La differenza

Home Forum L’AGORA La differenza

Questo argomento contiene 112 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da giusparsifal giusparsifal 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 113 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #120868
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Mi sento un po' in colpa ad aprire un thread del genere. Se anche pasgal, perciò, dovesse riconoscere questa colpa lo capirò se lo eliminerà :uuuu:
    Il perchè è dovuto al fatto che la domanda che vorrei porvi (ma soprattutto, direi, porre a me compreso) rispecchia fortemente uno stato d'animo, per me, attualissimo.
    Capisco che a 43 anni dovrei già saper rispondere da solo ma, per qualsiasi motivo si voglia pensare, io ancora non so rispondere.
    Forse sarà superficialità, banalità, ma io preferisco pensare di essere un ricercatore che non si accontenta mai.
    Un ricercatore che per sogno ha la meta, però.
    La domanda che vi voglio fare riguarda il rapporto di coppia:
    qual'è la differenza fra “un volersi bene profondo e grande” e “amare”?
    Per alcuni rappresenta un rigagnolo, per altri un mare insuperabile.
    Io, ancora non so decidermi… Non so qual'è la differenza e se c'è una differenza.
    In molti ambiti questa differenza è chiara come il sole, tranne rarissime eccezioni (basti pensare al bene di un genitore per un figlio ad esempio) ma in una coppia può essere una differenza che “fa la differenza”.
    Vi prego di perdonarmi ancora, mi rendo conto che un'argomento del genere può risultare al massimo, adolescenziale.


    #120869

    ezechiele
    Partecipante

    Chiunque voglia imparare l'amore resta sempre uno scolaro.

    T. Bernhard

    a me e' piaciuta questa!

    guarda qui Gius!
    http://www.paroledisaggezza.altervista.org/aforismi_amore.htm


    #120870

    deg
    Partecipante

    Sai Gius, ho paura che non ci sia una risposta semplice a questa domanda, purtroppo.

    L'affetto, l'attaccamento che una persona prova per un'altra rientra in vari registri.
    Tralasciando gli affetti paterno, materno, figliale, fraterno etc….anche se non è detto che si debbano tralasciare, ma facciamolo lo stesso sennò mi perdo da sola nei miei ragionamenti :hehe: , rimane la relazione cosiddetta amorosa, nella quale normalmente, ed è ciò che dovrebbe segnare la differenza, esiste anche un rapporto di ordine sensuale e/o sessuale.
    Io non vedo grande differenza tra il “volersi bene” e l’”amare”, è il modo che cambia, la manifestazione dell’amore, le regole relazionali dettate dalla società e dal buon senso.

    Trovato qualche link:
    http://gliazzurrini.spaces.live.com/blog/cns!45AB572559F991B9!1295.entry?sa=379238543
    http://www.andreapangos.it/amore_voler_bene_amare.html (qui è interessante l’accenno al fatto che il voler bene può essere quantificato: si può volere bene più ad una persona che ad un’altra. Mentre l’amare è assoluto…….. )

    Dicebas quondam solum te nosse Catullum,
    Lesbia, nec prae me velle tenere Iovem.
    Dilexi tum te non tantum ut vulgus amicam,
    sed pater ut gnatos diligit et generos.
    Nunc te cognovi: quare etsi impensius uror,
    multo mi tamen es vilior et levior.
    “Qui potis est”, inquis? Quod amantem iniuria talis
    cogit amare magis, sed bene velle minus.

    Catullo

    Traduzione:
    Un tempo dicevi di amare soltanto Catullo,
    o Lesbia, e per me di non volere l'abbraccio di Giove.
    Allora ti amai, non solo come il volgo l'amante,
    ma come il padre ama i suoi figli e i suoi generi.
    Ora ti ho conosciuta; perciò anche se brucio più forte,
    tuttavia mi sei molto più vile e leggera.
    “Come è possibile?”, dici. Perché tale offesa costringe
    l'amante ad amare di più, ma a volere meno bene.


