Guerra al cancro – fallimento totale?

Home Forum SALUTE Guerra al cancro – fallimento totale?

Questo argomento contiene 334 risposte, ha 40 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Medico omeopata 8 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 321 a 330 (di 335 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #55797
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Eppure dopo 40 anni si inizia a realizzare che il cancro è piuttosto il risultato di una serie di concause. Come scrive Patrizia Gentilini:

    Si è sempre pensato al genoma come a qualcosa di predestinato ed immutabile, ma le conoscenze che da oltre un decennio provengono dall’epigenetica ci dicono che le cose non stanno così. Il genoma è qualcosa che continuamente si modella e si adatta a seconda dei segnali – fisici, chimici, biologici – con cui entra in contatto. Come una orchestra deve interpretare uno spartito musicale facendo suonare ad ogni musicante il proprio strumento, così l’informazione contenuta nel DNA viene continuamente trascritta attraverso meccanismi biochimici che comprendono metilazione, micro RNA, assetto istonico che vanno appunto sotto il nome di epigenoma. L’epigenetica ci ha svelato che è l’ambiente che “modella” ciò che siamo, nel bene e nel male, nella salute e nella malattia…L’origine del cancro non risiede quindi solo in una mutazione casualmente insorta nel DNA di una qualche nostra cellula, ma anche in centinaia di migliaia di modificazioni epigenetiche indotte dalla miriade di agenti fisici e sostanze chimiche tossiche e pericolose con cui veniamo in contatto ancor prima di nascere e che alla fine finiscono per danneggiare in modo irreversibile lo stesso DNA.
    http://www.ecoblog.it/post/124411/cancro-patrizia-gentilini-ecco-perche-rischiamo-di-perdere-la-guerra


    #55798
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum


    #55799

    Anonimo

    Personalmente se io avessi il cancro mi curerei solamente così, parere mio, ovviamente potete informarvi o chiedere sulle proprietà.

    60 grammi di Olio di Marijuana, assunto nell'arco di 2 mesi
    (non l'olio di semi, ma l'olio estratto dai fiori, metodo rick simpson)

    Ogni giorno
    40 mandorle di albicocco
    6~8 grammi di graviola essiccata in cap o frullati a trovarla fresca
    15 grammi di estratto di curcumina
    6 grammi di vitamina C liposomale
    2 grammi di silimarina
    4 limoni spremuti
    3 cucchiai di olio di semi di Nigella Sativa
    10mg/kg di DCA

    Dieta vegana
    Acqua ph 8
    Digiuno 1 o 2 giorni alla settimana

    Se tutto questo non andasse… ayahuasca


    #55800

    Medico omeopata
    Partecipante

    [quote1397513747=.scorp]
    Personalmente se io avessi il cancro mi curerei solamente così, parere mio, ovviamente potete informarvi o chiedere sulle proprietà.

    60 grammi di Olio di Marijuana, assunto nell'arco di 2 mesi
    (non l'olio di semi, ma l'olio estratto dai fiori, metodo rick simpson)

    Ogni giorno
    40 mandorle di albicocco
    6~8 grammi di graviola essiccata in cap o frullati a trovarla fresca
    15 grammi di estratto di curcumina
    6 grammi di vitamina C liposomale
    2 grammi di silimarina
    4 limoni spremuti
    3 cucchiai di olio di semi di Nigella Sativa
    10mg/kg di DCA

    Dieta vegana
    Acqua ph 8
    Digiuno 1 o 2 giorni alla settimana

    Se tutto questo non andasse… ayahuasca
    [/quote1397513747]

    mancano i clisteri al caffè e sei a posto #evvai


    #55801

    Anonimo

    non ci tengo, per il resto sono serissimo


    #55802
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    L'erba magica che distrugge le cellule tumorali in 16 ore
    Il cancro è una delle malattie che determina più morti sul nostro pianeta. Tantissimi i soldi per la ricerca medica, cercando di trovare una cura definitiva. Una delle tante cure è quella nota come “erba magica”, per lo più ignorata dalla comunità medica, ma che in realtà distrugge fino al 98% delle cellule cancerogene in sole 16 ore.

    Secondo quanto riporta Spirit Science and Metaphysic questa tecnica veniva usata nella medicina cinese e il solo utilizzo dell'erba, chiamata [u]Artemisia Annua[/u], riduceva le cellule tumorali del polmone del 28% e, in combinazione con il ferro, sconfiggeva il cancro.

    In passato l'artemisinina è stata utilizzata come un potente rimedio antimalarico ma ora è dimostrato che questa cura è efficace anche nella lotta contro il cancro. Questo perché quando si aggiunge del ferro alle cellule tumorali infettate, attacca selettivamente le cellule “cattive”, e lascia quelle “buone” intatte.

    Gli scienziati che seguono le ricerche, condotte presso l'Università della California, hanno dichiarato: “In generale i nostri risultati mostrano che l'artemisinina ferma il fattore di trascrizione 'E2F1' e interviene nella distruzione delle cellule tumorali del polmone, il che significa che controlla la crescita e la riproduzione delle cellule del cancro”.

