i nuovi bambini

Home Forum L’AGORA i nuovi bambini

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  DESTINO 5 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #142826

    DESTINO
    Partecipante

    secondo voi come si dovranno educare i figli? o come li educate in questa societa fatta di trappole? come impedirgli di seguire “il branco” e rimanere schiavi del consumismo? senza costringerli a una emarginazione dalla societa? :O


    #142827

    Spiderman
    Partecipante

    Hombre, dai un'occhiata al filmato sotto, dal minuto 1:03:20 in poi, c'è una parte sui bambini, capirai cosa fanno e quanto sia dura cimentarsi nel tuo intento. Il film è comunque tutto da vedere a mio avviso.


    #142828

    DESTINO
    Partecipante

    certo ma il punto è sempre quello: sono i genitori!! ma se i genitori non anno idea del come fare, come fanno? (scusate il gioco di parole) non basta solo condannare la societa ma bisogna dare pure indicazzioni (lo so non è facile) #sich


    #142829

    DESTINO
    Partecipante

    vi faccio una domanda: ho mio figlio che fa la prima elementare,che fare? lo convinco a stare buono con i soldi? lo invoio a studiare per una paghetta a fine mese? ora mai a gia capito che con il denaro acquista cio che vuole e presta attenzione al discorso :ummmmm: “paghetta”


    #142830
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1352586891=DESTINO]
    vi faccio una domanda: ho mio figlio che fa la prima elementare,che fare? lo convinco a stare buono con i soldi? lo invoio a studiare per una paghetta a fine mese? ora mai a gia capito che con il denaro acquista cio che vuole e presta attenzione al discorso :ummmmm: “paghetta”
    [/quote1352586891]
    Destino, mi dispiace di non darti le notizie positive… 🙁
    La battaglia è persa già in partenza…perchè non esiste una ricetta. Io ho due figli…uno di 31 anni e l' altro di 17. Il primo è stato per me una cavia…nel vero senso della parola. Arrivata in Italia da una grigia Polonia qui mi sembrava luccicare tutto…e così ho riempito mio figlio di tutto. Poi i tempi sono cambiati, ho attraversato dei momenti bui, molto scuri…non avevo più soldi che avevo prima. E così ho ridimensionato tutto…ma mio figlio no. Sono arrivati i primi scontri, spesso anche violenti. A 35 anni mi è nato altro figlio…sembrava tutto più facile. Ma ora, anche se lui è più allineato con le mie idee ha il contatto con il mondo per lui reale, quello fuori dalle mura domestiche. E il branco fa il suo lavoro. Il mondo è spietato, se non sei come gli altri non puoi far parte del loro branco. La moda, il mangiare le schifezze fuori, andare ogni sabato a mangiare fuori…è LEGGE.
    Io prego solo che non si perda mio figlio in questa giungla piena di orrori.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #142831

