Heil Europa!

Home Forum L’AGORÀ Heil Europa!

Questo argomento contiene 30 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da InneresAuge InneresAuge 7 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 31 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #137496
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [size=18]Heil Europa!
    [url=http://www.postimage.org/][/url]

    Sento un vento forte, duro, insidioso, che spira in Europa. Arriva da tutti punti della Rosa dei Venti. Brezze, refoli che all'inizio sembravano innocui, al massimo ti scompigliavano i capelli, si stanno trasformando in una possibile bufera. I nazionalismi stanno ritornando con la forza di un tempo che sembrava seppellito dalla Storia. In Francia Marine Le Pen del Front National è favorita per le presidenziali. Il bonapartista Sarkozy, l'uomo che prima ti bombarda e dopo ti dice bonsoir, è considerato troppo a sinistra dai francesi, al primo turno otterrebbe solo il 19% contro il 22% della Le Pen che, in caso di elezione, farà tenere un referendum per l'uscita dalla UE. In Finlandia “I Veri Finnici”, un partito di estrema destra antieuropeista e xenofobo, ha raggiunto il 20,4% dei voti. Il suo leader Timo Soini ha dichiarato che non appoggerà nessun aiuto finanziario agli Stati europei in difficoltà come Grecia e Portogallo. Nel Canton Ticino ha vinto Giuliano Bignasca, la controfigura di Boss(ol)i (e ce ne vuole). La sua “Lega dei Ticinesi” è diventato il primo partito. Bignasca ha subito annunciato misure per ridurre il numero di frontalieri italiani che vanno a lavorare in Svizzera. In Ungheria è stata approvata una nuova Costituzione all'insegna di “Dio, Patria e Famiglia”. Un colpo di Stato costituzionale da parte del primo ministro conservatore Viktor Orban. Amnesty International ha denunciato la nuova Costituzione ultra nazionalista perché “viola le norme internazionali ed europee dei diritti dell'uomo ''.
    Gli effetti della crisi del 1929 ebbero il loro culmine nel 1933, quattro anni dopo. Per il 2008 dovrebbe valere lo stesso, e nel 2012 dopo le banche, potrebbero fallire gli Stati. Quando falliscono gli Stati, la soluzione più ovvia è la dittatura. Nel 1933 (una coincidenza?) Adolf Hitler divenne primo ministro tedesco a seguito di regolari elezioni. La Storia forse non si ripete mai uguale, ma di certo si assomiglia. La paura della crisi economica e dell'immigrazione (che negli anni '30 non esisteva) stanno facendo sbandare l'Europa verso un mosaico rabbioso di nazionalismi. Chi li fermerà? Heil Europa!

    fonte: http://www.beppegrillo.it/2011/04/heil_europa/index.html

    E' questo il risveglio di cui si parla? Io spero sia solo fumo prima della luce… Ma il mio istinto mi dice che stiamo andando verso il baratro. Ci comportiamo sempre allo stesso modo… Come diceva Battiato: “sempre gli stessi errori, sempre gli stessi orrori”…


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #137497
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    #137498
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Grazie per il video!
    Umh… secondo lui ci stiamo dividendo e polarizzando quindi?
    Se fosse vero questo porterebbe ad un punto di non ritorno… come se ne uscirebbe?


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #137499

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1303483729=InneresAuge]
    E' questo il risveglio di cui si parla? Io spero sia solo fumo prima della luce… Ma il mio istinto mi dice che stiamo andando verso il baratro. Ci comportiamo sempre allo stesso modo… Come diceva Battiato: “sempre gli stessi errori, sempre gli stessi orrori”…
    [/quote1303483729]

    Mi pare quasi fisiologico che, come reazione ai guasti dell'UE e della BCE, ci sia una voglia di punirla con spinte nazionalistiche.
    Non conosco gli altri, ma per quanto riguarda il partito di Le Pen (c'è sua figlia adesso) so che è molto critico nei confronti della struttura bancaria europea.
    Se una buona fetta di queste persone di destra la pensano come Nigel Farage o Daniel Estulin, non la vedrei poi con grande antipatia questa deriva. Anzi, sarebbe un segnale potente che le cose stanno cambiando, e i signori che hanno firmato il Trattato di Lisbona non sono più così saldi e sicuri di sè come quando straparlavano che con l'euro e la banca centrale sarebbe cambiato tutto in meglio.

    ps: ma il movimento di Grillo non si considerava “nè di destra nè di sinistra”?


