La felicità degli altri

Home Forum SPIRITO La felicità degli altri

Questo argomento contiene 18 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da sphinx sphinx 7 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #46678
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Ciao a tutti ragazzi,scrivo poco,ma seguo quotidianamente questo splendido forum..complimenti a tutti,veramente!:ok!:

    Quello che vi vorrei esporre è una considerazione che ho fatto proprio ieri.
    Premessa: essendo caduta da una scaletta è da qualche giorno che giro con una stampella. Prendo la metropolitana quattro volte al giorno per andare e tornare dal lavoro..è sempre affollatissima ma devo dire che spesso mi viene offerto un posto a sedere. Ora,siccome la distorsione alla caviglia è cosa lieve e sul posto di lavoro posso stare seduta,inizialmente rifiutavo l'invito,seppur ringraziando con un largo sorriso. Mi spiaceva fare scomodare delle persone che magari erano più stanche di me soprattutto se anziane.
    Però,osservandoli con attenzione,mi sono resa conto che “impedirgli”di prodigarsi in una gentilezza causava loro una certa frustrazione. Glielo letto chiaramente in viso.
    Quindi ho cambiato tattica. Accetto l'invito e ringrazio con ampi sorrisi (assolutamente sinceri è ovvio) e vedo che li rendo assolutamente soddisfatti….
    Che mi serva da lezione. Insomma non sono loro a fare un piacere a me, ma io a fare un piacere a loro…..
    anzi..in questo modo il piacere è proprio reciproco :fri:
    Ma che bellooo….!heart
    Un abbraccio a voi tutti. :bay:


    #46681
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1290755435=sphinx]
    Ciao a tutti ragazzi,scrivo poco,ma seguo quotidianamente questo splendido forum..complimenti a tutti,veramente!:ok!:

    Quello che vi vorrei esporre è una considerazione che ho fatto proprio ieri.
    Premessa: essendo caduta da una scaletta è da qualche giorno che giro con una stampella. Prendo la metropolitana quattro volte al giorno per andare e tornare dal lavoro..è sempre affollatissima ma devo dire che spesso mi viene offerto un posto a sedere. Ora,siccome la distorsione alla caviglia è cosa lieve e sul posto di lavoro posso stare seduta,inizialmente rifiutavo l'invito,seppur ringraziando con un largo sorriso. Mi spiaceva fare scomodare delle persone che magari erano più stanche di me soprattutto se anziane.
    Però,osservandoli con attenzione,mi sono resa conto che “impedirgli”di prodigarsi in una gentilezza causava loro una certa frustrazione. Glielo letto chiaramente in viso.
    Quindi ho cambiato tattica. Accetto l'invito e ringrazio con ampi sorrisi (assolutamente sinceri è ovvio) e vedo che li rendo assolutamente soddisfatti….
    Che mi serva da lezione. Insomma non sono loro a fare un piacere a me, ma io a fare un piacere a loro…..
    anzi..in questo modo il piacere è proprio reciproco :fri:
    Ma che bellooo….!heart
    Un abbraccio a voi tutti. :bay:

    [/quote1290755435]
    Ciao Sphinx :bay:
    Io mi ci sono trovata in una situazione diversa ma per certi versi simile, essendo straniera e con le mie usanze non ero abituata a dare del “tu” come si usa qui.
    Davo a tutti del “Lei” non per mantenere le distanze, ma per il rispetto. Quando ho capito questo meccanismo con una fatica enorme ci sono riuscita a dare del tu alle persone più anziane di me e vedo che loro sono così contenti…. :cor:


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #46682
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    ciao :bay:

    Però,osservandoli con attenzione,mi sono resa conto che “impedirgli”di prodigarsi in una gentilezza causava loro una certa frustrazione.

    hai capito :ok!:

    Auguri per la caviglia


    #46683
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    rimettiti presto..


    #46684
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Grazie ragazzi per gli auguri…sto molto meglio.
    A tutti un abbraccione.
    :cor:


    #46679
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Bene, brava, bis!


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #46685
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Ciao Pasgal…vi “conosco ” tutti..vi seguo sempre…siete proprio dei bravi ragazzi/e…..


