Il ritorno del fantamedico: T. Simoncini colpisce ancora

Home Forum SALUTE Il ritorno del fantamedico: T. Simoncini colpisce ancora

Questo argomento contiene 44 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da  darwindeus 5 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 45 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61095

    darwindeus
    Partecipante

    Luca O., giovane catanese, è morto dopo una terapia a base di bicarbonato di sodio al fine di curare un tumore al cervello. Aveva solo 27 anni.

    La famiglia del ragazzo ha denunciato il fatto alla magistratura. Luca è deceduto il 18 ottobre scorso in una clinica privata di Tirana dove era ricoverato “per sottoporsi alla terapia indicata dal medico Tullio Simoncini al di là di ogni medicina tradizionale”. Il ragazzo era stato accompagnato a Tirana dai suoi genitori dal momento che la tecnica adottata da Simoncini è vietata.

    Ecco cosa risulta dalla denuncia depositata a Tirana e alla Procura della Repubblica di Roma: “Ai famigliari viene detto dallo specialista che attraverso la terapia a base di bicarbonato di sodio «le possibilità di sconfiggere il tumore erano del 70% a fronte di un rischio clinico di trombosi e infezione di circa il 2%. Il prezzo della prestazione, da corrispondere rigorosamente in contanti, ammontava a 20mila euro”.

    E ancora: “Dopo le prime sette fiale di bicarbonato Luca comincia a rimettere e ad avvertire forti mal di testa che convincono Simoncini a sospendere la terapia che sarebbe stata ripresa dopo due giorni. Poco dopo l'infusione della restante terapia a base di bicarbonato, il giovane ha accusato gli stessi disturbi di due giorni prima, aggravati dall'insorgere di violenti spasmi muscolari. A quel punto un medico albanese decide autonomamente di somministrare una flebo di valium. Le condizioni di Luca, però, precipitano e viene trasferito nel vicino ospedale «Madre Teresa» dove muore dopo pochi minuti”.

    Francesco Lauri, legale della famiglia, ha spiegato: “È una storia allucinante in cui una terapia del tutto sprovvista di validità scientifica a livello nazionale, viene praticata – dietro preventivo pagamento di 20mila euro – irresponsabilmente in strutture non in grado di affrontare un'emergenza. Ci auguriamo che le autorità albanese conducano le appropriate indagini in parallelo con la Procura di Roma”.

    http://www.you-ng.it/blog/3754-morto-il-ragazzo-che-cur%C3%B2-il-tumore-con-il-bicarbonato.html


    #61096
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Allucinante, uno puo' provare tutte le cure ma spendere 20mila euro per del bicarbonato ce' qualcosa che non va.

    mi ricorda questa storia http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/10/15/news/in_coma_per_una_dose_di_bicarbonato_dimessa_nuotatrice_14enne_sta_bene-44572456/

    Eleonora, la giovane nuotatrice romana che si trovava in coma per aver ingerito una dose massiccia di bicarbonato per una sfida tra amiche, sta tornando a casa. Alle 8 di questa mattina ha lasciato in ambulanza l'ospedale Umberto I di Siracusa sempre sotto lo sguardo dei genitori. A Catania ad attenderla un aereo per Ciampino e poi il trasferimento in un istituto di neuroriabilitazione di Roma.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #61097
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    I morti per chemio o dopo chemio non esistono? Lessi un articolo su lescienze che parlava della importanza delle autopsie che si fanno sempre meno e l autore diceva che una sua paziente dalla autopsia era morta prima per il fungo che aveva invaso i polmoni per la riduzione delle difese ,che per il cancro

    Di questo non si fa notizia
    Delle testimonianze di guarigione con uso di bicarbonato non si fa notizia perché sarebbero false
    Delle ricerche finanziate per test con bicarbonato non si fa notizia,si parla di anticidi
    Se qualcuno volesse denunciare la.morte di un parente per fallimento della chemio non potrebbe farci nulla giusto?
    Però si butta in prima pagina una mezza informazione per una morte di chi ha voluto tentare altre strade, dato che non deve essere piacevole e tanto gestibile irradiare il cervello o metterlo sotto chemio a lungo..