    #137500

    Erre Esse
    Partecipante


    #137501
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1303484507=Erre Esse]
    [quote1303483729=InneresAuge]
    E' questo il risveglio di cui si parla? Io spero sia solo fumo prima della luce… Ma il mio istinto mi dice che stiamo andando verso il baratro. Ci comportiamo sempre allo stesso modo… Come diceva Battiato: “sempre gli stessi errori, sempre gli stessi orrori”…
    [/quote1303483729]

    Mi pare quasi fisiologico che, come reazione ai guasti dell'UE e della BCE, ci sia una voglia di punirla con spinte nazionalistiche.
    Non conosco gli altri, ma per quanto riguarda il partito di Le Pen (c'è sua figlia adesso) so che è molto critico nei confronti della struttura bancaria europea.
    Se una buona fetta di queste persone di destra la pensano come Nigel Farage o Daniel Estulin, non la vedrei poi con grande antipatia questa deriva. Anzi, sarebbe un segnale potente che le cose stanno cambiando, e i signori che hanno firmato il Trattato di Lisbona non sono più così saldi e sicuri di sè come quando straparlavano che con l'euro e la banca centrale sarebbe cambiato tutto in meglio.[/quote1303484507]

    A cosa mai servirebbe continuare a dividerci per nazioni, se non a renderci più deboli? Significa semplicemente sostituire un mostro con un altro che può essere ancora peggiore.
    Il Nazionalismo non è altro che un sistema di back-control del potere, che non fa altro che scaricare “sull'altro/diverso” tutti i problemi divenuti ormai insormontabili condita da una falsa ideologia. Anziché migliorare le persone individualmente, incita a prendere di mira “gruppi di persone”.

    Io sono molto più simile ad un ragazzo arabo magari, che al mio vicino di casa. E allora?!

    [quote1303484507=Erre Esse]ps: ma il movimento di Grillo non si considerava “nè di destra nè di sinistra”?[/quote1303484507]
    Infatti lo è… Ma poi chi decide cosa è di sinistra e cosa è di destra? :hehe: Se guardiamo al di la' degli schemi che ci confezionano i media come la tv, la realtà è molto più complessa e allo stesso tempo piatta per quanto riguarda almeno la politica “nostrana”.
    Poi c'è tanto bel folklore e apparenza che invece ci distoglie e distrae…


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #137502
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1303484843=InneresAuge]
    Grazie per il video!
    Umh… secondo lui ci stiamo dividendo e polarizzando quindi?
    Se fosse vero questo porterebbe ad un punto di non ritorno… come se ne uscirebbe?
    [/quote1303484843]
    esatto ci stiamo polarizzando, si deve decidere e non si può stare nel mezzo..quindi direi che siamo qua per vedere quello che accade e come ne usciamo


    #137503
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1303484933=Richard]
    [quote1303484843=InneresAuge]
    Grazie per il video!
    Umh… secondo lui ci stiamo dividendo e polarizzando quindi?
    Se fosse vero questo porterebbe ad un punto di non ritorno… come se ne uscirebbe?
    [/quote1303484843]
    esatto ci stiamo polarizzando, si deve decidere e non si può stare nel mezzo..quindi direi che siamo qua per vedere quello che accade e come ne usciamo
    [/quote1303484933]
    Se non c'è un intervento esterno credo solo male.
    Io non ho niente a che spartire ne' con i massoni della BCE, ne' con i neo-nazisti… anzi per come la vedo le nazioni sono divenute inutili strumenti che creano solo più disarmonie che altro… (e divisioni farlocche utili al potere per farci credere che i problemi nascono da una nazione e non da singoli individui e decisioni presi da essi). Bisognerebbe nel lungo periodo trovare il modo di armonizzare il pianeta nel suo insieme, fauna e umani compresi. Per il bene del pianeta e di chi ci vive.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #137504
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1303485251=Erre Esse]
    ps: ma il movimento di Grillo non si considerava “nè di destra nè di sinistra”?
    [/quote1303485251]
    Questo post potrebbe essere forse di destra? :hehe:
    Credo siano parole ormai superate… per fortuna 🙂

