Giove

Home Forum EXTRA TERRA Giove

Questo argomento contiene 83 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da  deg 10 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 84 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #20716

    Carlez
    Bloccato

    quindi cosa vuol dire che se i programma dice che si vede domani alle 5 vuol dire che è vero ? oppure qualcuno ha gia indagarto?


    #20717
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    vuol dire che domani si trova in una posizione per cui è visibile alle 5.50 tutto qua
    Carlez Giove non è sparito..si discute del fatto che può mutare più di quanto si pensi


    #20718
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1746

    GIOVE

    Effetti geometrici altrettanto misteriosi sono stati scoperti nell’atmosfera di Giove, e relazionati con un po’ di fanfara dalla NASA. Sebbene gli scienziati si riferiscano alla struttura atmosferica della Figura 12 come un “quasi-esagono”, è anche possibile nei limiti dei dati attuali percepire un pentagono a cinque facce nelle strutture nebulose dei poli di Giove. Ciò che rende tutto questo tanto sbalorditivo è che questa stabile caratteristica in lenta rotazione della regione polare nord di Giove crea una “sottile caduta di temperatura” nei suoi netti confini geometrici, mantenendo “l’atmosfera polare e la foschia della stratosfera isolate dal resto dell’atmosfera”. (Uno di noi, Wilcock, crede che sia possibile che si stia osservando una faccia di un’altra intrinseca forma geometrica 3D risonante, conosciuta come “dodecaedro”, che è un oggetto a dodici facce, simile ad un pallone da calcio, dove ogni faccia è un pentagono perfetto). Utilizzando Photoshop, egli ha aggiunto il “ pentagono esposto” geometricamente perfetto come riferimento nell’immagine di sinistra:

    Figura 12 – Vortice Polare Artico di Giove ( NASA/JPL/HST/University of
    Hawaii 1999) con il Pentagono aggiunto sulla Sinistra (Wilcock 2004)

    La NASA ha discusso apertamente di questa formazione, ed ha anche menzionato la geometria, ma si è spinta solo fino a suggerire che fosse una “forma quasi-esagonale” anziché fare qualsiasi accenno della altrettanto possibile struttura pentagonale [38].

    Ricordate quando stavamo discutendo la misteriosa comparsa di ghiaccio alle regioni polari di un Mercurio tostato dal Sole? In quel momento, abbiamo suggerito che ci potesse essere un “effetto di schermatura” iperdimensionale che sta proteggendo questa regione dal naturale riscaldamento del sole, introducendo il proprio misterioso meccanismo “refrigerante”. Nell’interpretazione di Wilcockdelle nuvole di Giove, “la geometria d’onda” pentagonale sembrerebbe essere un altro segno di un altrettanto anomalo raffreddamento nelle regioni polari di Giove, mentre abbiamo visto le aree polari già a bassa temperatura di Marte contenute in uno schema di superficie esagonale. Sembra ragionevole concludere da queste crescenti prove che lo schema di riscaldamento di una superficie o di un’atmosferica planetaria possa essere influenzata a volte, più dalla “geometria” del suo risonante etere interno, che dalla radiazione solare esterna.

    Se Giove sta realmente vivendo un “caricamento” iperdimensionale, nel modello ID potremmo aspettarci di vedere letteralmente un fenomeno vorticoso apparire qualche volta vicino ad uno dei nodi (punti) di questo pentagono settentrionale. Un filmato composto da circa 1200 immagini di Giove riprese dalla sonda Cassini della NASA al termine del 2000 rivela esattamente questo, un vortice scuro grande quanto il Grande Punto Rosso di Giove, alla stessa latitudine (60° Nord) dei punti del pentagono! Questo nodo ha sviluppato un brillante punto nel centro e poi si è allungato lungo un percorso lineare, concorde per dimensione ed angolo col pentagono, con ancora un’altra linea retta che compare più vicina al polo di Giove. Un articolo dello Space Daily riferisce di questo come “schemi meteorologici polari inaspettatamente persistenti sul pianeta gigante”, dove “il filmato mostra che i piccoli punti durano per un lungo periodo e si muovono secondo percorsi organizzati” [39]. Nessun commento, tuttavia, su quanto queste linee che si sono formate siano insolitamente dritte e parallele, anziché seguire i percorsi usualmente curvi dei tipici movimenti della nuvole (vedi Figura 9).

