Grandi uomini per grandi idee

Home Forum MISTERI Grandi uomini per grandi idee

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 7 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #14936
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Voglio aprire questo topic per onorare le grandi anime che ci hanno spianato la via verso il progresso.
    Ecco il primo aveva segnalato già Lila in un altro topic, io l'ho visto solo ora e ve lo presento:

    Grigory Perelman ha risolto il quesito di Poincaré, sfida di tutti gli studiosi del mondo
    Non vuole accettare il premio attribuitogli dall'istituto Usa,vive tra gli scarafaggi
    MOSCA
    E' un genio della matematica, ma vive come un matto. E in questo senso la sua storia fa pensare al film “A Beautiful Mind”. Si svolge però nell'ex Unione Sovietica, ed è diversa la trama. Il genio ha vinto un premio attribuitogli dagli Usa, ma non vuole assolutamente ritirarlo. I russi premono perché accetti i dollaroni e li devolva a qualche buona causa sovietica.

    Protagonista della vicenda è Grigory Perelman, che vive a San Pietroburgo tra gli scarafaggi ed è ritenuto da molti l'uomo più intelligente del mondo. I comunisti russi gli hanno chiesto ufficialmente in quanto «uomo sovietico, successore di Landau e Joffe» di accettare il milione di dollari di premio assegnato dall’americano “Clay Mathematics Institute” per aver risolto la congettura di Poincaré, sulla quale si sono invano sfidati i migliori matematici del mondo. La portavoce del Kprf, Veronica Klinovitskaya, ha spiegato testualmente: «Non possiamo lasciare un milione di dollari in Occidente, dove il denaro potrebbe andare alla ricerca militare, per creare bombe». Piuttosto bisogna reinvestirlo in Russia: 50 mila dollari per restaurare il Mausoleo di Lenin a Mosca. E il resto per «cominciare a costruire una cittadella della scienza a Petrodvorets», fuori Pietroburgo.

    La mitica congettura di Poincaré era considerata durante tutta la seconda metà del XX secolo il più importante problema della topologia. Si trattava di spiegare perchè in uno spazio tridimensionale una forma a ciambella si spezza durante la trasformazione in sfera. Ma lo scienziato ha già detto la sua. «Ho tutto quello di cui ho bisogno», ha detto aprendo solo uno spiraglio della porta di casa per poi richiudersi dentro. Confermando l’incredibile: non accetterà i soldi.

    Il professore già aveva chiarito come la pensava quattro anni fa: «Il denaro e la fama non mi interessano. Non voglio essere mostrato pubblicamente, come un animale in uno zoo» aveva fatto sapere mancando alla cerimonia di Madrid, quando gli era stata conferita la prestigiosa medaglia Fields dalla International Mathematical Union, il Nobel della matematica.

    Secondo la sua vicina Vera Petrovna, Perelman vive in condizioni incredibili. «Una volta sono stata nel suo appartamento, rimanendo scioccata. C’è solo un tavolo, una sedia e un letto con un materasso sporco, lasciato dai precedenti proprietari alcolisti, che gli hanno venduto l’appartamento. Stiamo cercando nel palazzo di sbarazzarci degli scarafaggi, ma sono nascosti nel suo appartamento». Non è chiaro se l’indiscrezione sia vera, o sia solo frutto di cattivi rapporti di vicinato.

    Di sicuro la genialità del matematico resta indiscussa. Nel 2003, Perelman era ricercatore all’Istituto di Matematica Steklov di San Pietroburgo, dove ha iniziato a diffondere materiali su Internet, sostenendo di essere in grado di risolvere la congettura di Poincaré, uno dei sette problemi per risolvere ciascuno dei quali il “Clay Mathematics Institute” offre un milione di dollari. Un attento studio dei materiali di Perelman ha dimostrato che aveva ragione.

    L’essenza di questo puzzle topologico è di fondamentale importanza per la scienza. La sua soluzione contribuisce a determinare la forma dell’universo. Quanto alla forma di vita scelta da Perelman, molto resta nel buio: si sa soltanto che il professore ha lasciato l’Istituto di Matematica Steklov, perché – secondo alcuni amici – per lui la matematica è un argomento troppo doloroso di discussione. Un amore finito, che a quanto pare fa ancora molto male.

