Ermete Trismegisto

Home Forum MISTERI Ermete Trismegisto

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da elerko elerko 8 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #12205
    elerko
    elerko
    Partecipante

    Premessa

    La Tavola di Smeraldo è un testo esoterico, comparso nel medioevo, attribuito dalla tradizione ad Ermete Trismegisto (il Tre volte Grandissimo) il grande sacerdote che portò la scienza iniziatica nell'antico Egitto.

    Pagine straordinarie sulla vita di Ermete Trismegisto sono state scritte da E.Shurè nella famosa opera ” I Grandi Iniziati”.

    Secondo il pensiero tradizionale (Marsilio Ficino ad esempio) Trismegisto era detto tale, cioè tre volte grande perché era grandissimo filosofo, grandissimo sacerdote e grandissimo re;e lo era effettivamente in una epoca in cui i ruoli potevano coincidere. Egli era “Hermes Triplex”, re, filosofo e profeta.

    Marsilio Ficino scrisse di Ermete “Egli è detto il primo degli autori di teologia; gli successe Orfeo, secondo fra i teologi dell' antichità: Aglaofemo ch'era stato iniziato all'insegnamento sacro di Orfeo, ebbe come successore in teologia Pitagora, di cui fu discepolo Filolao, il maestro del nostro divino Platone. Vi è quindi una prisca theologia … che ha la sua origine in Mercurio e culmina nel divino Platone “.

    Nelle opere di O.M.Aïvanhov si legge anche che l'appellativo si ricollegava alla raggiunta autorità spirituale di Ermete nei tre piani (di qui “tre volte grande”).

    Diodoro nella sua Biblioteca Storica (libro I, 15-16) scrive: “Tra tutti Osiride teneva nel più alto grado di considerazione Ermes, perché fornito di naturale sagacia nell'introdurre innovazioni capaci di migliorare la vita associata. Secondo la tradizione, infatti sono opera di Ermes l'articolazione del linguaggio comune, la denominazione di molti oggetti fino ad allora privi di nome, la scoperta dell'alfabeto e l'organizzazione dei rituali pertinenti agli onori e ai sacrifici divini. Egli fu il primo ad osservare l'ordinata disposizione degli astri e l'armonia dei suoni musicali secondo la loro natura; fu l'inventore della palestra e rivolse le sue cure allo sviluppo ritmico del corpo umano. Inventò anche la lira con tre corde fatte di nervi, imitando le stagioni dell'anno: adottò infatti tre toni, acuto, grave, medio, in sintonia rispettivamente con estate, inverno, primavera. Anche i Greci furono da lui educati nell'arte dell'esposizione e dell'interpretazione, vale a dire l'arte dell'ermeneutica, e per questa ragione gli hanno dato appunto il nome di Ermes. In generale Osiride ebbe in lui il suo scriba e sacerdote: a lui comunicava ogni questione e ricorreva al suo consiglio nella stragrande maggioranza dei casi. Invece di Atena, come credono i Greci, sarebbe stato Ermes a scoprire la pianta dell'ulivo.”

    Ad Ermete vengono anche attribuiti altri testi eterogenei denominati 'scritti ermetici' estremamente apprezzati nel Rinascimento non appena vennero tradotti da Marsilio Ficino al quale erano stati consegnati dal monaco Leonardo di Macedonia (alla corte di Cosimo de' Medici). Tra queste opere si segnala il famoso Pimandro che è il primo libro del Corpus Ermeticum. L'influenza degli scritti ermetici sul pensiero filosofico e la ricerca alchemica è stata grande (Giordano Bruno, Lattanzio….)

    Gli scritti ermetici erano stati compilati in età ellenistica dagli Alessandrini, probabilmente attingendo dal corpo degli antichi sacri testi egizi. Si sostiene altresì che lo stesso Mosè attinse una parte del suo sapere dagli scritti di Ermete Trismegisto.

    Tavola di smeraldo

    La Tavola di Smeraldo è stata tradotta dall'arabo in latino nel 1250. I Precetti furono trovati, prima dell'era cristiana, in una tomba egizia, iscritti su una tavola di smeraldo.

    Scrisse Eliphas Levi che essa contiene ” l'unità dell'essere e l'unità delle armonie, sia ascendenti che discendenti, scala progressiva e proporzionale del Verbo; la legge immutabile dell'equilibrio e il progresso proporzionale delle analogie universali…”

    Testo

    Questo è vero senza menzogna, certo e verissimo.

    Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una.

    E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica per adattamento.

    Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l'ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice.

    Il padre di ogni telesma, di tutto il mondo è qui. La sua forza è intera se essa è convertita in terra

    Separerai la Terra dal Fuoco, il sottile dallo spesso dolcemente e con grande industria

    Egli sale dalla Terra al Cielo e nuovamente discende in Terra e riceve la forza delle cose superiori e inferiori

    Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e per mezzo di ciò l'oscurità fuggirà da te

    È la forza forte di ogni forza: perché vincerà ogni cosa sottile e penetrerà ogni cosa solida

    Così è stato creato il mondo

    Da ciò saranno e deriveranno meravigliosi adattamenti, il cui metodo è qui

    È perciò che sono stato chiamato Ermete Trimegisto, possedendo le tre parti della Filosofia del mondo intero

    Ciò che ho detto dell'operazione del Sole è compiuto e terminato.

    Smaragdina hermetis tabula Verum sine mendacio, certum et verissimum

    Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius. Et sicut omnes res fuerunt Uno, meditatione Unius: sic omnes res natae fuerunt ab hac Una re adaptatione. Pater eius est Sol, mater eius Luna. Portavit illud ventus in ventre suo. Nutrix eius terra est. Pater omnis telesmi totius mundi est hic. Vis eius integra est, si versa fuerit in terram. Separabis terram ab igne, subtile a spisso, suaviter cum magno ingenio. Ascendit a terra in coelum, iterumque descendit in terram, et recipit vim superiorum et inferiorum. Sic habes gloriam totius mundi. Ideo fugiet a te omnis obscuritas. Hic est totius fortitudinis fortitudo fortis, quia vincet omnem rem subtilem; omnemque solidam penetrabit: SIC MUNDUS CREATUS EST. Hinc erunt adaptationes mirabiles, quarum modus hic est. Itaque vocatus sum Hermes Trismegistus, habens tres partes philosophiae totius mundi. Completum est quod dixi de operatione solis.

    La legge di affinità o di attrrazione oggi conosce una grande notorietà presso il grande pubblico grazie ad alcuni autori americani : Ester Hicks e Jerry Hicks. Ha per oggetto la legge di affinità anche il volume “The Secret” – Il Segreto di Rhonda Byrne. Anche per Aïvanhov, la legge di affinità acquista un ruolo fondamentale ma non al fine di ottenere il successo materiale, ma per la trasformazione interiore e per realizzare Alti Ideali a beneficio della colletttivtà.

    Afferma Aïvanhov: “Non riuscirete mai ad ottenere grandi cambiamenti nella vostra vita psichica finchè non avrete appreso il magico segreto della legge di affinità. Tutti i sentimenti che provate hanno una determinata natura e, grazie alla legge di affinità, vanno a risvegliare nello spazio altre forze di uguale natura che si dirigono verso di voi. Se nutrite sentimenti cattivi, attirerete influenze negative; se i vostri sentimenti sono buoni, attirerete benedizioni. Così potrete attingere tutto quello che desiderate dai grandi serbatoi dell'universo, a condizione di emanare e di proiettare pensieri e sentimenti della stessa natura di ciò che desiderate. I pensieri e i sentimenti determinano in modo assoluto la qualità degli elementi e delle forze che saranno risvegliati molto lontano, in qualche luogo dello spazio, e che prima o poi arriveranno fino a voi. La legge di affinità è la chiave più grande della realizzazione spirituale.”

    Le Leggi della Morale Cosmica – La manifestazione della legge di affinità nel macro e microcosmo

    Si suggerisce la lettura del volume “Le Leggi della Morale Cosmica” (Si raccoglie ciò che si semina).

    “I contadini sono stati i primi moralisti”, dichiara Omraam Mikhaël Aïvanhov,”quando non seminano, non si aspettano nessun raccolto, e se piantano dell'insalata, sanno che non raccoglieranno delle carote. Allora perché un uomo che semina odio e discordia dovrebbe sperare di raccogliere amore e pace? Per avere un palazzo di marmo, non si utilizzano dei mattoni. Per avere un corpo sano, non ci si ciba di alimenti avariati. Come possiamo quindi pensare di avere una psiche solida, resistente, un'intelligenza limpida ed un cuore generoso, se continuiamo incessantemente ad agitare pensieri e sentimenti disordinati, avvelenati dall'avidità o dal rancore? È indispensabile essere selettivi con i pensieri e i sentimenti, esattamente come lo si è con il cibo o con la costruzione di una casa… Le leggi che governano la nostra psiche sono identiche a quelle che sono state scoperte negli altri settori della natura e della tecnica. La morale non è stata inventata né dagli uomini né dalle società, poiché la morale è insita ovunque nella natura, e costituisce il prolungamento delle leggi naturali nell'ambito della nostra psiche”.

