Il lodo Alfano è incostituzionale !!!!!

Home Forum PIANETA TERRA Il lodo Alfano è incostituzionale !!!!!

Questo argomento contiene 16 risposte, ha 9 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 8 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #84836
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    I giudici decidono a maggioranza: serviva una legge costituzionale, principio di uguaglianza violato. Bossi: se si ferma il federalismo facciamo la guerra. Pd: premier si rimetta a giudizio dei pm

    Approfondimenti
    ■ Lodo Alfano incostituzionale, il comunicato della Consulta
    ■ Cosa dicono gli articoli 3 e 138 della Costituzione
    ■ Ecco cosa prevedeva il Lodo Alfano

    ROMA (7 ottobre) – «Vado avanti, queste cose mi fanno un baffo, la Corte Costituzionale è di sinistra». Così Silvio Berlusconi ha commentato la sentenza della Consulta che ha dichiarato incostituzionale il Lodo Alfano per violazione degli articoli 3 (il principio di eguaglianza) e 138 della Costituzione: per l'approvazione del Lodo si doveva far ricorso a una legge costituzionale e non ordinaria. Per effetto della sentenza si riaprono i processi Mills e Mediaset a carico del premier.

    Le reazioni. «Sentenza politica» spiega il Pdl. Per il ministro Alfano «la sentenza sorprende». «Andiamo avanti non ci piegano, se si ferma il federalismo facciamo la guerra» commenta Umberto Bossi. Il Pd: «Il premier continui a lavorare e si rimetta alla sentenza». L'Idv chiede invece le dimissioni di Berlusconi: «Vada a fare l'imputato» ha detto Antonio Di Pietro.

    Gli effetti. L'effetto della decisione presa a maggioranza (9-6) sarà la riapertura di due processi a carico del premier Berlusconi: per corruzione in atti giudiziari dell'avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset.

    Berlusconi: Consulta di sinistra, vado avanti. «Noi dobbiamo governare cinque anni con o senza il lodo, io non ci ho mai creduto» al fatto che passasse «perché con una corte Costituzionale con undici giudici di sinistra era impossibile che lo approvassero».

    Le reazioni nel Pdl. «E' una sentenza politica – spiega Paolo Bonaiuti, portavoce di Silvio Berlusconi – ma il governo Berlusconi continuerà a governare come richiesto dagli italiani con il loro voto».

    Per il ministro della giustizia Alfano si tratta di una «sentenza che sorprende, e non poco, per l'evocazione dell'art.138 della Costituzione». La Corte Costituzionale «dice oggi ciò che avrebbe potuto e, inevitabilmente, dovuto dire già nel 2004 nell'unico precedente in materia».

    Secondo Fabrizio Cicchitto la Consulta «ha rovesciato la sua precedente impostazione, l'unica spiegazione di questo così profondo cambiamento della sua dottrina sulla materia deriva da un processo di politicizzazione della Corte che si schiera sulla linea dell'attacco al Presidente Berlusconi».

    Per il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, «se fosse vero che lo scarto è stato minimo aumenterebbe il convincimento – dice – che si sia trattato di una scelta più politica che di diritto».

    «La Corte da oggi non è più un organo di garanzia» spiega Maurizio Gasparri. Per Gaetano Quagliariello «la sentenza del 2004 sul lodo Schifani viene radicalmente contraddetta».

    «Se si ferma il federalismo facciamo la guerra, andiamo avanti non ci piegano» ha commentato Umberto Bossi. «Nemmeno lui (Silvio Berlusconi n.d.r.) vuole le elezioni anticipate – dice – L'ho trovato forte e questo mi ha fatto molto piacere, l'ho trovato deciso a combattere». Prima della sentenza Bossi aveva detto che in caso di bocciatura la Lega avrebbe trascinato in piazza il popolo. Il Pd aveva condannato le parole del leader della Lega considerando «inaccettabile la pressione di Bossi sulla Corte Costituzionale», definite «una intimidazione esplicita» alla Consulta.

