La malattia/ La salute

Home Forum SPIRITO La malattia/ La salute

Questo argomento contiene 39 risposte, ha 14 partecipanti, ed è stato aggiornato da  mudilas 9 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 40 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #43172

    mudilas
    Partecipante

    Il tuo stato di salute psicofisica è dovuto in grandissima parte alle tue azioni e alle tue reazioni…

    Questa frase è venuta ragionado con passione con mio figlio, con una grande forza e con un gran registro di verità interna…

    Considerando che mio figlio è più sano di me, forse dovrei tacere e/o rivolgerla allo specchio.
    Considerando la sofferenza delle persone che soffrono molto più di me, mi viene da rimangiarmi tutto, per paura di ferire…(il mio difetto)

    …Però se la guardo su me stesso, credo sia proprio così e riesco addiritura a relazionare le mie azioni alle mie sintomatologie.

    Voi riuscite con una certa verità, a relazionare le malattie ad eventi della vostra vita?


    #43173

    cenereo
    Bloccato

    …certamente mud…ad esempio quando si contraggono gravi malattie agli occhi ..perchè non si vuol guardare quella realtà che si vive..molte persone contraggono allergie e intolleranza alimentari,perchè non si relazionano bene con il posto in cui vivono..patrizia ne sa molto,ma non si fa vedre in giro…domani la chiamo ..
    anche gli incidenti,credo siano causa di una particolare circostanza emotiva…


    #43174
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1239999522=mudilas]
    Il tuo stato di salute psicofisica è dovuto in grandissima parte alle tue azioni e alle tue reazioni…

    Questa frase è venuta ragionado con passione con mio figlio, con una grande forza e con un gran registro di verità interna…

    Considerando che mio figlio è più sano di me, forse dovrei tacere e/o rivolgerla allo specchio.
    Considerando la sofferenza delle persone che soffrono molto più di me, mi viene da rimangiarmi tutto, per paura di ferire…(il mio difetto)

    …Però se la guardo su me stesso, credo sia proprio così e riesco addiritura a relazionare le mie azioni alle mie sintomatologie.

    Voi riuscite con una certa verità, a relazionare le malattie ad eventi della vostra vita?

    [/quote1239999522]
    esistono libri interessanti in merito
    ———

    PERCHE’ LA MALATTIA ?

    D- La cattiva salute che ho avuto negli ultimi anni è il risultato di errori di una vita passata o è dovuta a qualcosa di sbagliato in questa attuale vita ?
    R- Entrambi. Poiché c’è la legge del materiale, c’è la legge del mentale, c’è la legge dello spirituale. Ciò che viene portato nella materialità è dapprima concepito nello spirito. Perciò, come abbiamo indicato, ogni malattia è peccato; non necessariamente del momento, come l’uomo conta il tempo, ma come parte di tutta l’esperienza. 3395-2
    http://www.edgarcayce.it/media/whymalattia.htm


    #43175

    Pyriel
    Bloccato

    Proverbio laotiano: Fai del dottore un idolo ed egli diverrà il tuo padrone.


    #43176

    patrizia.pr
    Partecipante

    [quote1240211886=mudilas]
    Il tuo stato di salute psicofisica è dovuto in grandissima parte alle tue azioni e alle tue reazioni…

    Questa frase è venuta ragionado con passione con mio figlio, con una grande forza e con un gran registro di verità interna…

    Considerando che mio figlio è più sano di me, forse dovrei tacere e/o rivolgerla allo specchio.
    Considerando la sofferenza delle persone che soffrono molto più di me, mi viene da rimangiarmi tutto, per paura di ferire…(il mio difetto)

    …Però se la guardo su me stesso, credo sia proprio così e riesco addiritura a relazionare le mie azioni alle mie sintomatologie.

    Voi riuscite con una certa verità, a relazionare le malattie ad eventi della vostra vita?

    [/quote1240211886]

    Interessante questo topic, oltre che alle ricerche fatte, la mia esperienza mi ha portata a credere nella psicosomatica ove la malattia è intesa come malessere dell'anima che si riflette sul corpo, la medicina tradizionale disgiunge mente corpo ed anima, cura il sintomo lo elimina con i farmaci senza analizzare la causa interiore, profonda che può essere occasione di crescita ed autoconoscenza.

    La malattia non è da combattere ma da capire per capirci, dando per scontato che siamo qui per nostra scelta e non casualmente, anche la malattia non è casuale, giunge per indicarci un cammino, per avvertirci di eventuali errori di percorso, per offrirci opportunità che altrimenti non avremmo sondato.

