Dobbiamo cambiare, siamo spregevoli!

Home Forum PIANETA TERRA Dobbiamo cambiare, siamo spregevoli!

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da Pasquale Galasso Pasquale Galasso 8 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #89064
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [youtube=480,385]DeMOfL_ExRMIl video non mostra scene troppo forti

    Ecco l'elenco dei deputati italiani che hanno votato la nuova direttiva sulle sperimentazioni sugli animali.

    1-Gabriele ALBERTINI (PdL)
    2-Roberta ANGELILLI (PdL)
    3-Alfredo ANTONIOZZI (PdL)
    4-Raffaele BALDASSARRE (PdL)
    5-Paolo BARTOLOZZI (PdL)
    6-Sergio BERLATO (PdL)
    7-Vito BONSIGNORE (PdL)
    8-Antonio CANCIAN (PdL)
    9-Giovanni COLLINO (PdL)
    10-Lara COMI (PdL)
    11-Carlo FIDANZA (PdL)
    12-Elisabetta GARDINI (PdL)
    13-Salvatore IACOLINO (PdL)
    14-Giovanni LA VIA (PdL)
    15-Barbara MATERA (PdL)
    16-Mario MAURO (PdL)
    17-Erminia MAZZONI (PdL)
    18-Alfredo PALLONE (PdL)
    19-Aldo PATRICIELLO (PdL)
    20-Licia RONZULLI (PdL)
    21-Potito SALATTO (PdL)
    22-Amalia SARTORI (PdL)
    23-Marco SCURRIA (PdL)
    24-Sergio Paolo Francesco SILVESTRIS (PdL)
    25-Salvatore TATARELLA (PdL)
    26-Iva ZANICCHI (PdL)
    27-Mara BIZZOTTO (Lega Nord)
    28-Mario BORGHEZIO (Lega Nord)
    29-Lorenzo FONTANA (Lega Nord)
    30-Claudio MORGANTI (Lega Nord)
    31-Fiorello PROVERA (Lega Nord)
    32-Oreste ROSSI (Lega Nord)
    33-Matteo SALVINI (Lega Nord)
    34-Giancarlo SCOTTÀ (Lega Nord)
    35-Francesco Enrico SPERONI (Lega Nord)
    36-Sergio Gaetano COFFERATI (PD)
    37-Luigi BERLINGUER (PD)
    38-Paolo DE CASTRO (PD)
    39-Roberto GUALTIERI (PD)
    40-Pier Antonio PANZERI (PD)
    41-Mario PIRILLO (PD)
    42-Gianni PITTELLA (PD)
    43-Vittorio PRODI (PD)
    44-David-Maria SASSOLI (PD)
    45-Carlo CASINI (UDC)
    46-Antonello ANTINORO (UDC)
    47-Luigi Ciriaco DE MITA (UDC)
    48-Vincenzo IOVINE (IdV)
    49-Pino ARLACCHI (IdV)
    50-Herbert DORFMANN (SVP)
    51-Clemente MASTELLA (UDE)
    52-Magdi Cristiano ALLAM (Io Amo l’Italia)”


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #89065

    ezechiele
    Partecipante

    É una schifezza, grazie pas per la denuncia,

    DimostraZione dello smisurato potere delle case farmaceutiche

    Davvero una bella porcheria bipartisan, ennesima conferma di quanto siano fantocci, mancava solo qualcuno dei verdi…


    #89066
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Grazie per averlo postato!
    Ho seguto la vicenda, direi quasi purtroppo, ed è vergognoso come la vigliaccheria dell'uomo, pensando sbagliando di esserne immune, faccia da padrone.
    C'era una petizione, che ha smosso un po' le acque ma purtroppo, anche con l'impegno di alcune donne e uomini nell'UE che tentavano di convincere i propri colleghi, non ce l'hanno fatta. Le sirene delle case farmaceutiche evidentemente sono state più forti 🙁

    Questo accade anche perché alle decisioni, spesso anche importanti, non viene dato il giusto risalto, mentre a reti unificate trasmettono politica immondizia o immondizia politica… Senza conoscenza, non ci può essere coscienza… Tengono le masse all'oscuro anche delle più importanti decisioni.
    Delle volte mi sembra fin troppo assurdo, e invece poi scopro che è vero.

    [youtube=425,344]IUjf5uBDj9k


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #89067

    Spiderman
    Partecipante

    Le alternative alla vivisezione (mette i brividi solo a scriverlo) esistono e funzionano.

    http://www.icare-worldwide.org/about/index_it.html

    http://www.novivisezione.org/

    http://www.icare-italia.org/


    #89069
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Vivisezione:Intervista con il dottor Stefano Cagno*
    Dottor Cagno, subito una domanda molto secca: è indispensabile la vivisezione per la ricerca scientifica?

