Earth OverShoot Day – La Terra è in Rosso

Home Forum PIANETA TERRA Earth OverShoot Day – La Terra è in Rosso

Questo argomento contiene 16 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  windrunner 9 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #75200

    windrunner
    Partecipante

    Con questo post vorrei non generare ansie e rabbia bensì vorrei che venga interpretato come un invito a riscoprire la proprio coscienza ed un ritorno alle origini… ciao ! 🙂

    23 settembre: il giorno in cui superiamo la capacità del pianeta di produrre risorse rinnovabili

    Dal 23 settembre siamo in debito verso il pianeta.
    Significa che da quel giorno cominciamo a consumare più risorse di quelle che la natura è in grado di riprodurre, viviamo al di sopra delle nostre possibilità ecologiche.
    Si chiama Earth Overshoot Day – giorno del “superamento” – e la data è stata calcolata dal Global Footprint Network, l'organizzazione che misura l'impronta ecologica (“footprint” appunto) che noi umani lasciamo sulla Terra.

    Dall'Earth Overshoot Day in poi consumiamo risorse non più rinnovabili e scarichiamo il debito sulle spalle dei nostri figli e nipoti.
    Andiamo in rosso, come se si trattasse di un conto in banca, solo che nessuna operazione finanziaria è in grado di rimetterci in sella.

    Dal 23 settembre 2008 ogni albero che abbattiamo, cetriolo che addentiamo, pollo che spenniamo, pesce che spiniamo, finisce in conto alla nostra discendenza. Siamo la prima generazione a vivere sulle spalle di chi probabilmente non è ancora al mondo.

    Infatti, il giorno del “superamento” non c'è sempre stato e, da quando esiste, arriva ogni anno un po' prima: il primo fu il 31 dicembre 1986.
    Nel 1995 era il 21 novembre, nel 2005 il 2 ottobre e quest'anno, appunto, il 23 settembre.

    Prima del 1986, la Terra ci bastava. Oggi, secondo i calcoli del Network, se tutti gli abitanti del pianeta vivessero come cittadini Usa, ci vorrebbero 5,4 “Terre” per garantire la rinnovabilità delle risorse; 4,2 se fossimo tutti canadesi, 3,1 se vivessimo come britannici e 2,5 come tedeschi.

    Noi italiani siamo un po' meno distruttivi, ma se tutta la popolazione del mondo vivesse secondo i nostri standard ci vorrebbero comunque 2,2 Terre per reggere l'urto.
    Bisognerebbe forse prendere esempio dagli indiani: il loro stile di vita esteso alla totalità degli umani comporterebbe il consumo di 0,4 Terre, cioè la possibilità per il nostro pianeta di rinnovarsi costantemente.

    E se non sapete qual è la vostra personalissima impronta ecologica sul pianeta, sul sito del Global Footprint Network è possibile accedere a un apposito calcolatore che farà il vostro identikit di consumatori di risorse. C'è solo un piccolo problema: per ora funziona solo per australiani e statunitensi.

    http://salvadanaio.economia.alice.it/racconti/overshoot.html


    #75201

    ezechiele
    Partecipante

    io ce la metto tutta x non arrabbiarmi (fra l'altro ho notato che da quando abbino dieta e un minimo di esercizio l'incaxxarmi mi spossa a bestia) … ma fra te e mud vi ci mettete alla certosina!

    … richard….. AIUTOOOOOOO 🙂


    #75202

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222166632=ezechiele]
    io ce la metto tutta x non arrabbiarmi (fra l'altro ho notato che da quando abbino dieta e un minimo di esercizio l'incaxxarmi mi spossa a bestia) … ma fra te e mud vi ci mettete alla certosina!

    … richard….. AIUTOOOOOOO 🙂
    [/quote1222166632]

    hehehehe ma a far cosa !!!!! Sono inviti questi !!!! hahaha

    Mi sembra chiaro e palese che senza un cambio di rotta andremo a finire come già tutti gli scienziati hanno decretato… ricordi… con voce tonante dicono: “SE ANDIAMO AVANTI COSì ENTRO IL 2020 LA TERRA PERIRA' ” …. !!!

    Ah! I buoni cari vecchi scienziati… profeti di lunga data sulla mente che nuoce alla mente…
    (mi sento poetico… !!! )

    No in questo non credo caro Eze… però credo che tutti noi nel nostro piccolo possiamo cominciare…. e senza sforzi… io già lo faccio e non è uno sforzo… sai !!!!

