growing earth

Home Forum PIANETA TERRA growing earth

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  sephir 8 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #86996

    sephir
    Partecipante

    [youtube=425,344]oJfBSc6e7QQ

    Su ag già se n'è parlato, ma volevo chiedere, soprattutto a richard, questa teoria, che giuliana conforto mi pare avvalli (ma non ho approfondito tanto), ha una sua validità? a me d'impatto piace, cosa tutt'altro che scientifica, ma mi ispira… l'idea di una terra gravida…


    #86998
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.701
    11.10 Tettonica ad espansione globale

    Altro colpo maggiore ai modelli convenzionali riguardanti la struttura interna della Terra possono trovarsi nella scienza della “Tettonica ad Espansione Globale”. Questa scienza venne iniziata originalmente da Cristopher Otto Hilgenberg nel 1933, che ha mostrato che i continenti sulla Terra possono combaciare assieme come un puzzle se la dimensione della Terra viene ridotta dal 55 al 65%…

    Questa idea della Terra che si espande certamente non ha un gran rispetto dalla scienza ufficiale, ma negli ultimi anni ha ripreso popolarità.
    Un grande evento che ha incrementato la diffusione di questo modello è avvenuto nel 1981 all'Expanding Earth Symposium tenuto a Sydney, in Australia. Nel Luglio 1989, la Smithsonian Institution ha tenuto un incontro con numerosi argomenti in discussione riguardanti nuovi concetti nei modelli della tettonica globale.

    Come scrive Maxlow,
    Questi argomenti (all'incontro Smithsonian) hanno indicato che sembra discutibile la teoria della tettonica a placche come presentata correntemente (Kremp 1992) e che i presenti concetti della tettonica a placche/deriva dei continenti/spostamento polare necessitano di una rivalutazione, revisione o rigetto (Smiley, 1992)
    ..
    11.10.5 I dati ora ci sono

    Comunque, come Maxlow eloquentemente e tecnicamente spiega nel suo studio, tutta la recente conoscenza più avanzata supporta solo la teoria dell'Espansione della Terra. Il modello della “tettonica a placche” è stato formato prima di avere tutti i fatti. Ora,

    Le equazioni matematiche dai dati sulla crosta rappresentano una conferma e un rifinimento di studi di modellazione precedenti fatti da Hilgenberg (1933) e Vogel (1983), abilitando la cinematica ( o movimenti) di una Terra che passa in una espansione esponenziale, (from the Archean [period] to the present, to be readily determined.)

    I calcoli di Maxlow, usando i dati più recenti per determinare la crescita dei bacini oceanici nel tempo, proiettano che la Terra dovrebbe espandersi di circa 21 mm all'anno in dimensione. Se lo chiedete ad uno scienziato affidabile o geologo, vi diranno che noi sappiamo che la Terra sta crescendo ad una frequenza fissa!

    Questo viene normalmente spiegato come causato da particelle di polveri e meteoriti che fluiscono nell'atmosfera della Terra, ma alla luce di nuove evidenze questa idea è facilmente scartabile come spiegazione per i cambiamenti che abbiamo osservato:

    1. Carey nel 1986 ha usato misure laser da satellite per calcolare che il raggio della Terra si stava espandendo di 24mm per anno, più o meno 8 mm.
    2. Robaudo e Harrison nel 1993 hanno usato misurazioni VLBI e SLR per concludere che la Terra si stava espandendo di 18 mm per anno.

    Quindi possiamo vedere che l'espansione della Terra è stata già misurata e che ora rientra molto bene nei calcoli matematici di Maxlow per una espansione della Terra dall'interno…
    ..Benchè abbia eseguito i suoi studi con l'idea che la Terra non stesse crescendo di dimensione fisica, i suoi risultati sono molto interessanti. (Il Dr.Spilhaus è stato anche intervistato durante tentativi governativi di “smontaggio” dell'incidente di Roswell e il nastro della sua testimonianza è poi stato “misteriosamente” cancellato.)

