Firma la petizione contro la legge anti-gay

Home Forum L’AGORA Firma la petizione contro la legge anti-gay

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #133053
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    http://www.avaaz.org/it/uganda_rights/?cl=477054347&v=5386


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #133054

    Detective
    Partecipante

    Gli omosssuali dell'Uganda potrebbero essere condannati a morte se la proposta di legge anti-omossessualità di cui si sta discutendo in questi giorni verrà approvata.

    [link=hyperlink url] http://www.avaaz.org/it/uganda_rights/?cl=477054347&v=5386 [/link]

    ———————————–

    Ma è un'ORRORE !!!!! :dsfg:

    Ma certi politici stanno davvero impazzendo???
    Stanno perdendo il senno, il senso della ragione???
    Proprio loro che dovrebbero dare il buon esempio al popolo???

    Ma che ca**o centra la “Pena di Morte” anche contro i Gay, tanto per togliere di mezzo persone si con diversi istinti, ma con gli stessi diritti di tutti e che non nuociono proprio a nessuno se non sono malvaggi come certi Politici ignoranti che fanno simili Leggi schifose e orribbili senza accorgersi di essere loro stessi degli stupidi assassini, abbassandosi in un così misero livello di valori culturali???

    [u]CHI SA SPIEGARMI QUESTA MOSTRUOSA PAZZIA???[/u]

    ~grrr


    #133055
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Det, spero che siamo alle ultime pazzie….
    io non me lo spiego in nessun modo…..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #133056

    Detective
    Partecipante

    Secondo me, ormai si sentono di dover fare certe assurde pazzie, perchè hanno questa responsabilità in quanto servitori del male, perchè probabilmente si rendono conto di esser ormai prossimi al proprio fallimento, e quindi alla loro fine, e per questo divengono sempre più arroganti perchè non accettano la propria sconfitta….
    dicendo ciò non mi riferisco solamente ai semplici politici che tutti ben conosciamo ma, al contrario, oltre al fatto che ci sono pur sempre quelli con principi positivi più di altri, loro non sono altro che dei burattini in mano al potere di altri uomini che operano nel più totale segreto facenti parte dell'elite di governo al di sopra degli altri, ed è proprio a quest'ultimi che mi riferisco principalmente senza però escludere anche la complicità di alcuni loro burattini i quali, anch'essi, operano con gli stessi obiettivi negativi dei loro superiori, e ciò è parte anche del contesto dell'argomento affrontato in questo topic.


    #133057
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Cari amici,

    Frank Mugisha e altri attivisti coraggiosi pro-diritti umani consegnano la nostra petizione al Parlamento ugandese poco prima che i leader hanno accantonato la pena di morte contro i gay.

    La legge anti-gay ugandese è stata definitivamente accantonata! La settimana scorsa era quasi scontato che passasse, ma dopo 1,6 milioni di firme consegnate al Parlamento, decine di migliaia di telefonate fatte ai nostri governi, il giro del mondo della notizia riguardante la nostra campagna e un'indignazione globale incredibile, i politici ugandesi hanno rinunciato ad adottare questa legge!

    E' stata una battaglia senza esclusione di colpi: gli estremisti religiosi hanno provato a far passare la legge mercoledì, e poi si sono accordati per fissare una sessione d'emergenza del Parlamento venerdì, una tattica mai utilizzata prima. Ma ogni volta, nel giro di poche ore, abbiamo reagito prontamente. Tantissimi complimenti a tutti quelli che hanno firmato, fatto chiamate, inoltrato l'appello e fatto una donazione per questa campagna. Con il nostro aiuto migliaia di persone innocenti della comunità gay ugandese non si sveglieranno questa mattina con una condanna a morte sulla loro testa decisa in base a chi hanno scelto di amare.

    Frank Mugisha, impavido leader della comunità gay in Uganda, ci ha inviato questo messaggio:

    “I coraggiosi attivisti pro-diritti degli omosessuali ugandesi e i milioni di persone da tutto il mondo si sono uniti e hanno sconfitto questa orrenda legge anti-gay. Il sostegno dalla comunità globale di Avaaz è stato fondamentale per far sì che questa legge venisse bloccata. La solidarietà globale ha fatto la differenza”.

    Anche l'Alto Rappresentante dell'UE per gli Affari internazionali ha scritto ad Avaaz:

    “Grazie mille. Come sapete, grazie alla pressione esercitata e ai vostri sforzi, uniti a quelli di altri rappresentanti della società civile, all'UE e ad altri governi, insieme alle nostre delegazioni e ambasciate lì presenti, questa mattina la legge non è stata presentata”.

    La battaglia non è finita qui. Gli estremisti che vogliono questa legge potranno riprovarci di nuovo fra 18 mesi. Ma questa è la seconda volta che siamo riusciti a sconfiggerli, e andremo avanti finché questi seminatori d'odio non si fermeranno.

    Debellare le cause più profonde dell'ignoranza e dell'odio che stanno dietro all'omofobia fa parte di una battaglia storica e molto lunga, una delle cause più nobili della nostra generazione. E l'Uganda è diventato uno dei campi di battaglia più importanti, e un simbolo molto potente. La vittoria in quel paese rimbalza in tutti gli altri luoghi in cui c'è bisogno di speranza, a dimostrazione che l'amore, la tolleranza e il rispetto possono sconfiggere l'odio e l'ignoranza. Ancora una volta, un enorme grazie a tutti coloro che hanno reso questa impresa possibile.

    Con enorme gratitudine e ammirazione per questa incredibile comunità,

    Ricken, Emma, Iain, Alice, Giulia, Saloni e tutto il team di Avaaz.
    !lol !lol !lol


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.