io NON sono Charlie

Home Forum L’AGORA io NON sono Charlie

Questo argomento contiene 873 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 16 ore, 20 minuti fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 771 a 780 (di 874 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #313698
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @j-new Ma certo… c’è anche la scienza , il gelataio, la gioia, la cenere per terra, i vulcani… Insomma che cavolo di discorsi stai facendo? Sembra che il tuo unico scopo sia dire qualcosa.


    #313702
    camillo
    camillo
    Partecipante

    @ J-new Il problema qui è l’Islamismo, gli attentati, lo stato attuale della religione islamica. L’islamismo permette o meno altre religioni? Permette libertà o è coercitivo?
    Come mai se parli con MOLTISSIMI islamici ti dicono che Charlie e .. se la sono cercata? Questo è il tema di questa discussione!!!
    Abbiamo un’unità di intenti tra QUALSIASI INDIVIDUO DI QUALSIASI NAZIONALITA’ che diventa terrorista fanatico e il comune denominatore è l’interpretazione del Corano nel senso idiota, ma anche letterale. Il corano contiene anche un sacco di violenza.
    Tutto è volere di Allah… MA loro soli capiscono il vero volere e lo eseguono, sono gli eletti che si sentono privilegiati. Sono la mano di Dio, quale dio? Ma quello che ha dettato il Corano. Attualmente il 99% dei problemi religiosi di tipo violento li abbiamo con l’ISLAM.
    Cosa serve dire che anche altri hanno qualcosa di sbagliato.. Ma non c’è paragone! Se si parla di un elefante a che serve dire che c’è anche la formica?
    Altra discussione sarà aperta per formica.


    #313732
    J-new
    J-new
    Partecipante

    Sia io che orso….
    Le nostre parole dovrebbero essere semplici……

    “camillo, camillo, ci sono anche questi purtroppo, ma non puoi guardare solo a loro.”, da me.

    “Caro Camillo,la rabbia c’è ed è innegabile,La domanda è da chi è fomentata questa rabbia e perche?Vai alla radice della questione e non ti fermare a quattro imam esaltati,delinquenti e psicologicamente manovrati.”, da orsetto.

    Dobbiamo difenderci, e lo dico io per primo, ma potremo fare di più e meglio;
    l’islam e 600 anni più giovane di noi, quello che stanno passando loro ora noi l’abbiamo vissuto.
    E un’esperienza che servirebbe a noi e a loro.
    Dobbiamo difenderci; ma noi questa fase della nostra storia l’abbiamo passata, e dovremmo farne nostra forza, no rinchiuderci in noi aspettando che la tempesta passi o si abbatta su altri (a Monaco nel 1938 Hilter poteva essere fermato, non si è fatto, e sappiamo perchè e con quali conseguenze).

    L’interpretazione del corano c’è, ma essa è il comodo paravento dietro cui ci sono interessi ben più materiali:

    “I caporioni islamici tengono la loro gente cosi per poi investire in occidente ogni euro disponibile, e ai nostri industriali fa pure comodo;”, da me

    “Caro Camillo,hai la fortuna di essere nato e vissuto in un paese come l’Italia.Mi domando come saresti e cosa penseresti se tu fossi nato in Palestina,o in Siria,o in Iraq,o in Libia o…..in uno dei tanti paesi sfruttati sino all’osso da noi occidentali.” da orso

    Dobbiamo difenderci, ma per fare questo cominciamo col permettere a questa gente di vivere in modo dignitoso; questo non solo permettere all’islam di evolvere ma prosciugherà intorno al terrore e servira anche a far si che queste persone per povertà e/o guerre non debbano scappare dalle loro terre.

    “E aggiunco:
    “ricordate 47% dei giovani islamici francesi son favorevoli alla Jihad.”
    E il 53%? Integrato e contrario a ‘sta roba!

    “il 27% dell’Islam francese è di quella linea”
    E il 73%? Integrato e contrario a ‘sta roba!

    Ed è su loro che bisogna far leva per prosciugare intorno a ‘sta gente!

    La Tunisia è il solo paese in cui la primavera araba a avuto successo, se oltre a aizzarle le avessimo sostenute, ora sarebbe meglio.”

    A Istambul musulmani hanno ucciso altri musulmani (gli stranieri erano ai 2/3 arabi di diversi paesi), dov’è questo fronte comune? Non c’è! Ed è un bene e noi col nostro atteggiamento dobbiamo evitare ciò, facendoci alleati la parte di cui sopra, non spingerla dalla parte del terrore.