    1.Tetraedro: l'originale divisione della Terra, dalla massa convenzionalmente chiamata “continente” della Pangea, è avvenuta lungo linee equidistanti che hanno formato la sagoma di un tetraedro, i continenti quindi si sono allontanati dal loro centro originale.

    2.Cubottaedro: il prossimo stadio maggiore della separazione continentale è avvenuto lungo forme combinate del cubo e dell'ottaedro. Ancora, vediamo una espansione “radiale” a spirale.

    3.Icosa-dodecaedro: il corrente stadio dell'espansione continentale combacia con la forma dell'icosaedro e del dodecaedro. Questo stadio è stato raggiunto per una espansione radiale a spirale.

    Nella prossima immagine dal documento originale del NOAA, possiamo vedere lo stadio finale dell'espansione geometrica della Terra secondo il Dr.Spilhaus, che l'ha portata alla forma che abbiamo oggi. La faccia pentagonale deriverebbe dalle facce del dodecaedro e quelle triangolari deriverebbero dall'icosaedro. Ovviamente le linee tratteggiate rappresentano le zone sottomarine e di montagna.

    ecc..


    #86997
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Haramein ci dice che il nucleo della Terra sarebbe alimentato da una singolarità ,come descritta dal suo modello, che formerebbe quindi un “piccolo sole” (buco bianco/buco nero http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4623)

    [youtube=425,344]fXd-CstWowE
    (pubblico domanda sul nucleo della terra cava) 6:22 Si il nucleo è una singolarità, il nucleo è dall'orizzonte degli eventi di un buco nero, tutto dentro collassa nella singolarità, il centro della Terra sarebbe una singolarità e anche quello del sistema solare, il Sole.
    (pubblico domanda, dici che le singolarita sono infinite) 6:50 si, non ci arrivi,perche ha infinito potenziale di divisione
    Quindi ricordate dicevo che osserviamo ogni cosa da angolo diverso e siamo diversi?

    Pero concordiamo che questa è una penna, uno puo pensare che è un elefante rosa ma è un altra storia, in genere siamo d'accordo perche tutti siamo su questa sfera ( Terra)
    7:30 ogni testa diverge ok verso l'infinito, i nostri piedi pero convergono verso la stessa singolarita che ci lega (centro della Terra) , quindi dal punto di osservazione della Terra siamo tutti concordi in una realta di consenso, che cambia in base a come cambiamo la nostra relazione con la realtà in superficie, capite?
    No? Oh mio Dio.

    Wilcock:

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_05.htm
    Nei prossimi due capitoli, presenteremo prova che i pianeti sono in realtà materia espulsa dal Sole, e quindi composti della stessa sostanza di base del Sole stesso. Infatti, in una cosmologia eterica unificata, tutta la materia si origina in forma di un plasma condensato di Bose-Einstein superconduttore con proprietà geometriche, come detto nel capitolo precedente, prima di raffreddarsi, separarsi e cristallizzarsi in atomi e molecole individuali.

    5.2 – LA PROVA CHE IL CUORE DELLA TERRA E’ UN PLASMA LUMINOSO

    Gran parte dell’argomento riguardo al centro della Terra plasmatico è stata presentato nel nostro volume precedente, ma per via della loro importanza ripetiamo ancora qui molti dei fatti salienti. La gran parte delle persone istruite sanno che l’area più calda della Terra è nel centro, e che gradualmente si raffredda attraverso gli strati successivi conosciuti come mantello fino ad arrivare infine all’area più fredda sull’esterno della sfera, che è la dura crosta o litosfera. E’ anche importante ricordare che la crosta esterna della Terra è così sottile, comparata al resto della massa terrestre, che se la Terra fosse ridotta alla grandezza di un bicchier d’acqua, la crosta sarebbe spessa e densa solamente come la tensione superficiale della cima del bicchiere stesso. Questo mostra quanto poca materia solida ci sia in realtà sulla Terra….