    #120871

    cenereo
    Bloccato

    [quote1234472165=giusparsifal]
    'La domanda che vi voglio fare riguarda il rapporto di coppia:
    qual'è la differenza fra “un volersi bene profondo e grande” e “amare”?

    [/quote1234472165]
    se ti può aiutare…questo secondo me è Amare
    [youtube=425,344]YG6-a5FdI9Q
    …e questo è volersi un gran bene profondo…
    http://img9.imageshack.us/img9/9887/sempreinmenteyh1.jpg


    #120872

    deg
    Partecipante

    🙂
    Mi chiedo…….. Cene, ma si Ama soltanto una volta allora? oppure soltanto una persona, l'anima gemella appunto, secondo te? E' un amore alto, spirituale forse?
    Il “volersi bene” sarebbe più animale (non in senso spregiativo!)?
    E' interessante.


    #120873

    Omega
    Partecipante

    [quote1234475514=giusparsifal]
    La domanda che vi voglio fare riguarda il rapporto di coppia:
    qual'è la differenza fra “un volersi bene profondo e grande” e “amare”?
    Per alcuni rappresenta un rigagnolo, per altri un mare insuperabile.
    Io, ancora non so decidermi… Non so qual'è la differenza e se c'è una differenza.
    [/quote1234475514]
    La differenza potrebbe essere che un Voler Bene anche ai massimi livelli parte da “un idea” (elaborazione mentale, pensiero), mentre il vero Amore dovrebbe derivare esclusivamente da uno stato d'Essere, senza coinvolgimento della mente… Se per caso ti chiedi se è giusto continuare un rapporto del “1° tipo”, la mia risposta è che ogni esperienza è (e può essere) costruttiva sia per la mente che per la Coscienza dipende da come la si vive – quindi se cambiare o meno, questo dipende da una decisione interiore, dalle condizioni (differenti, caso per caso) e dalla preparazione all'eventuale gradino superiore di Amore – non è la stessa cosa il fatto che qualcuno potrebbe far parte di un solo passaggio del nostro Percorso di Vita oppure se dovrebbe accompagnarci per sempre avendo una evoluzione simile, parallela ed equivalente.

    [color=#0077dd]- – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – [/color]

    [color=#0077dd]Dal Messaggio degli Extraterrestri[/color]: (di Rael, pag. 209)

    (..) Sceglierai dunque liberamente il tuo compagno se ne desideri uno. Il matrimonio, sia religioso che civile, è inutile. Non si può firmare un contratto, come per vendere del petrolio, per unire degli esseri viventi, che cambieranno poiché sono viventi. Rifiuterai quindi il matrimonio che è soltanto l'ostentazione della proprietà di un essere. Ora, un uomo o una donna non possono essere la proprietà di chicchessia. Ogni contratto non può che distruggere l'armonia esistente tra due esseri. Quando ci si sente amati si è liberi di amare, quando si è firmato un contratto ci si sente prigionieri, costretti ad amare, ed un giorno o l'altro si comincia a detestarsi. Vivrai con la persona di tua scelta per tutto il tempo che ti sentirai bene con lei.

    Quando non vi capirete più non restate insieme poiché la vostra unione diventerebbe un inferno. Ogni essere vivente evolve ed è giusto che sia così. Se le evoluzioni sono simili, le unioni sono durevoli, ma se le evoluzioni sono differenti, le unioni non sono più possibili. L'essere che vi piaceva non vi piace più, perché voi (o lui) siete cambiati. Bisogna separarsi conservando un buon ricordo della vostra unione, anziché sporcarla con screzi che fanno scatenare l'aggressività. Un bambino sceglie un vestito che gli va e quando è cresciuto il vestito è troppo piccolo per lui: deve lasciarlo per mettersene un altro, altrimenti finirà per lacerarlo. Per le unioni è la stessa cosa, bisogna lasciarsi prima di lacerarsi.

