Il dono della vita

Home Forum SPIRITO Il dono della vita

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da brig.zero brig.zero 9 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #41441
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    Vi è un mistero che ancora affascina gli studiosi e che
    ancora non è stato spiegato. Un mistero tanto comune e tanto
    discusso; or semplice, in apparenza, or complicato ed oscuro:
    il mistero della vita.
    La parola «vita» esprime molti aspetti dell'esistenza
    umana, ognuno dei quali lascia un come ed un perchè al
    quale manca una risposta.
    Quale sublime verità sarà celata tanto gelosamente?, pensa l'uomo.
    Non vi sono delle verità più o meno belle, più o meno segrete, ma solo verità più
    o meno comprensibili dall'uomo, eppur tutte sono semplici
    ad un modo.
    Qualcuno disse: «nel momento che si nasce si comincia
    a morire ». Noi vi diciamo: «nascete all'oggi, morite all'ieri,
    sarete sempre vivi e non cadaveri ambulanti »..
    Guardiamolo, questo essere che entra nella vita tenuto
    per i piedi: qualche colpetto, e la macchina si mette in
    movimento. Quando e per quale delle molte cause si fermerà?
    Chi puo dirlo si faccia avanti. Non dobbiamo sempre pensare
    a come sarà; ora è nato, ha ricevuto il più grande dono:
    il dono della Vita.
    Gia dimenticavo, voi non siete d'accordo con me. Siete
    un po' tutti degli stanchi e sfiduciati della vita, poveri fratelli
    senza entusiasmo, timorosi di vivere, timorosi di morire.
    La vita è una prova, è vero fratello?
    Qua non v'e felicità, bisogna cercare solamente di restare in grazia di Dio per meritarsi la vita eterna.
    Ecco il ritornello che da secoli si canta
    all'umanità come supremo conforto religioso. E quando gli
    uomini cercano qualcosa di più convincente parlano gli Spiriti
    con parole nuove:
    «Questo vostro non è il mondo della realtà, la vita
    comincia dopo la morte ».
    A voi piacciono queste spiegazioni,
    perche vi scusano un po' con voi stessi e con gli altri
    per quello che non avete fatto.
    Se interrogate una creatura
    che in vita sua non abbia fatto niente, vi risponderà che le
    è stato impedito di fare: malattie, colpi del destino, rovesci
    di fortuna e via dicendo, come se l'uomo esistesse solalmente
    per essere impedito.
    Sono tutte evasioni e scuse.
    Il mondo non è una valle di lacrime per disposizione divina,
    non è terra di continuo a sé stante, ma parte di quel Tutto-Uno che
    si chiama Universo in cui ogni suddivisione è convenzionale,
    essendo unica la Realtà.
    Convincetevi di ciò, e la vita vi
    apparirà sotto una luce diversa.
    Infatti, se voi pensate che sia un esilio per l'uomo, siete portati a trascorrerla in un modo che è un compromesso tra ciò che ritenete piacevole
    e ciò che fate con sforzo, chiudendovi in questo tergiversare,
    alla realtà stessa della vita. Ogni avvenimento, ogni pensiero
    sono presi come pretesto per la continua evasione alla vita;
    la stessa verità comunicata da altri è fraintesa ed usata come
    giustificazione al «non vivere» che voi fate nel vero senso
    della parola.
    «Dimmi, fratello, credi alla legge dell'evoluzione?».
    E comodo credervi. Voi dite: «L'evoluzione avviene in
    ogni modo; giungera l'ora delIa mia liberazione».
    «Dimmi, fratello, credi al Karma? Guarda quella povera
    creatura quanto soffre ». « Che dici? è il suo Karma ».
    E con questo credi di essere esonerato dall'aiutarla.
    E l'altra? « Sono anni che è negli stenti ». «Come hai detto? »
    – « Che è per il suo bene! » – «Ah! ».
    Dite, fratelli, non è così?
    E' così, purtroppo.
    E dunque l'uomo che interpreta erratamente, che vive tra compromessi,
    illudendosi di trarne due o più vantaggi.
    Non è importante
    credere alla legge delI'evoluzione; se non vi muovete, tali
    siete, tali resterete.
    Non è importante credere al Karma, fratello che ci credi,
    anzi, se nel timore di ciò che può ricadere su di te vivi in
    costrizione meglio è che tu non ci creda.
    Non potete certo dire di amare i vostri fratelli se, considerando che essi si
    trovano in difficoltà per loro stessa cagione, credete di avere
    il diritto di disinteressarvi dal prestare lora aiuto.
    Dovete intendere nel vero senso della parola i nostri insegnamenti,
    non dovete sfuggire a voi stessi, illudervi, ma essere esattamente
    edotti di tutti quei come e perchè che determinano
    la vostra condotta e che corrispondono ad altrettanti come
    e perchè, misteriose incognite della vostra esistenza.
    Non dovete pensare che la vita sia una prova, che la vita
    sia un castigo, una ed una sola delle molte incarnazioni
    necessarie al conseguimento della Realtà.
    Così facendo, voi
    riguardate alla vita come a qualcosa che bisogna sopportare
    di buon animo, e che non è completa in sé, mentre proprio
    per questo è «il più grande dono».
    La vita è completa in sé. Ognuno prende esattamente da
    essa quanto a lui fa bisogno. Noi, i Maestri, Cristo stesso,
    nessuno può sostituirsi all'insegnamento della vita.
    La Verità comunicata da un Maestro può essere fraintesa, come prima
    vi ho detto, ma le lezioni che impartisce la vita no, quelle
    no, quelle lasciano una esatta traccia nell'individuo. Nessuna
    verità comunicata puo essere tanto importante e tanto Vera
    quanto quella che scopre l'individuo vivendo.