    La malattia è nostra e solo noi possiamo curarla capendo noi stessi, è logico che non bisogna essere fondamentalisti, per cui se abbiamo mal di denti possiamo senz'altro ricorrere al dentista o all'antidolorifico, ma consapevolmente utilizziamo il nostro mal di denti per capire dove la nostra aggressività e mal utilizzata o forse repressa o incanalata malamente.

    Gli sciamani sondano le cause interiori della malattia applicando la psicosomatica per cultura e da ciò che ho potuto vedere nel mio percorso formativo ne sanno più gli sciamani che i medici, anche se gli sciamani hanno l'umiltà di indirizzare i loro pazienti agli ospedali se non possono fare nulla, mentre il contrario non mi è mai successo di vederlo.

    Un libro che mi sento di consigliare tra i molti che ne esistono è Metamedicina
    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__metamedicina-ogni_sintomo-un_messaggio.php
    ora scopro che esiste anche il sito http://www.metamedicina.com/It/INDEX.htm

    Da qualche settimana come avatar ho un iceberg, l'ho scelto perchè identifico l'essere umano terreno come la parte più piccola, quella che emerge, ma noi siamo molto di più là sotto l'acqua, ora, in questo preciso istante sul sito di metamedicina trovo questa definizione O-O :

    La Medicina e la Metamedicina potrebbero essere paragonate ad un iceberg.

    La Medicina si occupa della parte emergente dell’iceberg, poiché prende in considerazione i sintomi che affliggono l’organismo umano. Essa interviene sulle manifestazioni coscienti, misurabili ed oggettive, per correggere l’anomalia, attenuare il dolore o eliminare l’agente causale (virus, batteri, cellule maligne) con farmaci, trattamenti o interventi chirurgici.

    La Metamedicina si occupa invece della parte sommersa che corrisponde allo sconosciuto, all’ignoto, per tentare di scoprire qual è l’evento, vissuto o sperimentato dalla persona, che ha dato origine al sintomo che la affligge.


    #43177

    Spiderman
    Partecipante

    Questo video è stato postato su AG non molto tempo fa (non ricordo da chi), vedendolo l'ho trovato molto interessante. E' in linea con la discussione in corso?


    #43178
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #43179

    cenereo
    Bloccato

    c'è un seminario di storm il dieci maggio,sulle ruote medicina..fresco fresco dalla posta
    http://skipall.com/mh.jpg
    http://skipall.com/mi.jpg
    http://skipall.com/mj.jpg


    #43180

    patrizia.pr
    Partecipante

    ..
    Interessante ed istruttivo il video, grazie Spiderman, il professore spiega molto bene.

    Carica la responsabilità sulle case farmaceutiche, ma è la storia che ha determinato l'orientamento alla farmacologia e non viceversa.
    I medici occidentali o cerusici curavano qualsiasi malattia facendo salassi e senza conoscere l'anatomia umana, la Chiesa non permetteva le autopsie, in seguito furono le scuole mediche dell' Arabia, molto più evolute a quell'epoca ad insegnare.
    La farmacologia ha avuto inizio con gli arabi.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Medicina_islamica

    Un famoso medico, precursore del pediatra Patch Adams, fu il filosofo ebreo-spagnolo Mosè Maimonide, 1100 d.c. che riconobbe l’influenza dei fattori emotivi sulla salute, inserisce l’uso di strumenti musicali e storie allegre nella terapia, riafferma anche l’importanza della dieta, dell’esercizio fisico e mentale, svalutando farmaci e chirurgia. http://it.wikipedia.org/wiki/Mos%C3%A8_Maimonide


    #43181
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Attenta patrizia, hai citato un'ebreo (Rambam) adesso dovrai prenderti le ire di Pyriel 🙂
    Scherzo Pyriel, sinceramente, non voglio fare polemica, perdonami, era solo per fare una battuta, concedimelo.
    Per rispondere a mudilas, certo, anche io sono della tua stessa idea, e visto che si citano dei libri vorrei segnalarne due, di cui uno mi è particolarmente caro http://www.ibs.it/code/9788827200063/dethlefsen-thorwald/destino-come-scelta.html (Il destino come scelta, che già altre volte ho citato) ed un altro che credo risponda ancor più direttamente alla tua domanda, http://www.ibs.it/code/9788827200759/dethlefsen-thorwald/malattia-destino.html (Malattia e destino), sempre dello stesso autore, uno psicologo, in collaborazione con un medico.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 40 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.