    La fondazione privata americana che gli ha attribuito il premio ha già organizzato una conferenza l’8 giugno a Parigi per celebrare la soluzione della congettura e assegnare il riconoscimento. Il suo presidente, James Carlson, ha confidato di essere riuscito a mettersi in contatto con Perelman per informarlo del premio: «Mi ha detto di esserne onorato e mi ha assicurato che rifletterà se accettare». Non è poco, considerando i precedenti rifiuti e l’eremitico stile di vita del matematico russo, anche se i suoi colleghi sono convinti che rinuncerà per l’ennesima volta. Perelman, 46 anni, ha avuto fin dall’adolescenza una fobia per i premi e per la ribalta: nel 1982, quando in Ungheria vinse con il punteggio massimo la medaglia d’oro alle Olimpiadi di matematica, gli fu proposta una borsa di studio per New York ma declinò.

    Quando rifiutò la medaglia Fields spiegò: «Per me è del tutto irrilevante. Se la soluzione è quella giusta, non c’è bisogno di alcun altro riconoscimento». E si ritirò con l’anziana madre in uno squallido monolocale alla periferia sud dell’antica capitale degli zar, dove si racconta che si nutra solo di rape e cavolo nero. Da allora è senza lavoro fisso e senza amici, non risponde nè alle mail nè ai giornalisti, e veste da barbone, con giacche sbrindellate, jeans sporchi, scarpe da basket sformate e barba alla Rasputin. Difficile immaginare che si presenti a Parigi.
    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/201003articoli/53432girata.asp


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #14937

    lila
    Partecipante

    Farfalla un altro grande uomo matematico nato povero e morto povero a 33 anni di tubercolosi.
    Ramanujan, il grande matematico indiano (1887 – 1920)

    Ramanujan Srinivasa Aaiyangar, geniale matematico indiano, nacque il 22 dicembre 1887 e morì il 26 aprile 1920 a soli 33 anni. Era privo di istruzione e proveniva da uno sconosciuto villaggio dell'India. Egli rappresenta un tipico esempio di genio innato.

    Ramanujan è stato uno dei più grandi matematici di tutti i tempi, al pari di Gauss o di Eulero, nonché un prodigio nelle capacità di calcolo: una specie di Mozart della matematica. Dotato di un talento straordinario per la teoria dei numeri, ha lasciato taccuini (Notebooks di Ramanujan) pieni di formule. Ancora oggi ci si chiede come abbia potuto scoprirle senza poterne dare delle vere dimostrazioni.
    Si racconta che il grande matematico inglese Hardy, dicesse a Ramanujan malato di tubercolosi nell'ospedale di Putney: “Il numero del mio taxi è il 1729, mi sembra un numero alquanto stupido”. Al che Ramanujan rispose: “No Hardy! No! E' un numero molto interessante. Il più piccolo esprimibile come somma di due cubi in due diversi modi: 1729 = 10^3 + 9^3, 1729 = 12^3 + 1^3 “.
    Ramanujan nacque a Kumbakonam presso Madras nel 1887, non in un grande centro intellettuale, purtroppo, ma proprio nella parte sbagliata del mondo, da una famiglia poverissima anche se di casta elevata. Fin dalla più tenera età, Ramanujan, si era appassionato ai numeri e alla matematica e aveva letto ogni libro che gli venisse a tiro. Poverissimo e con una moglie da mantenere accetta di lavorare come impiegato al porto di Madras, con uno stipendio di 20 sterline annue. Nel gennaio 1913 viene scoperto dal grande matematico inglese G.H. Hardy, docente di matematica a Cambridge, vincitore di diversi premi e il più illustre matematico inglese. Hardy intuì immediatamente il genio matematico del povero indiano e si offrì di aiutarlo in tutti i modi possibili. Per liberarlo dai problemi economici e per permettergli di continuare gli studi lo fece venire a Cambridge, ove all'età di 30 anni fu eletto Fellow della Royal Society. Morirà, purtroppo, all'età di 33 anni, nel 1918 malato di tubercolosi, tra le braccia della moglie. Hardy, per ricordare il genio di Ramanujan, scriverà:
    “Quando sono depresso e costretto ad ascoltare gente pomposa e noiosa, mi dico: “Be', io ho fatto una cosa che Voi non avreste mai potuto fare e cioè aver collaborato con Ramanujan pressappoco alla pari”.

    http://diamante.uniroma3.it/hipparcos/Ramanujan.htm


    #14938
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1294334403=lila]
    Farfalla un altro grande uomo matematico nato povero e morto povero a 33 anni di tubercolosi.
    Ramanujan, il grande matematico indiano (1887 – 1920)

    …. :tesor: Hardy, per ricordare il genio di Ramanujan, scriverà:
    “Quando sono depresso e costretto ad ascoltare gente pomposa e noiosa, mi dico: “Be', io ho fatto una cosa che Voi non avreste mai potuto fare e cioè aver collaborato con Ramanujan pressappoco alla pari”.

    http://diamante.uniroma3.it/hipparcos/Ramanujan.htm

    [/quote1294334403]
    Che personaggi…meravigliosi °lov
    Grazie Lila


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #14939
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Anche se in matematica sono 0 assoluto, vado matta per questa serie….

