per giorno il più grande mercato globale è sotto l'occhio attento delle industrie automobilistiche di tutto il mondo.

    Una motorizzazione di massa come quella che ha interessato nel dopoguerra tutto il mondo occidentale sembra imminente o forse è già in atto.

    I cinesi però sono un miliardo e 300 milioni, non si sono ancora dati norme per la sicurezza sul lavoro e contro l'inquinamento e dopo decenni di pedalate in bicicletta vogliono il motore.

    Chi gli dice che forse è meglio se continuano a pedalare?

    E gli altri paesi?

    Il resto dell'asia, l'africa, il sud america con l'esplosione demografica e la voglia di “progresso all'occidentale” al quale fin'ora hanno solo assistito?

    Si arriva così al paradosso, noi vorremmo ridiventare quasi come loro e loro invece vogliono diventare esattamente come noi.

    Il discorso è ampio e va necessariamente spostato su scala globale, tener conto solo della consapevolezza e disponibilità al cambiamento occidentale (e solo di alcuni fra l'altro) non basta più.


    #65296

    iniziato
    Partecipante

    é giusto il tuo discorso, chi sale e chi scende in un mondo da un lato globalizzato ma dall'altro tanto diverso nella ripartizione dei beni.

    Volendo parlare di soluzioni , piuttosto che di colpe.. spetterebbe a noi occidentali il traino di una nuova svolta tecnologica basata sui principi di etica ed ecologia e magari ai nuovi emergenti a che crescano che crescano secondo un canale sano e non seguendo il più selvaggio dei mondi capitalisti, o e meglio che pedalino e restino come sono… lo dico per loro.

    I paesi in via di sviluppo seguono chiaramente un ideale fasullo di benessere, un ideale di cellulosa diciamo e per di più si apprestano a fare un salto temporale che noi abitanti dei paesi “sviluppati” abbiamo vissuto in molto molto maggiore tempo.

    Non si può passare da agricoltura a industria di massa così schioccando le dita.
    Non oso immaginare la situazione in cui si possa trovare la cina adesso.
    Già mi vengono i brividi pensando ai nostri cugini dell'est europeo.

    Forse io parlo di decrescita per un mio sano egoismo.
    Questo mondo va alla deriva e il mio motto è si salvi chi può, cercando una soluzione di salvezza che abbia comunque dei principi sostenibili.

    Così decrescita significa anche sostenibilità.

    Comunque rispondendo ad Altair, certo ci vorrebbe una migliore gestione anche tecnologica ma prima politica delle risorse.

    Le fonti rinnovabili non so quanto possano colmare la carenza alla quale andremo incontro… e intanto l'inquinamento aumenta con forme sempre nuove e pericolose.

    che casino…


    #65295
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1198508111=iniziato]
    é giusto il tuo discorso, chi sale e chi scende in un mondo da un lato globalizzato ma dall'altro tanto diverso nella ripartizione dei beni.

    Volendo parlare di soluzioni , piuttosto che di colpe.. spetterebbe a noi occidentali il traino di una nuova svolta tecnologica basata sui principi di etica ed ecologia e magari ai nuovi emergenti a che crescano che crescano secondo un canale sano e non seguendo il più selvaggio dei mondi capitalisti, o e meglio che pedalino e restino come sono… lo dico per loro.

    I paesi in via di sviluppo seguono chiaramente un ideale fasullo di benessere, un ideale di cellulosa diciamo e per di più si apprestano a fare un salto temporale che noi abitanti dei paesi “sviluppati” abbiamo vissuto in molto molto maggiore tempo.

    Non si può passare da agricoltura a industria di massa così schioccando le dita.
    Non oso immaginare la situazione in cui si possa trovare la cina adesso.
    Già mi vengono i brividi pensando ai nostri cugini dell'est europeo.

    Forse io parlo di decrescita per un mio sano egoismo.
    Questo mondo va alla deriva e il mio motto è si salvi chi può, cercando una soluzione di salvezza che abbia comunque dei principi sostenibili.

    Così decrescita significa anche sostenibilità.

    Comunque rispondendo ad Altair, certo ci vorrebbe una migliore gestione anche tecnologica ma prima politica delle risorse.

    Le fonti rinnovabili non so quanto possano colmare la carenza alla quale andremo incontro… e intanto l'inquinamento aumenta con forme sempre nuove e pericolose.

    che casino…

    [/quote1198508111]

    Verner Von Braun disse a Carol Rosin (e non era certo un cretino) che gia dagli anni 70/80 potevamo passare a veicoli senza combustione fossile, alla levitazione magnetica , ad altre forme di energia senza mandare in crisi l' economia, son tutte CAZZATE Iniziato secondo me, si inventano un pacco di cazzate per mantenere uno stato di carenza e crisi per controllare l' economia, per mantenere la dipendenza, si puo fare tutto , si puo stravolgere tutto basta volerlo .
    Su focus ho letto che fra non molto non ci sara da mangiare per tutti, gia ora è cosi , ma sarà peggio e sono altre CAZZATE, se poi ti leggo che diversi ricercatori hanno sperimentato che sotto megaliti come le Piramidi si concentra un campo energetico che fa crescere i semi in modo accelerato, si puo produrre il triplo …. (ricerche americane e russe…)
    Questo fenomeno chiaramente si puo riprodurre artificialmente senza dover costruire megaliti chiaramente, ho una mail di uno di questi ricercatori chiaramente ridicolizzati
    http://www.bltresearch.com/


Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.