facciamo il punto

Home Forum L’AGORA facciamo il punto

Questo argomento contiene 18 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 6 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #138643

    paolodegregorio
    Partecipante

    – facciamo il punto –
    di Paolo De Gregorio, 12 novembre 2011

    Non è male ricordare che è l’economia il primo di tutti i poteri e, quando i riti bizantini della politica diventano un serio ostacolo alla soluzione dei problemi, ecco la zampata della Confindustria e delle banche che impongono il loro uomo, Mario Monti, quale primo ministro.

    Il gesto significa commissariare tutta la politica berlusconide che ha negato e non governato la crisi esibendo un beota ottimismo di facciata, e occupando il tempo a impapocchiare leggi che avevano il solo scopo di evitare processi e galera al nostro indecente premier.
    L’operazione è stata resa possibile anche perché la cosiddetta opposizione è divisa, non ha programmi né identità, e comunque si dovrebbe piegare agli ultimatum della Europa sul risanamento dei conti e sul rilancio dell’economia, obiettivi totalmente impossibili da realizzare per il peso enorme degli interessi da pagare ai detentori dei titoli del Tesoro.

    In tutto il mondo globalizzato si assiste al fenomeno degli “indignados” che, per la prima volta, vede milioni di persone manifestare contro il sistema capitalista e finanziario che crea disuguaglianze inaccettabili, disoccupazione, precariato, assenza di futuro, speculazioni, guerre, distruzione ambientale.
    L’Italia è dentro questa crisi e né Mario Monti, né l’attuale opposizione sono in grado di fare nulla perché è una crisi sistemica, si può solo rispondere con l’adozione di un altro sistema.

    Uscire dalla trappola del debito che condanna la nostra economia alla stagnazione e alla recessione, dovrebbe essere la prima scelta strategica, dicendo alle banche tedesche e francesi, che detengono circa la metà del nostro debito, che tra il fallimento dell’Italia e quello delle banche speculatrici noi preferiamo il secondo.
    Solo una presa di posizione del genere, accompagnata dal taglio drastico di tutte le spese militari e dei nostri interventi militari all’estero (cancellando il contratto con gli USA per l’acquisto di 130 cacciabombardieri), associata con l’eliminazione del Senato, delle province, con una seria politica contro l’evasione fiscale, possono rendere possibile l’ uscita dalla crisi.

    Gradualmente si può uscire dalla stagnazione creando milioni di posti di lavoro nei settori nevralgici della energia con le rinnovabili e dell’agricoltura per rendere l’Italia indipendente energeticamente con le rinnovabili e alimentarmente (oggi l’Italia importa il 70% delle derrate alimentari e l’88% dell’energia).

    Monti è la continuità della politica economica della globalizzazione e del sistema bancario internazionale e sancirebbe l’inutilità della politica tradizionale e la fine dell’indipendenza del nostro paese. Lo farebbe con risultati superiori a quelli di Berlusconi che si è dimostrato ignorante e incapace, ma anche lui prenderà gli ordini dalle banche e dall’asse franco-tedesco.

    Nessun partito politico oggi in Italia sostiene la necessità di una fuoriuscita dal sistema globale. Solo i giovani accampati sotto le tende messe nelle piazze e nelle strade, al freddo, picchiati e schedati, ci costringono a pensare che il nostro sistema è da buttare e che tutto va cambiato in profondità.
    Paolo De Gregorio


    #138644

    Xeno
    Partecipante

    Paolo de Gregorio,sono d'accordo su molte cose scritte nel post,tuttavia credo che la questione va vista non a breve raggio ma a lungo raggio.
    Cioè pensare come pensano “loro” per capirne gli intenti.

    Per esempio può essere utile riguardo gli indignados guardare questo http://informarexresistere.fr/2011/10/21/occupy-wall-street-e-l%E2%80%99-%E2%80%9Cautunno-americano%E2%80%9D-e-una-%E2%80%9Crivoluzione-colorata%E2%80%9D/#axzz1dVfSqwjw
    fare una ricerca su cosa sia Otpor….
    capire come mai molti esponenti sono da collegarsi ai gesuiti (Monti,Draghi…..)
    Come mai Di Pietro qualche anno fa ammette l'esistenza del signoraggio tanto da indurlo a presentare un interpellanza parlamentare,[u]ma poi non ne ha più parlato
    [/u]
    ecc…..
    Vogliamo tornare anche più indietro?
    Al tempo l'avrebbero preso per matto Craxi(invece diceva il giusto con il senno di poi)
    breve video –> http://www.youtube.com/watch?v=lW-HKXaEfl8
    ammetto che nn era un santo….ma chissà come mai è stato esiliato.