    [youtube=500,385]r9NpurJkb0s


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #14940

    deg
    Partecipante

    26 Dicembre 2005

    William Cooper, un ex ufficiale dei servizi segreti oltre che conferenziere e scrittore di fama mondiale, fu ucciso nel 2001 in una sospetta sparatoria con la polizia nella sua casa in Arizona. Autore del libro underground più venduto di tutti i tempi, “Behold A Pale Horse,” le sue scoperte nei documenti segreti di intelligence forniscono la prova positiva che gli Illuminati intendono realizzare la distruzione della metà della popolazione mondiale, raggiungendo il loro diabolico obiettivo in quella che l'autore chiama “l'età dell'inganno.”

    Per meglio capire ciò che il Nuovo Ordine Mondiale ha progettato per il 2006 e gli anni a venire, è saggio rivedere la vita ed il lavoro dello scrittore e conferenziere William Cooper, ucciso il 6 novembre 2001, in una sparatoria con la polizia nella sua casa in Arizona.

    Cooper, 58enne, autore di più di 20 libri compreso “Behold A Pale Horse,” il libro underground più venduto di tutti i tempi, era inoltre un ospite di talk show radiofonico molto popolare in tutto il mondo, il suo show, “The Hour of the Time,” era trasmesso sulle onde corte e su internet sulla stazione radiofonica Worldwide Christian Radio da Nashville in tutto il mondo.

    Dopo la morte prematura e sospetta di Cooper, Mills Crenshaw, un ospite radiofonico su KTALK da Salt Lake City, metteva il triste evento in prospettiva:

    “William Cooper potrebbe essere stato uno degli eroi più grandi d'America, e la sua storia la storia più grande nella storia del mondo.”

    Questa settimana nelle menti di molta gente, cominciare un nuovo anno è come ripulire l'ardesia della vita, ricominciare, con idee fresche, con nuovi, importanti obiettivi e interessi rinnovati per far diventare utile ogni giorno dell'anno.

    Così, con il Nuovo Ordine Mondiale che si prepara con nuovo impeto, è utile ricordarsi di una pagina della vita di Cooper abbracciando nei giorni finali del 2005 gli sforzi di un solo, coraggioso uomo che ha dedicato la sua intera esistenza ad esporre i programmi diabolici degli Illuminati per distruggere l'America, così come il resto del mondo.

    In una dei suoi scritti del 1997 intitolato “Majestytwelve,” Cooper trae questa conclusione:

    “Se volete rimanere liberi dovrete combattere… non perché desideriamo combattere, o desideriate combattere, ma perché i traditori (all'interno del nostro governo) non ci daranno scelta in merito. Ci sarà una rivoluzione (la scelta Marxista) o un tentativo serio di ristabilire il governo Repubblicano costituzionale secondo legge (la scelta dei Patrioti). In qualunque caso ci SARÀ GUERRA fra i cittadini degli Stati Uniti d'America e gli scagnozzi marxisti del Nuovo Ordine Mondiale corporativo e sovversivo degli Stati Uniti.”

    Durante gli ultimi anni della sua vita, Cooper lavorò da solo nella sua casa in Arizona con i suoi due cani, galli e polli, dopo aver fatto espatriare la sua famiglia dagli U.S.A. nel 1999 per la loro sicurezza. Prima dei parecchi anni di solitudine nel deserto dell'Arizona, Cooper era conosciuto come conferenziere di classe mondiale, che appariva alla Wembly Hall di Londra così come in ogni stato dell'Unione durante un periodo di 10 anni.

    Conosciuto come esperto ricercatore, che sosteneva le sue teorie sul Nuovo Ordine Mondiale con solide informazioni dai suoi giorni nella U.S. Navy Intelligence, Cooper ha sempre fatto comparire la paura negli occhi dei presidenti, compreso Clinton, che fece organizzare un attacco del FBI per fare tacere le opinioni di Cooper.

