Gli incendi di Caronia

Home Forum MISTERI Gli incendi di Caronia

Questo argomento contiene 59 risposte, ha 16 partecipanti, ed è stato aggiornato da Richard Richard 10 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 60 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1961
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    cosa ci sarà dietro ? Per me sono test di nuovi armamenti elettromagnetici+

    http://www.dnamagazine.it/ufologi-siciliani.html

    Tentativo di intimidazione nei confronti di Salvatore Giusa, organizzatore del convegno sui fenomeni di Caronia a Riposto (Catania).
    Ignoti “ladri” si sono introdotti nottetempo nell'appartamento di Salvatore a Mascali (Catania), mettendo a soqquadro tutte le stanze per poi… impossessarsi solamente del suo PC portatile (acquistato tra l'altro solo da pochi giorni) e fuggire via, noncuranti di qualche centinaio di euro in contante appoggiati sul tavolo della cucina, accanto ad un orologio di valore, e tralasciando altri oggetti preziosi facilmente trafugabili…
    Che strano! A CHI STIAMO DANDO FASTIDIO ???
    Incrociamo le dita per il giorno 27!!!

    Cosa accadrà il prossimo 27 Luglio?

    Comunicato stampa
    Conferenza ufologica di Riposto del 27 luglio 2008


    #1962

    iniziato
    Partecipante

    io invece sono più propenso a pensare che siano fenomeni come dire “paranormali” cioè dovuti a flussi di energia un po' biricchina…


    #1964
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1216814673=iniziato]
    io invece sono più propenso a pensare che siano fenomeni come dire “paranormali” cioè dovuti a flussi di energia un po' biricchina…
    [/quote1216814673]
    Alla rai in un documentario su Caronia, Clarbruno Vedruccio che lavorava come fisico per la marina militare, ha spiegato che il segnale elettromagnetico proveniente dal mare, a filo del mare, è stato rilevato ed esaminato ed è compatibile con le ultime armi elettromagnetiche sviluppate dai maggiori governi.

    ( http://www.carlobellorofonte.it/Pagine_documenti/trimprob_storia_dx.htm )

    Il video era disponibile su youtube, da un po di tempo non lo è più.

    Il fisico della Galileo Avionica Clarbruno Vedruccio,(consulente della protezione civile e moolto esperto di questi argomenti) sempre nel filmato afferma inoltre:
    ” Il tipo di radiazione elettromagnetica era molto intensa, di intensità paragonabile in certo qual modo a quella delle armi elettromagnetiche che le grandi potenze hanno sviluppato negli ultimi quindici anni, MA con modalità completamente differenti.”

    http://cristiancontini.blogspot.com/2006/10/spaghetti-ufo-in-ottima-salsa-rai.html


    #1963

    mysterio
    Partecipante

    anch'io propendo per l'ipotesi dei test elettromagnetici.

    Se si trattasse di un fenomeno naturale..anche se al momento sconosciuto ed apparentemente inspiegabile..non capisco per quale motivo tali incendi avrebbero iniziato a svilupparsi solo dal 2004 in poi.. perciò mi chiedo..perchè non erano MAI accaduti prima?

    A parer mio c'è qualcosa di “artificiale” dietro questi incendi..penso ci sia dietro la mano dei militari..


    #1965

    merced
    Partecipante

    Si ma i militari hanno bisogno di “sputtanarsi” così in una città piena di civili quando hanno deserti, praterie e quant'altro dove sperimentare senza dare nell'occhio? Veramente pensate siano così sprovveduti?


    #1966

    mysterio
    Partecipante

    merced..non sono affatto sprovveduti..però forse potrebbe trattarsi di qualche esperimento sfuggito al controllo..

    oppure certe tecnologie non possono essere testate in una prateria o in un deserto..come dici tu..forse necessitano di un piccolo paesino che faccia da cavia..

    chissà..le mie son soltanto ipotesi..

    sta di fatto che motivi per diffidare degli apparati militari ne ho molti..


    #1967

    merced
    Partecipante

    certo anche io diffido, ma al tempo stesso non vivo pieno di paranoie che quasi al 100% risulteranno infondate, io è questo che non riesco a capire di molti utenti del forum… non voglio fare l'illuso o vivere bendato, ma non è certo “vivere” quello che fanno molti temendo pericoli in ogni angolo.. per me questo è “sopravvivere”.


    #1968

    deg
    Partecipante

    Giusto Merced, però più che di paranoia, io direi che si tratta di vivere con la voglia di capire.
    Spesso la paranoia è ignoranza, è chiusura della mente, mentre quello che si cerca di fare qui generalmente è proprio il contrario, è avvicinarsi senza timori e senza preconcetti, possibilmente in allegria, senza abboccare a qualsiasi scemenza (cioè quello che fa la maggior parte della gente che incontri tutti i giorni!)
    Aprire i propri orizzonti non significa essere creduloni!
    Rifiutare di vedere certe evidenze invece, che cos'è?
    E te lo dice una che in poche cose crede, tranne nelle potenzialità dell'essere umano (ebbene si!), malgrado tutto.


    #1969

    mysterio
    Partecipante

    merced..io non le definirei paranoie.

    io la considero voglia di informarsi..di capire..di conoscere come stanno esattamente le cose.

    detto questo..è normale affrontare con spirito critico ogni argomento..soprattutto quando si affrontano teorie che si discostano da quelle “ufficiali”(in ambito scientifico..religioso..ecc..)

    certo..si rischia di imbattersi anche in teorie assurde e prive di fondamento..non lo metto in dubbio..

    però..come fai ad affermare che quasi la totalità di queste teorie risulteranno infondate?

    a parer mio..rifacendomi al tuo discorso..colui che si limita a “sopravvivere” è colui che resta strettamente legato a degli stereotipi indotti dalle verità ufficiali..colui che vuol “vivere” invece è colui che si dimostra di mente aperta verso ogni eventualità..anche rischiando di cadere in errore..

    sia chiaro..questa è solo la mia opinione..sei liberissimo di pensarla diversamente..


    #1970

    deg
    Partecipante

    [quote1216849925=mysterio]
    merced..io non le definirei paranoie.

    io la considero voglia di informarsi..di capire..di conoscere come stanno esattamente le cose.

    detto questo..è normale affrontare con spirito critico ogni argomento..soprattutto quando si affrontano teorie che si discostano da quelle “ufficiali”(in ambito scientifico..religioso..ecc..)

    certo..si rischia di imbattersi anche in teorie assurde e prive di fondamento..non lo metto in dubbio..

    però..come fai ad affermare che quasi la totalità di queste teorie risulteranno infondate?

    a parer mio..rifacendomi al tuo discorso..colui che si limita a “sopravvivere” è colui che resta strettamente legato a degli stereotipi indotti dalle verità ufficiali..colui che vuol “vivere” invece è colui che si dimostra di mente aperta verso ogni eventualità..anche rischiando di cadere in errore..

    sia chiaro..questa è solo la mia opinione..sei liberissimo di pensarla diversamente..

    [/quote1216849925]

    Come hai potuto vedere, io almeno la penso come te! (abbiamo postato insieme più o meno la stessa risposta!) !lol


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 60 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.