    Anonimo

    [quote1352594287=DESTINO]
    secondo voi come si dovranno educare i figli? o come li educate in questa societa fatta di trappole? come impedirgli di seguire “il branco” e rimanere schiavi del consumismo? senza costringerli a una emarginazione dalla societa? :O
    [/quote1352594287]
    La “ricetta” è semplice: Fallo innamorare della Vita,
    portalo sulla strada dell'Essere, non su
    quella dell'avere e dell'apparire.
    Quando E', può avere
    e apparire; quando non E', l'avere e
    l'apparire si trasforma in una trappola mortale.
    Ma.. Tu sei felice? Il bambino non ascolta
    quello che gli dici, guarda
    se sei felice.
    Si accorge, dell'inganno, immediatamente..
    Non si insegna con le sole parole!
    Lui sa, che quello che conta sono i fatti,
    e la coerenza, sua e di coloro che lo circondano.
    Se lo abitui all'ipocrisia,
    potrebbe.. intraprendere..
    la carriera del Criminale, è bene saperlo.
    I bambini non devono assomigliare agli adulti
    ma gli adulti dovrebbero essere come i bambini..
    Perciò, non imporgli il tuo sistema
    di “vita” o di sopravvivenza,
    piuttosto ri-scoprite (insieme) il suo.
    La Vita è bella, l'Uomo
    è perfetto
    e la creazione è magnifica – se non sei attaccato
    a quello che hai, oppure a quello che pensi di “essere”.
    Quando “comprendi” ..
    .. Chi sei, e perché sei qui.
    Il genitore dovrebbe averlo già sperimentato
    per poter insegnare questa Visione
    (cosmica) ai “figli”.
    Non ci si può improvvisare “educatori”.
    Educare un bambino, dovrebbe voler dire aiutarlo a
    trovare la SUA Via e non descrivergli la TUA Via
    – ammesso che ne abbia una..
    Non appoggiarti sui maestri esterni,
    l'unico responsabile sei
    tu, non affidarlo ai
    religiosi o, ad esempio, alla politica e ai militari,
    perché potrebbero insegnergli l'odio e la guerra,
    la stupidità e la superficialità.
    Fa risvegliare in lui il suo Maestro interiore..
    I bambini dovrebbero sviluppare o rafforzare
    l'intuizione e la telepatia,
    è molto importante.
    Non inculcargli la credenza in un dio,
    al massimo puoi elencare, cronologicamente, le
    varie credenze che ci sono nel mondo, sarà
    lui a scegliere
    ( oppure .. scegliere .. di non scegliere )
    quando avrà l'età adatta.
    L'Uomo è responsabile al 100% delle sue azioni
    e pensieri,
    non un dio o diavolo..
    Non battezzarlo in nome delle divinità che lui
    non ha mai conosciuto, né ri-Conosciuto, né scelto..
    Rispetta le sue inclinazioni naturali,
    i suoi Talenti, Sogni, opinioni e desideri..
    Insegnagli i Diritti Umani..
    Spiegagli che la priorità è sempre la Giustizia,
    perché il male fatto agli altri
    non può essere cancellato – né in Cielo né in Terra.
    La vera Giustizia è differente da quanto
    un uomo “ordinario”
    considera essere la (sua) “giustizia”..
    L'Uomo nasce per Gioire,
    però ci si può divertire rispettando
    la Realtà, “se stessi”, il “prossimo”, il “lontano”.
    L'ingiustizia ci riprogramma (in negativo),
    generando malattie,
    l'ingiustizia non può essere tollerata
    neppure per un secondo.
    Cogli l'attimo, e
    non perdere tempo dietro a sciocchi discorsi
    di chicchessia,
    anche fosse presidente di questa
    o quella nazione.
    Senza la Coscienza, non
    si può essere felici qui.. né altrove..
    dunque è INUTILE sperare in un Mondo
    “migliore”, nell'aldilà.
    Poiché quello che hai compiuto
    nel al di qua lo faresti nell'ipotetico
    aldilà, identico..
    Se qui sei ingiusto, volontariamente imperfetto,
    depresso e infelice,
    lo saresti anche di là..
    Digli che siamo tutti fratelli sulla Terra,
    e oltre,
    senza distinzione di sesso, cultura, intelligenza..
    Siamo uguali alla nascita,
    ma non dopo,
    è logico premiare i Giusti non i delinquenti.
    Mostragli attraverso gli esempi pratici la funzione
    del denaro in questa società:
    è stato inventato per
    servire l'Uomo – non per schiavizzare l'Uomo.
    Lo stesso, per la Scienza e tecnologia,
    dovrebbe aiutare,
    non distruggere o far demonizzare l'Umanità.
    Non basarti sulla ricchezza
    perché
    un giorno potresti
    perdere tutto, e quello che credi
    abbia un qualche valore
    forse non ne avrà alcuno, nel prossimo futuro..
    allora quello che resta.. sarai “tu” l'Essere
    “nudo”, spogliato dalla finzione.. e dalle maschere.
    Ognuno di noi, dovrebbe prepararsi
    per quel giorno,
    il Giorno del Giudizio.
    Digli che vendicarsi è controproducente,
    è meglio spiegare,
    con pazienza e Amore, dov'è che
    “il cattivo di turno” avrebbe sbagliato.
    Digli che nessuno può renderlo
    felice se e
    quando spegne “lo Spirito”..
    Ma soprattutto non parlare troppo, Amore è nella
    manfestazione
    dell'Essere, non nel tentare di convincere.
    Colui che cerca di convincere gli altri
    in realtà sta cercando di convincere se stesso che la
    propria
    dottrina è “quella giusta”,
    la “più giusta” fra le tante in circolazione.