    Quello che io penso e che non stanno cercando di risolvere la crisi ma stanno attuando IL PIANO

    Sta a noi capirne i retroscena,altrimenti diciamo solo quello che già dicono i mainstream.
    Tutto questo richiede ricerca e studio, analisi,sintesi,collegamenti logici ed illogici.Un lavoro immenso direi globale – 🙂 –

    Saluti


    #138645

    ezechiele
    Partecipante

    Ho un punto di vista simile al tuo Paolo,

    casualmente oggi leggevo che Grillo oggi me inizia per fortuna a parlare di signoraggio bancario,

    http://www.beppegrillo.it/#*dds3*


    #138646

    pablo
    Partecipante

    a parte berlusca che se ne andato oggi per me e' uno dei giorni piu' scuri sapendo che i signori delle banche anno
    mandato uno dei suoi vampiri a preparare chissa' che ricetta per tutti noi ,come dice crozza ” il cetriolo” !
    e mi dispiace ammetterlo ma ieri non ho esultato


    #138648

    Anonimo

    Pablo siamo in molti a pensarla come te.
    IO sinceramente adesso mi aspetto il peggio, ci vorrà asncora del tempo per prendere coscienza di quello che ci stanno facendo, questa è un'abile mossa per acquietarci?

    Qualcuno sa per caso la grecia come sta prendendo il cambio del governo?

    Stiamo messi mle, , l'europa è un cancro per noi, invece di prendersela solo col Berlusca perchè gli italiani non riflettono su ciò che destra e sinistra indistintamente ha fatto in questi anni?

    Beata ignoranza!


    #138649
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Monti e Papademos lavorano per i Rockefeller


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #138650

    Anonimo

    Appunto, vallo a spiegare alla gente che adesso pare passata dall'inferno al paradiso!
    ieri ho discusso con dei colleghi su questo problema, niente, mi prendono per complottista!


    #138651
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1321182260=Pier72Mars]
    Appunto, vallo a spiegare alla gente che adesso pare passata dall'inferno al paradiso!
    ieri ho discusso con dei colleghi su questo problema, niente, mi prendono per complottista!
    [/quote1321182260]
    Si, é come dici. La gente non sa.

    A volte penso che la conoscenza, l'illuminazione non sia altro che l'aver alzato il campo nel mentre si sta nel gregge.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #138647

    Xeno
    Partecipante

    [quote1321186676=Pier72Mars]

    Qualcuno sa per caso la grecia come sta prendendo il cambio del governo?
    [/quote1321186676]

    E' L'esatta copia dell'Italia*.
    Lucas Papademos è chiamato a portare la Grecia sino alla formazione del nuovo governo che ci sarà dopo le prox elezioni.
    Nel frattempo è impegnato nel disegno di legge per la presentazione del nuovo bilancio.
    L'FMI sgancerà la trance dopo l'approvazione.

    Quindi secondo me il popolo aspetta di vedere cosa succede e cosa ne esce fuori da questa transizione.
    E' ovvio che dal mio punto di vista ne esce male niente di buono insomma.
    Breve tregua penso.

    http://www.tanea.gr/ellada/article/?aid=4672628 (fonte greca)

    * siamo sfasati in ritardo rispetto ai greci secondo me di 3/6mesi +o-
    d'altronde lì è iniziata prima


    #138652

    Paco
    Partecipante

    Anni fa avrei festeggiato anch'io, lo aspettavo sinceramente sto momento delle dimissioni, ma oggi non è più così.
    Non festeggio niente perchè ai vertici del nostro Governo ci vorrebbero persone coi controco…… per mettersi contro i poteri banco-finanziari e non una persona culo e camicia con questi poteri.

    Cmq io incontro sempre più persone che cominciano a capire che la politica è in mano ad un'autorita sovranazionale o sovraeuropea (B.C.E.), un'autorità privata che si spartisce i dividendi tra soci a scapito delle persone.

    Per quelli che non c'arrivano, non so che dire… forse la vita non è una gara a chi arriva prima e ognuno ha i suoi tempi per arrivarci.

    Spero che si diano una mossa però perchè dobbiamo crescere di numero per tentare di cambiare le cose, sempre che ci sia ancora la possibiltà di farlo!


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.