    #61098
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Richard e come fai a dare notizia di tutti i morti non salvati, anzi terminati dalla chemio? E' impossibile…


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #61099

    Rebel
    Partecipante

    Se non ricordo male Simoncini ha guarito molte persone che la medicina ufficiale aveva gia abbandonato come malati terminali in attesa della morte dopo che ogni cura specialmente chemio aveva fallito, questo è il punto su cui discutere, la disinformazione dei media pagati da big-pharma sta arrivando a livelli incredibili, è ora di fare ricerche serie e smettere di farsi lavare il cervello dalla TV.

    http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=131

    Gli oncologi si farebbero la chemio?
    http://www.disinformazione.it/Cancro%20SPA%20leggere%20attentamemte%20le%20avvertenze.htm

    Il cancro si curerebbe con il bicarbonato di sodio, un problema per le case farmaceutiche

    http://it.ibtimes.com/articles/29464/20120513/cancro-cura-bicarbonato-di-sodio.htm


    #61101
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Che dire…avete già dato la risposta. Tutte le atrocità fatte dalle cure farmacologiche svaniscono di fronte una notizia così? La mia suocera grazie alle cure esagerate, parlo di quantità di pasticche, diventata un ebete. Prima a 80 anni metteva a tavola tutta la nostra famiglia….ed era in forma smagliante.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #61102

    darwindeus
    Partecipante

    [quote1351408158=Rebel]
    Se non ricordo male Simoncini ha guarito molte persone che la medicina ufficiale aveva gia abbandonato come malati terminali in attesa della morte dopo che ogni cura specialmente chemio aveva fallito, questo è il punto su cui discutere, la disinformazione dei media pagati da big-pharma sta arrivando a livelli incredibili, è ora di fare ricerche serie e smettere di farsi lavare il cervello dalla TV.

    [/quote1351408158]

    se non ricordo male Simoncini è stato visto attraversare lo stretto di messina camminando sulle acque. Oddio, mancano le prove, ma Mazzucco ha detto che lo ha fatto, e se lo dice Mazzucco c'è da credervi, visto che fin dagli esordi di Simoncini è sempre stato il suo “agente sostenitore”, peggio di un Lele Mora per medici alternativi. Idem per la cura al bicarbonato, ma in fondo cosa cambia?

    L'unica cosa che conta è dare addosso alle case farmaceutiche, tutta mafia, inganni e imbrogli. Il male in forma chimica. Per fortuna a questo mondo vige il principio del dualismo ying e yang, perciò se c'è un male deve esistere anche un bene; così, se big pharma è il male, Simoncini e le sue cure bislacche rappresentano senz'altro il bene. E' nell'ordine delle cose che sia così. Il karma non mente.

    Poco importa che Simoncini sia stato radiato dall'Ordine dei medici, conannato per la morte di tre pazienti, considerato un cialtrone dalla comunità scientifica, che non abbia mai addotto uno straccio di prova riguardo all'efficacia delle sue terapie e che sia stato diffidato dal prestare ancora le sue cure ai malati. Se io avessi il cancro correrei subito da lui, sì sì…beh, certo, è un po' complicato trovarlo adesso. Dopo l'ultimo colpo andato a segno s'è volatilizzato con i soldi nemmeno fosse Arsenio Lupin, ma che vuol dire? Il suo è senz'altro un comportamento degno della massima onestà.

    Forza Simoncini, non mollare!