    No. Non solo non è indispensabile, ma è dannosa. Utilizzare animale per la ricerca è un grave errore che storicamente ha provocato solo danni alla salute umana, anche se, fino ad un recente passato, i mezzi di comunicazione di massa hanno taciuto su tutto ciò…
    http://www.peacelink.it/animali/a/8541.html

    Gli animali sono così diversi dall’uomo che quello che si verifica nell’animale può essere simile a quello che avviene nell’uomo, leggermente diverso, completamente diverso o totalmente opposto.
    Per cui, quando si è fatto un esperimento sugli animali, è necessario e indispensabile ripeterla nell’uomo. La vivisezione è un metodo a posteriori, ma a noi interessa sapere prima, e non dopo, cosa succederà al proprio organismo. Dunque la vivisezione diventa un alibi per poter sperimentare nell’uomo senza aver alcuno ostacolo di natura burocratica e giuridica.
    http://www.oipaitalia.com/vivisezione/considerazioni.html


    #89068

    Anonimo

    Questo è un sito svizzero ben documentato.
    Ecco i risultati del “lavoro” (porcherie infami) di questi psicopatici falsari della scienza: i vivisettori.

    http://www.centroanimalista.ch/vivisezione/vivisezione.htm


    #89070
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Ieri sera ho visto questa notizia, stavo così male che non avevo la forza per rispondere. Ogni commento che potrei dare sarebbe troppo volgare….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #89071
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    come dico ultimamente,che il COSMO sappia come comportarsi…


    #89072

    deg
    Partecipante

    53.140.506 italiani contro la vivisezione – dove abbiamo fallito?

    GEAPRESS-Cinquantatremilioniquattordicimilacinquecentosei (!) italiani sono contro ogni forma di sperimentazione animale. Ed anche se volessimo non considerare la popolazione di residenti senza cittadinanza italiana, il dato sarebbe comunque schiacciante. Chissà come interpretano questo dato gli europarlamentari nostrani (da Iva Zanicchi a Davide Sassuoli, passando per tutti gli schieramenti intermedi) che lo scorso otto settembre, arzigogolando incredibili giustificazioni, hanno votato la Direttiva ammazza animali frutto delle lobby vivisettrici e dei (poco rappresentativi) organismi politici dell’Unione Europea.

    Senza se e senza ma. Agli italiani se gli si chiede cosa ne pensano delle vivisezione, semplicemente la buttano nel cestino. Addirittura a pensarla così è ben l’88%. E’ questo forse il dato più sorprendente, nel capitolo denominato “Pet Live: animali domestici e dintorni” inserito nel Rapporto Italia 2011, diffuso oggi dall’Eursispes. Appare rilevante come appena il 7,4% si dichiara abbastanza tollerabile verso la sperimentazione animale (chissà se gliela avessero posta come vivisezione ….) e solo l’8,2% a favore.

    In sintesi vuol dire che il sentimento degli italiani verso un problema drammatico, quale quello della vivisezione, è più forte del potere del mastodontico apparato di clientele che notoriamente è in grado di generare il
    mondo della sanità e del farmaco in particolare.

    Una politica succube anche di piccole lobby, dal momento in cui non si riesce a portare in campo neanche una legge contro gli animali nei circhi (del tutto scomparsa nei lavori della Camera dei Deputati) con appena il 10,1% degli italiani a favore del loro uso. Una volontà quantitativamente ridicola ma che evidentemente riesce ad influenzare le scelte di bassissimo profilo che evidentemente fanno breccia su parlamentari timorosi di prendere posizione su tutto. Basti considerare l’eliminazione del divieto di amputazione di coda e orecchie di cani che pur era stato previsto nella stesura iniziale della recente legge “cuccioli”. Poi amputata grazie, anche alle lobby di cacciatori in parlamento.

    A tal proposito. Ma a quanti italiani piacciono ancora i cacciatori? Ad appena il 17,8%, mentre al 23,9% piacciono poco ed addirittura al 56,6% per niente. Eppure viviamo in un paese dove tutti i reati venatori sono solo di natura contravvenzionale. Se poi spari ad una specie protetta potrai continuare (per legge) a farlo, dal momento in cui per avere sospesa la licenza, devi tornare in futuro ad uccidere un’altra specie protetta (… ed ovviamente ad essere beccato). Lasciamo poi perdere le pellicce, con appena il 14,1% a favore, senza che nel nostro paese esista una seppur minima previsione di regolamentazione del settore degli allevamenti nazionali, riuscendo però a portare in porto il divieto di pelli e derivati di foca (canadesi) e le pellicce di cane e gatto (perché di scandalo cinese).

    Viene da chiedersi a questo punto da chi sono rappresentati gli animalisti, almeno nelle lobby parlamentari. E perché tanta sensibilità non viene più intercettata ed a dovere utilizzata (per gli animali).

    p.s.: vegetariani e vegani sono ben il 6,7%
    http://www.geapress.org/sperimentazione-animale/53-140-506-italiani-contro-la-vivisezione-%E2%80%93-dove-abbiamo-fallito/11336

    E ore cosa diranno i “nostri” deputati elencati sopra? :eyebro:


    #89073

    ezechiele
    Partecipante

    beh, se siamo il 6,7 possiamo iniziare a pensare a costituirci come forza politica ….

    ops, c'e' già… partito animalista italiano

    il programma del partito animalista italiano

    http://www.partitoanimalista.it/IND_3.htm


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.