il vulcano Chaiten in cile si risveglia dopo 9000 anni

Home Forum PIANETA TERRA il vulcano Chaiten in cile si risveglia dopo 9000 anni

Questo argomento contiene 16 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da elerko elerko 9 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #72418
    elerko
    elerko
    Partecipante

    E' una straordinaria immagine che documenta un evento eccezionale: il risveglio del vulcano Chaiten, situato nel Cile meridionale, dopo qualcosa come 9.000 anni di silenzio !

    L'improvvisa eruzione di Chaiten si è avuta il 2 maggio scorso, e da quel giorno non si è ancora spenta. Anzi, ogni giorno il vulcano continua ad eruttare fumi, lapilli, cenere, e una grandiosa nube alta tredicimila metri e lunga decine e decine di chilometri che è osservabile tranquillamente dai satelliti ed è stata ripresa recentemente anche dalla Nasa:

    Fortunatamente il Chaiten sorge in una zona poco popolosa, incastonato com'è nella cordigliera delle Ande, e finora non ha causato danni a persone, visto che subito 5.000 abitanti della zona sono stati fatti evacuare.

    La datazione precisa dell'ultima eruzione del Chaiten era stata stabilita grazie alla tecnica del radiocarbonio sul flusso di lava che giace sul fianco del vulcano. Esame che ha permesso di appurare che l'ultima eruzione fu nel 7420 a.C con un margine di errore di più o meno 75 anni.

    I vulcanologi di tutto il mondo seguono con grande interesse ora per ora l'evoluzione del Chaiten, anche perchè rappresenta un esempio molto importante che si può finalmente verificare delle conseguenze della eruzione di un vulcano che appartiene a quella categoria di 'addormentati' per molti secoli o addirittura millenni, categoria alla quale appartiene anche il Vesuvio, del quale abbiamo parlato spesso qui a Mysterium http://mysterium.blogosfere.it/2008/01/il-vesuvio-puo-eruttare.html .

    Ancora una suggestiva immagine del Chaiten in eruzione:

    Fonte: http://mysterium.blogosfere.it/2008/07/si-risveglia-dopo-9000-anni-il-vulcano-chaiten-in-cile.html


    #72419

    sharon
    Partecipante

    Frane nel Vesuvio e ipotesi di futura eruzione

    ” [color=#ffcccc][/color] Uno studio condotto da ricercatori italiani dell'Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) con l'ausilio di tecnologie laser ha svelato l'assenza di duemila metri cubi di materiali dalle pareti del Vesuvio. La roccia è probabilmente franata all'interno del vulcano nel corso degli ultimi tre anni, indebolendo le sue pareti. Il laser scanning ha rilevato la morfologia del vulcano con un margine d'errore ridotto a pochi millimetri, rilevando la mancanza del materiale. Il lavoro ha portato alla luce anche nuove fratture sulle pareti da tenere sotto controllo per il futuro.
    L'ipotesi di una possibile eruzione del Vesuvio non è mai stata scartata dagli esperti. Il vulcano di Napoli è incluso nella lista dei trecento più attivi e pericolosi al mondo. Dagli stessi esperti arriva anche la rassicurazione che una possibile eruzione sarebbe anticipata da numerosi segnali e l'attuale tecnologia è in grado di prevedere con largo anticipo il pericolo, consentendo l'evacuazione della zona rossa (comuni più esposti al rischio eruzione). Di diverso avviso Il Center for Geohazar degli Usa che nel proprio studio ha messo in luce megaeruzioni del Vesuvio nel 4.000 a.C. e nel 2.000 a.C. di proporzioni gigantesche e ben superiori a quella che nel 79 d.C. distrusse Pompei ed Ercolano. In casi simili l'intera città di Napoli dovrebbe essere evacuata prima dell'eruzione con un immenso sforzo organizzativo.
    L'ultimo cenno d'attività del vulcano risale al 1945 quando in piena guerra il vulcano lasciò uscire dalla sua camera magmatica una colonna di cenere vulcanica.”

    Tratto da: Okpedia

    [link=hyperlink url][/link] http://www.okpedia.com/frane-nel-vesuvio-e-ipotesi-di-futura-eruzione.htm


    #72420

    deg
    Partecipante

    Il Vesuvio è il vulcano più pericoloso del mondo per due ragioni principali.

    La prima, e più ovvia, è che è l'unico ad ospitare sui suoi fianchi più di 2 milioni di persone.

