Fa che il tuo cibo sia la medicina…

Home Forum SALUTE Fa che il tuo cibo sia la medicina…

Questo argomento contiene 313 risposte, ha 24 partecipanti, ed è stato aggiornato da prixi prixi 3 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 314 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57635
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1359065301=maraxma]
    [quote1359065122=pasgal]
    Grazie per tutto quello che fai mara!
    [/quote1359065122]

    Grazie a te che mi dai la possibilità di farlo in questo spazio!
    Spero di essere utile, e, nel frattempo, sto imparando anch'io un sacco di cose !lol

    [/quote1359065301]

    :bravo:

    … e come direbbe “il saggio” :hehe: … ogni volta che fai qualcosa per gli altri, lo fai per te stesso 🙂

    :amicil:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #57636
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1359065262=farfalla5]
    Mara leggendo il tuo topic mi rendo conto che nella natura c'è di tutto. Mi viene solamente un dubbio, basterà mangiare questi beni della nostra amata Terra per essere sani. Cioè, la nostra Terra è sempre così ricca di tutto, o derubata, annientata e di conseguenza non ci da più nulla :ummmmm:
    [/quote1359065262]

    Io penso che, oggigiorno, la natura ci sia ancora di valido aiuto, nonostante tutti i tentativi per ridurre al minimo il suo supporto. Certo che l'inquinamento, le scie chimiche, gli ogm, i pesticidi…. hanno ridotto sicuramente l'apporto nutritivo dei vegetali, ma credo che sia molto più valida una dieta “naturale” (anche se lontana parente di quella conosciuta dai nostri nonni) rispetto ai cibi industriali.
    Dovremmo consumare cibi biologici, magari coltivare personalmente un orticello, ma, in mancanza di tempo o spazio, credo che anche la verdura del supermercato sia forse migliore di tante schifezze spacciate per cibo.

    … 😕 Altrimenti non ci resta il bretharianismo…. Appuntamento al tramonto a rimirare il sole!!! :O


    #57637
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1359066024=sphinx]
    Cara Mara, ho optato per gli impacchi di sambuco per il mio Giulio. :si:
    In questo momento sta meglio. L'oculista gli ha dato una cura a base di ormoni (per gli occhi?) che si sta rivelando molto efficace.
    Quindi sto facendo entrambe le cose..ormoni e sambuco.
    Sta reagendo bene e sono molto più sollevata. :medit:
    Ti ringrazio e ti abbaraccio fortissimo. :fri: :cor:
    Ellen
    [/quote1359066024]

    Benissimo!!! Sono proprio felice per il tuo gattino.
    Il fatto che usino ormoni non mi stupisce più di tanto. Ti dicevo che io uso la melatonina per la mia cagnolona, e sta riequilibrando il sistema ormonale, con notevoli giovamenti.
    Un bacione a te e a Giulio!!! !heart


    #57638
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1359066825=maraxma]
    [quote1359065122=pasgal]
    Grazie per tutto quello che fai mara!
    [/quote1359065122]

    Grazie a te che mi dai la possibilità di farlo in questo spazio!
    Spero di essere utile, e, nel frattempo, sto imparando anch'io un sacco di cose !lol

    [/quote1359066825]
    Mara è diventata AG staff-collaboratrice… :dance: :guit: !lol


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57639
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [size=20][color=#ff0000]Il basilico per ogni stagione[/color]

    Arma efficace nell'alleviare i dolori derivanti dall'artrite, il basilico – specialmente se crudo -serve a contrastare e combattere diversi tipi di infiammazione, come [color=#ff0000]raffreddori e malattie della pelle. [/color]

    Il basilico è ricco di grassi, ma anche di proteine, fibre, zuccheri, minerali e, naturalmente, di acqua.
    Il basilico è una pianta preziosa anche per il suo alto contenuto di calcio, sodio, potassio, fosforo, ferro, magnesio, zinco. Al di là della buona presenza di vitamina A e B ( in particolare niacina, tiamina e riboflavina) e vitamina C ed E, il basilico vanta anche una forte presenza di amminoacidi, come il triptofano, la lisina, la leucina, l'acido aspartico, l'acido glutamminico, l'alanina, l'arginina e altri ancora.

