Industri farmaceutica Italiana

Home Forum SALUTE Industri farmaceutica Italiana

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  mezzigrafici 4 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #61680

    mezzigrafici
    Partecipante

    Un cliente ha trovato una pomata miracolosa per la psoriasi, praticamente la fa regredire fino a mandarla via e poi nel momento in cui riappare un puntino lo si manda via con questa pomata che è completamente naturale e rigenerante per la pelle. Quindi a libera vendita.

    Cercando il produttore va da una impresa farmaceutica di livello internazionale, non dico il nome per evitare problemi.

    Lo ricevono e dicono che devono sottoporla a test e prove prima di decidere, due mesi dopo, lo richiamano per comunicare i risultati dal laboratorio che si trova a Bologna.

    Parole testuali:
    Ditta – Abbiamo finito i test. La pomata funziona, manda via la psoriasi, proprio come avevate detto voi.
    Cliente – Bene, allora come si procede?
    Ditta – Ve la portate via, non ci interessa.
    Cliente – Come? E' l'unica al mondo in grado di curare una malattia terribile per le persone e voi…

    Ditta – Scusi, questa è una ditta, non una società di beneficenza. Io non posso produrre, lanciare e inserire dentro la distribuzione una pomata che una persona può farsi da sola dentro casa (gli ingrediente sono a libera vendita).

    Poi a titolo informativo, i prodotti devono soddisfare certe regole… Uno, devono essere somministrate da un dermatologo, medico o professionista (per garantire loro il lavoro).

    Non devono guarire completamente la malattia (altrimenti il professionista perde il paziente) bensì bloccarla e mantenerla in stato latente il più lungo possibile.

    Figuriamoci se un qualsiasi dermatologo, che con ogni paziente con psoriasi guadagna 400 euro all'anno accetta di somministrare una pomata a vendita libera che in più gli fa perdere il paziente a vita. Nessuno somministrerà mai un prodotto come questo.

    E' meraviglioso il modo in cui funziona il mercato farmacologico la ditta è italiana, ma il meccanismo è mondiale.

    Gustavo


    #61681
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Gustavo, senza offesa, non credo minimamente in ciò che ti hanno detto, dato che nessuna azienda direbbe quanto hai riportato. Si limiterebbe a dire ben altro. Questo è il mio parere. Personale.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #61682

    mezzigrafici
    Partecipante

    Invece questa si, e la cosa peggiore è stata vedere la reazione dei dermatologi guardando il prodotto. “Si sa che questo funziona, io quei componenti li conosco, ma non serve ricetta, non dovete venire de me, dovete andare nelle erboristerie”. Si ma tu potresti guarire tutti quelli che vengono da te con la psoriasi. La risposta è stata comunque no. Questo non me l'hanno riportato, l'ho visto io stesso con i miei occhi.


    #61683
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    Ma le tue fonti ti hanno anche detto il nome di questa pomata miracolosa?


    #61684

    mezzigrafici
    Partecipante

    Sì, la pomata è stata in mano a un truffatore, che si dice l'abbia scoperta per caso (non so come) e invece che proporla alla medicina l'ha commercializzata in modo illegale.

    Praticamente si è fatto dare il nome delle persone con la malattia, si presentava a casa di questi dicendo “Io in 6 mesi di curo la psoriasi ma tu in cambio mi dai questi soldi” (chiedeva in base alla posizione economica, 4 milioni di Lire, 8 milioni, 3 a seconda di quello che potevano pagare).

    E' andato avanti questo discorso per 15 anni fino a che uno l'ha denunciato per truffa e ha dovuto smettere. Questi altri hanno aspettato che scadesse il brevetto prima di provare a fare le dovute autorizzazioni ministeriali.

    Solo che il problema che riscontra è proprio quello di essere di libera vendita.

    Il mio era un commento che riguarda la medicina e non la pomata, perché anche se l'ho vista funzionare io nelle pomate non credo.

    Gustavo


    #61685

    mezzigrafici
    Partecipante

    Scusa Maraxma. Non ho capito la domanda e ho risposto male.

    La pomata non aveva un nome, la vendevano senza nome. Il nome l'hanno messo dopo quando l'hanno proposta al mercato.

    Non lo metto qui perché non voglio che mi si accusa di pubblicità.

    Gustavo


    #61686
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.aerrepici.org/FORUM/topic.asp?TOPIC_ID=5436
    “Un caso di psoriasi guarita!”


    #61687

    mezzigrafici
    Partecipante

    Ecco, questo non l'avevo visto.

    Ho trovato un altro gruppo che vende la stessa pomata, un gruppo che dall'Argentina fornisce tutto il mondo.

    Il problema è che per una pomata che ha un costo di 6 euro a barattolo chiedono la bellezza di 75 euro a barattolo e non prendono ordini per meno di 6 confezione insieme.

    La chiamano la pomata della dssa Diam.
    Le industrie farmaceutiche non sono le uniche a comportarsi male, in realtà è una gara.

    Gustavo


    #61688
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1387556664=mezzigrafici]
    Ecco, questo non l'avevo visto.

    Ho trovato un altro gruppo che vende la stessa pomata, un gruppo che dall'Argentina fornisce tutto il mondo.

    Il problema è che per una pomata che ha un costo di 6 euro a barattolo chiedono la bellezza di 75 euro a barattolo e non prendono ordini per meno di 6 confezione insieme.

    La chiamano la pomata della dssa Diam.
    Le industrie farmaceutiche non sono le uniche a comportarsi male, in realtà è una gara.

    Gustavo

    [/quote1387556664]
    è uno schema mentale, è una gabbia elettro-mentale che si è radicata nell'umanità, serve un elettroshock


    #61689

    mezzigrafici
    Partecipante

    Purtroppo sembra impossibile fare le cose diversamente.

    Io ero socio in questa, ma ho stabilito che il prezzo finale non doveva superare i 12 euro.

    Hanno mantenuto la promessa fino all'arrivo dei commerciali, in 30 giorni è arrivata a 70 euro a barattolo. Ho chiuso la collaborazione, io sono un pubblicitario ma più che disonesto il comportamento mi è parso idiota.

    Gustavo


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.