    Il testo della NASA per il filmato stesso descrive “la nascita ed il movimento di un vortice scuro più grande della Terra”, dove “compare una pezza scura e in due settimane diventa un ovale ben definito della stessa forma e grandezza del Grande Punto Rosso dell’emisfero meridionale di Giove. Mentre il vortice scuro si è accoccolato dentro l’ovale dell’aurora, il suo bordo esterno comincia a circolare in senso orario, mentre sviluppa contemporaneamente un piccolo luminoso centro interno. Alla fine si muove fuori della regione dell’aurora e si deforma appiattendosi in latitudine e crescendo in longitudine. Verso la fine del filmato, un secondo, più piccolo, ovale scuro appare più vicino al polo e si deforma nella cesoia del vento” [40].

    Uno studio su questo evento pubblicato dalla d.sa. Carolyn Porco e altri ha notato, “Un’altra prova suggerisce che la grande formazione ovale nelle regioni polari è un fenomeno ricorrente… che potrebbe essere quasi-periodico, o raro ma ricorrente, e innescato da un inusuale evento di aurora… Tuttavia, l’evoluzione dell’ovale scuro è attualmente inspiegato” [41] [grassetti aggiunti].

    Così, abbiamo la crescita di un gigantesco fenomeno vorticoso, che mostra chiari segni di geometria intrinseca, in una regione che la NASA ha già ammesso che ospita una forma “quasi esagonale”, cioè pentagonale, nelle nuvole dei livelli superiori. Sebbene alcuni possono chiaramente desiderare di arguire che questa sia una insensata “ricerca di schema”, ancora una volta abbiamo una chiara prova di un aumento nell’attività energetica dell’atmosfera di Giove, che si verifica lungo percorsi intrinseci, geometricamente definiti (onde “stazionarie risonanti”)…

    Noi non siamo gli unici autori a suggerire che i cambiamenti nei fenomeni vorticosi di Giove potrebbero essere correlati ad un generale aumento energetico. Un nuovo importante studio su Giove in realtà lo ha fatto nell’edizione del 22 Aprile 2004 di USA TODAY, annunciando la sorprendente scomparsa di molte importanti formazioni ovali nell’atmosfera di Giove (Figura 14) tra il Settembre 1997 ed il Settembre 2000. Lo studio ha dimostrato che senza questi vortici in atto, il calore interno di Giove non sarebbe rilasciato così efficientemente quanto prima… e Giove probabilmente vivrebbe un sostanziale “riscaldamento globale” entro i successivi 10 anni, con un’impressionante proiezione dell’aumento della temperatura di 18°F, o 10°C [42].

    Il planetologo dietro a questo studio ha anche notato che il Grande Punto Rosso è cambiato dal suo tradizionale rosso in “qualcosa di più simile al salmone”, e ritiene che questo cambio di colore possa anche essere dovuto ad un generale aumento della temperatura di Giove [43]. Si teorizza che questi cambiamenti siano parte di un ciclo di 70 anni, che si crede sia cominciato quando i tre ovali più grandi sono apparsi per la prima volta nel 1939. Quello che vediamo adesso potrebbe ben essere solo l’inizio La scomparsa dei vortici tra il Settembre 1997 ed il Settembre 2000 può essere direttamente collegata alla comparsa di un vortice polare ancora più grande nell’emisfero nord di Giove pochi giorni dopo, che è stata filmata dal 1° Ottobre al 31 Dicembre 2000 (Figura 13).

    Lo spostamento nell’attività dei vortici dalle medie latitudini di Giove verso le latitudini polari è solo uno dei vari cambiamenti chiaramente misurabili che si stanno verificando nel pianeta più grande che si conosca nel sistema solare. La Figura 15 mostra una nube a forma di tubo di plasma caldo che è stato scoperto per la prima volta intorno a Giove nel 1979. Le sonde della NASA Pioneer 10 ed 11 non hanno rilevato niente del genere nel 1973-1974, il che significa, ancora una volta, che questa importante caratteristica del sistema di Giove è emersa in soli cinque anni di tempo [44].