    Subito dopo l'attentato di Oklahoma, Rush Limbaugh lesse un appunto della Casa Bianca in onda durante la sua radiotrasmissione, chiamando William Cooper, “…l'ospite radiofonico più pericoloso in America.” Cooper successivamente dichiarò che il pronunciamento di Clinton era “il complimento più grande che avesse mai ricevuto.”

    Più oltre, il fascicolo del FBI su Cooper che includeva riferimenti alla sua liquidazione di sicurezza durante il servizio militare, entrava illegalmente in possesso della Casa Bianca in quello che è noto come “Filegate”. Subito dopo questa scoperta, Il presidente Clinton ha ordinato tutti gli enti federali di cominciare l'investigazione, la persecuzione, e il processo del sig. Cooper per farlo tacere.

    Mentre era occupato in continue battaglie federali su questioni di libertà di parola con l'FBI e con l'IRS che tentava di strangolare finanziariamente i suoi affari, Cooper lavorarava a tutto vapore, generando parecchi documentari sull'assassinio di JFK e sulla truffa degli UFO del governo per infondere paura negli Americani.

    Cooper credeva inoltre nel rafforzamento degli Americani con il libero pensiero per mezzo dei giornali e delle onde radio, diede vita al servizio di notizie di CAJI, al giornale nazionale VERITAS, The Intelligence Service, Harvest Publications, ed ha aiutato oltre 700 stazioni FM affiliate a bassa potenza a dotarsi di equipaggiamento e trasmettere, compresa la stazione che controllò come amministratore per la Independence Foundation Trust, 101.1 FM Eagar, Arizona, trasmettendo per radio a 7.000 persone.

    Sotto la sua direzione, la sua azienda inoltre si avventurò nel mercato dell'editoria. Il primo libro pubblicato era su Oklahoma: “Day One” di Michele Marie Moore… il classico definitivo sull'attentato nella città di Oklahoma del palazzo federale Alfred P. Murrah il 19 aprile 1995.

    Ma per capire realmente la filosofia di Cooper e dove ha ottenuto molte delle sue informazioni segrete da usare successivamente nel suo lavoro, è necessario capire la sua esperienza militare, il posto dove diventò familiare con le vere intenzioni del Nuovo Ordine Mondiale.

    Cooper servì prima con lo Strategic Air Command dell'Aeronautica degli Stati Uniti, assolvendo compiti segreti sui bombardieri B-52, sui velivolo di rifornimento di carburante KC-135, e con i missili Minuteman.

    Dopo l'Aeronautica, passò alla Marina degli Stati Uniti realizzando un sogno precedentemente frustrato dalla cinetosi cronica.

    […]

    A stretto contatto con informazioni segrete per molti anni, Cooper avrebbe successivamente sfruttato le sue esperienze e competenze militari come nucleo per molti dei suoi scritti, decidendo di dire la verità ed essere un uomo di coscienza invece di vendere l'anima ai criminali del Nuovo Ordine Mondiale.

    Anche se il lavoro di Cooper è immenso, riguardando quasi ogni elemento possibile di ciò che che si può definire come presa di possesso globale da parte degli Illuminati, chiunque legga i seguenti brani estratti da un documento segreto scoperto da Cooper concluderà oltre ogni ragionevole dubbio che la distruzione dell'America sta procedendo dall'interno e che l'unica maniera per riprendersi il paese, guardando al 2006, è per mezzo di una rivoluzione popolare.

    Nell'articolo citato sopra, intitolato Majestytwelve, le parole di Cooper fanno rizzare i capelli in testa:

    “Ciò che segue è un fatto. Non è una teoria, è una cospirazione vera. Sono stato testimone dei documenti Top Secret/Magic da cui queste informazioni sono stralciate mentre prestavo servizio nella Marina degli Stati Uniti aggregato alla squadra di Intelligence Briefing dell'ammiraglio Bernard Clarey, il comandante in capo della Flotta del Pacifico degli Stati Uniti.

    “Certifico che le seguenti informazioni sono vere e corrette al meglio della mia memoria e della ricerca che ho compiuto. Giurerò per esse in qualsiasi tribunale.”

    “Posso produrre i nomi di circa 38 ufficiali ed ad aggregati della Marina che sono stati testimoni di questi documenti mentre erano al servizio del loro paese… posso produrre i nomi di circa altri 80 che sospetto siano stati testimoni di questi stessi documenti. Non rivelerò i nomi che davanti ad un tribunale che sia disposto a perseguire le persone e le organizzazioni coinvolte nella cospirazione per rovesciare il governo degli Stati Uniti d'America ed instaurare un governo mondiale totalitario e socialista.”