    .. La successiva, e ovvia, domanda che questo modello solleva è questa: se tutti i continenti erano un tempo parte di una singola superficie esterna della Terra, allora dove li mettiamo gli oceani? Maxlow suggerisce che in quei primi tempi sulla superficie della Terra c’era meno acqua totale, e si sono formati “mari epi-continentali[2] poco profondi” tra le varie aree di quelli che ora sono i continenti. La crosta originale sulla Terra ha raggiunto un certo livello di spessore, (probabilmente il risultato del raffreddamento da uno stato fuso appena dopo essersi separata dal Sole) ma poi con la continua espansione della Terra, la nuova crosta che si andava formando era molto più sottile, e quindi più bassa. Non appena i continenti hanno iniziato a dividersi, questi mari epi-continentali si sono riversati nelle fratture più profonde, formando le versioni primordiali dei nostri oceani.

    Questo solleva un’altra questione: “Da dove proviene tutta l’acqua dei nostri oceani se all’origine non c’era?”

    La Terra “cresce” di dimensione attraverso continui incrementi di energia eterica che riceve dal Sole e da altre fonti.

    Gli stessi processi energetici che incrementano la dimensione della Terra stanno anche creando continuamente nuove molecole come idrogeno e ossigeno nella nostra atmosfera, rendendola così più spessa in densità. L’idrogeno e l’ossigeno poi si legano insieme per formare ulteriori grandi quantità d’acqua, che piovono dal cielo negli oceani, mescolandosi con i sali della crosta terrestre. E’ molto interessante notare che, come abbiamo documentato nella pubblicazione precedente, è stato osservato che i pianeti gassosi possiedono tutti un centro roccioso delle dimensioni simili alla Terra, perciò sembra plausibile che la Terra possa diventare a sua volta un pianeta gassoso allorquando si allontanerà ulteriormente dal Sole. Nell’Ottavo Capitolo passeremo in rassegna la prova del Dr. Aleskey Dmitriev che dimostra che questa creazione di nuova atmosfera è un processo incessante, dal momento che si stanno scoprendo nuovi cambiamenti nelle atmosfere della Terra e di altri pianeti come Marte.

    Computer simulations strongly support new theory of Earth's core
    http://www.physorg.com/news121692398.html
    “We found that the body-centered cubic structure of iron is the only structure that could correspond to the experimental observations,” says Börje Johansson, professor of condensed-matter theory at Uppsala University.

    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Un_nucleo_cubico_per_la_Terra/1323406
    Un nucleo cubico per la Terra

    http://en.wikipedia.org/wiki/Expanding_Earth

    http://www.expanding-earth.org/

    http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/earthexpanding/00_GlobalExpansionTectonics.htm


    #86999

    sephir
    Partecipante

    Ah bene! direi che non si tratta di bazzecole… :K:


    #87000
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ci siamo fissati su una scienza che parla di morte e non spiega la vita
    il nucleo della Terra per me non è ferro “morto” ma plasma “vivo” e la Terra cresce ..

    [youtube=425,344]wkq3oUXUrfQ
    http://www.theresonanceproject.org/research.html

    http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4623
    Nassim con il suo team scientifico, ha scoperto una nuova soluzione delle equazioni di campo di Einstein che incorpora gli effetti di torsione e della forza di Coriolis. Inoltre, sono stati prodotti calcoli per descrivere il comportamento collettivo e coerente delle dinamiche del plasma delle ergosfere che orbitano gli orizzonti degli eventi dei buchi neri, richiedendo un vacuum polarizzato altamente strutturato, col risultato di una visione alternativa dei buchi neri, dove la porzione del buco bianco esterno circonda il buco nero interno.


    #87001
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.robertoweger.it/espansioneterra/
    La teoria di WEGENER, date le delineazioni geografiche nell’ Atlantico , è , a prima vista , molto convincente . Ma WEGENER presenta la “deriva dei continenti” come uno scorrimento delle placche continentali sulla superficie del globo, come se esse “navigassero” sul magma del pianeta ; pianeta il cui diametro , d’ altronde , è supposto costante nel corso dei milioni di anni .

