Il libro perduto di Nostradamus

Home Forum MISTERI Il libro perduto di Nostradamus

Questo argomento contiene 85 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  zret 8 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 86 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10940

    traghettatore
    Partecipante

    Canero, concordo su tutto quanto dici.

    Ma essendo ormai maturandi i tempi, ( io l'energia la sento sulla pelle tutti i giorni ormai da qualche anno ) concedimi di aggiungere che, secondo le notizie raccolte direttamente, Alieni e colleghi hanno altri 2 obiettivi.
    1° creare una meditazione trascendentale inconscia in tutti gli addotti ed in quanti ascoltano ed elaborano involontariamente i racconti.
    2° predisporre gli addotti, per loro indispensabili alla loro stessa sopravvivenza, ad una evaquazione programmata ed anticipata.
    Questi due punti comportano comunque per loro dei gravi rischi, ed una parte non piccola dei gestori mentali inizia a rendersi conto che il miglior agire sarebbe il collaborare e non scontrarsi con quelli che addotti non sono, in quanto saremmo davvero noi a scegliere come e se l'onda galattica ( origine e causa di ogni altro effetto ) possa essere positiva o negativa.
    Alla luce di quanto detto, ora devo immergermi nel lavoro di Paul la Violette perchè, non mi piace la sua pnl e, seppur concordo con tutto quanto dice, sento nel profondo come se il suo lavoro fosse ispirato da forze di parte.

    Certo sai come Anima affermi che i giochi di sopra sono fatti e la Terra sarebbe perduta ma, dice, che ci sarebbe lasciata un'ultima possibilità.
    Giochiamocela con molta attenzione.
    Ogni energia di un attacco che ci viene sferrato, se ben parato, può essere usata a nostro favore quindi di tutti.
    O si passa tutti, o non passa nessuno.


    #10941

    zret
    Partecipante

    Traghettatore, secndo te, che cosa ci guadagnano gli alieni ad intervenire? che cosa cercano? E' un do ut des? Tutti o nessuno o una minoranza?

    Ciao


    #10942

    zret
    Partecipante

    Se Richard o Pas etc. inseriscono l'articolo di Ben sullo spostamento dell'asse e delle stelle, si può considerare un altro elemento.


    #10943

    Duma
    Partecipante

    [quote1270044060=zret]
    Traghettatore, secndo te, che cosa ci guadagnano gli alieni ad intervenire? che cosa cercano? E' un do ut des? Tutti o nessuno o una minoranza?
    [/quote1270044060]

    Ciao Zret, al momento ti rispondo io, secondo le mie cognizioni in materia: intanto ci guadagnano la “pelle”, la sopravvivenza fisica (per come la vedo io l'immortalità della loro “personalità”).
    Se certi alieni perdono gli addotti, perdono TUTTO: tutto il lavoro svolto da millenni per rendere l'essere umano un'ottima, inconsapevole “trappola biocompatibile per Anima”. L'energia “animica” (chiamatela come vi pare: questo rimane comunque un fatto), che tali entità non hanno, o hanno perso, viene sfruttata “in solido”, attraverso il suo distacco momentaneo, per rigenerare materialmente i corpi di alcuni alieni e delle copie degli addotti, utilizzate a loro volta per diversi scopi (questo dei duplicati è un discorso abbastanza complesso e sconcertante): l'obiettivo è quello di rendere tale appropriazione indebita da temporanea a permanente.
    Inoltre, il cervello umano si rivela un raffinatissimo strumento (alcune entità lo definiscono un piccolo gioiello), per immagazzinare le cosiddette memorie aliene attive (MAA), attraverso l'introduzione di microchip con apposita operazione, notevolmente traumatica.
    E' significativo che i parassiti (esseri incorporei, ai vertici della gerarchia aliena, che possono essere tranquillamente associati al “diavolo” e al “lucifero” della Bibbia, che a ben vedere, insieme a “satana”, sono entità distinte), insistano sulla necessità di appropriarsi di Anima per poter andare “di là”, presumibilmente dal Creatore, dove “si sta bene”: ma da questa visita noi saremo categoricamente esclusi, per loro stessa ammissione.
    In questo senso, aggiungo io, Anima può essere anche paragonata al Sé Superiore, una sorta di interfaccia privilegiata con il divino, o il nostro unico e vero “angelo custode” (secondo i vari orientamenti di pensiero); nella lettura dei Ra Materials è stato automatico, per me, collegarla all'energia del “raggio verde”, o “chakra del cuore”, ma questo è solo il mio pensiero, passibile di errore e di rivisitazione.
    Apro una piccola parentesi sul programma di ibridazione: è reale, razze di densità corporea perseguono quest'obiettivo per meglio adattare i corpi umani ai loro, con l'obiettivo di “riottenere Anima”, e non è contemplata nessuna speranza di evoluzione per l'uomo in questo, che verrà svuotato e ringraziato con un ulteriore calcio nel sedere.
    Un giorno mi rimase impressa l'espressione vaga di Anne Givaudan, mentre, seppur riconoscendola, minimizzava su questa pratica: ho conosciuto una ragazza che è stata ingravidata (termine orrendo, ma è così – le gravidanze durano circa tre mesi, con conseguente estrazione del feto in ambiente alieno), sempre con specifiche tecniche, 17 VOLTE.
    Esistono prove empiriche, ecografie e preparativi per interventi d'aborto, non portati mai a termine poiché i feti, appunto, scompaiono miracolosamente, a sostegno di tutto ciò: non occorre essere una cima per capire che i traumi che derivano da esperienze del genere, in una giovane donna, sono a dir poco devastanti. Anche l'esperienza analoga, tramite estrazione di sperma o vero e proprio rapporto sessuale, nei maschi, lascia ferite psichiche, ovviamente a livello inconscio, di difficile se non impossibile guarigione.
    Gli alieni di cui stiamo parlando tengono ai loro capi di bestiame come noi teniamo alle nostre mandrie e non possono permettersi il lusso di perderne nemmeno uno: per gli addotti, come per gli animali d'allevamento, il progetto di sfruttamento si traduce in un unico, incommensurabile DO (senza nessun des).
    Sulle proporzioni e le statistiche ipotizzabili sul “salto quantico”, ho le mie idee e qui non mi voglio sbilanciare: dico solo che, più alto sarà il numero degli addotti “risvegliati”, quindi liberati, meglio sarà per l'essere umano, senza ombra di dubbio.
    Mi scuso per la logorrea (un po' OT) su alcuni punti, ma ho tentato di rispondere nella maniera più esaustiva alle domande di Zret, in questa sede.