    Un modo per cominciare e menagiare meglio cose LOCALI e sopratutto DI STAGIONE per una serie infinita di motivi… ad esempio…

    Chi accetta l'invito? 😉

    Ciao ! 🙂


    #75204

    ezechiele
    Partecipante

    io lo accetto…. ad oggi saim messi cosi:

    – acqua del bronzino
    – pane fatto in casa
    – termostato passato da 22 a 17 gradi
    – io mi lavavo gia poco prima figuriamoci ora che ho una scusa hahaha
    – piccolo orto in giardino
    – compostiera
    – vegetariani da POCHISSIMO

    ora devo riniziare a fare la birra…..era un'ottima soluzione…. faccio tanto alluminio che ci potrei costruire un land rover!

    ho da poco iniziato la guerra alle confezioni….. e quindi, fresco e locale!


    #75205

    ezechiele
    Partecipante

    fa la cosa giusta!

    fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili,

    a genova dal 28 settembre,
    la fanno anche a milano e a trento

    http://www.falacosagiusta.org/


    #75206

    ezechiele
    Partecipante

    PROGRAMMA giornaliero
    Il Programma culturale giorno per giorno:

    Venerdì 26 – MATTINA

    Laboratori scuole

    Biblioteca civica per ragazzi E. De Amicis
    Orari: 9. 00-10.00, 10.00 –11.00, 11.00 – 12.00, 12.00 –13.00,
    Energie Rinnovabili (Legambiente Liguria)

    Biblioteca civica per ragazzi E. De Amicis
    Orari: 9. 00-10.30, 10.00 – 12.00, 12.00 –13.30
    Compostaggio domestico (Italia Nostra)

    Museo Antartide Aula Didattica
    Orari : 9.00-13.00
    Impronta ecologica ( Centro Educazione Consumo Sostenibile di Arpal – Legambiente Liguria)

    Piazza delle Feste
    Orari: 9. 00-10.00, 10.30 –11.30, 12.00 –13.00
    Riciclo e riuso (a cura dell’Associazione Emmaus)

    Città dei bambini II piano
    Orari: 10.00 – 13.00
    Realizzazione vestiti con materiali di riuso (Mani Tese)

    Museo Nazionale Antartide spazio conferenze
    Orari: 9. 00-11.00, 11.00 –13.00,
    Diritti di Proprietà intellettuale (Ong Cospe)

    VENERDI 26 POMERIGGIO

    Seminari e dialoghi

    Info point ingresso fiera
    Ore15.30 –17.30
    Le grandi opere e l’alta velocità che vogliamo.
    Relatori:, Stefano Lenzi – Responsabile Ufficio Legislativo WWF Italia, Stefano Sarti- Presidente Legambiente Liguria, Paolo Pissarello – Vicesindaco di Genova, Giovanni Enrico Vesco- Assessore ai Trasporti Regione Liguria
    Modera: Vincenzo Cenzuales- Responsabile Mobilità WWF Liguria

    Banano Tsunami
    Ore 15.30 –17.30
    Ritorno al nucleare: favola, incubo o prospettiva credibile?
    Partecipano: Massimo Scalia – Presidenza Comitato Scientifico Legambiente, Giuseppe Onufrio – Direttore Campagne Greenpeace Italia
    Modera: Andrea Podestà- fisico/Rete Lilliput

    Banano Tsunami
    Ore 15.30 –17.30
    Grano, finanzia e petrolio: riflessioni sul nuovo disordine mondiale
    Dialogo tra Antonio Tricarico – Campagna Riforma Banca Mondiale e Padre Gambaro – Vicario Provinciale dei Frati Minori Cappuccini condotto da Carola Frediani- giornalista.

    Museo Antartide Spazio Conferenze
    Ore 15.30 –17.30
    Le sfide per una pace sostenibile
    Fabrizio Lertora – Labor Pace Caritas, Stefano Kovac – coordinatore ARCI Genova, Milò Bertolotto – Assessora all’organizzazione personale con delega alle iniziative per la pace -Provincia di Genova
    Modera: Marina Murgia, insegnante

    Laboratori adulti

    Mandraccio
    Ore: 14.00 –16.00
    Orti Urbani (a cura dell’Istituto Agrario Marsano e Associazione Zenzero)

    Banano Tsunami
    Ore. 20.00 –22.00
    Critical Wine degustazione di vini con i produttori (a cura di Critical Wine)

    Laboratori per bambini

    Piazza delle Feste
    Ore: 15.30 –17.00
    Baratto di giocattoli (a cura dell’Associazione Zenzero)

