Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Home Forum SALUTE Formazione di un Gruppo di Ricercatori

Questo argomento contiene 393 risposte, ha 16 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Genio 5 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 394 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60687

    Genio
    Partecipante

    Un Saluto a tutti i Visitatori del Forum di Altro Giornale.
    Con il consenso dei Moderatori e Visitatori di questo Forum, vorrei iniziare una discussione per approfondire, e possibilmente far capire le cause delle malattie neurodegenerative le quali tuttora, riferiscono i medici, sono un mistero.
    Infatti, quali sono le cause della SLA, dell'Alzheimer, della Sclerosi Multipla, del Parkinson e altre gravi malattie neurodegenerative?
    I medici rispondono che attualmente le cause di queste malattie ancora non si conoscono con precisione, pensano che possono essere multifattoriali, soprattutto genetiche, o ambientali, ma, non sono state considerate abbastanza le cause più probabili, cioè le cause organiche.
    Io svolgo una ricerca da autodidatta su queste cause, da circa sei anni, penso di essere giunto a conclusioni dimostrabili, è però necessaria la collaborazione di alcune Persone (per questo scrivo nel Forum) interessate ad approfondire questi temi, per evidenziare quelle realtà le quali dimostreranno senza ombra di dubbio la veridicità delle prove che forniremo, convincendo i medici ai necessari controlli di laboratorio.
    Cause organiche dicevo, le quali provocano le malattie neurodegenerative, cominciamo con il vostro consenso dalla malattia di Alzheimer, perchè alcune Persone si ammalano dell'Alzheimer?
    Quando siamo giovani e/o allenati Mentalmente e Fisicamente stiamo bene, abbiamo le passioni e pratichiamo con entusiasmo le attività Mentali e Fisiche, il nostro Cervello può beneficiare di un'Afflusso di sangue intenso, e quindi ottiene un'ottima Ossigenazione in tutte le sue Cellule.
    Se noi in questo stato di benessere facciamo un'esame che si chiama Emogasanalisi, riscontreremo una buona pO2 Arteriosa, la quale determina la pressione e quindi la quantità dell'importantissimo Ossigeno Disciolto nel sangue.
    L'Ossigeno Disciolto, (questo è il mistero da svelare ai medici) ha una caratteristica fondamentale per la nostra vita in salute o purtroppo in malattia, infatti, pur essendo presente nel sangue in minima quantità, circa il 2% del totale, il resto è Ossiemoglobina circa il 98%, l'Ossigeno Disciolto è PARAMAGNETICO nel sangue, e questa sua caratteristica è determinante per produrre, insieme alle membrane cellulari polarizzate infuse elettricamente dagli elettroliti, l'Energia Elettrochimica la quale determina L'ATTIVITA' BIOELETTRICA DI TUTTE LE CELLULE DEL CERVELLO E DEL CORPO.
    Possiamo così capire che, quando con il trascorrere degli anni, se diventiamo sedentari e non pratichiamo sufficientemente le Attività Mentali e soprattutto Fisiche, l'Ossigeno Disciolto nel sangue diminuisce, potendo verificare questa diminuzione rifacendo l'Emogasanalisi, tramite la quale riscontreremo la diminuzione della pO2 Arteriosa rispetto a quando eravamo giovani o allenati, dimostrando la carenza di Ossigeno Disciolto nel sangue, causando conseguentemente la RIDUZIONE DELL'ATTIVITA' BIOELETTRICA DI TUTTI I NEURONI, la quale causerà la neurodegenerazione progressiva che si riscontra nella malattia di Alzheimer.
    Per questo motivo anche in età avanzata è necessario fare attività Fisica e Mentale, conserveremo la buona pO2 Arteriosa e quindi dei buoni livelli di Ossigeno Disciolto Paramagnetico nel sangue, tutte le Cellule Cerebrali otterrano un'efficace Attività Bioelettrica, proteggendo il Cervello dall'Alzheimer e altre malattie neurodegenerative.
    Queste sono realtà dimostrabili, è però necessaria la collaborazione di un gruppo di Persone, potremo così presentarci dai medici e convincerli nel fare gli opportuni controlli.
    Qual'è il vostro parere?
    Ciao
    Pino