    Le reazioni nell'opposizione. Per Pier Luigi Bersani la sentenza «ha chiarito che il premier è un cittadino come gli altri, il premier continui a lavorare e si rimetta alla sentenza». La Consulta ha «ristabilito il principio dell'uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge» ha detto il segretario del Pd, Dario Franceschini. «Una sentenza non politica» dalla quale il Silvio Berlusconi «dovrà trarre e credo trarrà le conseguenze» spiega Anna Finocchiaro. Piero Fassino si augura che «si accantoni definitivamente la teoria del complotto e prevalga la consapevolezza che le sentenze della Corte Costituzionale si rispettano».

    Berlusconi «la smetta di fare leggi a proprio uso e consumo, si dimetta dall'incarico e vada a fare quello che da 15 anni si ostina a non voler fare: l'imputato» ha detto Antonio Di Pietro.

    «Ora il premier affronti il giudizio della magistratura» chiede il leader di Sinistra e Libertà, Nichi Vendola.

    Secondo Pierferdinando Casini «In questo Paese c'è scarsa attitudine a rispettare le leggi e le sentenze» e la sentenza della Consulta sul lodo Alfano va rispettata ma «non è il giudizio universale». «Naturalmente il Governo che ha preso i voti degli elettori deve continuare a occuparsi dei problemi degli italiani che vengono prima di quelli Berlusconi».

    Gianni Alemanno. «La sentenza non intacca la legittimazione democratica del presidente Berlusconi e del Governo in carica che deve continuare la sua opera» ha commentato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

    La sentenza della Consulta. Secondo i giudici della Corte Costituzionale il Lodo Alfano ha creato una differenziazione di trattamento tra cittadini (violazione art.3 della Costituzione) che può essere compiuta solo con una legge costituzionale (art.138). La Corte ha accolto le più importanti questioni di legittimità sollevate dai magistrati di Milano dinanzi ai quali il premier è imputato per corruzione in atti giudiziari dell'avvocato inglese David Mills e per reato societari nella compravendita dei diritti televisivi Mediaset. La Consulta ha invece dichiarato inammissibile il terzo ricorso, proposto dal gip di Roma, chiamato a decidere se archiviare (come chiesto dalla procura) su Berlusconi, indagato per istigazione alla corruzione di alcuni senatori eletti all'estero durante la scorsa legislatura.

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=75885&sez=ITALIA


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #84838
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    la Luce sia con noi


    #84839
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    io ripropongo l'oroscopo che prevede un anno nero da qui ad ottobre 2010 !!!!
    leggetelo è davvero interessante,e stando a quanto successo oggi,preciso !!!!

    http://decorazionisegrete.blogspot.com/2009/09/previsioni-astrologiche-per.html

    Nel cielo di Agosto risalta il transito in corso di Marte in Cancro nonché i numerosi pianeti in movimento retrogrado: Giove, Urano, Nettuno e Plutone. Significativi sono gli aspetti di opposizione Marte-Plutone, congiunzione Giove-Nettuno, opposizione Saturno-Urano. Questi transiti esprimono energie molto precise: Marte opposto a Plutone esprime capricciosità, aggressività infantile, istrionismo … tutto finalizzato ad affermare Sé stessi.
    In linea generale, quindi, questo transito spinge gli individui ad affermare i propri ideali o le proprie verità utilizzando sistemi e mezzi discutibili. Questo transito viene particolarmente recepito dall’Italia vista la sua appartenenza al segno dei Gemelli che risulta “ricettivo” nei confronti di un Marte in Cancro, e spiega anche l’aumento dei fenomeni razziali e motivati da sentimenti di intolleranza che si stanno verificando ultimamente. Giove congiunto a Nettuno, invece, ci sta dando un segnale, un messaggio molto chiaro: gli ideali più alti e più nobili voleranno sopra la confusione e la precarietà dei valori politici e sociali. In parole semplici questo aspetto transitorio di Giove-Nettuno lo vedremo esprimersi da ottobre, quando Giove ritornerà al suo moto diretto, e ci promette che gli ideali più nobili degli uomini non saranno compromessi, o distrutti, dai teatrini politicizzati e clericizzati di questi ultimi tempi. È interessante notare l’effetto di opposizione tra Saturno-Urano che sta subendo l’Italia: letteralmente nell’astrologia politica/mondiale questo transito può essere tradotto come “crisi di governo” o “crisi istituzionale”, o ancora “conflitti istituzionali” che comporteranno inevitabilmente a dei mutamenti profondi.
    In parole semplici questo aspetto transitorio ci comunica che possiamo incorrere in una profonda crisi tra istituzioni (Chiesa-Stato / Chiesa-Politica / Governo-Quirinale /Governo-Maggioranza / Governo-Istituzioni, eccetera) con un altissimo rischio di “crollo istituzionale”.