    [color=#0077dd]- – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – [/color]

    [quote1234475630=deg]
    Mi chiedo…….. Cene, ma si Ama soltanto una volta allora? oppure soltanto una persona, l'anima gemella appunto, secondo te? E' un amore alto, spirituale forse?
    Il “volersi bene” sarebbe più animale (non in senso spregiativo!)?
    E' interessante.
    [/quote1234475630]
    Il Video di cenereo è significativo (grazie) ma l'Amore Cosmico descritto secondo me non è limitato ad un solo Essere o “Anima Gemella”, volendo può essere applicato e vissuto nello stesso identico modo con tutti i Partner.


    #120874

    Pyriel
    Bloccato

    ….

    Parsifal, “volere” bene è “volontà” della mente, Amare invece viene dal cuore.
    Chiediti piuttosto cosa unisce uomini e donne da sempre e cos'è la purezza nunziale, forse capirai che la carne divide.


    #120875

    cenereo
    Bloccato

    [quote1234508749=deg]
    🙂
    Mi chiedo…….. Cene, ma si Ama soltanto una volta allora? oppure soltanto una persona, l'anima gemella appunto, secondo te? E' un amore alto, spirituale forse?
    Il “volersi bene” sarebbe più animale (non in senso spregiativo!)?
    E' interessante.
    [/quote1234508749]
    scusa cara ,non ho potuto risponderti ieri..ma vedo che omega e pyriel sono stati più che esaustivi..unisci i due concetti e avrai la mia visione dell'amore,personale ovviamente…


    #120876

    cenereo
    Bloccato

    [quote1234511458=Omega]
    Il Video di cenereo è significativo (grazie) ma l'Amore Cosmico descritto secondo me non è limitato ad un solo Essere o “Anima Gemella”, volendo può essere applicato e vissuto nello stesso identico modo con tutti i Partner.

    [/quote1234511458]
    anche se ti quoto,non condivido quest'ultima parte..non è questione di applicare una formuletta,per amare in modo Cosmico chiunque…cambiare continuamente partner è richiesto dalla carne,lo spirito invece anela alla sua metà della stessa essenza..e spesso noi vittime del desiderio carnale,non lo ascoltiamo.Vivere l'amore Cosmico è possibile se viviamo in noi l'Unità..con questo il nostro spirito appaga anche l'unione con la sua metà,che esiste e la sente sul piano sottile..siamo Uno nello spirito,non dimentichiamolo mai.Se poi si manifesta sul piano fisico è il massimo… però dipende da noi,se cioè diventiamo schiavi della carne o liberi nello spirito.Nel primo caso tutto perirà,come la carne,nel secondo invece saremo padroni e signori….mia modesta ma pur viva convinzione..


    #120877

    my
    Partecipante

    [quote1234534524=giusparsifal]
    Mi sento un po' in colpa ad aprire un thread del genere. Se anche pasgal, perciò, dovesse riconoscere questa colpa lo capirò se lo eliminerà :uuuu:
    Il perchè è dovuto al fatto che la domanda che vorrei porvi (ma soprattutto, direi, porre a me compreso) rispecchia fortemente uno stato d'animo, per me, attualissimo.
    Capisco che a 43 anni dovrei già saper rispondere da solo ma, per qualsiasi motivo si voglia pensare, io ancora non so rispondere.
    Forse sarà superficialità, banalità, ma io preferisco pensare di essere un ricercatore che non si accontenta mai.
    Un ricercatore che per sogno ha la meta, però.
    La domanda che vi voglio fare riguarda il rapporto di coppia:
    qual'è la differenza fra “un volersi bene profondo e grande” e “amare”?
    Per alcuni rappresenta un rigagnolo, per altri un mare insuperabile.
    Io, ancora non so decidermi… Non so qual'è la differenza e se c'è una differenza.
    In molti ambiti questa differenza è chiara come il sole, tranne rarissime eccezioni (basti pensare al bene di un genitore per un figlio ad esempio) ma in una coppia può essere una differenza che “fa la differenza”.
    Vi prego di perdonarmi ancora, mi rendo conto che un'argomento del genere può risultare al massimo, adolescenziale.

    [/quote1234534524]


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 113 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.