    Oltre ad essere un'ottima pianta aromatica in grado di dare più gusto ad una grande varietà di piatti della cucina mediterranea, il basilico, grazie a tutte queste proprietà appena elencate, rappresenta un valido aiuto naturale per la cura di diverse patologie.

    Arma efficace nell'alleviare i dolori derivanti dall'[color=#ff0000]artrite[/color], il basilico – specialmente se crudo -serve a contrastare e combattere diversi tipi di infiammazione, come [color=#ff0000]raffreddori e malattie della pelle[/color]. Questa particolare proprietà del basilico sembra sia da ricondursi alla presenza di una specifica sostanza aromatica: l'eugenolo.

    Il contenuto di eugenolo, linalolo e metilcavicolo, inoltre, rende questa pianta un [color=#ff0000]antimicrobico ideale nelle terapie antinfiammatorie: mal di gola in testa[/color]. Il basilico viene anche impiegato come sostanza[color=#ff0000] stimolante dell'apparato intestinale[/color], come vermifugo e come rafforzante del sistema nervoso (ottimi i suoi benefici nell’alleviare gli stati d'ansia ed insonnia). Oltre ad essere in grado di [color=#ff0000]aumentare la produzione di latte materno[/color] durante l'allattamento, il basilico è consigliato anche per lenire il fastidio derivante dalle [color=#ff0000]punture d’insetto[/color]. Infine, se aggiunto all’acqua del bagno, agisce come[color=#ff0000] ottimo rilassante e defaticante del sistema muscolare[/color]. Cosa volere di più da questa pianta, non a caso un tempo considerata sacra?

    http://www.alimentazione-salute.com/Alimentazione/basilico-proprieta.html


    #57640
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [color=#ff0000][size=20]IL RISO INTEGRALE : proprietà e benefici[/color]

    Iniziamo col dire che il riso integrale non è nient'altro che il riso normale che non viene privato della pellicina ( lolla ) che ricopre il chicco e che, oltre ad avere un caratteristico colore scuro, è ricca di fibre e di sostanze con proprietà benefiche.

    Il riso, nome scientifico Oryza Sativa, è una pianta classificata come cereale ed appartenente alla famiglia delle Graminacee; tra i cereali il riso è in assoluto il più consumato al mondo e rappresenta l'alimento base di circa un terzo della popolazione mondiale.
    Il riso integrale si differenzia dal riso brillato per il differente metodo di lavorazione a cui viene sottoposto che è molto più semplice; infatti non subendo la separazione delle parti esterne al chicco ( pula ) ha solo bisogno di essere confezionato sottovuoto al fine de evitare facili fenomeni ossidativi.

    Il riso integrale è soprattutto un [color=#ff0000]alimento rinfrescante, disintossicante e lievemente lassativo[/color]; è un cereale che, in quanto privo di glutine, può essere consumato senza alcun problema dalle persone interessate dal morbo celiaco.

    Il riso integrale è un alimento altamente digeribile e quindi non affatica lo stomaco , l'ideale per chi ha problemi di[color=#ff0000] sonnolenza dopo i pasti[/color]. Può essere consumato in caso di [color=#ff0000]problemi di sovrappeso[/color] al posto della pasta almeno una volta al giorno, possibilmente in abbinamento a verdure; in questo caso si avrebbero benefici anche[color=#ff0000] in caso di stitichezza[/color]. Per [color=#ff0000]problemi di diarrea [/color]invece sarebbe utile bere l'acqua di cottura del riso.