    #20719

    karonte
    Bloccato

    Loro dicono che Giove si trova ancora dietro il sole! voi cosa dite? a mio parere la cosa si sta facendo lunga.Karonte

    Messaggi
    Christ Michael (Aton)

    Commenti di Christ Michael sull’espressione “Fare Pulizia”
    22 Giugno 2009

    by C.M. tramite Eve
    30 Marzo 2009

    ( sito: http://www.abundanthope.net – traduzione: Lina Capettini – sito: http://www.lanuovaumanita.net )
    In un aggiornamento tramite Jess, Esu ha usato la frase “ Fare Pulizia “ relativamente ai cambiamenti della terra. Questa espressione ha creato alcune incertezze fra i lettori. Sono sorte voci secondo le quali ci si domandava se poteva forse esserci stato qualcuno proveniente da Havona che avesse ordinato a CM di effettuare questa “pulizia” che avrebbe potuto essere provocata, ad esempio, dal girarsi del pianeta. Ho chiesto un commento a CM, e mi spiace di non aver potuto pubblicare prima questo pezzo.

    —————

    CM, alcune persone pensano che tu “abbandonerai” la Terra, dopo aver letto Esu tramite Jess usare l’espressione “fare pulizia”. Per favore, puoi fare un commento su questo?

    Eve, è Christ Michael che parla. Nessuno “abbandonerà” mai la Terra. La gente è stanca di aspettare ed ogni giorno che passa fa aumentare la stanchezza riguardo all’attesa. Noi siamo ben consapevoli di questo. La gente stanca ha la tendenza a vedere il mondo a “tinte fosche”.
    Ogni paradigma che prendiamo in seria considerazione si rivela alla lunga prendere più tempo del previsto. Molti non credono realmente in questo scenario di “fuori gioco”. Il pianeta è stato stretto in una cintura di sicurezza, per così dire, e abbiamo deciso di allentare un po’ di più la cintura. Potremmo ancora operare un poco per mezzo di Giove, ma c’è stata anche una discussione su come proseguire e lasciarlo andare nell’orbita normale, alla velocità normale. Il risultato di lasciar andare Giove vi porterebbe velocemente a ciò che Esu chiama il “fare pulizia”. Grandi disagi. Ma il fatto è, come già state ponderando – che voi abitanti del pianeta avete disagi in ogni modo -.

    Voi avete disagi perché sentite le sofferenze di Madre Terra, e avete disagi guardando a ciò che il NWO si appresta a fare per voi, per schiavizzarvi.

    Noi abbiamo disagi guardando giù la vostra situazione, perciò la grande domanda è: Cosa potrebbe alleviare questo disagio velocemente ed efficacemente. Un grande esodo è stato discusso già diverse decadi addietro – vedere il materiale di Tuella – ma questo attualmente non è ciò che vorremmo si verificasse. Non vogliamo che succeda un grande ricambio. Questo non è ciò i nostri bravi collaboratori hanno auspicato e per il quale hanno lavorato. Una cosa deve essere chiara: in ogni caso, qualsiasi cosa succeda, noi avremo cura dei nostri fedeli e ci occuperemo degli esseri portatori di anima. Tu sei stata qui recentemente e così altri, e sapete già di cosa si è parlato. Tutti voi, inclusa Candace, avete insistito per una soluzione che possa andare il più velocemente possibile ad alleviare il disagio in ogni luogo. Ci siamo seduti qui, discutendo tutti i tipi di scenario, e la più grande grazia attuale non risulta sempre essere la strada delle soluzioni ovvie a portata di mano. Da quando siamo venuti, abbiamo prevenuto molto al fine di mantenere appianate le cose per la maggior parte di voi. Molti percepiscono questo come uno stato normale, ma non è questo il caso. D’altro canto non può essere una soluzione lasciar distruggere il pianeta dalle forze oscure. E certamente non c’è un ordine proveniente da Havona di porre fine a questo con un esodo finale, e voglio enfatizzare che io sono pienamente sovrano nel mio universo, perciò la decisione ultima è mia. Ciò non significa che non vi sarebbe informazione, ma non vi dovete preoccupare per il fatto che qualche grande personaggio di Havona appaia qui con un ordine di lasciar cadere il sipario. Perciò, ora, come si presenta la soluzione attualmente?

