Fattoria senza carne

Home Forum SALUTE Fattoria senza carne

Questo argomento contiene 17 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  orsoinpiedi 3 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 18 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60331

    traghettatore
    Partecipante

    Cari amici, quello di cui voglio parlarvi non è un gioco, bensì partecipare alla ricerca di una ricetta facile a dirsi … difficilissima ad attuarsi,
    ancor più difficile a descriversi,
    per questo,
    se qualcuno deciderà di fornire il suo contributo, lo prego di prendere la cosa molto sul serio … senza battutine, faccine, ma calandosi completamente nel quesito … condividendo i quesiti che lo scrivente si pone come fossero i suoi.
    Contrariamente, è gradito il silenzio.
    Ponete tutti i quesiti che volete, cercheremo insieme le risposte.
    Per me e la mia famiglia la ricerca di questa ricetta è motivo di studio e confronto quotidiano.
    Per molti di voi, immersi fra palazzi e smog, sarà difficile immedesimarsi senza cadere nel qualunquismo o nella demagogia: siamo certi che chi avrà il coraggio di farlo con impegno potrà ricavarne giovamento personale.

    Da sempre amate gli animali … sia selvatici che domestici.

    Col tempo l’amare si trasforma in un profondo desiderio di rispetto … una necessità che nasce dal profondo.
    Non è il seguire una moda.
    Iniziate a provare una leggera sofferenza quando gustate una fetta di dolce prosciutto perché davanti ai vostri occhi scorre un film, … il percorso a rovescio sull’origine di quella sottile fettina di carne … una coscia ben stagionata esposta in un negozio, una coscia sanguinolenta appesa in un frizer, un maiale appena squartato in due mezzene, un maiale disteso a terra a dare il sangue, un maiale vivo e vegeto che vi guarda e vi chiede con gli occhi dolci perché è in quel luogo dove sente vibrazioni di morte, un maiale che corre libero in un prato, un maialino che lotta coi fratelli per arrivare al capezzolo più ricco di latte … e adesso è una sottile fettina di saporito prosciutto … che diritto ho … ;
    vi chiedete se è giusto sottrarre ad una gallina il suo ovulo;
    siete a disagio quando entrate in stalla a prendere il latte, guardando quelle mucche che per tutta la vita saranno legate a quella greppia a sfornare vitelli a sversare latte;

    Vorreste divenire vegetariani !
    Immaginate di essere vegetariani … non mangiate più carne e tutti i derivati animali : uova, latte, formaggi.

    Immaginate intorno a voi un mondo di soli vegetariani.
    Per ottenere questo volete essere vero esempio
    Immaginate di decidere di affrancarvi dalle produzioni altrui per i cibi, per i vestiari, per tutto ciò che è indispensabile alla sopravvivenza.
    Immaginate che non vi presterete a nessuna attività dove direttamente o indirettamente si utilizzino esseri animali.
    Immaginate che non collaborerete con nessuno che applichi sistemi diversi da quelli che ispirano voi.

    Siete soli … vi accorgete, siete costretti a prendere atto, che tutto ciò che gira attorno a voi è basato sullo sfruttamento degli esseri animali viventi … uomo compreso.

    [color=#006600]Immaginate di decidere di allestire una fattoria senza carne [/color]per dimostrare che sia possibile tradurre in realtà l’utopia dei vostri sogni.

    Una fattoria senza carne … solo vegetali ( e anche su questo ci sarebbe di che dire ).

    Da subito vi rendete conto che ogni cosa che fate, direttamente od indirettamente, coinvolge gli animali.

    Decidete di eliminare tutto il superfluo e di vivere solo dell’indispensabile …
    Quindi iniziate a stendere un elenco ma soprattutto a sviscerare la “trafila” di produzione di ogni oggetto …. Come per la fettina di prosciutto per comprendere se siete disposti a scendere a compromessi.

    Immaginate
    Potete farlo

    Volete ancora essere vegetariani ?
    [color=#ffff00][color=#cc0000]Noi sì [/color][/color]
    e vogliamo continuare a cercare una ricetta.


    #60333

    ezechiele
    Partecipante

    ciao traghettatore,

    io più ci penso (da stupido cittadino con la testa piena di smog) e più credo che in una fattoria modello possano esserci anche animali, se trattati in modo civile, possono contribuire al nostro benessere senza per questo essere privati della propria dignità per quello che mi risulta non credo, per esempio, che alle galline soffrano del fatto che gli freghiamo le uova, ma forse sbaglio..

    vedo che stai prendendo il toro per le corna!


    #60334
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    … sò, dal profondo del cuore, che è esattamente questo ciò a cui ambisco.
    Lo immagino, lo vedo.
    .. e passo dopo passo, pur vivendo in città, protendo a questo ambizioso progetto.
    Faticoso … forse, ma ogni grande cosa richiede sforzo e volontà.
    Un prezzo ampiamente ripagato dalle piccole soddisfazioni che arrivano man mano che ci si migliora in questo senso.
    La mia famiglia (mia figlia ed il mio compagno)… poco alla volta, stà passando … dallo stupore, all'apparente tolleranza di chi spera in fuoco di paglia …. dalla preoccupzione che forse non stò scherzando, all'osservazione di cosa mi passa per la testa … dal sospetto di una precoce demenza, all'apprezzamento di piccole cose …
    Il cammino non è ancora compiuto, ne per me, ne per loro … ma il seme inizia a germogliare

    Voi a che punto siete?
    Vivete in città o siete già in loco ?