    CONVEGNO DI APERTURA
    Ore 17.30-20.00
    Piazza delle Feste
    Saluti e introduzione
    Santo Grammatico – Coordinatore generale Legambiente Liguria e Fa’ La Cosa Giusta! Genova e Liguria
    Dalla società di mercato ad una società del ben vivere: percorsi intrecciati per una regione capace di futuro.
    Relatori: Antonio Tricarico – Campagna Riforma Banca Mondiale, Paolo Cacciari – giornalista, Roberto Lorusso – Imprenditore, Massimiliano Costa – VicePresidente Regione Liguria, Alessandro Repetto – Presidente Provincia di Genova.
    Moderatore: Pietro Raitano – Direttore Altreconomia

    SABATO 27 – MATTINA

    Laboratori scuole

    Biblioteca civica per ragazzi E. De Amicis
    Orari: 9.00-10.00, 10.00 –11.00, 11.00 – 12.00, 12.00 –13.00
    Energie Rinnovabili (a cura di Legambiente Liguria)

    Biblioteca civica per ragazzi E. De Amicis
    Orari: 9.00-10.30, 10.00 – 12.00, 12.00 –13.30
    Compostaggio Domestico (a cura di Italia Nostra)

    Museo Antartide Aula Didattica
    Orari: 9.00-13.00
    Impronta ecologica (a cura di Centro Educazione Consumo Sostenibile di Arpal e Legambiente Liguria)

    Piazza delle Feste
    Orari: 9. 00-10.00, 10.30 –11.30, 12.00 –13.00
    Riciclo e riuso (a cura di Associazione Emmaus)

    Museo Nazionale Antartide Spazio conferenze
    Orari: 9. 00-11.00, 11.00 –13.00,
    Diritti di Proprietà intellettuale (a cura di Ong Cospe)

    Città dei Bambini
    Orari: 9.00-11.00, 11.00-13.00
    Gestione Conflitti a cura del Prof. Carlo Schenone Università di Pisa

    Seminari

    Banano Tsunami
    Ore 10.00 – 13.00
    Seminario di lavoro di “Mondoinpace”, la fiera di educazione alla pace della Provincia di Genova, in preparazione dei prossimi appuntamenti in chiusura del decennio ONU sull’ educazione alla nonviolenza per i bambini.
    Partecipano gli organizzatori e Milò Bertolotto – Assessora all’organizzazione personale con delega alle iniziative per la pace Provincia di Genova

    Banano Tsunami
    Ore 11.00 – 12.30
    Produttori locali e commercio equosolidale: contrapposizione o alleanza?
    Partecipano: Andrea Ferrante – presidente nazionale AIAB Italia, Alberto Zoratti – FAIR, Andres Garai – associazione apicoltori Valdivia Cile, Marina Consiglieri – apicoltrice e presidente Associazione produttori biologici e biodinamici “Liguria Biologica”.
    Modera: Cristiano Calvi – La Bottega Solidale Genova

    SABATO 27 – POMERIGGIO

    Seminari e dialoghi

    Banano Tsunami
    Ore 15.30- 17.30
    Per un’agricoltura davvero sostenibile – Riflessioni e proposte concrete per rafforzare l’alleanza tra i contadini e i consumatori, per lo sviluppo locale e la cura del territorio ligure.
    Ne discutono fra gli altri Massimo Angelini – ruralista, Alessandro Triantafillydis – Presidente Aiab Liguria, Sergio Rossi – esperto di cucina tradizionale, membri gruppi d’acquisto solidali liguri, Claudio Serafini – GAS di Rho, Giorgio Castelnovo- progetto” Mettiamo radici”, Marina Dondero – Vice Presidente provincia di Genova, Fabrizio Gastaldo – Comunità Montana Alta Val Lemme, Roberto Pisani –Azienda Agricola La Sereta e Stefano Chellini – Coop. Capenardo

    Banano Tsunami
    Ore 15.30 – 17.30
    Nemmeno per tutta l'acqua del mondo…
    Riflessione su un “bene comune” considerato da molti una merce da imbottigliare o un asset da quotare in Borsa.
    Partecipano: Antonio Lupo – portavoce Comitato Acqua Pubblica Provincia di Genova, Anna Palla – Vice Presidente Ingegneri Senza Frontiere Genova, Carlo Senesi – Assessore Comune di Genova Ciclo delle Acque e Reti Idriche, Renata Briano – Assessora al Patrimonio Naturalistico e Controlli Ambientali Provincia di Genova.
    Modera: Luca Martinelli – Redattore Altreconomia