    Ciò che noi desideriamo è una situazione di beneficio reciproco. La soluzione è una danza con Madre Terra, che la conduca al percorso culminante con l’inversione del polo più velocemente e con meno caos possibile. Sotto il titolo “fa innanzitutto la cosa giusta”. Voi non vorreste vedere finire tutto in un caos, solo perché abbiamo provato a fare tutto in un modo molto veloce.

    Non potreste lasciar uscire Giove solo un poco, giusto quanto necessario perché la sua influenza possa entrare in azione?

    Questo è ciò che hai già suggerito quando sei stata qui recentemente. Le misure dipenderanno sempre dai passi di Madre Terra, con delle piccole spinte da parte nostra per farle prendere la giusta direzione. Tutti voi avete dei piani meravigliosi per Madre Terra e per costruire una nuova civiltà – una pulizia totale non è in programma intenzionalmente, ed accadrebbe solo come risultato di qualche svolta imprevista. E anche in questo caso noi rimaniamo pronti ad agire con un piano di emergenza.

    Vi avevo detto che l’accensione di Giove era una questione molto complessa e delicata e questa inversione del polo magnetico è pure complessa. Se prende più tempo, lo fa a vostro beneficio, per mantenere le cose più attenuate per voi. Ci sono, inoltre – sempre scelte in questo tempo supplementare – e sono benedetti coloro che usano questo tempo saggiamente per fortificare sé stessi, per fortificare gli altri e rimanere fermi nel proprio credo, quale modello di ruolo.

    Voi, membri dell’equipaggio di terra, non siete qui accidentalmente. Siete tutti degli specialisti con molta esperienza, e quando siete con noi, al di là della vostra coscienza, siete in pace con l’idea di aspettare.

    Voi, lettori di Abundant Hope, siete privilegiati. Sperimentate la grazia di essere là nella vostra missione e di sapere cosa si sta verificando. State per essere testimoni di una inversione del polo magnetico coscientemente, ad occhi aperti. Credetemi, questo non succede troppo spesso, e voi siete lì per questo avvenimento. Così sia, miei cari. Sempre al vostro servizio, CM, il vostro speciale portatore di occhiali da sole.

    Candace – Credo di non aver realizzato che qualcuno poteva essere stato turbato dai commenti sul fare pulizia, perché io l’ho interpretato col significato di ripulire dalle forze oscure, oltre alla popolazione che se ne sarebbe andata durante la stasi, in modo da avere un campo da gioco livellato. Non significa rendere la terra pulita con un rovesciamento, significa solo sistemarla abbastanza in modo da potervi costruire una nuova civiltà. Ci sono stati momenti in cui ho avuto un po’ di preoccupazione, perché abbiamo discusso sul fatto che ci potevano essere più danni a seguito del rovesciamento, e che avrebbe reso arduo ritornare in due anni circa. Io ho chiesto, si, perché per noi che siamo venuti per avviare questa nuova civiltà, se avessimo fatto ciò 40 anni fa, saremmo stati disponibili ad avere questa opportunità per la nostra crescita ed esperienza, dato che molti di noi qui, e non solo gli specialisti, ma alcuni di noi hanno una “chiamata” e certi obiettivi di carriera, e sarebbe meraviglioso avere questa esperienza “dall’interno” piuttosto che assistervi, mentre si ha una completa collaborazione “dall’alto” nel processo.