    fonte: http://www.beppegrillo.it/2011/04/comunicato_politico_numero_quarantadue/index.html
    [u]L'italiano è come un criceto nella ruota. Corre, corre. Crede di andare avanti, di arrivare da qualche parte. In realtà, se stesse fermo per lui non cambierebbe nulla.[/u] Rimarrebbe esattamente dove si trova, ma almeno senza fare fatica e produrre energia tutta la vita per il sistema, che alla ruota è collegato. S[u]i è ormai assuefatto alla ruota, al suo zampettare per pagare le tasse fino a estate inoltrata prima di poter spendere anche un solo euro del suo lavoro e a mantenere una macchina dei parassiti, enorme, di politici, para politici, concessionari e strutture pubbliche di ogni tipo.[/u] La giustizia nelle sue varie forme, fiscale, penale, civile lo può colpire sempre e comunque, onesto o disonesto che sia, e diventa implacabile se rallenta la sua corsa nel produrre reddito o emette uno squittio di troppo. Ci siamo abituati al degrado, un giorno alla volta.Ci sembra normale lottare, difenderci dallo Stato per il riconoscimento di un qualunque diritto o sostituirci ad esso per la sanità, la scuola, per proteggere l'ambiente. Molti non hanno conosciuto altra realtà al di fuori di quella del criceto in gabbia. Non uscirebbero dalla ruota neppure con lo sportello della gabbia aperto. Credono che il mondo sia soltanto un'immenso negozio di ruote di criceti. Una vale l'altra, perché cambiare? Fuori dalla porta di casa c'è la giungla. Nella casella della posta, dove un tempo c'erano le cartoline, ci sono multe, bollette (ma quante sono?), avvisi di Equitalia, raccomandate dell'Agenzia delle Entrate. Quando nasci prima del nome ti attribuiscono il codice fiscale. “No Taxation without Representation”, la regola americana che nessuna tassa va pagata dai cittadini senza una loro rappresentanza reale nelle Istituzioni è diventata “Taxation without Representation”. Paghi, subisci e metti una croce sul simbolo dei tuoi padroni. Ci hanno rubato il senso di appartenenza a una comunità, allo Stato. Siamo cittadini del Nulla. Questa è forse la cosa più grave. Non ci riconosciamo più neppure tra di noi. Da questo dobbiamo ripartire, dalla creazione del senso del bene comune, della creazione di spazi di felicità, di costruzione del futuro e dell'orgoglio di appartenere a un progetto di Nazione. Il MoVimento 5 Stelle è questo progetto. Si presenterà alle prossime amministrative in 75 comuni. Solo candidati incensurati, senza tessere di partito, senza finanziamenti pubblici. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

    Penso sia una riflessione condivisibile, anche se piuttosto limitata, forse è ora di iniziare a destrutturare il potere, che però non è solo politico.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #137505

    Erre Esse
    Partecipante

    Inneres, la penso esattamente come te.
    Ok essere legati alla cultura in cui si è cresciuti (questo per me significa nazione, mica “lo stato”) ma non la xenofobia che può aggravarsi in razzismo.
    Penso che nel mondo iperglobalizzato in cui ci troviamo a vivere ora, il nazionalismo modello anni 30 sia un anacronismo bello e buono, in un'epoca dove, per esempio, nelle classi a scuola c'è così tanta varietà di razze.
    Ma sappiamo che il blog di Grillo non è il regno della sobrietà! :hehe:


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 31 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.