    #142832

    Olegna
    Partecipante

    [color=#9900cc]”nessuno” – Ma che bravo genitore, un marito perfetto!
    A parte gli scherzi, sono d'accordo per la schiettezza e che ai figli gli si deve dire sempre la verità, ma come tu ben sai, ci sono molte verità, aggiungendo la relatività delle realtà che sono soggettive e quando i tuoi figli ascolteranno altre verità e magari corrisponde alle sue aspettative, tu passerai per bugiardo e tuo figlio perderebbe il tuo “rispetto”.
    Fuori della “stratosfera”, non esiste una sola verità, quella che per te oggi è vero, domani potrebbe essere non vero.[/color]


    #142834

    Anonimo

    [quote1353305813=Olegna]
    [color=#9900cc]”nessuno” – Ma che bravo genitore, un marito perfetto!
    A parte gli scherzi, sono d'accordo per la schiettezza e che ai figli gli si deve dire sempre la verità, ma come tu ben sai, ci sono molte verità, aggiungendo la relatività delle realtà che sono soggettive e quando i tuoi figli ascolteranno altre verità e magari corrisponde alle sue aspettative, tu passerai per bugiardo e tuo figlio perderebbe il tuo “rispetto”.
    Fuori della “stratosfera”, non esiste una sola verità, quella che per te oggi è vero, domani potrebbe essere non vero.[/color]
    [/quote1353305813]
    Allora distinguiamo le verità dogmatiche (quelle dei preti) dalle verità personalmente accertate dal bambino.

    Quelle dogmatiche possono sbagliare, le sue no.

    E' lui, il bambino, che stabilisce qual'è la verità per lui sulla base delle sue esperienze e del suo livello di Coscienza.

    Non per caso ho scritto: non imporgli la credenza in un dio specifico. Infatti è lui a scegliere (come e quando desidera) le verità dogmatiche, il genitore deve astenersi dal scegliere un dio o un alieno al posto del bambino.

    Il resto delle informazioni fa parte dell'esperienza di chiunque dunque sono già state accertate da tutti.


    #142833

    Olegna
    Partecipante

    [color=#9900cc]Ogni corpo umano, nasce con un programma che è utile alla sopravvivenza dello stesso corpo, poi è l'essere che stabilisce le regole e su come dev'essere la sua vita interagendo attraverso la macchina biologica.
    Il Bambino ha ancora il ricordo del SE che poi va svanendo man mano che quelli che lo circondano non li riempiano di sciocchezze atte a riempire solo la pancia.
    Ecco perchè il bambino va preservato da inutili nozioni, come ben dici tu, alcune di queste vengono inculcate dal clero.
    P.s.
    Sono i bambini che hanno da insegnare e non i grandi.[/color]


    #142835

    Anonimo

    [quote1353329339=Olegna]
    [color=#9900cc]Ogni corpo umano, nasce con un programma che è utile alla sopravvivenza dello stesso corpo, poi è l'essere che stabilisce le regole e su come dev'essere la sua vita interagendo attraverso la macchina biologica.
    Il Bambino ha ancora il ricordo del SE che poi va svanendo man mano che quelli che lo circondano non li riempiano di sciocchezze atte a riempire solo la pancia.
    Ecco perchè il bambino va preservato da inutili nozioni, come ben dici tu, alcune di queste vengono inculcate dal clero.
    P.s.
    Sono i bambini che hanno da insegnare e non i grandi.[/color]
    [/quote1353329339]
    Aggiungo però che ci sono cose che il bambino non può sapere.

    Quindi, fa le domande a chi gli sta intorno. Se il “genitore” evita continuamente di rispondere il bambino comincerà a percepirlo inconsciamente come il nemico o più precisamente lo “Spirito di Opposizione” – ed ecco che l'armonia è rotta.

    Ad esempio, alcuni bambini vedendo il teleGiornale (molti hanno la TV in camera) potrebbero chiedersi: “Ma è possibile essere felici in questo Mondo?”.

    Il ruolo del genitore è appunto questo: Essere felici, dare il buon esempio. Non servono le parole è solo un modo d'Essere che si comunica “nello Spirito”.

    Allora il bambino esclamerà: Si può!

    …Se, invece, “l'adulto” non ha la risposta, a questa domanda fondamentale, è fallito come genitore; tanto più se gli dice che è uno “buono a nulla”.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.