IL CONTROLLO DELLA FREQUENZA CARDIACA

Home Forum SALUTE IL CONTROLLO DELLA FREQUENZA CARDIACA

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Genio 5 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61166

    Genio
    Partecipante

    Se interessa descrivo un'importante realtà poco considerata dai medici: si tratta della Frequenza Cardiaca, cioè il controllo dei battiti del Cuore in un minuto.
    Racconto brevemente la mia esperienza: ho iniziato una costante attività fisica circa otto anni fa, per rimediare all'ipertensione, avevo la pressione arteriosa un pò alta, circa 90-100 la minima, e 150 la massima, inoltre a causa della pessima abitudine di fumare avevo anche un'alta Frequenza Cardiaca, intorno ai settanta-ottanta battiti al minuto a riposo.
    A causa della pressione e della Frequenza Cardiaca alta, la mia condizione psicofisica non era buona, per questo motivo dopo aver smesso di fumare, ho deciso di fare un costante e regolare esercizio fisico basato principalmente sul camminare a passo non affaticante, circa 115-120 passi al minuto, trenta-quaranta minuti al giorno, quasi tutti i giorni a settimana.
    Dopo circa tre mesi della costante attività fisica la Frequenza Cardiaca era diminuita, era sui sessanta battiti, e inoltre, come tuttora, la pressione arteriosa si è normalizzata, 75-80 la minima, 120 la massima.
    Qual'è il beneficio che si ottiene quando diminuisce la Frequenza Cardiaca?
    Diminuendo la Frequenza Cardiaca a seguito del regolare esercizio fisico, aumenta la GITTATA CARDIACA, aumenta cioè l'intensità e quantità del sangue che affluisce in tutte le Cellule del Cervello e del Corpo tramite il Sistema Cardiovascolare più allenato.
    Inoltre, per merito della Frequenza Cardiaca più bassa, aumentando l'efficacia dell'Afflusso Cerebrale, cioè, aumentando la quantità del sangue che affluisce al Cervello e in tutto il Corpo ad ogni Battito del Cuore, come ho già detto in altre occasioni, otterremo una maggiore Attività Bioelettrica Neurale-Cellulare, grazie al maggiore apporto di Energia Elettrochimica dovuta all'umento di Ossigeno Disciolto Paramagnetico nel sangue, indicato dai maggiori livelli della pO2 arteriosa.
    Appare chiaro che, quando permane la maggiore Attività Bioelettrica Neurale-Cellulare, si verifica la Neuroprotettività e Rigenerazione delle Cellule del Cervello e del Corpo, la quale, oltre a rafforzare le Difese Immunitarie ponendo termine ad eventuali formazioni di cellule tumorali, è anche in grado di bloccare e far regredire le malattie neurodegenerative come la SLA, l'Alzheimer, il Parkinson, e altre gravi malattie.
    Quindi Giovani, controllate la vostra Frequenza Cardiaca, quando la vedrete diminuire anche solo di qualche battito, siete già sulla strada della Salute.


    #61167
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Cammina veloce, così proteggi il tuo cuore
    http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=8b48ae1e0d7e273

    Genova – Camminata e corsa, due alleati della salute: più chilometri si macinano e meglio è per il cuore. Entrambe le attività, infatti, abbassano il rischio di pressione alta, colesterolo alto e diabete, quindi il rischio cardiovascolare. Lo dimostra uno studio condotto al Nih/National Heart, Lung, and Blood Institute americano e pubblicato sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology.

    Lo studio analizza i benefici di due attività molto differenti per grado di intensità (corsa e camminata veloce) ma che hanno in comune il fatto di coinvolgere lo stesso gruppo di muscoli, le stesse parti del corpo.

    Gli esperti hanno messo a confronto due gruppi di soggetti: oltre 33 mila persone dedite alla camminata e oltre 15 mila “runner”, ovvero habitué della corsa. È emerso che a parità di dispendio calorico, corsa e camminata sono entrambe efficaci per prevenire le patologie cardiovascolari.