    #60692
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Bravo bravissimo ammiro gli studiosi ma di fatto ci sono cose non misurabili a questo mondo come la materia oscura, o non riproducibili come la gravita'.
    Il mio parere e' che con gli strumenti, le misurazioni non si risolve tutto ce' di piu a questo mondo.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #60693
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Ciao,benvenuto 🙂
    complimenti,bella ricerca e secondo me, buona pista..riuscire pero a convincere i “sapienti” la vedo dura..
    http://www.edgarcayce.it/media/longevita.htm

    http://www.edgarcayce.it/media/morboalzheimer.htm


    #60691

    Genio
    Partecipante

    Molto bene Tru e Richard, abbiamo iniziato alla grande, ora è necessario coordinare il nostro pensiero e le nostre azioni su alcune realtà le quali sono verificabili.
    Vorrei prima ringraziarti Tru dicendoti che, se consenti, riguardo alla materia e l'energia oscura presente nell'Universo ne parleremo in un secondo momento, penso di avere delle realtà da proporvi anche su questi temi.
    Allora Tru e Rchard, vi chiedo qualche minuto di attenzione: ho scritto che l'Ossigeno Disciolto nel sangue è paramagnetico, però stranamente questa realtà non è conosciuta dai medici, quindi, il primo controllo da fare, se posso suggerire, è proprio questo, controllate nei libri di Fisiologia Medica o Biologia Cellulare se è presente lo studio sull'effetto paramagnetico dell'Ossigeno Disciolto nel sangue, il quale produce Energia.
    Io ho già fatto questo controllo, in nessun libro Universitario è indicato lo studio dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico.
    Sarebbe il primo importante passo del Gruppo dei Ricercatori di Altro Giornale, il quale può portare a una grande scoperta Medico-Scientifica, potremo insieme arrivare anche al Nobel.
    Ciao Giovani! A risentirci presto
    Pino


    #60694
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1351103929=Genio]
    Molto bene Tru e Richard, abbiamo iniziato alla grande, ora è necessario coordinare il nostro pensiero e le nostre azioni su alcune realtà le quali sono verificabili.
    Vorrei prima ringraziarti Tru dicendoti che, se consenti, riguardo alla materia e l'energia oscura presente nell'Universo ne parleremo in un secondo momento, penso di avere delle realtà da proporvi anche su questi temi.
    Allora Tru e Rchard, vi chiedo qualche minuto di attenzione: ho scritto che l'Ossigeno Disciolto nel sangue è paramagnetico, però stranamente questa realtà non è conosciuta dai medici, quindi, il primo controllo da fare, se posso suggerire, è proprio questo, controllate nei libri di Fisiologia Medica o Biologia Cellulare se è presente lo studio sull'effetto paramagnetico dell'Ossigeno Disciolto nel sangue, il quale produce Energia.
    Io ho già fatto questo controllo, in nessun libro Universitario è indicato lo studio dell'Ossigeno Disciolto Paramagnetico.
    Sarebbe il primo importante passo del Gruppo dei Ricercatori di Altro Giornale, il quale può portare a una grande scoperta Medico-Scientifica, potremo insieme arrivare anche al Nobel.
    Ciao Giovani! A risentirci presto
    Pino
    [/quote1351103929]
    Da una rapida ricerca e da come scrivi, direi che hai studiato bene, intanto riporto la voce di wikipedia
    http://it.wikipedia.org/wiki/Paramagnetismo

    poi vedo che hai cercato di discuterne in giro e ti hanno dato un suggerimento interessante
    http://www.ok-salute.it/Pneumologia/L-OSSIGENO-DISCIOLTO-E–PARAMAGNETICO-NEL-SANGUE-/j57916
    interessante ciò che lei scrive forse la risposta la si può trovare nella medicina quantistica che lavora sul principio della ionizzazione cellulare

    Su google libri trovo uno studio del 1996
    dice

    Effetti dei Campi Magnetici sul Comportamento dell'Ossigeno Disciolto in Soluzione Acquosa