    Indice
    1. Legge della causa ed effetto: Come avrete seminato, così raccoglierete 2. L'importanza della scelta. Ricercare l'impegno e non il piacere 3. L'attività creativa come strumento di evoluzione 4. La giustizia 5. La legge di affinità (1): la pace 6. La legge di affinità (2): la vera religione 7. Leggi della natura e leggi morali 8. La reincarnazione 9. Non fermatevi a metà strada! 10. Saper utilizzare le proprie energie 11. Come ottenere la quintessenza 12. La morale della sorgente 13. Perché ricercare dei modelli lassù 14. Attraverso i suoi pensieri e i suoi sentimenti, l'uomo è creatore nel mondo Invisibile 15. “Ciò che è in basso è come ciò che è in alto…” 16. Non interrompete la connessione 17. “Se sei luce, andrai verso la luce” 18. La questione del doppio. Le nuove registrazioni 19. La morale assume tutta la sua importanza nel mondo dell'aldilà 20. Il miglior metodo pedagogico: l'esempio 21. “Se qualcuno ti colpisce su una guancia…”

    Sul riscontro in sede scientifica (fisica quantistica) della legge di affinità, si suggerisce la lettura del libro “La fisica dell'anima” di Fabio Marchesi.

    Fonte: http://digilander.libero.it/vangeli/ermete.htm


    #12206

    Detective
    Partecipante

    Sembra proprio che quest'antica saggezza sta riemergendo attreverso le nuove frontiere della fisica quantistica, e ciò dovrebbe scuotere le coscienze di molti specie al giorno d'oggi in cui molta gente è assopita nel sonno del Dio denaro che incatena questo mondo.


    #12208
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il Kybalion di Ermete Trismegisto.. saggezza antica e della nostra tradizione.
    http://www.coscienza.org/PDF/Kybalion.pdf


    #12209
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Ho il libro a casa 🙂


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #12207
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1278791330=Richard]
    Il Kybalion di Ermete Trismegisto.. saggezza antica e della nostra tradizione.
    http://www.coscienza.org/PDF/Kybalion.pdf
    [/quote1278791330]

    lo avevo già inserito in “e-book da scaricare” https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?94791 :bay:


    #12210
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    [quote1278842870=elerko]
    [quote1278791330=Richard]
    Il Kybalion di Ermete Trismegisto.. saggezza antica e della nostra tradizione.
    http://www.coscienza.org/PDF/Kybalion.pdf
    [/quote1278791330]

    lo avevo già inserito in “e-book da scaricare” https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?94791 :bay:
    [/quote1278842870]

    si infatti lo avevo già letto scaricandolo da li.
    Ma non è il testo del Kybalion…è una spiegazione…un sunto…o mi sbaglio?


    #12211
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1278879187=NEGUE72]
    [quote1278842870=elerko]
    [quote1278791330=Richard]
    Il Kybalion di Ermete Trismegisto.. saggezza antica e della nostra tradizione.
    http://www.coscienza.org/PDF/Kybalion.pdf
    [/quote1278791330]

    lo avevo già inserito in “e-book da scaricare” https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?94791 :bay:
    [/quote1278842870]

    si infatti lo avevo già letto scaricandolo da li.
    Ma non è il testo del Kybalion…è una spiegazione…un sunto…o mi sbaglio?
    [/quote1278879187]

    non saprei Negue perchè non l'ho ancora letto, bisognerebbe chiedere a Pasgal! :fri:


    #12212
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    A me,che l'ho letto,pare un sunto spiegato….


    #12213
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Ancora non è il suo turno, quindi non l'ho letto. Il libro è di ben 146 pagine, il pdf di quante pagine è?


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #12214
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1278947666=pasgal]
    Ancora non è il suo turno, quindi non l'ho letto. Il libro è di ben 146 pagine, il pdf di quante pagine è?
    [/quote1278947666]

    allora è un sunto perchè le pagine sono molto meno!!!! :fri:


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.