    #10944
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    io sono di questo parere

    [youtube=420,347]portalplayer.swf
    allora se l' Universo è un frattale e apprende come risultato di un ciclo aperto della natura frattale dello spazio, se capite questo principio desiderate che la vostra galassia locale abbia la maggior quantita di centri di apprendimento per l' Universo, piu apprendimento e piu conoscenza disponibile per tutti e per crescere, queste civiltà quindi inseminano i pianeti ed ecco perche vengono qua e prendono ovuli e sperma per inseminare altri pianeti,
    8:00 Quando arrivano su un pianeta non possono mettere i loro geni direttamente nel pianeta, è come mettere una pianta tropicale in alaska, non sopravvive o distruggi la biologia di quel pianeta, quindi prendono le specie piu evolute del pianeta e incrociano i geni con i loro e accelerano l'evoluzione e per noi ha prodotto l'Homo Sapiens ecco perchè ci manca l'anello
    8:48 Capite?
    Quando hanno dato il potere dell'Arca ad Adamo ed Eva, il primo incrocio che hanno fatto, hanno capito, lei era furba, lei ha capito ecco perchè c'è la mela, il doppio toroide, lei ha capito che era una tecnologia con potere che poteva usare, ha capito come usarlo e se leggete la Bibbia dice “Oh no ora l'uomo è divenuto immortale!” Lei ha capito e lo ha spiegato ad Adamo, quindi gli Dei Solari hanno deciso , immagino, di lasciarli andare e questo ha generato l'evoluzione di Atlantide e Lemuria descritta da Platone, vi assicuro che tutto questo non me lo sono immaginato, viene da molta molta ricerca ok?
    L'evoluzione di Atlantide e Lemuria è stata progettata dall'inizio, loro non avevano appreso la distruzione, hanno avuto cosi tanto potere da divenire corrotti e quindi per quanto ho capito è avvenuto un evento naturale, un enorme meteorite..

