GUNA, l'omeopatia dal volto etico

Home Forum SALUTE GUNA, l'omeopatia dal volto etico

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  GUNA 8 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58749

    GUNA
    Bloccato

    Milano, 15 aprile 2010
    L’Azienda leader in Italia nella produzione e distribuzione di farmaci biologici e di origine naturale ha presentato alla stampa il suo 1° Bilancio Sociale e di sostenibilità. Non solo rendicontazione, ma progettualità innovative e d’avanguardia, per una PMI “best-in-class” nel settore della CSR
    Non solo “numeri” e rendicontazione, ma progetti innovativi nei quali l'Azienda è stata ed è concretamente coinvolta, raccontati direttamente dallo staff GUNA che ogni giorno dà il suo contributo per realizzarli, condividendone i principi, gli scopi e la passione: si tratta del 1° Bilancio Sociale di GUNA, un lavoro che ha coinvolto tutta l’azienda secondo i principi di una corretta responsabilità sociale d’impresa.

    Il volume presentato alla stampa non è che una sintesi dell’impegno quotidiano di GUNA in chiave di responsabilità sociale, un impegno volto alla costruzione di un nuovo paradigma di salute in cui l’interesse della collettività e dell’Azienda coincidono esattamente. “Laddove la collettività si evolve e migliora il proprio standard di vita, non solo economico, anche l'Azienda può dare maggiore impulso alle proprie attività e generare più utili”, ha dichiarato il Presidente dott. Alessandro Pizzoccaro, che 26 anni fa ha fondato l’azienda – leader italiana del comparto omeopatico – assieme alla moglie Dott. sa Adriana Carluccio.

    Un impegno che l’Azienda ha deciso di assumersi perché consapevole di un mondo che sta cambiando e che interessa sempre più direttamente il destino dell’impresa. GUNA ha chiuso il 2009 con un fatturato pari a 50,6 mln di Euro, +8% rispetto al 2008, registrando per il 25° anno consecutivo una crescita del fatturato. GUNA Spa – tra le 18 aziende aderenti a Omeoimprese, l’associazione di categoria del settore – detiene quasi il 30% del mercato italiano, mercato che continua a crescere ogni anno con una media nazionale del 6-7% per un valore complessivo stimato a circa 300 milioni di euro, equivalente al 1% del mercato farmaceutico nazionale.

    La recente crisi finanziaria che ha sconvolto il sistema economico-finanziario ha evidenziato come un codice etico sia efficace in ragione di quanto i suoi principi non rimangono solo “sulla carta”, ma sono oggetto di continuo impegno per una concreta applicazione. Proprio per questa ragione GUNA ha sviluppato innanzi tutto un’innovativa mappa degli stakeholder: una vera e propria “rete neurale complessa”, che vede GUNA fondersi e sovrapporsi agli articolati interessi dei suoi stakeholder. Le attività dell’azienda virano verso un comportamento socialmente responsabile: ecco quindi spiegato il filo rosso che unisce i tanti progetti no-profit sostenuti da GUNA (ACRA in Camerun, COOPI in Paraguay, l’Asilo Sogni di Bimbi a Milano, Altrimondiali by Matatu…), il progetto interno di Energy Saving, la filosofia NO PATENT per la rimozione delle protezioni brevettuali e la produzione editoriale secondo i principi del Copyleft, per facilitare al massimo la circolazione dei saperi.

    Il 2010 vedrà l’azienda sempre più impegnata su questi fronti, con ambiziosi obiettivi: l’istituzione di un sistema di monitoraggio su modello Global Reporting Initiative, l’impostazione delle pratiche per la certificazione SA-8000, l’incremento del dibattito sul Manifesto No Patent, l’avvio del progetto di e-learning GUNA TV per la formazione a distanza dei medici al fine di ridurre l’impatto ambientale delle trasferte, la pubblicazione delle regole di governance dell’Azienda, il prosieguo dell’impegno nel sociale in un’ottica di partnership (istituzione del “Peace Manager” per i programmi di sensibilizzazione sulla non violenza, Estrazione supercritica in Camerun, Malindy by Academy, Altrimondiali by Matatu), la creazione di focus group e di momenti di incontro con i diversi pubblici, e molto altro ancora attualmente in esame e che verrà valutato nel corso dell’anno.