    Ma è quello che realmente andremo incontro? Osservando la Carta di Nascita del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi sta per incontrare l’austerità di Saturno in Bilancia che gli presenterà il conto di tutto ciò che fino ad ora ha costruito e realizzato. Saturno in congiunzione non sempre risulta distruttivo, dipende molto da quello che abbiamo fatto e costruito, da ciò che abbiamo seminato. Saturno dona frutti duraturi e importanti a chi ha seminato correttamente, nel rispetto di sé stessi e degli altri, mentre dona distruzione e crollo totale a chi ha seminato esclusivamente tempesta e menzogne.

    È in arrivo per Silvio Berlusconi il “banco di prova”, dove dovrà fare il resoconto di tutte le sue azioni con Saturno in persona! Valutando anche i transiti del 2010, Giove in Pesci, in quadratura al suo Sole, abbinato a Saturno in Bilancia di transito sul Sole del Presidente del Consiglio, fanno ritenere che si preparano per Berlusconi mesi molto difficili da affrontare, dove alta sarà la tensione e il rischio di fallire su tutti i fronti. Ma Saturno in Bilancia agirà esclusivamente sull’Ascendente e sul Medio Cielo di Silvio Berlusconi. Solo tra Luglio e Ottobre 2010 Saturno agirà pesantemente sul Sole Radicale di Berlusconi: cosa significa? Letteralmente significa che Berlusconi sta andando verso un profondo periodo di crisi, di negazioni e di difficoltà sia nella sua vita privata, sia in quella politica, periodo negativo che inizierà concretamente da ottobre 2009 e durerà almeno fino a ottobre 2010. Un anno intenso, pesante e carico di vicende negative che pregiudicheranno il suo operato e il suo equilibrio. In questo periodo, dunque, si manifesterà la Crisi del Governo Berlusconi.

    Leggendo le tappe arcaiche di Silvio Berlusconi, l’annualità arcaica del 2009 corrisponde alla tappa del Sole Terrestre / Sole Terrestre / Urano, quindi corrisponde alla “rottura” (Urano) “della quotidianità e delle certezze materiali” (Sole Terrestre che rappresenta la famiglia, la vita, il lavoro, e tutto ciò che esprimiamo esistendo). Il 2009 arcaico di Berlusconi va dal 29 settembre 2009 al 29 settembre 2010, questo è il periodo in cui, secondo l’Astrologia Arcaica, si esprimerà la forza sconvolgente e dirompente di Urano su Silvio Berlusconi. Per quanto riguarda le polemiche tra Chiesa e Governo, i transiti su Benedetto XVI fanno supporre a nuovi conflitti non tanto col Governo, quanto con le iniziative politiche che interesseranno l’opinione pubblica nel prossimo autunno, specie durante il 2010, per tutto il transito di Giove in Pesci. Una buona sorpresa ci verrà tra fine Ottobre e fine Dicembre 2009 quando Giove ritornando al suo mo diretto potrebbe superare i limiti della morale, dell’etica, e delle difficoltà politiche, donando qualcosa di “giusto” alla società (una legge, o più probabilmente una sentenza a favore delle ragioni del popolo o di una sua minoranza).


    #84840
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    SATURNO COME CAMBIAMENTO E PURIFICAZIONE

    In Saturno troviamo i cambiamenti improvvisi o violenti– quelle influenze e quegli ambienti che non crescono, per così dire, ma che sono improvvisi dovuto ad un cambiamento di circostanze nel materiale, o per mezzo di attività apparentemente dalla parte di altri diventano una parte del sé nelle amicizie. Eppure questi sono dei periodi di prova della tua resistenza, della tua pazienza. 1981-1