    Museo Antartide Spazio Conferenze
    Ore 15.30- 17.30
    Open media: esperienze dal basso di informazione e partecipazione 2.0
    Partecipano: Cristiano Lucchi – Agenzia Metamorfosi, Vittorio Alvino – OpenPolis, Walter Molino Libera Mente/Partinico, Manlio Calegari – OLI: Osservatorio Ligure sull'Informazione, Monica Di Sisto – FAIR
    Modera: Carola Frediani – giornalista

    Laboratori adulti

    Mandraccio
    Orari: 14.00 -16.00
    Orti Urbani (a cura dell’Istituto Agrario Marsano e Associazione Zenzero)

    Banano Tsunami
    Orari. 20.00 – 22.00
    Critical Wine degustazione di vini con i produttori (a cura dell’Associazione Critical Wine)

    Laboratori per bambini

    Piazza delle Feste
    Orari: 15.30 –17.00
    Baratto di giocattoli ( a cura dell’Associazione Zenzero)

    CONVEGNO
    Piazza delle Feste
    Ore 17.30-20.00
    Rifiuti a Genova: da Pontedecimo e Sestri Ponente ad un piano industriale per la città.
    Relatori: Carlo Senesi – Assessore Comune di Genova, Sebastiano Sciortino – Assessore Ambiente Provincia di Genova, Giovanni Crivello – Presidente Municipio Genova – Valpolcevera, Stefano Bernini, Presidente Municipio Genova – Medio Ponente, Pietro D'Alema – Amministratore Delegato Amiu S.p.A, Federico Valerio – portavoce delle associazioni Amici del Chiaravagna, Italia Nostra, Legambiente Liguria, Stefano Mambretti – responsabile marketing Idecom, Enzo Favonio – Scuola Agraria del Parco di Monza.
    Moderatore: Marco Fratoddi – Direttore La Nuova Ecologia

    Eventi

    Piazza delle Feste
    20.30 Real game: spettacolo di Improvvisazione Teatrale
    A cura dell’Associazione Le Impronte
    21.00 Critical Fashion sfilata di abiti vintage e ricicl-art
    A cura di Mani Tese

    DOMENICA 28 – MATTINA

    Seminario
    In occasione della Biodomenica di Aiab
    Piazza delle Feste
    Ore 10.00 – 13.00
    L’agricoltura biologica fa bene al clima
    Con Alessandro Triantafillydis – Presidente Aiab Liguria, Marina Dondero – Vice Presidente Provincia di Genova, Stefano Sarti – Presidente Legambiente Liguria, Franco Bonanini – Presidente Parco Nazionale delle Cinque Terre (in attesa di conferma)

    DOMENICA 28 – POMERIGGIO

    Seminari e dialoghi

    Museo Antartide Spazio Conferenze
    Ore 15.30 – 17.30
    E’ caduta una bicicletta in mare: riflessioni sulla mobilità sostenibile.
    Relatori: Andrea Bignone – Italia Nostra, Massimiliano Amirfeiz – Green Mobility, Paolo Pissarello Vice Sindaco e Assessore alla Pianificazione e coordinamento Progetti per la Mobilità
    modera: Andrea Casalino -WWF Liguria, collaboratore rivista Mobilitylab

    Banano Tsunami
    Ore: 15.30 – 17.30
    DePILiamoci: oltre la dittatura del PIL
    Alberto Castagnola, economista / Città dell’Altraeconomia (CAE) conversa con Cesare Valentini, formatore e socio gas.
    Segue laboratorio sulla decrescita con Daniela Degan, Rete Lilliput/CAE Roma

    Info Point Ingresso Fiera
    Ore: 15.30 – 17.30
    Finanza etica, finanza critica: dal risparmio etico all’azionariato critico. Istruzioni per l’uso responsabile dei nostri risparmi.
    Ne discutono Andrea Di Stefano – Direttore Valori, Tiziana Bonora – Coordinatrice soci Banca Etica Savona e Imperia, Massimiliano Monaco – Banchiere Ambulante Genova e La Spezia, Jimmi Molinari – Banchiere Ambulante Savona e Imperia
    Modera: Francesco Fassone – Coordinatore soci Banca Etica Genova e La Spezia

    Banano Tsunami
    Ore: 15.30 – 17.30
    Risparmio energetico in casa: ridurre consumi (e bollette!) di un fattore 4
    Ne discutono Tommaso Gamaleri – professionista/Ingegneri Senza Frontiere, Andrea Podestà – fisico/Rete Lilliput, Maria Fabianelli – ARE Liguria, Maurizio Panicci, architetto/Associazione Tiarè