    Voi tanto anelanti di conoscere il «supremo perchè» che un tempo era
    rivelato ai pochi, forse potreste rimanere delusi
    Perchè gli Universi si susseguono agli Universi?
    Perchè ciò che è perfetto in potenza deve esserlo in atto?
    Perchè tutto questo?
    Risalendo nella catena delle cause e degli effetti fino alla
    Prima Causa, si nota un'infinita corrente di creatività.
    Perchè questa creativita? Volete saperlo? Ebbene, inginocchiatevi.
    voi state per udire l'oracolo degli oracoli, il Supremo Perchè,
    Udite!
    «Questo perchè non esiste ». 🙂

    Può la Prima Causa avere un Perchè?
    Cioè essere conseguenza di un'altra causa?
    No, o non sarebbe più Prima Causa.
    La creatività per la creatività quindi. 😉
    Ebbene, ditemi, ora che avete udito il supremo Perchè,
    vi sentite cambiati?
    Confessatelo, siete rimasti più colpiti
    oggi in tram quando quel viaggiatore vi ha pestato un piede.

    Sì, fratelli, questo è la vita: «Il più grande dono! ».

    CF77 estratto dal libro dai Mondi Invisibili


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #41442

    Pyriel
    Bloccato

    Brig, Chi dona non esige un prezzo, né un dono si richiede indietro. L'Amore o Dio non è beneficenza,
    ma sentimento, la vera Vita è senza lacrime.


    #41443

    ezechiele
    Partecipante

    Ma mi hai sentito Pyriel? aspettavo giusto il tuo commento … te lo stavo per chiedere per iscritto :eyebro:


    #41444

    Pyriel
    Bloccato

    ….

    Ognuno apprezza ciò in cui si riflette Ezechiele.


    #41445
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Louie Schwartzberg: L'inedita bellezza dell'impollinazione

    Impollinazione: è fondamentale per la vita sulla Terra, ma spesso sfugge alla vista dell'occhio umano. Il regista Louie Schwartzberg ci mostra il complesso mondo del polline e degli impollinatori con meravigliose immagini ad alta velocità prese dal suo film “Ali di Vita”, ispirato dalla lenta scomparsa dei più importanti impollinatori in natura, le api.

    [youtube=446,326]EmbedPlayer.swf


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.