In punta di piedi

Home Forum SALUTE In punta di piedi

Questo argomento contiene 98 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da  mezzigrafici 4 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 99 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61608

    mezzigrafici
    Partecipante

    Ti ringrazio delle parole maraxma. Devo dire che per 20 anni ho cercato senza trovare nulla. Da 3 anni a questa parte per qualche strana ragione stanno venendo tante cose utili. La prima è stata l'ernia che si è chiusa, poi gli occhi e la miopia scomparsa.

    Fondamentalmente credo che la cosa importante è stato prendere coscienza che 30 anni di miopia e astigmatismo possono estinguersi in 3 mesi. Che un'ernia di 5 anni può chiudersi. E' stato come riuscire a rompere la cupola di cristallo.

    Se un semplice esercizio può mandare via qualcosa come la miopia, con tutti gli oculisti del pianeta che lo ritengono impossibile significa che tante cose si possono cambiare. Da pensare questo a provare le cose, c'è un piccolo passo.

    La maggior parte delle cose arrivano senza cercarle, nemmeno se me lo dicevano credevo che smettendo di appoggiare i talloni per terra i capelli bianchi tornano del colore tuo. Ancora mi guardo allo specchio ogni giorno e penso “è veramente impossibile, quale è la vera realtà dell'essere umano?”.

    Grazie ancora.

    Gustavo


    #61610
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.edgarcayce.it/media/rigeneraz.htm
    Il corpo umano è costituito da vibrazione elettronica, e ogni atomo e elemento del corpo, ogni suo organo e organismo ha la sua vibrazione elettronica o unità elettronica necessaria al mantenimento di quel particolare organismo e all’equilibrio in esso. Ogni unità quindi, essendo una cellula o un’unità di vita di per sé, con la sua capacità di riprodursi per mezzo della prima forma o legge nota della riproduzione, per mezzo della divisione della stessa

    Il corpo è uno schema, è un esempio di tutte le forze dell’universo stesso. 2153-6
    http://www.edgarcayce.it/media/corposchema.htm

    dottor Chopra scrive che il nostro corpo, apparentemente composto di materia solida suddivisibile in molecole ed atomi, è in realtà soprattutto vuoto, poiché la fisica quantistica ci dice che ogni atomo è composto per il 99,9999% di spazio vuoto e che le particelle subatomiche, che in questo spazio si muovono alla velocità della luce, sono in realtà fasci di energia vibrante. Si tratta tuttavia di un “vuoto” che reca misteriosamente impressa un'infinità di informazioni e che pulsa di un'intelligenza invisibile, condivisa da tutto il corpo http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__corpo_senza_eta_mente_senza_tempo.php


    #61611

    mezzigrafici
    Partecipante

    Queste sono le cose che sfuggono alla concezione che deriva dalle nostre capacità percettive.

    Comunque rimangono affascinanti. L'altro giorno sentì che se si comprime l'idrogeno fino all'inverosimile arriva
    un punto in cui l'idrogeno diventa metallo.

    Gustavo


    #61612

    Sephiroth
    Partecipante

    Ciao a tutti è da un pò che non scrivo sul forum, ma comunque lo seguo ogni tanto e questo argomento è molto interessante.

    Fin da quando ho ricordo ho sempre corso sulle punte dei piedi, e sono sempre stato il più veloce o uno tra i più veloci quando giocavo con gli amici a pallone, nonostante altri giocassero a calcio e si allenavano costantemente, fisicamente gli ero superiore in quanto a velocità e potenza…., nonostante io non abbia mai praticato uno sport.

    Ho sempre pensato che questo era dovuto al fatto che sono alto 180 cm, snello, fisico asciutto, anche se ogni tanto notavo che avevo un modo diverso di correre rispetto agli altri.

    In effetti notavo che io appogiavo solo le punte dei piedi a correre e facevo poco rumore, mentre gli altri mentre correvano sembrava che sbattessero i piedi.

    Oltre a questo ho sempre fatto (e faccio tutt'ora) le scale in punta di piedi.

    Ho iniziato circa una settimana e mezzo fa a camminare in punta di piedi, sopratutto durante il lavoro, faccio il panettiere e durante la notte cerco di stare il più possibile in punta di piedi.

    Adesso sono arrivato a quasi 2 ore di fila in punta di piedi, e quando ho le gambe stanche o sono in giro dove c'è molta gente cerco comunque di mettere il peso del corpo sull' avanpiede.

    Fisicamente non ho notato gradi differenze, quello che ho più notato ( non solo io ma anche altre persone ) è che da quando faccio questo sono meno nervoso e molto più calmo :medit:

    Grazie Gustavo per questa tua condivisione del sapere :K:


    #61613
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote]

    Ciao a tutti è da un pò che non scrivo sul forum, ma comunque lo seguo ogni tanto e questo argomento è molto interessante.

    Fin da quando ho ricordo ho sempre corso sulle punte dei piedi, e sono sempre stato il più veloce o uno tra i più veloci quando giocavo con gli amici a pallone, nonostante altri giocassero a calcio e si allenavano costantemente, fisicamente gli ero superiore in quanto a velocità e potenza…., nonostante io non abbia mai praticato uno sport.

    Ho sempre pensato che questo era dovuto al fatto che sono alto 180 cm, snello, fisico asciutto, anche se ogni tanto notavo che avevo un modo diverso di correre rispetto agli altri.

    In effetti notavo che io appogiavo solo le punte dei piedi a correre e facevo poco rumore, mentre gli altri mentre correvano sembrava che sbattessero i piedi.