    Cooper, dopo essere andato molto in profondità per aggiungere autenticità e credibilità alla sua scoperta mentre era militare, ha continuato a delineare le intenzioni delle forze diaboliche nascoste dietro i documenti militari segreti.

    “Molti anni fa ebbi accesso ad un insieme di documenti che finalmente realizzai essere il programma per la distruzione degli Stati Uniti d'America e per la formazione di un governo mondiale totalitario e socialista. Il programma è contenuto all'interno di un insieme di documenti top secret col titolo “MAJESTYTWELVE”. Non c'era spazio fra “majesty” e “twelve (dodici)”. Il termine onorava la pianificata instaurazione di un potere definitivo in un corpo di saggi destinati a governare il mondo come discepoli di un Messiah. Questo “messiah servirà da cuscinetto fra gli uomini saggi ed il gregge. Ho scoperto questi documenti tra il 1970 ed il 1973 mentre ero un membro dell'Intelligence Briefing Team del comandante in capo della Flotta del Pacifico degli Stati Uniti.”

    […]

    “Il piano descriveva la formazione di un governo mondiale totalitario e socialista. Sarà guidato nell'ombra da un consiglio degli uomini saggi. Un cosiddetto dittatore benevolo, sarà presentato come il Messiah.

    “La costituzione degli Stati Uniti d'America e la sua Carta dei Diritti sarà scartata. Una forma parlamentare di governo prenderà il suo posto. Tutti le forze militari e gli individui devono essere disarmati tranne una forza di polizia interna che porterà soltanto il minimo necessario di armi per mantenere l'ordine interno.”

    Anche se Cooper ha vissuto soltanto per vedere poco più di un anno della presidenza di Bush, era un fermo sostenitore della tesi per cui il presidente Clinton, seppur si presentasse come uomo del popolo, era in effetti una delle personalità visibili più importanti e diaboliche del Nuovo Ordine Mondiale.

    E a dimostrazione della sua opinione, le seguenti due citazioni di Clinton mostrano le sue vere intenzioni:

    “Quando ci siamo organizzati come nazione ed abbiamo scritto una costituzione ragionevolmente radicale con una Carta dei Diritti radicale, dando una quantità radicale di libertà individuale agli Americani… E così molti dicono che c'è troppa libertà personale. Quando si abusa della libertà personale, ti devi muovere per limitarla. Questo è ciò che abbiamo fatto con il mio annuncio dell'ultimo fine settimana sui progetti dell'edilizia popolare, su come stiamo per confiscare armi ed altre cose come rendere la gente più sicura nelle loro comunità.” Così parlò il presidente Bill Clinton su MTV il 3 marzo 1994.

    Dichiarò inoltre parecchi giorni dopo in un'intervista ad USA Today: “non possiamo essere così fissati sul nostro desiderio di conservare i diritti degli Americani ordinari…”

    Oltre ad indicare Clinton, Cooper affermò che la vera fonte della cospirazione globale in realtà andasse cercata in un corpo conosciuto come gli Illuminati, un gruppo ha composto dai massimi livelli dei cosiddetti ordini segreti e delle società segrete. Esplicando la loro origine ed il loro scopo, Cooper ha scritto:

    Sono tenuti assieme da giuramenti di sangue, da una religione segreta, e dalla promessa di una condizione di elite all'interno di governi regionali, o del governo mondiale superiore. La loro religione è basata sulla Kabbalah, la filosofia Luciferina, e sul culto del sole. Non sono legati da alcun giuramento o alleanza eccetto il loro. Non sono leali a nessun governo o Popolo eccetto il loro. E non sono cittadini di nessuna nazione eccetto il loro governo mondiale segreto già stabilito. Con le loro stesse parole, “se non siete uno di noi non siete niente.” Per cogliere il senso di questo concetto “a pelle” guardate il film “They Live.”

    “È in gran parte una cospirazione “aperta”, in quanto molte delle sue appartenenze, strutture, metodi, ed operazioni, sono materia di dominio pubblico, anche se dispersa ed oscura. Il suo sistema di coordinazione è atipico. Due nuclei – il nucleo d'elite della cricca di Wall Street (che orbita Casa Rockefeller) ed il nucleo d'elite della cricca finanziaria europea (che orbita Casa Rothschild) – coordinano questa cospirazione globale utilizzando la guerra psicologica sul resto dei cospiratori, dicendo a ciascuno niente più del necessario per compiere il suo ruolo specifico, spesso senza riconoscimento esplicito nemmeno del suo stesso ruolo, né delle regole inarticolate che lo governano.

