FACEBOOK E' DELLA C.I.A.

Home Forum L’AGORA FACEBOOK E' DELLA C.I.A.

Questo argomento contiene 67 risposte, ha 24 partecipanti, ed è stato aggiornato da elerko elerko 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 61 a 68 (di 68 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #125876
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ma è il discorso dei legami vari che mi infastidisce ulteriormente, comunque si alla fine queste sono sciocchezze..


    #125877

    marì
    Bloccato

    [quote1248040915=Richard]
    allora non ti iscrivere
    [/quote1248040915]

    non ho MAI avuto questa tentazione :hehe:


    #125879

    meskalito
    Partecipante

    Che simpatici 🙂

    Vuoi più amici su Facebook? Ora puoi comprarli

    uSocial permette di comprare “pacchetti” di amici su Facebook ai quali inviare spam senza pietà. Ognuno farà guadagnare un dollaro al mese.

    [ZEUS News – http://www.zeusnews.com – 04-09-2009]
    uSocial vende pacchetti amici per Facebook spam

    Anche l'amicizia si può comprare – o, almeno, quel surrogato di amicizia che ha nome Facebook. Il social network più usato non ha però colpe in questa strana iniziativa; anzi, pare che la osteggi apertamente.

    Tutto nasce da un'idea di uSocial, società che si occupa di marketing e pubblicità e ha tutto l'aspetto di chi vuole portare lo spam a nuovi livelli, come se già non bastasse quello esistente.

    La procedura è semplice: uSocial mette in vendita “pacchetti” di amici per Facebook; il più economico, che contiene soltanto 1.000 amici potenziali, costa 177 dollari mentre per il più costoso, che arriva fino a 10.000 amici, occorrono 1.167 dollari.

    Una volta effettuato l'acquisto, uSocial si incarica di inviare le richieste di amicizia ai contatti “comprati”: qualcuno rifiuterà; altri – molti altri, o così lascia intendere uSocial – accetteranno, anche solo per vedere crescere il proprio numero di amici.

    Questo sarà l'errore fatale: gli amici compresi nel pacchetto diventeranno i destinatari di pubblicità e promozioni varie; dopotutto è proprio per questo che sono stati messi in vendita.

    uSocial ha infatti calcolato che ogni amico su Facebook può far guadagnare fino a un dollaro al mese a chi gli invia pubblicità: moltiplicato per migliaia di amici, diventa una cifra interessante.

    Twitter e Digg hanno già accusato uSocial di spam (su Digg, uSocial vende i voti per le notizie) e hanno preso le misure atte a tenerlo lontano dai propri servizi; Facebook si sta preparando a fare altrettanto.

    Non è poi chiaro come uSocial si procuri i contatti, né se questi siano reali, né come abbia calcolato il famigerato “dollaro al mese”.

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=10908&numero=999


    #125878

    temujin
    Partecipante

    Ciao,
    nonostante si possa essere pienamente daccordo con voi, bisogna anche ammettere che, in FB, si possono condividere dei bei pensieri (spirituali, esoterici ect.)che, altrimenti, con certi amici e certe persone, non potrebbero mai arrivare; perchè manca la possibilità di dialogare di certi argomenti…. almeno così mi sembra che si da anche a loro la possibilità di poter riflettere….
    ciao


    #125880

    sev7n
    Partecipante

    Sondaggio Fb, «uccidere Obama?»
    Il Secret service Usa lo fa rimuovere
    Caccia all'autore della pagina. I responsabili del network hanno rimosso l'applicazione che genera i referendum

    Una delle pagine ufficiali a sostegno di Obama su Facebook
    MILANO – «Il presidente Obama deve essere ucciso? No. Sì. Forse. Sì, se riduce la mia copertura sanitaria». Il testo del sondaggio e le quattro possibili risposte avevano fatto la loro comparsa nei giorni scorsi su una pagina di Facebook. Il servizio segreto aveva aperto subito un'inchiesta sulla vicenda e i responsabili del social network, subito dopo essere stati contattati dalle autorità federali, hanno preso la decisione di stoppare l'iniziativa.

    IL SECRET SERVICE – Il sondaggio era stato notato domenica da un blogger che l'aveva segnalato nella sua rubrica e aveva quindi subito messo in allerta l'agenzia federale che ha il compito di tutelare la sicurezza dell'inquilino della Casa Bianca. Dalle prime indagini è emerso che l'autore dell'iniziativa è un utente di Facebook che ha utilizzato un'applicazione che il social network ha messo a disposizione dei propri membri (ovviamente per ben altri scopi). Non è ancora stato precisato il «sondaggista» è stato già identificato, le sue generalità non sono state rese note. «Abbiamo adottato le misure necessarie per concludere al più presto l'indagine – ha detto Darrin Blackford, un portavoce del servizio segreto americano -. Noi prendiamo questo tipo di iniziative molto seriamente». Minacce di morte erano state formulare contro Barack Obama fin dai tempi della sua candidatura alla presidenza facendo scattare a suo tempo misure di sicurezza insolitamente robuste per un aspirante alla Casa Bianca. Quando Obama era diventato il candidato ufficiale del partito democratico il servizio segreto aveva aperto una serie di indagini dopo che minacce di morte erano state urlate nel corso di alcuni comizi repubblicani.