    La sua teoria ha mostrato , col passar del tempo , appieno le sue debolezze . Essa lascia , infatti , senza risposta alcune cruciali domande :

    D’onde la forza meccanica per promuovere la DERIVA DEI CONTINENTI , e quale tecnica di rimozione vi sarebbe all’opera ? E come verrebbe vinto l’attrito ?

    Perché nell’ Atlantico le placche continentali sono più o meno complementari e non anche nel Pacifico o nelle regioni polari ? (ALLEGATO B)

    Perché si constata, mediante precise misurazioni satellitari, un allontanamento reciproco di alcuni cm / anno tra l’ AFRICA e il SUDAMERICA e lo stesso, contemporaneamente, tra il SUDAMERICA e l’ AUSTRALIA?

    Come spiegherebbe WEGENER le dorsali oceaniche?

    Come mai esistono le fosse oceaniche (anche 12.000 m di profondità ) ai margini di molte placche continentali ove contraddicono, d’altronde , la teoria della “subduzione”?..


    #87002
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    A me pare MOLTO sensata.
    Anzi direi che tutte le prove portano li….


    #87003
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Maxlow e l'espansione della Terra

    [youtube=480,385]_f6hcGJbjL0
    In futuro vorrei che nelle scuole qualcuno dicesse che la teoria della tettonica a placche è incompleta e questa è una ragione per avere qua il dott.Maxlow dall'Australia, riconosciuto a livello internazionale nel suo campo, fa parte di una rete di ricercatori in questo campo, vi mostrerà visivamente e vi spiegherà la meccanica del come e perchè la Terra si espande e dove sta andando…

    Maxlow: Grazie Duncan per questa brillante introduzione, buongiorno a tutti, immagino che il mio contributo a questa conferenza spinga da una scienza metafisica ad una piu fisica, io mi sono specializzato in questo, l'espansione..sono un geologo ….il mio interesse sulla teoria dell'espansione è iniziata negli anni 80 quando ho trovato un piccolo libro del prof.Carey considerato il padre della teoria dell'espansione della Terra.
    L'ho incontrato nel 1988 e sono rimasto cosi ispirato da iniziare una grossa ricerca negli anni 90 fino alla pubblicazione del mio libro. Vi mostrero le evidenze che abbiamo che suggeriscono che la Terra si espande, Duncan ha parlato della tettonica a placche che viene definita la spiegazione di tutto e questo va a discapito di altri punti di vista che esistono da tempo e questo è uno dei tanti. La grossa domanda è cosa causa l'espansione della Terra, l'uomo deve capire le cause prima di comprendere l'aspetto fisico, intanto guardare la ricostruzione dai dati che vi mostro. Il concetto dell'espansione della Terra esiste da 70 anni e Otto Hilgenberg dalla Germania fu il primo a fare piccoli modelli della Terra e ha riconosciuto che se togliamo le aree oceaniche i continenti combaciano assieme come un puzzle arrivando al 50% del raggio odierno.
    Negli anni '30 le sue idee proposte in un piccolo libro vennero scartate. Altro grosso contributo venne da un altro studioso tedesco Klaus Vogel nel 1979-80
    che fece altri modelli della Terra e li vedete qua e rappresenta 200 milioni di anni di storia della Terra, circa, fu fortunato perche inizarono ad essere disponsibili le mappe degli oceani e ha potuto quantificare i suoi modelli con questi dati e la teoria delle placche veniva affermata e ora capiamo che i continenti possono muoversi ma nei giorni di Klaus si pensava che i continenti fossero fissi. La mia ricerca comprende una serie di 24 modelli , da questo fino all'inizio della storia della Terra, un modello propone una visione del futuro fra milioni di anni. Questa ricerca coincide con la disponibilita di moltissimi dati di oggi, geologia, geografia, geofisica,…tecnologia informatica moderna e softwares, il mio modello rappresenta il 100% della storia della Terra ed è il primo che si spinge cosi indietro nella storia, la tettonica a placche si spinge al 20% della storia della Terra e non convince nemmeno fino a tanto….