    GUNA – in tema di CSR – si posiziona quindi definitivamente come una delle “best-in-class” tra le PMI italiane. Il bilancio sociale è scaricabile da oggi – sia in alta che in bassa definizione – all’indirizzo internet http://www.guna.it/bilanciosociale2009, con un corredo di foto, videoclip e interviste audio.


    #58750

    ezechiele
    Partecipante

    buongiorno, benvenuto……

    grazie per il tuo contributo, assolutamente disinteressato pare, caro Sig. GUNA spa

    imho un post del genere sarebbe stato più apprezzato se come commento di un cliente … magari non ci hai pensato Sig. GUNA spa ma così potrebbe assomigliare a SPAM

    tratto dal loro sito:

    Oggi, Guna Spa è il leader italiano nel settore dell’omeopatia e della Medicina Fisiologica di Regolazione e vanta il più innovativo stabilimento farmaceutico al mondo per le medicine naturali, a Milano, in Via Palmanova n° 69. Conta circa 250 dipendenti, con un fatturato che sfiora i 50 milioni di euro all’anno, in crescita costante negli ultimi 25 anni.

    con 50 mln di euro l'anno di fatturato un bannerino al buon Pas glie lo potevate pure pagare eh, braccini corti? :hehe:


    #58752
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    hahaha


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #58751

    Spiderman
    Partecipante

    Questi eze devono essere di “Zena”. :hehe:


    #58753

    Medico omeopata
    Partecipante

    Con questi messaggi propagandistici e a volte falsi (come quello in cui ha invaso la rete con il post “L’OMS DECRETA L’INGRESSO DELL’OMEPATIA NEL GRUPPO DELLE MEDICINE TRADIZIONALI E NE RACCOMANDA L’INTEGRAZIONE NELL’AMBITO DELLE CURE PRIMARIE” che non era assolutamente vero) la Guna non sta offrendo affatto un utile servizio all'omeopatia al contrario…

    da medico omeopata vi chiedo gentilmente di smetterla con questi messaggi autopromozionali che hanno solo l'effetto opposto a quello che vorreste avere e fanno apparire l'omeopatia come una medicina commerciale che ha bisogno di “gridare” per avere un aumento di notorietà.
    Grazie.


    #58754
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Medico caro, devi ricaricare le tue immagini, non si vedono più 🙂


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #58755
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1271945519=Medico omeopata]
    … e fanno apparire l'omeopatia come una medicina commerciale che ha bisogno di “gridare” per avere un aumento di notorietà.

    [/quote1271945519]

    In riferimento a quest'unica affermazione, bisogna tener conto, d'altro canto, che siamo “invasi” e “bombardati” (sembra una guerra) dalla pubblicità della medicina tradizionale, sia a livelli di prodotti che di cure in generale.


    #58756

    Medico omeopata
    Partecipante

    [quote1271952018=giusparsifal]
    [quote1271945519=Medico omeopata]
    … e fanno apparire l'omeopatia come una medicina commerciale che ha bisogno di “gridare” per avere un aumento di notorietà.

    [/quote1271945519]

    In riferimento a quest'unica affermazione, bisogna tener conto, d'altro canto, che siamo “invasi” e “bombardati” (sembra una guerra) dalla pubblicità della medicina tradizionale, sia a livelli di prodotti che di cure in generale.
    [/quote1271952018]

    è vero e noi siamo ben felici di distinguerci dalla medicina convenzionale anche su questo aspetto.


    #58757

    Medico omeopata
    Partecipante

    [quote1271952748=pasgal]
    Medico caro, devi ricaricare le tue immagini, non si vedono più 🙂
    [/quote1271952748]

    Grazie Pasqal non capsico come mai, mi potresti aiutare che non sono capace a rimetterle?


    #58758
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    [quote1271964109=Medico omeopata]
    [quote1271952018=giusparsifal]
    [quote1271945519=Medico omeopata]
    … e fanno apparire l'omeopatia come una medicina commerciale che ha bisogno di “gridare” per avere un aumento di notorietà.

    [/quote1271945519]

    In riferimento a quest'unica affermazione, bisogna tener conto, d'altro canto, che siamo “invasi” e “bombardati” (sembra una guerra) dalla pubblicità della medicina tradizionale, sia a livelli di prodotti che di cure in generale.
    [/quote1271952018]

    è vero e noi siamo ben felici di distinguerci dalla medicina convenzionale anche su questo aspetto.

    [/quote1271964109]

    🙂


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.