    Io ho spesso commentato il vulcanismo. Vi prego comprendere che se l’inversione fosse troppo pesante, noi avremmo così tanti vulcani che la vita animale non potrebbe esistere per LUNGO tempo. Ci sarebbe troppa anidride carbonica per la vita animale, ed anche col lavoro della flotta sul pianeta, dovremmo considerare fino ad alcune centinaia di anni prima di poter tornare, e perciò la nostra esperienza sarebbe completamente diversa. L’idea è di avere abbastanza PERSONE lasciate sul pianeta per poter ricominciare in un tempo ragionevole. SIATE ANCORA PAZIENTI CARI, PER COLORO CHE DESIDERANO QUESTA ESPERIENZA.
    Questo pianeta è stato massicciamente ripulito diverse volte dal tempo degli angeli “caduti” a seguito della ribellione di Lucifero. E’ stato riseminato con entrambe le vite animali e vegetali diverse volte, tanto è stata grande la distruzione. Noi non vogliamo che questo succeda di nuovo. Ed è perché la Madre ora è auto cosciente. Ciò che pianifichiamo è molto sperimentale. Non è la norma per questo genere di bassi pianeti che sono in guai così seri. Stiamo creando un grande esperimento, e gli esseri superiori desiderano dare una possibilità. Questo probabilmente non è la sola pulizia parziale che abbiamo davanti, ma la più significativa. I continenti terrestri DEVONO muoversi per equilibrare il pianeta, ma questi altri tempi di cambiamento possono essere “programmati”. Infatti noi volevamo una programmazione pubblica, con la gente preparata per andare nella terra interiore e sulle astronavi, ma le forze oscure NON hanno collaborato. In futuro noi non avremo questa gente oscura, e potremo programmare quando arriveranno questi cambiamenti e ripararci durante gli stessi. Infatti la flotta stellare può controllare questi eventi programmati in futuro, così faranno ciò che dovranno fare. Noi dobbiamo avere non solo l’inversione magnetica, ma anche Giove provocherà, quando sarà pronto, qualche cambiamento dell’asse, come si è detto precedentemente. Sarà un cambiamento dell’asse lento e regolare, che aiuterà a riequilibrare i grandi territori.

    Ricordiamoci che una gran parte di questo pianeta è all’interno della cintura di asteroidi. Il risollevarsi cautamente delle vecchie Lemuria ed Atlantide riequilibrerà le superfici terrestri necessarie per la monopolarità, oltre a fornire terre fresche su cui vivere. Coloro che sono impegnati in questo lungo processo, saranno aiutati a permanere nei loro corpi fisici per lungo tempo, o sarà dato loro un corpo clonato, in modo che tutti possano avere questo lungo, sperimentale apprendimento. Io sono stanca oggi, il mio corpo è venuto con me l’altra notte sulla nave per un meeting di 3 ore, e non ho avuto riposo. Queste sono le cose che noi discutiamo quando io ed altri membri di questo progetto facciamo riunioni ed incontri. Inoltre molti fanno lavori di guarigione per la Madre e altre cose anche durante la notte. Questo nuovo guerreggiare continua ad essere molto duro su GAIA. Ed io non ho la sensazione che, almeno nel mio paese, ci siano abbastanza persone preoccupate di questo. Ci sono schiarite in vista e progetti che sorgono riguardo alla sostenibilità, ma poche, fra le persone a cui parlo, capiscono che non abbiamo davanti centinaia di anni o più per rimediare le cose rispetto a dove siamo ora.

    Io ho perorato fortemente per la stasi, invece di quanto fu suggerito nei Pheonix Journals. Ho voluto piuttosto che il giudizio fosse compassionevole, e non una situazione di sopravvivenza e di adattabilità. E così è come funziona abitualmente in ogni modo con pianeti in questa situazione di inquinamento e di popolazione pesantemente inconsapevole. La mia corrispondenza nei forum, oltre ai contatti personali mi hanno certamente confermato quanto la gente del mondo sia confusa riguardo a Dio. Il pensiero sembra essere lacunoso; l’esempio più ovvio è la credenza riguardo al rapimento nella Cristianità. La stasi E’ compassionevole.


    #20720
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Altro giorno ho visto la conferenza di Gregg Braden che diceva che il Giove potrebbe diventare secondo sole….
    oggi ho visto il film, “2010 L' Anno del contatto”, è bello e ve lo coniglio.
    Vi mostro ultima scena molto curiosa:
    [youtube=500,315|border]FrvZNDZlMNY


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #20721
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    per l'astrofisica corrente non è possibile, non avrebbe sufficiente energia
    stando alle ricerche di Haramein il nucleo del pianeta sarebbe alimentato da una singolarità e quindi ha potenzialmente accesso a energia infinita
    in poche parole Giove data la sua atmosfera e caratteristiche potrebbe divenire un secondo sole
    Anche Braden ha fatto i suoi compiti a casa

    Collective Coherent Oscillation Plasma Modes In Surrounding Media of Black Holes and Vacuum Structure – Quantum Processes with Considerations of Spacetime Torque and Coriolis Forces (PDF), by Nassim Haramein and E.A. Rauscher.
    http://theresonanceproject.org/pdf/plasma_paper.pdf


