Jorge Maria Bergoglio papa Francesco

Home Forum L’AGORÀ Jorge Maria Bergoglio papa Francesco

Questo argomento contiene 107 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Erre Esse 5 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 108 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #143720

    Erre Esse
    Partecipante

    Al quinto scrutinio del conclave iniziato il 12 marzo è stato eletto il nuovo papa, è l'argentino Jorge Maria Bergoglio, col nome di Francesco.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Jorge_Mario_Bergoglio

    http://www.brucialanotizia.it/2013/02/12/non-ne-puo-piu-figuriamoci-noi-e-se-ne-va-perche-a-quale-scopo-qual-e-il-messaggio/

    all’interno della Chiesa si scatena una lotta furibonda, tra “spiritualisti” e “mondano-affaristi”, rappresentati entrambi da una parte dal cardinale Bergoglio, incline alle politiche sociali (arcivescovo di Buenos Aires e grande accusatore spirituale e politico dei crimini del generale Videla in Argentina) e dall’altra dal cardinale Bertone, vicino all’opus dei, il punto di riferimento dell’attuale classe politica dirigente italiana. Il conclave sceglie un uomo “terzo” ed eleggono Ratzinger, di cui è stata sottovalutata la vis spirituale. Inizia così il suo pontificato, con il dichiarato intento di abbandonare la strada mondana imposta dal suo predecessore e riportare la Chiesa nel suo ambito di evangelizzazione, di recupero della spiritualità di matrice teologica, a scapito di quella mondano-finanziaria.

    Sarà un buon segno?


    #143721

    ezechiele
    Partecipante

    Auguriamoci che lo sia!


    #143722
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Ho appena letto qui:
    http://www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?com_mode=nest&com_order=0&storyid=1819#.UUDX7oY15T8.facebook


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #143723

    Erre Esse
    Partecipante

    Interessante:

    http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/6893

    È la new entry dei latinoamericani ed è già in testa tra i possibili successori di Pietro. Se eletto, sarebbe il primo papa gesuita. Ritratto non autorizzato d´un uomo molto fuori dal comune

    Ma anche il resto dell'articolo lo è.


    #143724

    meskalito
    Partecipante

    dietro al papa esiste da almeno 5 secoli un papa detto 'nero'
    gesuita

    non è detto però che quello che è accaduto sia un male
    vedremo


    #143725
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Beh, curioso che spunti il nome “papa nero” in riferimento a questo Papa… suggestivo direi, quasi.


    #143726

    giorgi
    Partecipante

    Abbiamo il nuovo papa questo è un Gesuita ciò significa che dovrebbe essere più legato a Gesù, come molti sanno nel vaticano ci sono molte cose ingiuste, se questo papa non mette le cose al proprio posto significa che pure lui è complice, attendiamo e vediamo ciò che farà così il giusto giudizio lo possiamo avere tutti, è ora che si faccia chiarezza e che venga a galla la verità, che il marcio che c'è nel vaticano finisca una volta per tutte, ma secondo me questo papa nasconderà di più ciò che è la realtà, stiamo a vedere nel giro di pochi mesi si possono avere i risultati se non cambia nulla significa che continua il solito imbroglio, impariamo a vedere chiaro come stanno le cose, perché se tutto acconsentiamo pure noi diveniamo complici, la verità deve essere detta da chiunque, il giudizio sulla verità è giusto che ci sia altro che non giudicare? La verità è giusto additarla, altrimenti non cambieremo mai nemmeno noi.

    http://risveglio.myblog.it/media/01/02/1128525811.pdf
    …………..
    http://risveglio.myblog.it/media/01/02/2317485266.pdf


    #143727

    Spiderman
    Partecipante

    E' arrivato il papa double-face

    Della scelta di Bergoglio al soglio pontificio non stupisce tanto la nazionalità – ormai all'idea di un papa internazionale ci siamo abituati – quanto il fatto che sia un gesuita.

    E' infatti il primo in assoluto nella storia a diventare papa, e questa non è certo una casualità.

    Fin dalla fondazione dell'ordine, da parte di Ignazio di Loyola, i gesuiti hanno sempre presentato un doppio volto nei loro rapporti con il Vaticano.

    Da una parte i primi gesuiti erano i “soldati di Gesù” che andavano in tutt'Europa a combattere il protestantesimo insorgente, nel tentativo di restaurare il potere di Roma durante la controriforma.

    Dall'altra però criticavano la lassitudine e la corruzione in cui era caduto il clero romano negli ultimi secoli, chiedevano una più stretta aderenza alle sacre scritture, si auguravano una maggiore preparazione culturale nei vertici della Chiesa, e predicavano una povertà e un'umiltà che ormai in Vaticano erano del tutto sconosciute. E' infatti curioso che nessun papa, dal 1200 ad oggi, avesse mai pensato di chiamarsi “Francesco”.