    “Così, la grande massa dei cospiratori non sa, ma soltanto sospetta, che sono parte di ed in servizio di “un potere in qualche luogo così organizzato, così sottile, così invasivo, così collegato, così completo, così dominante, che è molto meglio per essi non parlare più forte del loro respiro quando parlano in condanna di esso.”

    Nel suo articolo sui documenti militari segreti, esamina a fondo il funzionamento interno degli Illuminati, mostrando come alcuni candidati salgono al livello superiore, scelti personalmente per salire oltre il tredicesimo grado (Rito di York) o il trentaduesimo grado (Rito scozzese). Cooper afferma che quei “pochi eletti” spariscono dietro il velo e si trasformano in uno dei “Mille Punti di Luce,” e sono conosciuti più correttamente come i “Magi.”

    Guardando all'indietro la storia, Cooper aggiunge:

    “Il processo dell'iniziazione e dei giuramenti di sangue è sempre stato la protezione degli Illuminati in un mondo cristiano che aveva la tendenza di “bruciare al palo” coloro che ha seguivano credenze o filosofie diverse. Il “bruciare vivo” Jacques DeMolay, la persecuzione di uomini come Gallileo e Giordano Bruno da parte della chiesa cattolica, e la persecuzione dei loro Ordini risultò nell'odio della “Fratellanza” verso il cristianesimo e nell'obiettivo dello sterminio di tutte le religioni tranne la loro.

    “Potete verificare l'obiettivo degli Illuminati visitando l'home page del Freemasonry's Grand Lodge of Scotland. Noterete che la bandiera della Gran Loggia di Scozia e quella “Universale” della massoneria sono visualizzate. La bandiera “Universale” della massoneria è la bandiera delle Nazioni Unite. (Ringraziamo quelli di voi che hanno risposto con affidavit che confermano questo paragrafo.) Poiché questo paragrafo è diventato molto noto la Gran Loggia di Scozia ha sostituito la bandiera delle Nazioni Unite (bandiera Universale della massoneria) sulla loro web page con un grafico della Terra.”

    E sepolto in profondità nei documenti scoperti da Cooper, che egli tentò vigorosamente di esporre fino alla sua morte prematura, era la decisione di uno sterminio totale in ciò che ha chiamato “l'obiettivo dell'epoca dell'inganno.”

    Se qualcuno si domandasse all'alba di questo nuovo anno verso dove si dirigono gli U.S.A. dopo Oklahoma City ed il 9/11, ascolti le previsioni di Cooper basate su ciò che ha imparato negli anni di servizio nel campo dei servizi segreti:

    “Questa è l'epoca dell'inganno. Il mondo è sul filo del rasoio. Per una metà è previsto lo sterminio se questa gente va avanti per la sua strada, e per l'altra metà è previsto l'asservimento quando l'unione mistica fra la luna IS (Isis o Chiesa) ed il sole RA (Osiris o Dottrina) saluterà il figlio del mattino EL (Horus o corpo completo degli Adepti) sull'orizzonte (Horus sorto) nella nuova alba (ISRAELE o realizzazione del Nuovo Ordine Mondiale).

    “Quando il processo sarà completo una nuova Unione Sovietica mondiale emergerà per assottigliare il gregge, tosare il pecoropolo, e farlo marciare verso la schiavitù o il macello a seconda della loro capacità di accettare ed aderire alla loro rieducazione.”

    Cooper pondera il destino dell'America e del mondo, e le sue parole del 1997 sembrano avverarsi mentre entriamo nel 2006.

    “Non ci saranno diritti individuali, soltanto privilegi. Questi saranno assegnati o negati a volontà dal governo mondiale. Tutta la proprietà sarà posseduta dallo Stato. Ci sarà una ridistribuzione di ricchezza. Progettano di eliminare le differenze di classe e di ridurre lo standard di vita ad un livello più basso nelle nazioni avanzate, come gli Stati Uniti, e ad un livello più elevato nelle cosiddette nazioni del terzo mondo.