    #20722

    lila
    Partecipante

    Il gigante Giove perde una striscia
    Quella a nord è ancora ben visibile, mentre quella nell'emisfero meridionale sembra sparita
    NOTIZIE CORRELATE
    Il forum Scienza e Spazio di Giovanni Caprara
    ASTRONOMIA

    Il gigante Giove perde una striscia

    Quella a nord è ancora ben visibile, mentre quella nell'emisfero meridionale sembra sparita

    MILANO – Sorpresa nello spazio: Giove si rifà il look. Il Pianeta perde una delle sue caratteristiche bande, le due fasce scure di colore marrone sopra e sotto la zona equatoriale. Se la banda a nord è ancora ben visibile, quella nell'emisfero meridionale sembra mancare nelle ultime immagini che ritraggono Giove. Le foto sono state scattate il 9 maggio scorso da un astronomo amatoriale australiano, che le ha pubblicate sul web. Gli scienziati non sanno ancora spiegarsi il perchè della striscia mancante. Tuttavia, gli astronomi dell'agenzia spaziale americana Nasa sospettano che la causa dell'improvvisa sparizione possa essere attribuita ad alcuni processi di sovrapposizione di vari strati di nubi sopra il Pianeta, scrive la rivista scientifica New Scientist. Un evento decisamente spettacolare, che però non è del tutto imprevisto.

    BANDA SCURA – Giove, con un diametro di circa 143 mila chilometri, è il più grande pianeta del sistema solare. È uno degli oggetti più brillanti nel cielo notturno e fu già osservato dagli antichi Romani, che identificarono l'astro con il sovrano degli dei. Nelle immagini risalenti alla fine del 2009 la banda scura nell'emisfero meridionale, la cosiddetta banda equatoriale sud, è ancora chiaramente riconoscibile. Successivamente Giove si è mosso troppo vicino al Sole da non poter essere più osservato dalla Terra. Quando agli inizi di aprile il Pianeta è riapparso dalla luce del Sole, l'anello più a sud era scomparso. Una spiegazione del perchè Giove possiede le due bande scure è da trovarsi nella struttura di nubi del Pianeta. Probabilmente nella regione delle bande mancano formazioni di nuvole biancastre d'alta quota, che sono prevalenti in altre regioni di Giove, ha spiegato Glenn Orton del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena. Tuttavia, non è la prima volta che Giove perde la sua banda equatoriale meridionale. È un evento ciclico, che si ripete all'incirca ogni 15 anni e l'instabilità della SEB – acronimo della banda equatoriale sud -, è nota agli astronomi: già nel 1973, quando la sonda Pioneer 10 della NASA osservò per la prima volta il Pianeta da vicino, mancava la striscia sud. Anche negli anni '90 la banda era scomparsa temporaneamente. Ciò che gli esperti si chiedono adesso è se e quando la striscia mancante riapparirà.

    Elmar Burchia
    13 maggio 2010
    http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_maggio_13/giove-perde-una-striscia_0dafed26-5e86-11df-91f2-00144f02aabe.shtml


    #20723
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #20724
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il nastro trasportatore solare accelera
    http://daltonsminima.wordpress.com/2010/04/18/il-nastro-trasportatore-solare-accelera/
    “La circolazione meridionale del sole e’ una corrente all’interno del sole che trasporta il plasma vicino alla superficie dall’equatore solare verso i poli e indietro dai poli all’equatore nei livelli più profondi della zona convettiva, in modo simile ad un nastro trasportatore. Il flusso e’ abbastanza lento, con una velocità tipica di 10-15 m/s . Si pensa che la struttura e la forza del flusso in questa fascia meridionale giochi un ruolo chiave nella intensità del campo magnetico solare polare, che a sua volta determina la forza del ciclo delle macchie solari. Un tipo di modelli a dinamo predicono che un forte flusso meridionale produce più deboli campi polari, mentre un’altra classe di modelli predice campi piu’ forti e cicli di macchie piu’ brevi….”..


    #20725
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    però dicono che è una cosa normale che succede ogni 10-15 anni quindi non lo prenderei come un cambiamento 'straordinario'.O mi sbaglio?

    qualkuno può smentirmi ovviamente 😀


Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 84 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.