    #313733
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Cominciamo a permettere ai nostri giovani di vivere in modo dignitoso.
    Pochi sono gli Islamici che vengono qui col cappello in mano. Se giurano fedeltà alla nostra costituzione in modo coerente DOVREBBERO rinunciare a gran parte delle loro consuetudini, NON lo fanno. (A dire il vero recentemente un Imam coerente si è rifiutato di giurare sulla costituzione… rimpatriato) . Cercano piuttosto di cambiare le nostre. Approfittano dei “buonisti” che abbondano da noi, li usano come pedine, sfruttano la loro ingenuità.


    #313742
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Ascoltando certi discorsi di fine anno dei governanti, rimango sbalordito di come questi si limitino ad elencare alcuni problemi (non tutti), ma il loro dire sembra rivolto a qualcun altro sembra un: Guardate come sono bravo a VEDERE I PROBLEMI! Dobbiamo (ma sembra più un dovete) risolverli.
    E NO!!!! Ma che gioco è?
    Cari governanti troppo comodo, voi siete in posti di potere e dovete dare soluzioni e non limitarvi a elencare i problemi.
    Uno non può dire che il problema è il lavoro giovanile, dica anche cosa propone.
    Uno non può dire che il problema è l’immigrazione deve dire cosa propone.
    Insomma i nostri governanti ci danno il conto della spesa cambiando solo l’ordine delle priorità.
    In coerenza con quanto criticato devo fare io stesso delle proposte altrimenti sono un Mattarella bis. Ecco quello che…

    1° Vista la costituzione, ognuno cittadino deve ricevere un MINIMO GARANTITO, se non in denaro almeno in abitazione, sanità, istruzione.

    2° Ogni cittadino in cambio della garanzia di un “equivalente di salario minimo garantito” è creditore nei confronti dello stato di un lavoro di 8 ore settimanali, esse potranno essere scelte tra quelle disponibili negli appositi uffici. Pertanto ogni cittadino compiuti i 18 anni potrà trovarsi a svolgere vari tipi di lavoro, possibilmente di suo gradimento, ma dipende dalle esigenze.

    3° Ogni cittadino ha una scheda di efficienza che lo segue, ogni lavoro effettuato riceverà un giudizio multiplo con un valore di efficienza.

    4° Ogni cittadino potrà inoltre svolgere altri lavori a suo piacimento entro le disponibilità del mercato. La retribuzione dovrà tendere ad essere proporzionale al grado di efficienza.

    5° i gradi di efficienza non potranno superare i 5 gradini, cioè al massimo un signore efficientissimo avrà una paga 5 volte il salario minimo.

    6°Le paghe saranno preferibilmente agganciate ai beni di consumo piuttosto che al denaro. Il denaro sarà relegato al ruolo di punto di riferimento, per pesare i livelli di efficienza.

    7° Se un cittadino si rifiuta di dare le 8 ore di lavoro allo stato avrà comunque il minimo garantito, ma il suo livello di efficienza rimarrà bloccato al minimo.

    8° Lo stato userà il lavoro ricevuto dai cittadini che abbiano compiuto i 18 anni per far funzionare tutto con la massima efficienza, costruire edifici per garantire a tutti un alloggio, scuola, assistenza medica, svaghi, mobilità.

    9° Le priorità saranno date a incrementare o trovare fonti energetiche a basso costo e a bassissimo impatto ambientale, avendo a disposizione energia a basso costo e a quasi zero impatto ambientale il resto sarà una questione di ORGANIZZAZIONE. Occorre avere come dirigenti persone che abbiano dimostrato di essere molto efficienti in questo campo, non basta che sappiano parlare.

    10° Il reperimento delle materie prime si baserà principalmente sul RICICLAGGIO che dovrà essere spinto all’estremo delle possibilità.

    11° Nei limiti delle disponibilità di alloggio e mantenimento si cercherà di accettare nel nostro paese immigrati che si impegnino a vivere secondo le nostre leggi, rispettando tutte le libertà degli altri, siano essi loro figli o di sesso differente. Non sono ammesse religioni che hanno come finalità la presa di potere materiale cioè non fanno distinzione tra potere religioso e potere politico, (ogni riferimento all’ISLAM è decisamente voluto)

    Questo è il tipo di discorso che mi sarebbe piaciuto sentire a fine anno, ma…. stavo solo sognando.
    3 gennaio 2017 11:55


    #313759
    J-new
    J-new
    Partecipante

    Qualcuno ti direbbe: vai a vivere in Unione Sovietica!
    camillo per l’età dovresti saperlo, non è il problema come la legge la fai.
    Ma come la applicchi!!
    Ti ricordi di quei arresti di persone che avevano ricevuto la Social Card e che visto il loro benesssere la usavano in gioielleria?
    Chi appiccherà i livelli?
    Chi appliccherà le sanzioni?
    Chi deciderà cosa?