    ———–
    http://www.dnamagazine.it/interrogatorio.html
    Victor dell’Area 51
    Sul fantomatico Victor non si è mai saputo nulla. Tom Coleman, da me interpellato più volte in merito, ha sempre ribadito che si trattava di un tecnico addetto al riversamento di immagini, girate in formato video Beta, poi trasferite in digitale, il tutto ai fini della conservazione e della consultazione rapida. Secondo Victor, esistevano centinaia di ore di interviste con diversi esseri. Lasciato solo per alcuni minuti, Victor fece una copia VHS di un filmato che stava visionando e riuscì a portarla fuori dalla base di nascosto, nella sua borsa degli attrezzi. Dopo diversi tentativi
    infruttuosi di contatti con dirigenti televisivi, incluso Robert Kiviat della Fox, il 26 Luglio 1996 Victor si rivolse alla Rocket Video, il cui il presidente, Tom Coleman, dopo alcuni tentennamenti interpellò Jeff Broadstreet, sapendo del suo interesse e della sua apertura mentale sul fenomeno UFO. Si accordarono sulla cifra per l’acquisto del materiale e per girare due interviste, mascherato e con voce camuffata.
    Morton continua: «Victor aveva cancellato di proposito il sonoro del video per impedire che le voci delle persone nella stanza fossero riconosciute. L’uomo in divisa era un “addetto militare”, quello in borghese era un telepate del Governo, usato per comunicare con un certo numero di queste creature. Gli esseri non parlano l’inglese e non sono in grado, o rifiutano, di impararlo. Comunicano a “pittogrammi”, una serie di immagini a prima vista simile ai cerchi
    nel grano, ma che poi riconducono a qualcosa che la mente umana, con un po’ di allenamento, è in grado di comprendere. Sono più inclini a comunicare concetti spirituali, per loro più semplici da riferire.
    Non vedono differenze tra energia e materia, né tra spirito e corpo.
    Tutto è una forte vibrazione e un’ombra dell’Universo. Vedono l’intero Universo come un’enorme proiezione olografica. La mente è parte di un continuum, un labirinto collegato non solo con ogni mente che esiste e che è esistita, ma con tutti gli atomi, gli organismi e regioni dello stesso spazio-tempo. Dal momento che tutto l’Universo è
    un’illusione olografica, fanno notare che l’intelligenza non produce in sé e per sé coscienza, ma è la coscienza a creare l’apparenza dell’intelligenza, come noi interpretiamo in termini fisici il corpo e qualunque cosa intorno a noi. Del breve segmento che ho visto, Victor ha detto che non vi accadeva molto. Stavano chiedendo alla creatura di chiarire alcuni punti di un’intervista precedente.
    Qualcosa che aveva a che fare con le coordinate di una nave o di un oggetto, e a quel punto l’essere fu preso dalle convulsioni. Sapevano che stava morendo e stavano cercando di ottenere il maggior numero di informazioni prima che fosse troppo tardi».

    —————

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1819
    Il mio credo: Dio esiste, onnipresente in tutti i modi immaginabili. Ciò è contrario alla mia educazione e preparazione, visto che sono stato cresciuto come un ateo devoto dai miei genitori, che non credevano all’esistenza di un qualcosa di non misurabile. Eppure la mia esperienza ha dimostrato il contrario. Dio esiste, a prescindere da ciò che noi pensiamo. La cosmologia che presento scompone in fattori interni l’equazione della componente universale della mente, che alcuni possono chiamare l’aspetto impersonale di Dio, la Grande Mente, La Mente Universale, La Mente Pre-esistente, l’Assoluto.

    Per la mia comprensione del cosmo, la base dell’intera esistenza – tutti gli atomi, le stelle, le molecole e tutte le persone – sono un’essenza non limitata a un solo luogo, ma presente in ogni punto del tempo e dello spazio, pur non essendo legata ad alcun punto dello spazio, tempo o materia. Questa essenza è sveglia, intelligente e perspicace. È cosciente, è una mente. È il risveglio della consapevolezza, la pura intelligenza senza forma, la mente dell’ Universo. È presente in tutti i fili d’erba e pervade lo spazio e i più lontani recessi dell’ Universo – eppure non può essere divisa o localizzata in un punto dello spazio, del tempo o della materia. Cioè, è uno stato unitario, sempre presente, il cui effetto è creare un’unicità indivisibile.

    Una volta riconosciuto, il suo effetto è rendere tutto non limitato a un luogo, vale a dire che ogni punto dello spazio e del tempo è una finestra, un punto d’entrata di tutti gli altri punti dello spazio e del tempo. L’aspetto permanente e integrante dell’essenza intelligente è tale che tutto ciò che esiste è sempre legato ed effettivamente accessibile attraverso una componente dell’esistenza non limitata a un luogo preciso. Esistenza consapevole e intelligente, esistente a un livello non locale, considerato il suo livello microscopico e macroscopico. Nel cosmo c’è integrazione assoluta, ecco perché i mistici avevano ragione a dire che si potrebbe contenere il cosmo in una goccia d’ acqua.

    ——————-
    Il punto principale del nostro lavoro è il fatto che gli umani devono imparare a contattare queste creature non umane in modo pacifico e per ora solo noi ci occupiamo di questa iniziativa nel mondo. C'è qualcosa in America Latina sullo stesso concetto. Sfortunatamente le strutture politiche non si sono occupate di questo e i programmi coperti sono militari e molto diplomatici. Voglio dire che stanno aumentando in ostilità, quindi stiamo facendo uno sforzo diplomatico civile e abbiamo preparato protocolli su basi spirituali e crediamo di essere esseri spirituali e consci e riuniti in una unica mente nel cosmo.