    #87004
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    provo a tradurre ma non capisco sempre bene..

    [youtube=480,385]cj_JTn4oE2o
    La mia ricerca disponde dei dati di questa mappa geologica del mondo non disponibile ai miei predecessori, mappa primariamente usata per quantificare la tettonica a placche ma alla fine non sono riusciti e infatti questa informazione è raramente o mai usata ora nella tettonica a placche. E' uno strumento importante per la teoria dell'espansione e mi è servita per quantificarne il processo, i colori nella mappa rappresentano intervalli nel tempo geologico e dovrebbe divenire chiaro che i colori nei continenti hanno un aspetto diverso dai colori nell'oceano. Ogni colore rappresenta un intervallo di tempo e quindi dei movimenti dei sedimenti depositati o espulsi per esempio col vulcanismo, non vediamo la differenza tra tipi di roccie ma sono pacchetti di roccia in certi periodi di tempo.
    I continenti comprendono antichi frammenti di granito e di roccia vulcanica, vedete il rosa e il rosso, poi antichi sedimenti di roccia qua e sedimenti piu giovani di roccia vulcanica in blu e giallo ecc..distinguiamo la crosta oceanica prima dalla crosta continentale che è piuttosto distinta dalla crosta oceanica. I continenti hanno uno spessore da 30 a 70km mentre la crosta oceanica va da 7 a 10km, è primariamente di roccia vulcanica.
    Potete anche vedere che ogni oceano, vedete il colore assimetrico di queste faglie medio-oceaniche, forse non le avete mai sentite..le ho in formato sferico nella prossima immagine, ma potete visualizzarle come una rete di rotture tutta attorno al mondo, in ogni oceano ed è stata una rivelazione grande per gli oceanografici e geofisici.
    Forse avete sentito in tv di sommergibili a grande profondita che hanno trovato queste emissioni di fumo nero e acqua caldissima e vapore e questo accade lungo le faglie che vedete negli oceani. Vedete anche che da questi punti i colori si sfumano distanziandosi. Dove vedete il rosa il tempo è piu recente e arriviamo nel blu dove siamo al Giurassico ed è la crosta oceanica piu antica
    Questi sono gli stessi dati su una Terra sferica….la Terra è sferica lo sappiamo, non è una mappa piatta,la teoria della Terra piatta è stata scartata da molto tempo …come ho detto la roccia vulcanica invecchia allontanandoci dalle faglie nell'oceano, visualizziamo qua che c'è una rottura e apre il passaggio a nuova materia vulcanica in certi momenti, assieme a acqua e gas (non capisco) , comunque abbiamo nuova roccia vulcanica emessa lungo la rottura e quando tocca l'acqua si solidifica. Ecco cosa ci mostrano questi dati in certi periodi avvengono rotture e aperture che fanno passare nuova roccia vulcanica. Perche accada deve avvenire un aumento delle aree degli oceani allontanando i continenti e queste sono le basi della tettonica a placche, tutto il materiale, nella tettonica a placche, ci dicono che finisce in subduzione nell'oceano pacifico. Quello che ho fatto è eliminare gradualmente le varie fasce colorate e sono andato avanti e indietro nel tempo (7:25)
    Quindi dico che per tornare indietro nel tempo dobbiamo eliminare in sequenza le zone colorate , ridurre le aree oceaniche e i continenti combaciano.


    #87005
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.nealadams.com/nmu.html
    New Model of the Universe

    The case against pangea
    First… it’s important to understand that this is the most profound disagreement in all of science in a century and a half… and, even so, it is the tip of the iceberg, the ramifications of this disagreement will change everything we know in science, top to bottom.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.