    #61103

    darwindeus
    Partecipante

    [quote1351409086=farfalla5]
    Tutte le atrocità fatte dalle cure farmacologiche svaniscono di fronte una notizia così? La mia suocera grazie alle cure esagerate, parlo di quantità di pasticche, diventata un ebete. Prima a 80 anni metteva a tavola tutta la nostra famiglia….ed era in forma smagliante.
    [/quote1351409086]

    Come ho già risposto sopra, non si tratta di difendere le cure farmacologiche o le case farmaceutiche, ma solo di fare attenzione. Sembra che per molta gente la contrapposizione fra terapie ufficiali e alternative sia una sorta di partita di pallone. Se dico male di una vuol dire che dico per forza bene dell'altra. Se una fa male l'altra farà senz'altro bene.
    A tutt'oggi la pillola anti-cancro buona, salutare e senza effetti indesiderati non esiste e tutte le terapie contro i tumori comportano in sè una certa percentuale di rischio. Meglio farne a meno? E' una scelta del paziente. Come è una scelta del paziente rifiutare le cure ufficiali per perseguire i metodi da stregone di qualche fantamedico.
    Possibilmente, senza poi lagnarsi quando s'accorge che quelle terapie erano una frode bella e buona.


    #61104
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Ho conosciuto personalmente Simoncini in quanto portai il mio povero papà.
    Non mi chiamò lui, recuperai il numero di telefono, gli telefonai, fissai un appuntamento ed andai a Roma.
    Questo per dire che scegliere Simoncini e la sua cura (che per vari motivi non fu più fatta, anche sotto il consiglio stesso di Simoncini che mi informò delle condizioni ormai quasi disperate di mio padre) fu una mia scelta.
    E la mia scelta era una mia responsabilità, conscio del fatto che cure definitive per il cancro non ce ne sono e che la sua, per quanto ne so io, è la migliore che esista, in assoluto.
    Mi dispiace per il povero ragazzo, non capisco la famiglia.
    Se la devo capire allora dovrei andare all'Ospedale Nord di Taranto e chiedere spiegazioni al reparto di Oncologia, e magari denunciarli?
    E chi mi da retta?
    I morti per cure oncologiche “ufficiali” non contano, devono morire.
    Quelli delle cure alternative, no.


    #61105

    Anonimo

    [quote1351446727=darwindeus]
    [quote1351409086=farfalla5]
    Tutte le atrocità fatte dalle cure farmacologiche svaniscono di fronte una notizia così? La mia suocera grazie alle cure esagerate, parlo di quantità di pasticche, diventata un ebete. Prima a 80 anni metteva a tavola tutta la nostra famiglia….ed era in forma smagliante.
    [/quote1351409086]

    Come ho già risposto sopra, non si tratta di difendere le cure farmacologiche o le case farmaceutiche, ma solo di fare attenzione. Sembra che per molta gente la contrapposizione fra terapie ufficiali e alternative sia una sorta di partita di pallone. Se dico male di una vuol dire che dico per forza bene dell'altra. Se una fa male l'altra farà senz'altro bene.
    A tutt'oggi la pillola anti-cancro buona, salutare e senza effetti indesiderati non esiste e tutte le terapie contro i tumori comportano in sè una certa percentuale di rischio. Meglio farne a meno? E' una scelta del paziente. Come è una scelta del paziente rifiutare le cure ufficiali per perseguire i metodi da stregone di qualche fantamedico.
    Possibilmente, senza poi lagnarsi quando s'accorge che quelle terapie erano una frode bella e buona.
    [/quote1351446727]

    sei stato frodato da simoncini?
    io lo sono stato dal sistema ufficila da quello rappresentato dall'albo dei dottori, dove simoncini nn ne fa più parte, non conosco simoncini e non lo difendo ma riguardando la storia sono state proprio le personi fuori dai sistemi ufficiali a risolvere i problemi, spero che tu ti accanisca allo stesso modo con chi diffonde i virus…ad esempio…

    cmq un malato di cancro vale molto di più do 20.000€ per il sistema ufficiale…


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 45 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.