    Questa è la base fondamentale per incentivare i contatti e dato che le tecnologie extraterrestri si interfacciano col pensiero e con quello che alcuni definiscono il piano eterico o astrale, abbiamo scoperto di poter predisporre protocolli che coinvolgono strumenti elettromagnetici come i laser e i segnali BP, usando il concetto della mente centrale dell' universo e in questo centro possiamo trovare una connessione con gli ET e connetterci con loro mentalmente. Abbiamo sperimentato contatti favolosi, avvistamenti e oggetti che hanno sorvolato il campo. Quindi il concetto è molto adatto, perchè integra il mentale e il fisico.

    Dr.Greer: Certo funziona. Ne abbiamo parlato assieme. Ogni persona umana è un ologramma quantistico dell'intero universo. In altre parole, adoro questi Sufi che dicono: “Pensa a te stesso come ad una forma gracile dove l' Universo è ripiegato.” E' una questione retorica. Non sei una cosa piccola. In ogni persona l' Universo è letteralmente ripiegato. Quindi non devi reagire xenofobicamente quando incontri la diversità della vita extraterrestre.
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3505


    #10945

    zret
    Partecipante

    Duma, ti ringrazio per questa tua ricca e chiara risposta che si incastra negli studi della Katharina Wilson, ricercatrice e rapita che si occupa soprattutto dell'ibridazione. Il taglio malanghiano della tua risposta mi porta al solito dilemma, ossia l'anima è qualcosa di materiale? Se così fosse, si dovrebbe pensare che gli alieni-parassiti hanno una visione che li porta su una strada sbagliata. Va bene il cervello, come serbatoio delle memorie e garanzia del'identità, ma se l'anima è scintilla divina, possibile che essi intendano strappare a Dio le sue scintille? E poi Dio, in tutto questo scenario, pare quasi un Dio epicureo indifferente e distaccato. Per carità, tutto può essere, ossia che l'universo sia materialarcontico, ma mi rifiuto di aderire ad una visione tanto cupa. Che poi i parassiti intendano succhiare energie di vario tipo, questo è più che realistico.

    Ciao!


    #10946
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    l'Anima per come descritta nei millenni è la scintilla, la parte di Dio in noi
    quindi gli ET si prenderebbero gioco dell'anima con la loro tecnologia…certo..


    #10947

    zret
    Partecipante

    Il contributo di Richard è molto diverso: ecco sono in gioco differenti concezioni dell'universo e quindi di Dio che schematizzando, potrei ridurre a tre.

    1) Universo ahrimanico, dominato dal male e da alieni ostili. !alien

    2) Universo divino, cui soggiace un'intrinseca perfezione di cui è mallevadore un Dio pefetto e cosciente. :guit:

    3) Universo luminoso, ma con zone di buio (male), la cui origine non è chiara né del tutto spiegabile. :ummmmm:


    #10948

    zret
    Partecipante

    [quote1270049207=Richard]
    l'Anima per come descritta nei millenni è la scintilla, la parte di Dio in noi
    quindi gli ET si prenderebbero gioco dell'anima con la loro tecnologia…certo..
    [/quote1270049207]

    Ecco il punto intuto da Richard e che ho spesso contestato. Che cosa c'entra la tecnologia con l'anima?


    #10934
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    3) Universo luminoso, ma con zone di buio (male), la cui origine non è chiara né del tutto spiegabile. :ummmmm:

    non riusciamo a vedere un flusso di espansione e contrazione, “vita e morte”, “male e bene”, finito e infinito, che fa parte di un organismo che evolve in questo modo?
    Forse siamo noi a interpretare con la nostra mente questi aspetti come in contrasto mentre sono complementari?
    siamo qua per chiarire e capire infatti, siamo estensioni dello “spazio/tempo” che osservano sè stesse per conoscersi, abbiamo libero arbitrio e in questo modo facciamo scelte non pre-impostate e permettiamo all'Organismo nell'insieme di conoscere sempre nuovi aspetti di Sè e così l'evoluzione continua all'infinito, per moltiplicazione di energia/informazione come diceva Ighina e non finisce per morte e fine dell'energia
    un “Big Bang” continuo..

    Coloro che cercano di fare presa sui propri fedeli con il timore, non sono veri maestri. Dovremmo essere sempre mossi dalla saggezza e non dalla paura.
    Paramahansa Yogananda
    http://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?36707.post


Stai vedendo 10 articoli - dal 11 a 20 (di 86 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.