I Nostri Figli Ci Accuseranno

Home Forum SALUTE I Nostri Figli Ci Accuseranno

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 5 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61140
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Il livello di inquinamento dell'ambiente in cui viviamo incide fortemente sulla nostra salute e, per la prima volta nella storia, ci troviamo di fronte ad una nuova generazione di bambini il cui stato di salute è peggiore di quello dei genitori. Il problema dell'inquinamento però non nasce solo da fattori industriali ma anche dal modo in cui la nostra società utilizza il sistema che da sempre fornisce cibo all'uomo: l'agricoltura. Usiamo decine di prodotti chimici in ogni tipo di coltivazione, sostanze che dovrebbero difendere le piante dai parassiti o farle crescere meglio ma che passano attraverso tutta la catena alimentare arrivando a farci ammalare. Nelle salsicce, ad esempio, troviamo metalli pesanti, nelle lenticchie e nell'acqua troviamo direttamente i pesticidi, anche nel pane troviamo i pesticidi ma anche piombo e cadmio, nel formaggio pesticidi al cloro, piombo e mercurio. Tutto ciò sta avendo ripercussioni devastanti su tutta la natura: l'uomo ha già fatto scomparire il 30% delle specie viventi sulla Terra.
    http://mikecrissblog.blogspot.it/
    -|- 🙁 -|-


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61141

    renae
    Bloccato

    Non vedono
    non sentono
    non parlano
    Però mettono al mondo figli.Ecco il problema dell umaiità!


    #61142

    DESTINO
    Partecipante

    il problema è che mettono davanti il dio denaro! purtroppo lo fa chi ci comanda–in tutto il mondo– i ricchi e potenti sono talmente ottusi che non capiscono che con i soldi non si puo fare una nuova terra, moriremo tutti con la nostra autodistruzzione, ora mai tornare indietro è difficile,troppi interessi per pensare a non inquinare piu.


    #61143
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    ho visto il documentario … una piccola cittadina, che si organizza per una scelta consapevole … ed altre iniziano a volerne sapere di più di quell'esperienza ….

    bello! 🙂

    … mi torna in mente una frase che diceva più o meno cosi: “non aspettare che siano i governi a farlo, inizia tu a rendere il luogo dove vivi esattamente come vuoi che sia” :VV:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #61144
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    facile a dire difficile a fare


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #61145
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1351625747=Tru]
    facile a dire difficile a fare
    [/quote1351625747]
    infatti… -|-


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61146
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    suppongo che per riuscirci, non hanno PENSATO a questo :hihi:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #61148
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Pesticidi nel piatto 2012, residui in un terzo della frutta e della verdura

    Legambiente ha pubblicato il suo rapporto annuale sui Pesticidi nel piatto. Il report del 2012 sulla presenza di fitofarmaci nei prodotti ortofrutticoli fa emergere la presenza di residui di contaminanti in un terzo della frutta e della verdura che finisce sulle nostre tavole.
    I campioni che hanno superato i valori limite sono fermi allo 0,6%, quelli contaminati da un solo residuo al 18,3% e i multi residuo al 17,1%. Si è assistito ad un miglioramento rispetto allo scorso anno, per via del minor impiego di pesticidi in agricoltura. Ma il quadro resta comunque preoccupante, come spiega Legambiente:

    [color=#ff0000]Purtroppo però, insieme all’aumento in percentuale dei campioni in regola, aumenta pure – in molti casi – il numero delle diverse sostanze chimiche presenti contemporaneamente su uno stesso campione, per il quale le analisi di ogni molecola presa singolarmente hanno stabilito la regolarità. Se la normativa vigente ha portato ad un maggiore controllo delle sostanze attive impiegate nella produzione dei formulati e l’armonizzazione europea dei limiti massimi di residuo consentito (LMR) negli alimenti, intervenuta nel 2008, ha rappresentato un importante passo in avanti, manca ancora una regolamentazione specifica rispetto al simultaneo impiego di più principi attivi, come pure sulla rintracciabilità di più residui in un singolo prodotto alimentare.[/color]

    Occorre dunque una legge che si esprima sul multi residuo perché alcuni prodotti sono contaminati da 7, 8 sostanze diverse e bisogna capire che effetti ha l’interazione di queste sostanze sulla salute dei consumatori. I prodotti maggiormente contaminati dal multiresiduo sono i vini e le sanissime mele, l’uva, le arance e le pere. I residui più rintracciati sono l’insetticida clorpirifos, noto interferente endocrino; il fungicida potenziale cancerogeno captano ed il Fosmet, insetticida che danneggia pesantemente le popolazioni di api. Francesco Ferrante, senatore Pd, aveva presentato tre anni fa un disegno di legge sul multi residuo. Oggi, alla luce dei dati emersi nel rapporto di Legambiente, spiega:
    [color=#ff0000]
    La questione del multi residuo non è più rinviabile. Ora sta al Governo recepire questo campanello d’allarme prevedendo le dovute contromisure nel Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari che è in via di definizione e che ad oggi non contempla il riferimento al multi residuo.[/color]

    Di seguito l’infografica di Legambiente che ci mostra i prodotti pluricontaminati.

    http://www.ecoblog.it/post/38441/pesticidi-nel-piatto-2012-residui-in-un-terzo-della-frutta-e-della-verdura?utm_source=newsletter&utm_medium=mail&utm_campaign=Newsletter:+ecoblog/it+(ecoblog)


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61147
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    [quote1351686276=prixi]
    suppongo che per riuscirci, non hanno PENSATO a questo :hihi:
    [/quote1351686276]

    Esatto…se continuiamo a pensare: NUN SE PO' FFA…NUN SE PO'..
    ..mai si farà.


    #61149
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1351687948=sphinx]
    [quote1351686276=prixi]
    suppongo che per riuscirci, non hanno PENSATO a questo :hihi:
    [/quote1351686276]

    Esatto…se continuiamo a pensare: NUN SE PO' FFA…NUN SE PO'..
    ..mai si farà.
    [/quote1351687948]

    :fri:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.