    Da Saturno troviamo la tendenza di iniziare nuove esperienze, l’inizio di nuove associazioni nelle attività; e a meno che queste non vengano attenuate dalle influenze mentali, esse vengono raramente portate completamente a termine. Questo dovrebbe di nuovo essere un avvertimento per l’entità. Quando hai scelto quella direzione, quell’attività che vorresti intraprendere, sappi che vieni tenuto in un equilibrio quasi perfetto dalle influenze materiali, mentali e spirituali. Quindi non metterla da parte, finché essa, l’attività, non abbia portato frutti nella tua esperienza mentale e materiale. 361-4

    In Saturno come inizio delle pene terrene, quel luogo in cui ogni materia insufficiente viene gettata per cominciare dall’inizio. 900-10

    In Saturno per quella purificazione che deve venire a tutti che sono dipartiti dalla terra e non hanno mantenuto le vie monde. 442-3

    D- Che cosa si intende per esilio di un’anima dal suo Creatore ?
    R- Con la volontà data in principio per scegliere per sé come sul piano terreno, tutta la materia insufficiente viene gettata su Saturno. Per elaborare la propria salvezza, come si definirebbe la parola, l’entità o l’individuo esilia se stesso, o la sua anima. 3744-2

    Saturno (è) quella condizione nel sistema solare della terra dove ogni materia insufficiente viene gettata per essere, per così dire, rimodellata. 900-25

    La terra e Saturno sono degli opposti, per così dire; perché a Saturno vanno coloro che vorrebbero rinnovarsi o ricominciare. 945-1

    In Saturno troviamo le inclinazioni ai cambiamenti rispetto a questo, quello o quell’altro, e di mescolare tantissime cose insieme. 1426-1

    Saturno consentirebbe all’entità di avere molte case, o molti matrimoni—e questo non è un bene nell’esperienza se si vogliono avere degli sviluppi. 1431-1

    Troviamo in Saturno le influenze che per l’uomo, e spesso per se stessi, diventano ostacoli o sbarramenti della via per cui tutti i bei pensieri, tutte le buone intenzioni cominciano a crollare a causa di impedimenti materiali. 2823-1

    Da Saturno troviamo le influenze che offrono un nuovo inizio—sempre il desiderio costante di cancellare e ricominciare. 949-13
    http://www.edgarcayce.it/media/Saturno.htm

    URANO COME ESTREMI

    In Urano troviamo gli estremi. Così nelle cose spirituali, mentali e materiali l’entità trova dei periodi in cui è in cima ai monti e poi nelle profondità della disperazione. 3706-2

    Dalle influenze di Urano troviamo l’estremista, e troviamo che queste tendenze si svilupperanno particolarmente nei primi anni di adolescenza, quando ci saranno gli stati d’animo e la tendenza allo stupore… Queste (influenze) conferiscono anche le influenze intuitive e le capacità per lo sviluppo nelle forze psichiche stesse dell’entità. 1206-3

    (L’entità) non è soltanto Uraniana ma di Atlantide, e la combinazione sarà qualcosa con cui fare i conti! per quanto riguarda il temperamento, per ciò che riguarda il fare a modo suo; perché farà di testa sua, noncurante, per i primi quattordici anni…Per ciò che riguarda gli aspetti nell’influenza uraniana troviamo gli estremi. L’entità sarà a volte molto bella di carattere—altre (volte) molto brutta; molto bella nel corpo e nella mente—altre volte l’altro estremo…Non spezzate la volontà del corpo correggendola,–piuttosto date la lezione per mezzo di regola e esempio.1958-1

    Le tendenze da Urano verso l’occulto e forze mistiche; come visioni, udendo, vedendo e sapendo senza avere il contatto fisico con le esperienze nel corpo mentale. 361-4

    Delle capacità eccezionali con l’influenza di Urano si può ben dire anche che sono delle capacità eccezionali di sbagliare o di essere fuorviati nella direzione che non è la migliore per il sé o lo sviluppo del sé. 38-1

    Nell’influenza di Urano troviamo l’interesse nelle cose spirituali, nonché la consapevolezza di ciò che è sordido. Gli estremi, lo sai, si incontrano soltanto nel Cristo, che venne ai Suoi ed essi non Lo accolsero. Così, nel tuo estremo, quando diventi scoraggiata, sconsolata, quando il tuo atteggiamento diventa tale che ti chiedi quale è la via, sappi che Egli sta ascoltando—ascoltando! Quando chiami, Egli ha detto, “sentirò e risponderò subito” (Isaia 30:19). 1968-1