    “Questo livellamento della qualità della vita verrà ottenuto con un crollo economico globale che è nelle sue fasi d'inizio. Il crollo economico compirà l'obiettivo del manifesto comunista di Engels e Marx che propugnava la distruzione della classe media. L'imposta progressiva sul reddito era il primo passo di questo processo ed è una delle plance del manifesto comunista. NAFTA e GATT sono una parte di questo processo in quanto incoraggiano le industrie a trasferirsi nelle nazioni del terzo mondo per sfruttare la forza lavoro a poco prezzo.

    “Tutte le religioni attuali spariranno. L'unica religione sarà la religione dello stato (umanismo o illuminismo).

    “Tutti i governi, di Contea o di Stato saranno eliminati e sostituiti da un governo regionale. Questi governi regionali (Legge Domestica) sono già sul posto. Il regionalismo sta prendendo gradualmente il controllo in tutta l'America.

    “Non ci saranno più contanti. Il commercio funzionerà con un sistema di accreditamento computerizzato con i conti raggiunti tramite carte di credito o i impianti di chip integrati. Le schede ed i chip inoltre serviranno per l'identificazione personale, patente di guida, etc.. Quando questo sarà completato la razza umana sarà incatenata ad un computer in un ciclo infinito di debito. Non ci sarà mai più nessuna azione o movimento riservato.”

    Esaminando più a fondo l'epoca dell'inganno del Nuovo Ordine Mondiale, Cooper punta agli UFO ed alla truffa aliena spinta in America, scoprendo all'interno dei documenti segreti di Majestytwelve che l'intero programma per la creazione di un governo socialista mondiale è protetto da una minaccia extraterrestre artificiale. Aggiunge che l'intero fenomeno degli UFO ed il movimento dell'ufologia è stato generato ad ulteriore protezione ed attivazione del programma, esponendo Art Bell, ospite di talk show coast to coast, come uno del portavoce principali degli Illuminati.

    “All'interno di Majestytwelve, Operation Majority giustifica il programma presentando una minaccia extraterrestre come motivo per la necessità per il governo mondiale, tipo “chi parla per il pianeta Terra… l'Argentina?” esattamente il modo in cui Stanton T. Friedman conclude le sue conferenze “Gli UFO sono reali,” dice Cooper.

    “Quando ho visto Operation Majority mentre servivo nella marina ho creduto che la minaccia aliena fosse reale come tutti quanti. Non prima di aver effettuato molti anni di ricerca potei capire esattamente che cosa avevo visto. Fu estremamente difficile per me credere che il mio governo e la Marina degli Stati Uniti mi avessero usato, particolarmente poiché avevo dedicato la mia vita al governo ed al servizio militare. La maggior parte del governo e dei personali militari non possono e non crederanno mai in una simile idea.

    Il programma è reale. La minaccia extraterrestre è artificiale. La minaccia è presentata con l'uso di tecnologia segreta originalmente sviluppato dai tedeschi nei loro programmi segreti di armi durante la II GM, da geni come Nikola Tesla, e da molti altri.”

    Per quanto riguarda il ruolo di Bell nell'agenda del Nuovo Ordine Mondiale, Cooper punta ancora sulla teoria “dell'epoca dell'inganno”, così come sulla decodificazione dei segni e dei simboli degli Illuminati per scoprire la verità reale fra i molti messaggi di inganno. Riferendosi al marchio ben noto di Bell con una piramide d'oro in un mare blu profondo con il suo nome sulla cima della piramide, Cooper illustra il suo punto circa il ruolo di Bell:

    “Ho riconosciuto che Art Bell è un paravento per il Nuovo Ordine Mondiale. È confermato nel suo libro. Il governo mondiale è, infatti, il tema del libro.

    “Sapevate che il mare (mare o Mary) è un simbolo per un grande numero di persone, le masse nella simbologia marxista? Avete notato che la piramide sorge dal mare (il Popolo) e domina la scena come promessa, o salvezza? Sapevate che la piramide cui manca il vertice rappresenta la Grande Opera (non finita) della Scuola del Mistero? Sapevate che il Grande Lavoro rappresenta l'ingegneria sociale (socialismo), che opera in funzione dell'apoteosi della razza (uomo perfetto, sesta radice della razza) come promesso ad Adamo ed Eva da Satana, ed un Nuovo Ordine Mondiale?