    Se sui benefici effetti di camminata e corsa non ci sono dubbi, lo stesso non si può dire dello stretching, da sempre però considerato un buon metodo per scaldare i muscoli prima di fare sport. Secondo due studi, pubblicati sul “Journal of Strength and Conditioning Research” e sullo “Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sports”, fare stretching prima di iniziare l’attività sportiva è controproducente: fa sentire più deboli e meno stabili, riducendo, quindi, le performance sportive.

    Nel dettaglio, gli scienziati dell'università di Zagabria hanno fatto scaldare dei volontari solo con lo stretching e poi li hanno fatti saltare, scattare, sollevare, e, successivamente, hanno calcolato che lo stretching statico riduce la forza dei muscoli allungati di quasi il 5,5 per cento.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61168
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Si lo stretching ha piu senso dopo l'attivita


    #61169
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1365194957=Richard]
    Si lo stretching ha piu senso dopo l'attivita
    [/quote1365194957]
    a me ha sorpreso un po' questa notizia che lo stretching faccia meglio dopo :O


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61170

    Genio
    Partecipante

    Ciao Farfy! Simpatica Ricercatrice, mi pungi sul vivo, devo intervenire: lasciamo stare lo streching perchè serve a ben poco, quello che davvero è utile praticando l'esercizio fisico è l'Attività Cardiorespiratoria, per merito della quale aumentano POSITIVAMENTE gli Atti Respiratori, ottenendo così una maggiore pO2 arteriosa la quale indica maggiori livelli del FONDAMENTALE Ossigeno Libero-Disciolto e Paramagnetico nel sangue, circa l'1-2-3% del totale dell'ossigenazione, chiaramente più O2 c'è nel sangue meglio è.

    L'altro molto importante beneficio che si ottiene con la COSTANTE Attività Cardiorespiratoria, (camminare a passo tranquillo), è quello di abbassare la Frequenza Cardiaca a riposo, (posso parlare a ragion veduta), grazie alla diminuzione della FC AUMENTA LA GITTATA CARDIACA, la quale è un gran beneficio per tutte le Cellule del Cervello e del Corpo, perchè tramite l'aumento della Gittata Cardiaca si ottiene L'AFFLUSSO CEREBRALE-ORGANICO più intenso ed efficace.

    Da un'Afflusso Cerebrale-Organico più intenso ed efficace, otteniamo una maggiore Energia Elettrochimica in tutte le Cellule del Cervello e del Corpo, grazie alla quale aumenta l'Attività Bioelettrica Cerebrale, del Cuore, dei Muscoli, rafforzando l'intero Sistema Immunitario, ponendo termine in questo modo ad eventuali malattie Neurodegenerative, Cardiovascolari, Oncologiche, e stimolando anche la RIGENERAZIONE DI NUOVE CELLULE.

    In poche parole Farfy-Giovani, camminando a passo tranquillo viviamo più a lungo e in discreta Salute Mentale e Fisica.

    Comprendido?
    Buona Notte!


    #61171
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1365197466=Genio]

    In poche parole Farfy-Giovani, camminando a passo tranquillo viviamo più a lungo e in discreta Salute Mentale e Fisica.

    Comprendido?
    Buona Notte!

    [/quote1365197466]
    Ciao Genio, mi dispiace che intervengo molto poco ai tuoi post, ma come sai l' argomento è molto serio e scientifico. Una cosa però devo dire da ignorante completa in questione, in ogni cosa, di salute o malattia che leggo, trovo come tema principale l' importanza dell'ossigeno. Ma non posso dire altro…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61172

    Genio
    Partecipante

    http://www.repubblica.it/online/cronaca/sinopoli/sinopoli/sinopoli.html

    L'importanza dell'Ossigeno Farfy, Brava, a questo proposito sottolineo un'articolo dove si descrive l'improvvisa morte per infarto Cardiaco che ha subito il Maestro Giuseppe Sinopoli mentre dirigeva l'Opera Aida.

    Finora i Ricercatori e i Medici non sono riusciti a capire perchè alcune Persone pur non avendo fattori di rischio Cardiovascolare come il Maestro Sinopoli, improvvisamente e imprevedibilmente muoiono a causa dell'infarto al Miocardio.

    Quali sono le cause di questi infarti imprevisti che si verificano talvolta in Persone sane?