    Laboratori adulti

    Museo Nazionale dell’Antartide Spazio Conferenze
    Ore. 11.00 -13.00
    Gestione conflitti a cura del Prof. Carlo Schenone Università di Pisa

    Banano Tsunami
    Orari: 11.00 –13.00, 14.00-15.30
    Fare un Gruppo di Acquisto Solidale: istruzioni e consigli (a cura della rete dei Gas liguri)
    Mandraccio
    Orari: 14.00 –16.00
    Orti Urbani (a cura dell’Istituto Agrario Marsano e Associazione Zenzero)

    Laboratori per bambini

    Piazza delle Feste
    Orari: 15.30 –17.00
    Baratto di giocattoli (a cura dell’Associazione Zenzero)

    CONVEGNO CONCLUSIVO
    Ore 17.30 – 20.00
    Piazza delle Feste
    Verso Genova città dell’altra economia.
    Apertura di Maurizio Maggiani “Immaginare Genova come una città del ben vivere”
    Relatori: Alberto Castagnola – economista/Città dell’AltraEconomia Roma, Luigi Nieri – Assessore al Bilancio Regione Lazio, Nando Dalla Chiesa – sociologo/Presidente Onorario di Libera, Renzo Guccinelli – Assessore Sviluppo Economico e Commercio Equo Solidale Regione Liguria, Paolo Perfigli – Assessore allo Sviluppo Economico Provincia di Genova, Marta Vincenzi – Sindaco di Genova
    Moderatore: Deborah Lucchetti – Presidente FAIR/coordinatrice Fa’ La Cosa Giusta! Genova e Liguria


    #75203
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1222195236=ezechiele]
    io lo accetto…. ad oggi saim messi cosi:

    – acqua del bronzino
    – pane fatto in casa
    – termostato passato da 22 a 17 gradi
    – io mi lavavo gia poco prima figuriamoci ora che ho una scusa hahaha
    – piccolo orto in giardino
    – compostiera
    – vegetariani da POCHISSIMO

    ora devo riniziare a fare la birra…..era un'ottima soluzione…. faccio tanto alluminio che ci potrei costruire un land rover!

    [/quote1222195236]

    hahaha hahaha hahaha hahaha

    Che bella scusa…………..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #75207

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222201845=ezechiele]
    fa la cosa giusta!

    fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili,

    a genova dal 28 settembre,
    la fanno anche a milano e a trento

    http://www.falacosagiusta.org/

    [/quote1222201845]

    Sono molto felice Eze per il tuo stile di vita adottato… vedrai… non te ne pentirari sicuramente… se poi trovi anche punti positivi come il lavarsi… bhè allora siamo a posto !!!!

    Eze… complimenti per la frase che hai messo come firma !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! hahaha

    P.S. e ovviamente grazie per le info !!! 😉


    #75209

    deg
    Partecipante

    [quote1222202285=ezechiele]
    io lo accetto…. ad oggi saim messi cosi:

    – acqua del bronzino
    – pane fatto in casa
    – termostato passato da 22 a 17 gradi
    – io mi lavavo gia poco prima figuriamoci ora che ho una scusa hahaha
    – piccolo orto in giardino
    – compostiera
    – vegetariani da POCHISSIMO

    ora devo riniziare a fare la birra…..era un'ottima soluzione…. faccio tanto alluminio che ci potrei costruire un land rover!

    ho da poco iniziato la guerra alle confezioni….. e quindi, fresco e locale!
    [/quote1222202285]

    Un pò di birra lasciala per Pasgal che la su moglie gli ha staccato tutte le spine! hahaha


    #75208

    ezechiele
    Partecipante

    eh! graziw wind… l'unica novità rispetto a prima e' l'essere vegetariano…. devo dire che a livello di salute si sente.. senza mettermi a dieta ho perso 3 kg…

    .. la firma l'ho letta su un chiosco dei panini aperto h24 ad amsterdam… ho poi scoperto essere “anche” il titolo di un libro.. che fra l'altro si trova pure su amazon

    mi e' sembrata carina sta cosa della sostenibilità… anche se leggendo il programma deve essere anche tanta fuffa (troppi politici coinvolti, troppi convegni, sembra un calendario di comizi)… ma sicuramente qualcosa di buono c'e' ….

    s a qualcuno venisse la malsana idea di venire a vederla magari la sera vi faccio una pizza!…


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.