    Un'altra ragione, che stai confermando Sharon, è che il cratere è ormai tappato e la prossima eruzione è prevista di tipo esplosivo, con lapilli e materiali vari proiettati che potranno raggiungere il mare (una delle vie di salvezza) in circa sette minuti.
    Un assottigliamento di una parete favorirebbe l'espulsione e forse conterrebbe la forza esplosiva, se il materiale incontrato fosse meno resistente, ma credo che il pericolo dell'esplosione è sempre presente.
    Il vulcano dovrebbe dare dei “segni” premonitori. Purtroppo il piano di evacuazione richiedeva ancora, fino a poco tempo fa, un periodo di 12 giorni per mettere al sicuro tutta la popolazione circostante. Ogni città intorno al vesuvio ha una sua metà nel centro o nord italia dove dovrebbe essere prevista l'accoglienza. praticamente, tutti quelli che scappano sanno in teoria dove andare.
    Sulla carta.

    Un ulteriore pericolo annesso, ma non meno importante, è la quantità spropositata di costruzioni abusive, proprio sui pendii del vulcano.

    Il dilemma per i tecnici del osservatorio vesuviano è SE, e soprattutto QUANDO lanciare l'allarme, che, come si può immaginare, costerebbe un botto di soldi allo stato, soprattutto se fosse lanciato a vuoto!

    Io sono particolarmente attenta a questo problema per il semplice fatto, che ho lì sotto, cognati e nipoti! Anche se la maggior parte della famiglia, saggiamente, ha preferito andarsene prima.
    Se si chiede alle persone anziane se hanno paura del vesuvio, loro spesso rispondono: macché, io mi ricordo (nel 47) si correva davanti alla lava che scendeva, tanto eravamo più veloci!

    Soltanto che ora, invece di sbavare, potrebbe esplodere!

    E gli esseri umani hanno la memoria tanto tanto corta……


    #72422
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Speriamo bene, abito a meno di 15 km in linea d'aria…


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #72421
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1215449695=pasgal]
    Speriamo bene, abito a meno di 15 km in linea d'aria…
    [/quote1215449695]

    Sta attento che a quella distanza basta uno sputo del vesuvio 😀


    #72423

    deg
    Partecipante

    [quote1215449764=pasgal]
    Speriamo bene, abito a meno di 15 km in linea d'aria…
    [/quote1215449764]

    Ah Pasquà (allora ho fatto bene a chiamarti Pasquà!). 15 Km dovrebbero essere sufficienti!
    Io c'ho i cognati a Torre del greco sui pendii!! !amazed


    #72425
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1215450328=m.degournay]
    [quote1215449764=pasgal]
    Speriamo bene, abito a meno di 15 km in linea d'aria…
    [/quote1215449764]

    Ah Pasquà (allora ho fatto bene a chiamarti Pasquà!). 15 Km dovrebbero essere sufficienti!
    Io c'ho i cognati a Torre del greco sui pendii!! !amazed

    [/quote1215450328]

    Sono nativo della storica Nola.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #72424

    deg
    Partecipante

    [quote1215451841=pasgal]
    [quote1215450328=m.degournay]
    [quote1215449764=pasgal]
    Speriamo bene, abito a meno di 15 km in linea d'aria…
    [/quote1215449764]

    Ah Pasquà (allora ho fatto bene a chiamarti Pasquà!). 15 Km dovrebbero essere sufficienti!
    Io c'ho i cognati a Torre del greco sui pendii!! !amazed

    [/quote1215450328]

    Sono nativo della storica Nola.
    [/quote1215451841]

    :ok!: Beh, saprai qqcosa del Vesuvio allora!
    Poi se sei fortunato esploderà verso Pompei, Castellamare…..
    Basta che da dove sei puoi scappare! Non starai mica a Poggioreale no! …..Non ancora! 😀
    Pensa che hanno costruito l'ospedale di Torre del Greco su un antico craterio (ben tappato a dire il vero, però….)

    (Insomma Pasgal, dopo la Calabria, abbiamo anche la Campania in comune! :&D )

    Dimenticavo. un altro pericolo per gli abitanti in caso di eruzione del Vesuvio è quell'antiquaglia che chiamano “autostrada”! E' stretta, è pericolosa in quanto le rampe di uscita piombano dopo pochi metri all'interno dei paesi. Insomma sarebbe una delle vie di fuga e no fanno niente per migliorarla (forse si è fatto qqcosa, è da un pò che manco giù, chiedo scusa se ho sbagliato).

    Ora che abbiamo Berlusconi, sicuramente andrò tutto mooooolto meglio.


    #72427
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1215453166=m.degournay]
    Ora che abbiamo Berlusconi, sicuramente andrò tutto mooooolto meglio.
    [/quote1215453166]

    …felicità a momenti e futuro incerto.

    ….pessimismo e fastidio.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #72426

    deg
    Partecipante

    [quote1215454197=pasgal]
    [quote1215453166=m.degournay]
    Ora che abbiamo Berlusconi, sicuramente andrò tutto mooooolto meglio.
    [/quote1215453166]

    …felicità a momenti e futuro incerto.

    ….pessimismo e fastidio.
    [/quote1215454197]

    Grattiamoci (ma si, anch'io!)

    Comunque anche sotto ai nostri piedi qualcosa si muove……..


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 17 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.