    Urano è l’influenza maggiore…Perciò troveremo un individuo che sarà spesso chiamato estremista; o molto attivo o molto apatico o pigro; incline ad essere nella posizione di entusiasmo eccessivo su ogni associazione o attività, o indifferente o con poca attenzione per le stesse…
    Ci saranno anche esperienze o periodi in cui l’entità sarà chiamata fortunata in qualsiasi gioco di fortuna, ma ci saranno anche dei periodi in cui—dall’influenza—sarebbe praticamente impossibile per l’entità ottenere qualcosa con i giochi di fortuna. 406-1

    In Urano troviamo gli estremi e l’interesse per l’occulto o per il misticismo. Questo è un bene se è equilibrato nella natura spirituale. 2571-1
    http://www.edgarcayce.it/media/Urano.htm

    http://www.edgarcayce.it/media/guidapratica.htm
    Astrologia: Una Guida Pratica dai Readings (Judith Werner)


    #84837
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1254941626=NEGUE72]
    È interessante notare l’effetto di opposizione tra Saturno-Urano che sta subendo l’Italia: letteralmente nell’astrologia politica/mondiale questo transito può essere tradotto come “crisi di governo” o “crisi istituzionale”, o ancora “conflitti istituzionali” che comporteranno inevitabilmente a dei mutamenti profondi.
    In parole semplici questo aspetto transitorio ci comunica che possiamo incorrere in una profonda crisi tra istituzioni (Chiesa-Stato / Chiesa-Politica / Governo-Quirinale /Governo-Maggioranza / Governo-Istituzioni, eccetera) con un altissimo rischio di “crollo istituzionale”.
    [/quote1254941626]

    :dance: :amicil: !lol


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #84841

    raistlin
    Partecipante

    :hehe:


    #84842

    FREESPIRIT
    Partecipante

    finalmente!!!una boccata di ossigeno!! bravo raistlin hahaha


    #84843
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    questa è troppo bella… :bravo:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #84844

    Tilopa
    Partecipante

    Questa è la nota di Napolitano alla sua firma della legge Alfano (anche quella legge l'ha firmata subito):
    ————————————————————————————–
    Il Presidente Napolitano ha promulgato la legge in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato

    N o t a

    Al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è stata sottoposta oggi, per la promulgazione, la legge in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato.
    Già il 2 luglio, in riferimento alla autorizzazione alla presentazione alle Camere del disegno di legge (ora approvato dal Parlamento), si era reso noto che “punto di riferimento per la decisione del Capo dello Stato è stata la sentenza n. 24 del 2004 con cui la Corte Costituzionale dichiarò l’illegittimità costituzionale dell’art. 1 della legge n. 140 del 20 giugno 2003 che prevedeva la sospensione dei processi che investissero le alte cariche dello Stato. A un primo esame – quale compete al Capo dello Stato in questa fase – il disegno di legge approvato il 27 giugno dal Consiglio dei Ministri è risultato corrispondere ai rilievi formulati in quella sentenza. La Corte, infatti, non sancì che la norma di sospensione di quei processi dovesse essere adottata con legge costituzionale. Giudicò inoltre ‘un interesse apprezzabile’ la tutela del bene costituito dalla ‘assicurazione del sereno svolgimento delle rilevanti funzioni che ineriscono a quelle cariche’, rilevando che tale interesse ‘può essere tutelato in armonia con i princìpi fondamentali dello Stato di diritto, rispetto al cui migliore assetto la protezione è strumentale’, e stabilendo a tal fine alcune essenziali condizioni”.
    Non essendo intervenute, in sede parlamentare, modifiche all’impianto del provvedimento, salvo una integrazione al comma 5 dell’articolo unico diretta a meglio delimitarne l’ambito di applicazione, il Presidente della Repubblica ha ritenuto, sulla base del medesimo riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale, di procedere alla promulgazione della legge.

    Roma, 23 luglio 2008
    ————————————————————————————-
    O-O


    #84845

    Mukunda
    Partecipante

    [size=20]Oggi è la festa del popolo italiano #evvai


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.