    “Mio cugino che se preso per moglie la sorella…, che è la figlia del direttore che conosce…..”, Amen


    #313762
    camillo
    camillo
    Partecipante

    Quel qualcuno

    @j-new said:
    Qualcuno ti direbbe: vai a vivere in Unione Sovietica!
    …, Amen

    Quel qualcuno non capisce una mazza! Non capisce il significato della parola “efficienza”.

    J-New… J-new … leggi le cose in modo piatto, non distingui non solo le sottigliezze ma neppure la differenze macroscopiche. Quali livelli c’erano in unione sovietica? Tutto era piatto e l’efficiente era uguale al deficiente, solo i politicizzati si differenziavano.


    #313763

    orsoinpiedi
    Partecipante

    Caro Camillo,concordo con te su quello che avresti voluto sentire….ma che non hai sentito.I nostri politici non vedono al di la del proprio interesse di bottega e non valutano che tra 20/30 anni il lavoro sarà quasi del tutto scomparso.I robot,le macchine,i cervelli elettronici faranno tutto il lavoro a quasi tutti i livelli.
    A quel punto o si avrà una rendita garantita per ogni cittadino,o…..lascio a te immaginare quel che potrà succedere.
    Per quanto concerne la moneta,questa non avra più alcun senso,visto che gia adesso il suo valore è solo virtuale ed arbitrario.Ci sarà solo moneta elettronica,e qui si dovrà ponderare molto bene a quale livello minimo remunerativo ci si assesterà per consentire di vivere una vita decorosa.
    A questo punto ti voglio ricordare che si potrebbero aprire gravissimi problemi di democrazia,quali chi avrà il controllo delle emissioni delle rendite.
    Ma questo è un altro discorso


    #313764
    J-new
    J-new
    Partecipante

    [sospiro!]
    orso tu proprio mi capisci!!

    camillo la mia era una frase fatta!
    Scriviamo per esteso: “camilo io ti posso dare ragione, resterebbero delle difficoltà per la tua proposta se la rendesti pubblica, ci potebbre essere chi la eticchetterebbe come comunista, e appellandosi ala storia recente, ti direbbe che l’esito di simili proposte e già noto. Per parte mia buona fortuna”

    Quando ai politicizzati, si differenziavanno…. al negativo!

    ciao.


    #313790
    camillo
    camillo
    Partecipante

    ANNIVERSARIO CHARLIE
    7 gennaio 2015
    a Parigi due terroristi fanno irruzione nella redazione del giornale satirico.

    Pian pianino la consapevolezza generale è andata cambiando.
    Ora molte persone capiscono, costatano, vivono il fatto che il problema Islam non è di pochi isolati, ma c’è un substrato di OMERTÀ, convivenza, giustificazione, paura da parte di un’enorme massa di ISLAMICI.
    Estesa è anche l’opera di proselitismo da parte di un sacco di IMAM, d’altra parte nel corano c’è tutto e il contrario di tutto, quindi è l’interpretazione che conta.

    Ma quanti furbacchiotti ci sono tra gli islamici? Il titolo stesso di questo di questa discussione è OSCENO: il solito furbastro islamico, vista l’ingenuità degli europei propone: “Io non sono Charlie”. Cioè NON condivido la assoluta colpevolizzazione degli autori del gesto vigliacco… in fin dei conti se la sono cercata.

    E no! Vediamo cosa ha combinato lo stato islamico a Mosul e ovunque sia arrivato, cosa ha rispettato? Nulla loro hanno bruciato chiese, ucciso praticanti uomini donne bambini, hanno trasformato conventi i fabbriche di armi per autobombe… andate a guardarvi i filmati. Ma non contenti hanno organizzato vili attentati ovunque, con gente innocente…
    Quindi loro stabiliscono la verità, la impongono con il terrore, se andate a vedere la storia dell’ISLAM è sempre stato così.
    Pretendono diritti ma non rispettano nulla appena arrivano al comando.
    Anche l’atro giorno in un documentario sul Bahrein dove si vedevano donne velate e un maschilismo totale, il commentatore si vantava della libertà che essi, quali grandi tolleranti, permettevano addirittura alle visitatrici straniere di non portare il velo, mentre in molti altri stati arabi ciò non avveniva. Insomma abbiamo a che fare con degli ignoranti trogloditi che entrano a gamba tesa nella nostra civiltà e trovano un “buonismo” diffuso che gli giustifica comprende e ignorantemente spalanca loro la strada.


Stai vedendo 10 articoli - dal 771 a 780 (di 874 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.