    Utilizzando una varietà resistente alle radiazioni delle cellule del cancro al seno (che aveva anche una elevata propensione per l'accumulo di ferro) l'artemisinina si è dimostrata avere un tasso di uccisione del cancro del 75% dopo appena 8 ore, e uno del quasi 100% dopo appena 24 ore.

    http://notizie.virgilio.it/cronaca/l-erba-magica-he-distrugge-18-delle-cellule-tumorali-in-16-ore.html


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #55803
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il potere anticancro delle emozioni
    Di Christian Boukaram
    Da un medico oncologo, un nuovo sguardo sull'insorgenza e la cura della malattia http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il-potere-anticancro-delle-emozioni-libro.php#


    #55804
    abuandre
    abuandre
    Partecipante

    per l'Arteisia annua ci sono delle serie controindicazioni di retinopatia
    Alcune persone, che si erano curati la malaria con l'artemisia annua in Ghana, mi dicevano di aver avuto dei gravi problemi di vista.


    #55805
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    ..a pummarola ncoppa ! <3

    [size=30]Pizza contro il cancro: ecco la scoperta di Umberto Veronesi

    Prima sapevamo che era solo buona ma il dott. Umberto Veronesi, il maggior oncologo italiano, avvisa: la pizza tiene lontano il cancro.

    Tutti conosciamo la storia della pizza, com’è fatta e quant’è buona. Piace sempre perché si può farcire a seconda dei gusti e delle preferenze e si può mangiare senza impegno a qualsiasi ora del giorno. Insieme alla pasta è il piatto italiano più imitato al mondo. Ma anche il più studiato: da almeno 50 anni i medici di molte nazioni sono arrivati in Italia per scoprire il segreto della nostra longevità e perché, a parità di altri popoli, gli italiani sono più resistenti a malattie croniche e mortali (infarto, cancro ecc.).

    Non a caso la Dieta Mediterranea è diventata Patrimonio dell’Unesco, ottima da seguire se si vuole vivere bene a lungo. È un equilibrio di carboidrati, latticini, verdure, pesce e immancabile l’olio d’oliva extravergine. Ciò che mangiamo ci aiuta a crescere, a sostenerci giornalmente ma soprattutto a rimanere sani.

    [size=24]Pizza, elisir di lunga vita

    Per gli amanti della pizza tradizionale è una grandissima soddisfazione sapere che la Fondazione Umberto Veronesi l’ha eletta regina indiscussa della sana alimentazione (fonte: Salsa e Pizza, così il pomodoro è il top).

    Grazie agli studi compiuti nei laboratori del dott. Veronesi si è dimostrato che il pomodoro contiene licopene, una sostanza antiossidante, antitumorale e antinvecchiamento, che esprime il meglio di sé se cotto e combinato con l’olio d’oliva.

    Il licopene, dunque, “colora” di rosso il pomodoro quando è maturo ma ha effetti sorprendenti se consumato in salsa: è antiossidante, ritarda gli effetti dell’invecchiamento, è un rimedio antitumorale tra i più potenti in natura. Sulla pizza questi effetti aumentano di ben 5 volte. Grazie a questa sostanza abbiamo un rimedio certificato dalla medicina: la pizza contro il cancro.

    La strana storia del pomodoro

    Il pomodoro, per secoli sottovalutato, compare in Europa dopo la scoperta delle Americhe e si impiegava per lo più come pianta ornamentale. Fu la cucina regionale del sud Italia ad apprezzarlo per primo e a Napoli trovò la sua prima applicazione: alla fine del 1600 fu inventata una salsa che lo trasformò in ingrediente base per molti piatti. La sua consacrazione nell’olimpo gastronomico si deve sicuramente all’invenzione della pizza Margherita. #queen

    Oggi lo consumiamo in svariati modi ma, consiglia il dott. Veronesi, non bisogna rinunciare alla tradizionale salsa per assaporarne appieno gusto e benefici. La cottura libera il licopene trattenuto all’interno delle cellule del pomodoro e lo rende più assimilabile dall’apparato digerente.

    Svolge tantissime funzioni:

    pulisce le arterie
    aiuta le donne in gravidanza
    allontana dalle cellule lo stress dell’inquinamento e del fumo
    è un integratore naturale.
    Meglio ancora se è integrato con un filo d’olio extravergine.

    Da qui la Fondazione Umberto Veronesi conclude che “i piatti-bandiera della tradizione italiana, la pasta e la pizza, sono dei veri e propri scrigni di benessere scarlatto”.

    fonte http://www.donmiguel.it

    http://www.leggerenotizie.it/pizza-contro-il-cancro-ecco-la-scoperta-di-umberto-veronesi/


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #55806
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    La sanità non diffonde la notizia perché la soluzione é troppo economica
    Il bicarbonato di sodio è uno dei più potenti alcalinizzanti. Otto Heinrich Warburg, premio Nobel nel 1931 per la sua tesi
    La causa principale e la prevenzione del cancro, ha dichiarato:

    Le cellule tumorali vivono in un ambiente estremamente acido e privo di ossigeno. Le cellule sane vivono in un ambiente alcalino, ossigenato, consentendo il funzionamento normale, privare una cellula del 35% di ossigeno per 48 ore può probabilmente innescare un processo canceroso. Le sostanze acide respingono ossigeno, mentre le sostanze alcaline lo attraggono. Le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Invece la GLICEMIA sopravvive fino a quando l’ambiente è privo di ossigeno. I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini, quindi il cancro non sarebbe altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente privo di ossigeno e alcalinità.

    http://ununiverso.altervista.org/blog/incredibile-scopertalimone-e-bicarbonatomiracolo-contro-il-cancro/


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

Stai vedendo 10 articoli - dal 321 a 330 (di 335 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.