    Istituto di Elettronica Medica, Facolta di Medicina, Universita di Tokyo
    S.Ueno, M.Iwasaka, G.Furukawa
    L'ossigeno è una molecola paramagnetica e l'ossigeno disciolto nei tessuti ha un ruolo importante nei processi vitali nei sistemi viventi.
    Nel presente studio indaghiamo nel tempo della ridistribuzione spaziale dell'ossigeno disciolto in acqua sotto campi magnetici fino a 8T
    L'ossigeno è stato introdotto nell'acqua e la concentrazione iniziale è cambiatga dinamicamente quando l'ossigeno disciolto prima dell'esposizione al campo magnetico era inferiore a 11 mg/l. Discutiamo anche modelli che predicono le formazioni di clusters di ossigeno o acqua-ossigeno come meccanismo di ridistribuzione della concentrazione di ossigeno disciolto entro campi magnetici.

    L'ossigeno è una molecola paramagnetica e l'ossigeno disciolto nei tessuti ha un ruolo importante nei processi vitali dei sistemi viventi. Nonostante l'importanza del ruolo dell'ossigeno paramagnetico, non sono stati fatti esperimenti per determinare le relazioni quantitative tra l'intensita dei campi magnetici statici e il comportamento dell'ossigeno disciolto in soluzioni acquose…

    http://books.google.it/books?id=A5V2tIZofK4C&pg=PA322&dq=paramagnetic+oxygen+dissolved&hl=it&sa=X&ei=mzSIUMWjE4jY4QTQ0YCwDw&ved=0CDcQ6AEwAA#v=onepage&q=paramagnetic%20oxygen%20dissolved&f=false

    Nonlinear Electromagnetic Systems:
    Proceedings of the International ISEM Symposium on Nonlinear Electromagnetic Systems, Cardiff, Wales, UK, 17-20 September, 1995


    #60695

    Genio
    Partecipante

    Fantastico Richard, ora vorrei che tu riesca a capire quello che non hanno capito i medici, cioè, finora i medici e i ricercatori hanno pensato che l'energia elettrochimica che determina tutta l'attività delle Cellule del Cervello e del corpo, sia generata dalle membrane cellulari polarizzate infuse elettricamente dagli elettroliti, generando in questo modo i Potenziali d'Azione per le Cellule Cerebrali, dei muscoli e l'attività elettrica di tutto il corpo, NON CONSIDERANDO PERO' CHE, IN MANCANZA DI OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO NEL SANGUE, NON SI GENERA NESSUNA ATTIVITA' BIOELETTRICA NEL CERVELLO E NEL CORPO.
    Questa è la realtà che la Scienza Medica ancora non conosce, E' L'OSSIGENO DISCIOLTO PARAMAGNETICO CHE GENERA ENERGIA NEL SANGUE.
    Cerco di spiegare meglio: le membrane cellulari polarizzate infuse elettricamente dagli elettroliti, FORMANO UN CAMPO ELETTROMAGNETICO, il quale interagisce con le particelle di Ossigeno PARAMAGNETICO, il contatto fra le due forze, la forza elettromagnetica delle membrane cellulari, e la forza paramagnetica dell'Ossigeno Disciolto, stimola UNA REAZIONE CHE GENERA L'ENERGIA ELETTROCHIMICA LA QUALE PRODUCE L'ATTIVITA' BIOELETTRICA DI TUTTE LE CELLULE DEL CERVELLO E DEL CORPO.

    Essendo una realtà mai studiata prima dalle Scuole di Medicina, quando ne parlo con i medici essi non riescono a capire, per questo motivo scrivo nel Forum, chi non è medico a maggiori possibilità di capire, proprio perchè non è condizionato dalle Scuole finora frequentate.
    Andiamo avanti Richard, complimenti sinceri per le tue verifiche.


    #60696
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Sempre rapidamente..
    da quanto capisco la situazione è il solito problema evidenziato anche da Bruce Lipton, la compartimentalizzazione delle discipline e la stagnazione delle stesse. In particolare evidenzia la mancanza in medicina dell'utilizzo della fisica quantistica, se non ricordo male..

    Da quanto capisco anche se mi sembra incredibile, l'importanza del paramagnetismo dell'ossigeno disciolto sarebbe materia di ricerca in biofisica o chimica-fisica, in alcuni settori e non in altri…perlomento non allo stesso modo..voglio dire che evidentemente non è argomento approfondito da tutti i medici.