    Il consumo di riso integrale è consigliato alle persone sottoposte a [color=#ff0000]dieta dimagrante[/color] in quanto, l'energia accumulata, viene consumata in modo lento ed omogeneo durante tutta la giornata senza che si accumulino depositi di grasso.
    La niacina invece, una vitamina del gruppo B presente nel riso integrale, ha proprietà protettive nei confronti dell'[color=#ff0000]apparato cardiocircolatorio e gastrointestinale.[/color]

    Per avere un'idea delle proprietà nutritive che vanno perse nella lavorazione del riso bianco raffinato è sufficiente pensare che la quantità di sali minerali di disponibile si abbassa quasi del 70%; anche la percentuale di vitamine, amido e proteine subisce una forte diminuzione. Per non parlare poi della fibra alimentare, sostanza molto utile al mantenimento della salute del nostro organismo, che nel riso bianco raffinato sparisce completamente.

    E' bene sottolineare che esistono diverse varietà di riso integrale ma possiedono tutte delle proprietà nutritive molto diverse dal riso bianco raffinato.

    http://www.mr-loto.it/riso-integrale.html


    #57641
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [color=#ff0000][size=20]Le proprietà dell'idivia (comunemente conosciuta come scarola)[/color]

    L'indivia è una insalata molto versatile. In cucina può essere usata sia cotta che cruda. E' molto consistente al gusto. Se mangiata cruda, deve essere eliminato il cuore dell'ortaggio perchè è amaro.

    L'indivia è ricca di fibre, quindi è [color=#ff0000]perfetta per l'intestino in difficoltà[/color]. Se avete ecceduto in una cena con gli amici potete beneficiare dell'azione di questo ortaggio. In realtà è un vero e proprio toccasana per tutto l'apparato digerente.

    Il contenuto mucillaginoso dell'indivia aiuta a proteggere la mucosa intestinale prevenendo infiammazioni ed evitando la comparsa di disturbi gastrici come [color=#ff0000]acidità di stomaco o gas intestinali.[/color]

    L'indivia belga è povera di calorie, il 90% circa del suo contenuto è acqua. Per questo motivio l'indivia è un ottimo diuretico e favorisce l'eliminazione dei liquidi in eccesso.

    Questo tipo di insalata è consigliata per chi soffre di [color=#ff0000]colesterolo alto e cattiva circolazione[/color]; aiuta inoltre a prevenire malattie serie come l'[color=#ff0000]arteriosclerosi[/color].

    http://www.consiglialimentari.it


    #57642
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Mara oggi ero in Coop a fare la spesa e ho comprato il riso integrale che nessuno mangia a casa mia. Faccio il latte con VeganStar e viene buono. Penso che anche in questo modo le sue proprietà siano benefiche.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #57643

    Anonimo

    http://www.tuttogreen.it/gli-ingredienti-della-cucina-naturale-semi-e-olio-di-girasole/

    Gli ingredienti della cucina naturale: i semi e l’olio di girasole
    di ALESSIA il 30 GENNAIO 2013 ·

    Helianthus annus è il nome scientifico ma comunemente è noto con il nome di girasole, lo splendido fiore dalla corolla di colore giallo che l’antica popolazione Inca considerava simbolo di sovranità. Originario delle Americhe, solo alla fine del XVI secolo raggiunse il continente europeo. Si deve però attendere il XVIII secolo per assistere alle prime coltivazioni di girasole per la produzione di olio.

    Il fiore può raggiungere gli 85 cm di diametro e il gambo si può estendere fino a 6 metri di altezza! I semi sono in realtà le mandorle contenute nel pericarpo dei piccoli frutti dell’infiorescenza.
    I suoi semi contengono molte sostanze nutritive e sono ricchi di carboidrati e proteine. Nonostante l’elevato numero di calorie, sono fra i più leggeri dei semi oleosi.
    Sono ricchi di acido linoleico, utile nel prevenire malattie cardiache e abbassare il colesterolo, e di fenoli, sostanze con proprietà preventive contro le malattie degenerative.

    ra le vitamine presenti troviamo la A (40 mcg), la D (22 mcg), la E (31 mg) e la PP (3,3 mg) ma ciò che rende i semi di girasole davvero unici è la rarissima vitamina B12 e la B1, presente tra 1,36 mg e 2,2 mg, quantità in assoluto maggiore rispetto ad altri alimenti. Tra i minerali abbiamo il ferro e il magnesio e tra gli oligoelementi troviamo il selenio, il fosforo, lo zinco, il rame, il cobalto e il manganese. Le ultime ricerche hanno scovato anche la presenza di acido clorogenico, utile per la sua azione antibatterica e antinfettiva.