    “Avete notato che il nome di Art Bell cavalca il vertice indicando che è l'Operaio Luminoso, o Uomo Illuminato, o Mastro Massone, o Horus, o dio-Uomo perfetto, o Salvatore, che completa le Grandi Opere? Avete notato la stella luminosa caduta dal cielo appena sopra il vertice? Conoscete chi o che cosa rappresenta? Vedete i Mille Punti di Luce lavorare in silenzio dietro il velo (nubi) nel cielo. L'illuminismo è marxismo. È una promessa falsa che la razza umana sarà perfetta che porta ad una società utopica perfetta per mezzo dell'ingegneria sociale. Questo è un meccanismo di lavaggio del cervello per cui una razza schiava ignara può venir generata per essere governata da un governo socialista totalitario mondiale.

    “Art Bell è un massone. È un membro degli Illuminati. Il suo libro “L'accelerazione” è una delle più plateali ed evidenti forme di propaganda del Nuovo Ordine Mondiale che io abbia mai visto. In esso Art Bell, affermando di essere un americano patriottico, sostiene senza vergogna la formazione di un governo socialista totalitario mondiale.”

    Con la maggior parte della gente che entra nel nuovo anno con il pensiero di un altro attacco terroristico all'orizzonte, Cooper dichiara che questi attacchi sono una strategia del nuovo ordine mondiale per dire agli Americani che qualsiasi opposizione si scontrerà con la forza bruta.

    “Ruby Ridge, il massacre di Waco, l'attacco contro i Patrioti e le Milizie, ed altri atti di aggressione contro il Popolo Americano che potrebbe combattere questa frode sono atti di guerra. Questi atti sono progettati per demonizzare i fondamentalisti cristiani, ebrei, musulmani, la milizia legale, e chiunque altro potrebbe combattere in difesa della costituzione o della libertà.

    “Questi atti terroristici consegnano al popolo americano il messaggio che tutta l'opposizione al governo superiore del mondo nuovo sarà affrontata con forza schiacciante ed il completo genocidio dei nemici del socialismo.”

    E mentre ognuno prepara il suo pane tostato per la vigilia del nuovo anno, domandandosi dove cadrà la prossima “scarpa terrorista,” ascoltiamo l'analisi conclusiva e le previsioni sinistre di Cooper dal 1997, la cui lettura fa immediatamente desiderare a chiunque di versarsi un altro bicchiere di quello forte.

    “In Majestytwelve si dichiarava che il primo attacco terroristico negli Stati Uniti sarebbe avvenuto in una grande città come New York o Los Angeles. Basandomi su quella dichiarazione ho predetto esattamente che sarebbe accaduto a New York, e così è stato quando il World Trade Center è stato colpito.

    “Majestytwelve dichiarava che il terrorismo continuerà fino a quando il popolo americano non avrà acconsentito ad essere completamente ed assolutamente disarmato. Il documento affermava che il secondo obiettivo principale sarebbe stato “in qualche luogo nell'entroterra come Oklahoma City”. L'obiettivo reale non era nominato. Poiché il documento non era specifico quanto all'obiettivo reale ed alla sua posizione non ho predetto la città di Oklahoma… ma la mia previsione di continui attacchi terroristici compresi attacchi importanti “nel cuore” d'America era esatta.”

    Scrivendo prima del 9/11, predisse inoltre quanto segue:

    “Se questi atti di terrore non avranno successo ci saranno più bombe, attacchi chimici, o attacchi biologici. Si intensificherà la distruzione, mutilando ed uccidendo uomini, donne ed in particolar modo bambini. Avranno luogo più sparatorie nei centri commerciali, nei ristoranti, e nelle scuole. Come ultimo ricorso, se tutto il resto fallisce, gli Illuminati sono pronti a far esplodere un'arma atomica in una grande città americana come New York, Chicago, o Los Angeles.” http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=500&start=0

    Interessante. Alcune cose mi suonano strane come il NWO marxista e pro-islamista, o il fatto che gli ufo siano completamente inventati.
    Ho l'idea (personale, non ho la cultura sufficiente in materia) che non ci sia nessuna connotazione né politica né religiosa (tranne il materialissimo “satanismo”) per gli illuminati, essendo in cima alla piramide, ma per il resto, è da brivido …
    ____________________________


    #14941

    deg
    Partecipante

    [youtube=425,264]8nP4gt2xxCo


    #14942
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    ma che tutti siamo sotto bersaglio era ormai chiaro..forse più che farci fuori velocemente ci spremono come limoni


    #14943

    Spiderman
    Partecipante

    Non può mancare in questo topic uno dei più grandi geni di sempre.


    #14944
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Ma si ridiamo un po'…Don Gallo si farebbe una grande risata °lov


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.