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #60332

    ezechiele
    Partecipante

    io purtroppo in pieno centro dalla nascita…. cittadino verace


    #60336
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    ho sempre vissuto in città anche io, ma sono abbastanza “vecchia” per avere ricordo di quando, anche vivendo in città, si poteve giocare nei campi incolti dietro casa, tra ortiche e serpentelli ….. e non era cosi raro avere amici o parenti che vivevano in campagna e che potevi andare a trovare … cosi da poterti godere qualche giornata lontana dalla città ..
    Di sicuro, per persone di città (o d'allevamento, come dico io) la differenza sarebbe tanta … “nel bene e nel male” … e forse, date le nostre abitudini, neppure ci si immagina fino in fondo cosa possa significare ..
    eppure ne sono fortemente attratta … certo da sola non potrei … non ho la conoscenza di nessun rudimento … ma insieme a chi ha esperienza, credo possa essere possibile.

    Eze, forse le galline non si offenderebbero se gli freghi le uova, ma a che prò, se pensi a quale danno alla salute ti arrechi nel mangiarle ? … Tanto tempo fà il Prof. Leonardo Pinelli, vegano e grande luminare dell'alimentazione pediatrica (del quale abbiamo parlato anche in questo forum) defini le uova, come il mestruo delle galline … bhè, da allora credo di aver capito cosa avevo mangiato per tanti anni … e non ho mai più sentito il desiderio di continuare a farlo


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #60335

    ezechiele
    Partecipante

    è proprio grazie alle memorie d'infanzia che immagino di conciliare le esigenze della natura con quelle umane, un po di cultura rurale ho avuto al fortuna di respirarla, le persone da cui traggo ispirazione non hanno neppure la terza media e non hanno idea di cosa sia la fisica quantistica – ma chi lo sa in fondo – eppure la naturalità e il rispetto con cui trattano appunto la terra e le altre creature sono sorprendenti,

    poco fa sbirciavo un documentario in cui lodavano la differenziata di los Angeles come esempio da seguire, spiegando con tranquillità che le materie reciclate avrebbero preso la strada dei mercati internazionali, in quel caso la carta stava partendo per la Cina… dagli States…..

    alle volte mi pare che la facciamo più complicata di quello che è …

    poi quotidianamente porto avanti la mia battaglia da vegetariano di città …. anche se in cuor mio lo vedo come un modo per essere a posto con me stesso che troppo poco ha a che vedere col benessere comune


    #60337

    ezechiele
    Partecipante

    riguardo al mestruo di gallina….

    facciamo parte della catena alimentare, alla fine si tratta solo di un bilancio energetico quotidiano e di poter trasformare in energia utile quello che mangiamo, una delle poche cose che non mi son tolto sono proprio le uova e ogni giorno che ne mangio una è festa… che ti devo dire, la memoria infantile forse…

    ci sono controsensi che mi saltano agli occhi, noi per esempio abbiamo due cani….. ogni tanto provo a dargli da mangiare ruspante, l'altro giorno dopo aver mangiato la zuppa con carote e finocchi li hanno espulsi senza praticamente digerirli….

    come sarebbe una fattoria senza carne? senza cani? con cani che mangiano tofu o costosissime crocchette vegan importate chissà da dove? questa è una cosa che mi manda al manicomio, il cibo per animali domestici…

    c'è un tempo per tutto…. ci sarà un giorno in cui ci ciberemo di amore de empatia…. per ora dobbiamo fare i conti con lo stomaco…. e credo che presto volenti o nolenti ci accorgeremo di quanto questo argomento sia attuale…

    Interessante articolo su sostenibilita alimentazione e vegan

    m.guardian.co.uk/commentisfree/2010/sep/06/meat-production-veganism-deforestation?cat=commentisfree&type=article


    #60338

    ezechiele
    Partecipante

    a che pro aprire un tread per porre uno spunto senza dare un seguito? ti auguro di essere in ferie ….


    #60339

    Anonimo

    [quote1327417649=ezechiele]
    ciao traghettatore,

    io più ci penso (da stupido cittadino con la testa piena di smog) e più credo che in una fattoria modello possano esserci anche animali, se trattati in modo civile, possono contribuire al nostro benessere senza per questo essere privati della propria dignità per quello che mi risulta non credo, per esempio, che alle galline soffrano del fatto che gli freghiamo le uova, ma forse sbaglio..

    vedo che stai prendendo il toro per le corna!
    [/quote1327417649]
    Ciao Ezechiele

    io la penso così, anzi ne sono convinto, fin da piccolo ho sempre amato vedere gli animali nelle fattorie, mucche tori, bufali, galline, conigli, e chi + ne ha……..
    Vedo sotto casa pascolare le pecore, è un bel vedere, non vedo cosa ci sia di male averli in fattoria.
    <per le galline, le mie 10 che ho pascolano tranquillamente, mangiano dalla mattina alla sera e stannno melgio di me, quando fetano (dei periodidiciamo in un anno in media 7 mesi) non le vedo in sofferenza e quindi non mi faccio nè farò problemi.
    Per la questione latte non so, probabile che le mucche nè producano in quantità maggiore di quella che potrebbe servire ad un vitello e allora nche prenderne un pò non fa male a nessuno.
    Con questo voglio dire che avere un fattoria è già bello di per sè, privarsi degli animali IMO è inutile se intendiamo trattarli come noi.


    #60341

    Anonimo

    [quote1327418171=ezechiele]
    io purtroppo in pieno centro dalla nascita…. cittadino verace
    [/quote1327418171]

    Io abitavo al centro, poi ho avuto la fortuna di spostarmi in una frazione di L'Aquila in mezzo al verde appena sposati, sono 10 anni che sono rinato, il mio desiderio è proprio avere una fattoria lontano dai centri urbani.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 18 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.