    Come possiamo usare i semi di girasole? innanzitutto va precisato che non vanno tostati perché perdono molte sostanze nutritive ma se proprio non volete rinunciarvi suggeriamo di tostarli in casa. Se li mangiate al naturale, bastano 2 cucchiai al giorno, altrimenti potete metterli nell’impasto dei biscotti e del pane, nelle insalate oppure nelle zuppe come decorazione finale.

    In cucina usate l’olio di semi di girasole spremuto a freddo e conservatelo in frigorifero perché tende a deteriorarsi. Anche nel campo della cosmetica i semi trovano largo impiego per le loro qualità emollienti, rigeneranti e idratanti. Non a caso l’olio di semi di girasole viene spesso utilizzato nei massaggi contro i dolori reumatici o muscolari.


    #57645
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1359556472=farfalla5]
    Mara oggi ero in Coop a fare la spesa e ho comprato il riso integrale che nessuno mangia a casa mia. Faccio il latte con VeganStar e viene buono. Penso che anche in questo modo le sue proprietà siano benefiche.
    [/quote1359556472]

    Ciao Farfy,
    ho fatto qualche ricerca sul latte di riso ed ho trovato questo :

    “Nel latte di riso abbondano gli zuccheri semplici derivati dall'idrolisi spontanea dell'amido, che unitamente alle altre caratteristiche, lo rendono una bevanda energetica di facile digestione. La frazione lipidica è infatti modesta e a differenza di quella del latte vaccino, è priva di colesterolo, poverissima di grassi saturi e ricca di acidi grassi polinsaturi.
    Il sapore gradevole del latte di riso (dato dalla ricchezza in zuccheri semplici), unitamente alla bassa allergenicità, all'assenza di colesterolo, glutine ed acidi grassi saturi, al minor impatto ambientale ed all'origine vegetale tanto cara ai vegani, sta facendo riscuotere al prodotto un discreto successo commerciale.

    Il consumatore dovrebbe scegliere prodotti ottenuti a partire da riso integrale, meglio se di agricoltura biologica, ed arricchiti con nutrienti come calcio, vitamina D e vitamina B12. Di questi tempi, va poi considerato il problema del costo non certo irrisorio della bevanda, che incide sul bilancio famigliare ma che può essere bypassato producendo il latte di riso in casa propria. Le ricette in tal senso sono numerose, ma tutte basate sull'utilizzo di riso (meglio se integrale), acqua e talvolta amido, sale marino e vaniglia. Le ricette più semplici prevedono la cottura del riso per circa un'ora in due parti di acqua (una tazza di riso in due tazze di acqua); la fiamma sarà piuttosto viva fino al sopraggiungere dell'ebollizione, dopodiché andrà mantenuta sui valori minimi. Il contenuto della pentola andrà quindi lasciato riposare nelle medesime condizioni, sotto un coperchio, per circa un'ora, senza mescolare. La cottura sarà ultimata quando il riso avrà assorbito tutta l'acqua; a questo punto è sufficiente prenderne un pugno (quattro cucchiai di riso) e porlo in un frullatore insieme ad un litro d'acqua; prima del consumo, il latte di riso così ottenuto andrà ovviamente filtrato con un colino o meglio ancora con una garza. A discrezione del consumatore rimane l'aggiunta, al latte di riso, di aromi, come vaniglia, cannella, cacao e sale marino.”

    http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/latte-di-riso.html

    E tu come lo fai???


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 314 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.