    I gesuiti hanno anche il grande merito di aver fatto da ponte culturale fra l'Occidente e l'Oriente, nel periodo delle prime esplorazioni del continente asiatico. Se non fosse stato per loro, Cina e Giappone non avrebbero saputo quasi nulla di noi, …

    … e noi avremmo saputo ancora meno di loro, per almeno un altro secolo. (Furono i gesuiti a portare dalla Cina l'idea degli occhiali che appoggiano con la bacchetta sulle orecchie, quando noi per tre secoli abbiamo continuato a cercare di pinzarli goffamente sopra il naso, oppure di reggerli davanti agli occhi con un apposito bastoncino).

    Ma è soprattutto in Sudamerica che i gesuiti hanno lasciato la traccia più profonda nel loro operato. E anche questa traccia, purtroppo, ha due volti diversi e contrapposti. Da una parte, i gesuiti hanno sempre cercato di proteggere le popolazioni locali dagli abusi e la tentativi di schiavizzazione da parte dei latifondisti. Il culmine di questa loro filosofia venne raggiunto negli anni '70, quando la teologia della liberazione, da loro predicata, sembrò poter diventare il nuovo vangelo sociale per le grandi masse di sfruttati in tutto il continente.

    Ma c'è anche il lato oscuro della Chiesa, che in Cile e in Argentina ha collaborato attivamente con la repressione militare degli anni 70, non mancando di coinvolgere, a quanto pare, gli stessi vertici gesuiti.

    Fu proprio Jorge Bergoglio, il papa eletto poche ore fa, ad essere accusato di aver consegnato alle squadre della morte alcuni preti gesuiti da loro ricercati. Era il periodo dei desaparecidos, iniziato subito dopo golpe argentino del '76, nel quale oltre 5000 oppositori del regime vennero rapiti dai militari e fatti scomparire nel nulla.

    Si sarebbe poi saputo che questi oppositori venivano rinchiusi nei sotterranei della famigerata ESMA, l'accademia della marina militare di Buenos Aires, trasformata per l'occasione in un vero e proprio campo di concentramento. Qui gli oppositori venivano direttamente uccisi dai militari, oppure venivano caricati su aerei ed elicotteri, e venivano gettati in mare ancora vivi.

    Due preti che riuscirono a sopravvivere, Orlando Yorio e Franz Jalics, accusarono in seguito il loro superiore, Jorge Bergoglio, di averli consegnati ai militari. Bergoglio ha sempre raccontato di essersi adoperato per la loro liberazione, ma non ha mai saputo spiegare perché non sia stato in grado di proteggerli dall'arresto dei militari in primo luogo. Sarebbe bastata una sua parola, e nessuno li avrebbe mai toccati. La vicenda, che fece molto scalpore in Argentina, è stata raccontata nel dettaglio da Horacio Verbitsky nel suo libro “El Silencio: de Paulo VI a Bergoglio: las relaciones secretas de la Iglesia con la ESMA”.

    Insomma, gira e rigira, sembra che sia impossibile trovare fra i cardinali qualcuno che non si tiri dietro un passato pieno di ombre e di ambiguità. O forse questi cardinali ci sono, ma nessuno ha davvero voglia di eleggerli al papato.

    Massimo Mazzucco

    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4202


    #143728
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1363250210=Spiderman]
    E' arrivato il papa double-face

    [/quote1363250210]
    Guardatevi questo documentario:

    Il do­cu­men­ta­rio di Ja­mes Ar­ra­bi­to sull'af­fa­sci­nan­te sto­ria dell'Or­di­ne dei Ge­sui­ti, la più po­ten­te Fra­tel­lan­za Oc­cul­ta nel mon­do. I­ni­zia­to da I­gna­zio di Loyo­la nel X­VI se­co­lo per muo­ve­re guer­ra con­tro la Ri­for­ma, la Com­pa­gnia di Ge­sù si dif­fu­se ra­pi­da­men­te in o­gni an­go­lo del glo­bo. I ge­sui­ti si in­si­nua­ro­no ne­gli af­fa­ri dei go­ver­ni, del­la guer­ra, del­le ban­che, del pe­tro­lio, e del­le chie­se, gua­da­gnan­do­si in­fi­ne l'e­spul­sio­ne da qua­si o­gni na­zio­ne del mon­do, com­pre­so lo stes­so Va­ti­ca­no. Tra­du­zio­ne e sot­to­ti­to­li: mok­sha75ar

    http://www.myspace.com/video/menphis75-revolutions/storia-occulta-dell-39-ordine-dei-gesuiti-sub-ita/101751814


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #143730

    Anonimo

    Habemus papam. :scare:

    Quindi allegria!

    Ma non si salverà se non vende il Vaticano.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 108 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.