    Ogni tanto si legge sui giornali o si vede in TV, soprattutto durante la pratica sportiva, alcune Persone le quali pur non avendo problemi cardiaci, improvvisamente cadono a terra a causa dell'infarto, i Medici Cardiologi non riescono a capire perchè avvengono questi imprevedibili infarti.

    Allora riflettiamo un'attimo, pensiamo al Maestro di musica Sinopoli, il suo infarto è avvenuto così: mentre dirigeva l'orchestra, con un certo impegno, il Maestro Sinopoli si “dimenticava” di respirare adeguatamente, dirigeva l'Orchestra praticando un'attività fisico-motoria intensa con prolungate apnee, causandosi una forte carenza di Ossigeno Disciolto Paramagnetico nel sangue, diminuendo consistentemente l'Energia Elettrochimica dovuta all'O2 paramagnetico, causando conseguentemente la riduzione dell'Attività Bioelettrica delle Cellule del Cuore, provocando così l'infarto al Miocardio.

    La stessa cosa è avvenuta in altre Persone, per esempio mentre praticavano gli sport, attuando i quali, anche loro, NON RESPIRAVANO SUFFICIENTEMENTE, causandosi la forte carenza di O2 paramagnetico e quindi carenza di Energia Elettrochimica alle Cellule del Cuore e per conseguenza l'infarto.

    Queste sono realtà Organiche non ancora studiate dai Medici, per convincerli a studiarle è necessario il Gruppo dei Ricercatori, lo formiamo questo Gruppo?
    A risentirci se vi interessa.


    #61173
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    In effetti, il discorso dell' importanza del respiro è la chiave della qualsiasi pratica orientale. I saggi di quelle parti, molto meno materialisti di noi, lo sapevano molto bene e guarda caso…vivono molto più a lungo e in salute.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61174

    Genio
    Partecipante

    Ciao Farfy, ti svelo un segreto, se vuoi vivere in Buona Salute, oltre a fare le positive camminate devi attuare certi semplici esercizi che consistono nel sollevare con entrambe le braccia dei pesi leggeri, 2-3 kg per una Signora vanno bene, ogni volta che sollevi i pesi fai un respiro, poi abbassandoli espiri, inspirare espirare, ripeti il sollevamento per una decina di volte, nel totale della giornata un centinaio di volte, vedi che è abbastanza facile e divertente.

    Dopo alcune settimane di questi non affaticanti ma costanti esercizi avrai diminuito un pò la Frequenza Cardiaca, indicandoti che è aumentata la protettiva pO2 arteriosa, insieme all'aumento della Gittata Cardiaca, che vuol dire quantità maggiori di sangue-ossigeno e quindi Energia in tutte le cellule ad ogni battito del Cuore, grazie a questo maggiore Afflusso Cerebrale-Organico puoi essere certa che le tue cellule beneficiano di un'ottima Salute.
    Buona Serata Farfy


    #61175
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1365275327=Genio]
    Ciao Farfy, ti svelo un segreto, se vuoi vivere in Buona Salute, oltre a fare le positive camminate devi attuare certi semplici esercizi che consistono nel sollevare con entrambe le braccia dei pesi leggeri, 2-3 kg per una Signora vanno bene, ogni volta che sollevi i pesi fai un respiro, poi abbassandoli espiri, inspirare espirare, ripeti il sollevamento per una decina di volte, nel totale della giornata un centinaio di volte, vedi che è abbastanza facile e divertente.

    Dopo alcune settimane di questi non affaticanti ma costanti esercizi avrai diminuito un pò la Frequenza Cardiaca, indicandoti che è aumentata la protettiva pO2 arteriosa, insieme all'aumento della Gittata Cardiaca, che vuol dire quantità maggiori di sangue-ossigeno e quindi Energia in tutte le cellule ad ogni battito del Cuore, grazie a questo maggiore Afflusso Cerebrale-Organico puoi essere certa che le tue cellule beneficiano di un'ottima Salute.
    Buona Serata Farfy
    [/quote1365275327]
    Grazie Genio, a 100 non credo di arrivarci…ma qualche volta lo faccio con le lattine di pelati. Comunque grazie alla tua ricerca, alla quale ci credo veramente osservando mio marito, faccio tutti i giorni delle camminate e cerco di capire e controllare il respiro.
    Grazie ancora…e buon week end :guit:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.