    Anche per quanto riguarda il cancro sembra che un punto chiave siano i mitocondri e i canali ionici delle cellule, parliamo quindi sembre di ottimizzazione dei segnali elettrici e della comunicazione, dell'energia.
    Ora si discute dell'acidità, quando un premio nobel degli anni 20 lo fece già ben notare, o ipossia, carenza di ossigeno, caratteristica comune di tutti i tumori e di come modulare tale ph intra ed extracellulare per spingere il tumore al suicidio o perlomeno isolarlo e bloccarne lo sviluppo in metastasi. Una teoria dice che il tumore in stato di ipossia passi a metastatizzare per cercare ossigeno. Le cellule tumorali cambiano tipo di metabolismo rispetto alle sane.

    Cayce direbbe che l'organismo perde la sua capacità di essere uno e si divide. Io ho l'idea che il problema sia l'incapacità di comunicazione corretta, di scambio di segnali.

    E' possibile anche usare google scholar per cercare ricerche in merito…
    ——–
    Preservation of tumour oxygen after hyperbaric oxygenation monitored by magnetic resonance imaging.

    L'ossigeno iperbarico hbo è stato proposto come riduttore dell'ipossia dei tumori tramite incremento dell'ossigeno molecolare dissolto nel tessuto. Usando una tecnica mri non invasiva abbiamo osservato i cambiamenti nell'intensita del segnale mri dopo l'esposizione all' hbo perche l'ossigeno molecolare paramagnetico riduce il tempo di relazione t1
    Le cellule tumorali SCCVII trapiantate nei topo sono state usate. …I nostri dati suggeriscono che il cambiamento di segnale dei tumori e muscoli rappresenti una alterazione dell'ossigenazione extravascolare. Preservare la concentrazione di ossigeno nel tumore dopo l'esposizione all hbo puo essere importante come terapia adiuvante per i pazienti con cancro.
    Preservation of tumour oxygen after hyperbaric oxygenation monitored by magnetic resonance imaging.
    Y Y Kinoshita, K K Kohshi, N N Kunugita, T T Tosaki and A A Yokota
    Br J Cancer 82(1):88-92 (2000), PMID 10638972
    http://pubget.com/paper/10638972/Preservation_of_tumour_oxygen_after_hyperbaric_oxygenation_monitored_by_magnetic_resonance_imaging

    Rimango comunque sorpreso che in medicina non si affronti correttamente quanto scrivi..
    a presto 🙂


    #60697

    Genio
    Partecipante

    Sei sulla strada giusta Richard, i medici non hanno mai pensato di studiare l'azione paramagnetica dell'Ossigeno Disciolto nel sangue la quale genera energia, perchè questo è uno studio che riguarda la FISICA che interagisce (cerco di spiegarmi come posso) con la Biologia Cellulare e la Fisiologia Medica.
    Faccio un'esempio Richard, l'ossigeno gassoso nell'aria è altrettanto paramagnetico, oltre alla respirazione a cosa serve l'ossigeno gassoso?
    Se non fosse presente l'ossigeno gassoso nell'aria non ci sarebbe l'energia FUOCO.
    Infatti il fuoco è una forma di energia, la quale però in assenza di ossigeno paramagnetico nell'aria non si produce.
    La stessa cosa è l'ossigeno disciolto paramagnetico nel sangue, in mancanza del quale non potremmo neanche esistere.
    Un'altra cosa che ritengo importante Richard, è che, se vogliamo vivere in salute è necessario non ridurre la frequenza respiratoria, praticando negli anni della nostra vita una tranquilla attività fisica come il camminare a passo non affaticante, conserveremo in questo modo degli ottimi livelli di Ossigeno Disciolto, (pO2) grazie al quale otterremo quella positiva attività bioelettrica cellulare che stimolerà la rigenerazione delle nostre cellule, permettendoci di vivere più a lungo e in Buona Salute.
    Vogliamo ipotizzare che a breve (quando sarà capita la nostra ricerca) potremo avere una vita media di……duecento anni?
    Ciao Richard a risentirci
    Pino


    #60698
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Ciao Genio, benvenuto.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #60699

    Genio
    Partecipante

    Ciao pasgal, Grazie
    Alle prossime


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 394 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.