    #46680
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    Ciao carissima Sphinx :bay:
    … amo pensare che le cose non accadono mai per caso … una distorsione alla caviglia, come momento di riflessione … meraviglioso non credi !?
    Un atto di gentilezza, di premura verso gli altri, ci rende felici più di quanto ci si possa aspettare, cosi come un sorriso può essere un dono cosi prezioso per chi lo riceve come per chi lo esprime …
    se riuscissimo ad Amarci … quanto meraviglioso sarebbe vivere ?
    L'atteggiamento positivo del cuore, in tutte le cose che facciamo, credo che sarebbe, la più bella preghiera di unione all'Universo.
    Un augurio di cuore per la tua caviglia !heart


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #46686
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Ciao sphinx, posso dire che l'80% dei miei pensieri verte proprio sulla questione che hai sottolineato.
    Quando finiamo di “dare” ed incominciamo a “ricevere” (e viceversa naturalmente)? Si può davvero tracciare una linea così netta?
    Personalmente non credo sia possibile.
    Rifacendomi a vecchi studi sulla comunicazione, cerco di tenere a mente sempre il famoso primo assioma [link=http://www.cesifop.it/Download/primo_assioma.pdf]”Non si può non comunicare”[/link] ed allo stesso modo non credo si possa mai dare senza comunque ricevere.
    Sarà compito dei molteplici aspetti soggettivi qualificare, poi, cosa si è ricevuto.
    Ad esempio, nel caso tuo, puoi addirittura dire se hai dato o ricevuto?
    Come giustamente sottolinei, tu ti sei sentita nella condizioni di “dare” ma in effetti stavi “ricevendo” una cortesia.
    Hai “dato” la possibilità di “ricevere” una gentilezza.
    Non è fantastico?
    Il discorso, per quanto mi riguarda, è lungo e non voglio farvi perdere nei meandri della mia mente 🙂

    P.S.: rimettiti presto!


    #46687
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Prixi ha scritto:
    [quote]… amo pensare che le cose non accadono mai per caso … una distorsione alla caviglia, come momento di riflessione … meraviglioso non credi !?[/quote]

    Si..lo credo assolutamente. Più tempo passa è più sono convinta che ogni avvenimento non è casuale…mi sembra che nulla possa andare sprecato nella ” casualità”..e quando dico nulla intendo proprio nulla..
    Mi sento come a scuola. L'insegnante parlava,spiegava..no,non sempre stavo attenta. A volte,spesso,ero distratta da ciò che accadeva fuori,dalle chiacchere con le compagne,da avvenimenti familiari..l'nformazione così non veniva appresa,poi dovevo studiarla a casa ed era più complicato..credo che l'Universo sia più disponibile più indulgente….se non ho capito o se non sono stata attenta,me lo rispiega..ancora e ancora..con infinita pazienza,( e con me ce ne vuole proprio tanta,credimi)

    [quote]
    Un atto di gentilezza, di premura verso gli altri, ci rende felici più di quanto ci si possa aspettare, cosi come un sorriso può essere un dono cosi prezioso per chi lo riceve come per chi lo esprime …
    se riuscissimo ad Amarci … quanto meraviglioso sarebbe vivere ?[/quote]

    Credo che sarebbe la differenza tra l'Inferno e il Paradiso…ne sono convinta…ogni problema,ogni sciagura,se l'affrontassimo con Amore,disinteresse ed Empatia,risulterebbe sgravato di quasi tutto,se non tutto il suo peso.
    E su un altro punto a me molto caro,poni l'accento. Sul sorriso. Un sorriso,una gentilezza,uno sguardo partecipe,sono in grado di aggiustare la tua giornata,sia che tu lo riceva,sia che tu ne faccia dono.
    Come lo vogliamo questo mondo? Cominciamo a comportarci noi,come vorremmo che gli altri si comportassero nei nostri confronti..non sempre la “risposta” è quella che desideriamo? Non importa. Facciamo la nostra parte,sempre e comunque.

    Un giorno,durante un'intervista a Madre Teresa,un giornalista le disse: -Madre,lei si rende conto,che per quanto possa fare,quello che fa è una goccia nel mare? -Oh,certamente-rispose- Ma vede,il mare è fatto di gocce-

    Una buona giornata Prixi, che l'Universo ci protegga tutti.
    !heart


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.