    Oltre a questo ho sempre fatto (e faccio tutt'ora) le scale in punta di piedi.

    Ho iniziato circa una settimana e mezzo fa a camminare in punta di piedi, sopratutto durante il lavoro, faccio il panettiere e durante la notte cerco di stare il più possibile in punta di piedi…

    se giochi a calcio in una squadra di campionato con un istruttore ti insegneranno che si corre in velocità senza appoggiare i talloni
    Tacco punta va bene correndo piano
    Il polpaccio è molto resistente ed è piu o meno sviluppato a seconda della persona, per svilupparlo è necessario un certo volume di lavoro e diverso tipo di lavoro.
    Stando molto in piedi penso in effetti sia di aiuto muoversi piu verso le punte anche perchè solleciti la “pompa” rappresentata dal polpaccio

    In altri articoli abbiamo trattato il problema dell'elasticità e dello stretching del tricipite surale. È importante però che il runner sappia valutare la funzionalità del polpaccio, cioè la condizione iniziale su cui inserire gli esercizi che andranno a potenziarlo o a elasticizzarlo.
    Esiste una profonda differenziazione fisiologica fra gastrocnemio e soleo: quest'ultimo, essendo un muscolo posturale, è formato quasi esclusivamente da fibra rossa, mentre i gemelli hanno una buona percentuale di fibra bianca. Questa distinzione è molto importante per quel che riguarda le contratture da fatica dei muscoli: per il soleo sono i lavori di velocità che possono provocare la contrattura, mentre per i gemelli è più probabile che l'infortunio si presenti dopo un pesante lavoro di resistenza.
    A causa di questa differenza fisiologica, è fondamentale per il runner avere un armonico sviluppo del polpaccio. La cosa non è così scontata perché, se nell'allenamento manca l'alternanza fra stimoli di velocità e di stimoli di resistenza, si possono avere squilibri muscolari che poi si trasformano in una sequenza infinita di infortuni.
    http://www.albanesi.it/Arearossa/Articoli/036soleo.htm


    #61614

    mezzigrafici
    Partecipante

    Ti ringrazio per le parole Sephyroth, ma se devo essere sincero condivido più le intuizioni, il sapere dal mio punto di vista è quello che arriva con l'interazione di tutti quanti, compresa la tua.

    Adesso riesco a capire meglio tantissime cose, dubbi che avevo dall'infanzia. Ho capito finalmente il significato della “Carta di riso” della serie Kung Fu.

    “La carta di riso è delicata come le ali di un libellula, quando riuscirai a camminare senza lasciare tracce, avrai imparato” diceva il maestro.

    In questi giorni in cui cerco di camminare come gli animali ho capito quale è il segreto. Si tratta di forza ed equilibrio. Il peso deve rimanere durante la camminata sempre sul piede che è a terra, mai spostarsi sul piede che si sposta in avanti prima che il piede tocchi terra.

    E' quello che ci fa vedere il tedesco (anche se lo fa male) quando cammina come un uccello. Il peso rimane solo sopra un piede, anche mentre l'altro si sposta. Dopo che il piede che si sposta ha toccato e tastato il pavimento, allora si può spostare il peso, che rimarrà su quel piede durante il percorso in aria dell'altro.

    Per il momento riesco a mantenere l'equilibrio solo quando il piede destro è a terra. Il sinistro mi regge ma non riesco a mantenere ancora l'equilibrio e mi sbilancio in avanti di lato o in dietro. Credo che sia solo questione di forza.

    In questo modo si riesce a camminare nel più assoluto silenzio.

    Gustavo


    #61615
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Io ho provato a camminare con le punte in giro ..in strada, al bar, tra amici e conoscenti e per il momento nessuno mi ha detto .. ma come cammini ?.. Nessuno mi ha criticato o mi a chiesto che cosa stavo facendo.Mi aspettavo strani sguardi o di essere deriso ma a quanto pare non se ne accorgono. Strano.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #61616

    Xeno
    Partecipante

    cut


    #61617
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    [quote1383670527=Xeno]
    cut
    [/quote1383670527]

    Peccato che hai cancellato quello che avevi scritto .. avevi ragione sono come i babbani di Harry Potter la magia non tutti la vedono. Propio peccato che hai cancellato mi piaceva assai ma meno male che sono riuscito a leggerlo.
    Ecco vedi matrix lavora cosi .. elimina le cose vere e questo lo facciamo noi, ce lo fa fare a noi ci frega cosi.
    Hai ragione Xeno milioni dormono e non vedono ogni tanto qualcuno vede.. lo dice e viene subito censurato e poi si autocensura.Il sistema si difende .. non pensare di scrivere cavolate perche non lo sono e il sistema che ti fa pensare di averlo fatto.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #61618

    Xeno
    Partecipante

    [quote1383673104=Tru]
    [quote1383670527=Xeno]
    cut
    [/quote1383670527]

    Peccato che hai cancellato quello che avevi scritto .. avevi ragione sono come i babbani di Harry Potter la magia non tutti la vedono. Propio peccato che hai cancellato mi piaceva assai ma meno male che sono riuscito a leggerlo.
    Ecco vedi matrix lavora cosi .. elimina le cose vere e questo lo facciamo noi, ce lo fa fare a noi ci frega cosi.
    Hai ragione Xeno milioni dormono e non vedono ogni tanto qualcuno vede.. lo dice e viene subito censurato e poi si autocensura.Il sistema si difende .. non pensare di scrivere cavolate perche non lo sono e il sistema che ti fa pensare di averlo fatto.
    [/quote1383673104]
    Grazie Tru mi hai capito

    :salu:


Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 99 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.