    Il programma per la creazione di sondaggi fai-da-te è stato immediatamente bloccato da Facebook per evitare il ripetersi di iniziative del genere. «Il programma che ha permesso la diffusione del sondaggio è stato subito rimosso e non sarà più ripristinato», ha affermato un portavoce di Facebook. Poco dopo la rimozione del sondaggio, su Facebook ne è apparso un altro in cui si chiedeva: «Si dovrebbe arrestare l'autore del sondaggio “Obama dovrebbe essere ucciso”?»

    http://www.corriere.it/esteri/09_settembre_29/facebook-rimosso-sondaggio-morte-obama_60b780c6-ace1-11de-a07d-00144f02aabc.shtml


    #125881

    sev7n
    Partecipante

    La macchina del «web suicidio»
    che vi libera da tutti i social network
    Un dispositivo consente agli utenti di cancellare i propri profili e dati sensibili da ogni sito partecipato

    MILANO – Basta con Facebook. Via anche da Twitter, Myspace e LinkedIn. Per gli internauti che puntavano a staccarsi completamente dalla rete, cancellare in modo definitivo tutti i propri dati, le foto e il profilo personale dalla blogosfera, Internet offriva da qualche settimana un'opportunità accattivante: un portale gratuito, chiamato emblematicamente «Suicide Machine», dove bastava un clic per «suicidarsi» dal web 2.0. La pagina online, dopo il boom d'accessi e centinaia di utenti che hanno eliminato il proprio account nel giro di poche ore, è stata bloccata da Facebook. Infuirati gli utenti.

    TESTAMENTO VIRTUALE – Ci si mette quasi una giornata intera per cancellare manualmente tutte le nostre tracce dall'infinito mondo dei social network. L'applicazione suicida, online da circa due settimane, offriva la possibilità di saltare infinite lungaggini: grazie ad uno script, uno username e una password si poneva fine, in meno di un'ora, ad una identità virtuale. Inoltre, aggiungendo un testo nella casella «ultime parole» l'utente lasciava persino un suo testamento virtuale. «Questa macchina cancella tutti i profili dal social network che ci costano un'infinità di energie, uccide tutti i falsi amici virtuali ed elimina completamente il vostro alter ego dal web 2.0», recita un'avvertenza per l'uso. «Attenzione, una volta avviato il suicidio virtuale, la progressione è inarrestabile».

    IL BLOCCO – Dopo più di 50.000 amici cancellati e circa 500 profili disattivati, Facebook ha deciso di assassinare «Suicide Machine», bloccando di fatto l'accesso a http://suicidemachine.org. Senza motivare la scelta o dare spiegazioni, hanno comunicato i gestori del servizio moddr di Rotterdam. Un rappresentante di Facebook ha raccontato ai media americani che la raccolta di dati d'accesso e la cancellazione dei contenuti contravviene alle disposizioni d'utilizzo di Facebook (Statement of Rights and Responsibilities, Srr). Oltre a ciò, il colosso di Palo Alto si è riservato di intraprendere procedimenti legali contro «Suicide Machine». A dicembre Facebook aveva bloccato il portale Seppukoo, che offriva un servizio simile. «Stiamo lavorando per ripristinare al più presto il sito e aggirare il blocco», ha spiegato Gordan Savicic di moddr. «Dopo un upgrade del server la 'macchina suicida' dovrebbe ripartire a breve», ha però annunciato Savicic

    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_gennaio_05/web-suicide-machine-cancellazione-social-network_145d3a58-fa35-11de-ad79-00144f02aabe.shtml

    qui il link a Suicide Machine ( sembra ancora attivo)

    http://suicidemachine.org/


    #125882
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.italiaterranostra.it/?p=628
    «We are watching you»: “ti stiamo osservando”. Dallo spazio, infatti, qualcuno ci spia. Non si tratta di extraterrestri, ma di satelliti controllati segretamente dai governi. A confronto le intercettazioni telefoniche di spioni pubblici e privati che hanno coinvolto la Telecom (Tavaroli e soci), sembrano una bazzecola. L’aria e il cielo sono intrisi di segnali elettronici. Intercettarli è facile come raccogliere la pioggia con un secchio. Numerosi cittadini con la fedina penale immacolata, ora sono schedati elettronicamente, grazie ai prodigi di un braccio supersegreto dell’ex Sismi, specializzato in spionaggio d’ogni genere e guerra elettronica….


    #125883
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante
Stai vedendo 8 articoli - dal 61 a 68 (di 68 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.