la morte!

Home Forum TEOLOGIA la morte!

Questo argomento contiene 102 risposte, ha 17 partecipanti, ed è stato aggiornato da  DESTINO 5 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 103 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #37295

    civile
    Partecipante

    caro richard quello che esiste é nell'inconscio in vita…si continuerà ad avere forme di vita simili ma non uguali,l'io muore con il suo ego che fa tanto rumore….mi rassegno grazie


    #37296
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1355749269=civile]
    caro richard quello che esiste é nell'inconscio in vita…si continuerà ad avere forme di vita simili ma non uguali,l'io muore con il suo ego che fa tanto rumore….mi rassegno grazie
    [/quote1355749269]
    qui si tratta di capire..non di sapere..
    tu pensi di sapere che l'ego sparisce
    io penso di sapere che sopravvive

    sono state fatte delle ricerche (non parlo di fede e religione) con le quali possiamo modificare il nostro punto di vista o mantenerlo..andremo avanti e forse arriveremo ad una idea più condivisibile..

    http://www.oloscience.com/35101.html
    Così dobbiamo concludere che le NDE della nostra indagine si sono verificate durante la perdita funzionale transitoria di tutte le funzioni della corteccia e del tronco cerebrale. È importante ricordare che esiste il ben documentato caso clinico di una paziente con una costante registrazione dell'EEG durante un'operazione di chirurgia cerebrale per la rimozione di un aneurisma cerebrale gigante alla base del cervello: la paziente fu operata con una temperatura corporea ridotta a 10÷15 gradi, in stato di VF e con una macchina cuore-polmone attiva, con tutto il sangue drenato dal cervello, con EEG piatto, con auricolari di stimolo in entrambe le orecchie, con le palbebre chiuse con nastro adesivo (nota del webmaster: pertanto non poteva né udire né vedere, anche inconsciamente, quanto stava accadendo intorno a lei). Questa paziente ebbe una NDE con un'OBE, e tutti i dettagli che vide ed udì furono in seguito verificati.

    C'è una teoria secondo la quale la coscienza può essere sperimentata indipendentemente dal normale stato di coscienza legato al corpo. Un concetto comune della scienza medica asserisce che la coscienza è il prodotto del cervello. Tuttavia tale concetto non è mai stato provato scientificamente. Le ricerche sulle NDE ci spingono ai limiti delle nostre concezioni mediche circa la portata della coscienza umana e le relazioni tra il cervello, la coscienza ed i ricordi.
    ..
    Per citare Michael Shermer “è compito della scienza risolvere i problemi mediante spiegazioni naturali, piuttosto che soprannaturali”. Ma bisogna tenersi aggiornati sui progressi della scienza, bisogna studiare la letteratura scientifica più recente e sapere cosa sta accadendo nella scienza attuale. Per me la scienza consiste nel porsi delle domande con mente aperta, e nel non aver paura di riconsiderare concetti molto diffusi ma non provati scientificamente, come quello che la coscienza ed i ricordi siano un prodotto del cervello. Ma dobbiamo anche capire che abbiamo bisogno di un cervello ben funzionante per sintonizzare la nostra coscienza in una “consapevolezza nello stato di veglia”. Ci sono ancora una grande quantità di misteri da risolvere, ma non è necessario parlare di paranormale, supernaturale o pseudoscienza se si cercano risposte scientifiche alla questione delle intriganti relazioni tra la coscienza ed i ricordi da una parte ed il cervello dall'altra”. (Pim Van Lommel) http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140673601071008/fulltext.


    #37292

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1355751985=Richard]
    [quote1355749269=civile]
    caro richard quello che esiste é nell'inconscio in vita…si continuerà ad avere forme di vita simili ma non uguali,l'io muore con il suo ego che fa tanto rumore….mi rassegno grazie
    [/quote1355749269]
    qui si tratta di capire..non di sapere..
    tu pensi di sapere che l'ego sparisce
    io penso di sapere che sopravvive
    [/quote1355751985]

    Quasi ci speravo che l'ego non sopravvivesse dopo la morte, invece… -|-


    #37297
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1355756372=Erre Esse]
    [quote1355751985=Richard]
    [quote1355749269=civile]
    caro richard quello che esiste é nell'inconscio in vita…si continuerà ad avere forme di vita simili ma non uguali,l'io muore con il suo ego che fa tanto rumore….mi rassegno grazie
    [/quote1355749269]
    qui si tratta di capire..non di sapere..
    tu pensi di sapere che l'ego sparisce
    io penso di sapere che sopravvive
    [/quote1355751985]

    Quasi ci speravo che l'ego non sopravvivesse dopo la morte, invece… -|-

    [/quote1355756372]
    Non intendevo quell' ego in senso negativo
    Ma la propria identità o coscienza, come vuoi e non dico che sia la stessa identica che esprimi in vita


    #37298

    viandante
    Partecipante

    SATPREM – Carnets – libro quarto – 24 settembre 1984

    L’animale muore pure: obbedisce al suo pendolo mortale. L’uomo fa la conoscenza della morte e s’imprigiona nella morte, al fine di padroneggiare questo pendolo non necessariamente mortale.
    Non si può fermare il pendolo che risalendo alla sorgente o alla causa di ciò che l’ha avviato.
    E’ nel corpo che si risale alla sorgente o alla causa – non altrove.


    #37299

    civile
    Partecipante

    Che la morte esiste questo nessuno lo può negare…che l'uomo non voglia morire questi tutti lo sanno….che l'uomo si sia inventato ogni appiglio di tipo spirituale per evitare la morte,questo purtroppo non molti lo accettano…che le religioni abbiano intrapreso vie secondarie di carttere fantastico per evitare la cruda realtà sinceramente nei tempi nostri dovrebbe cessare di esistere,la realtà si guarda in faccia,un po di coraggio su…..


    #37300

    viandante
    Partecipante

    [quote1355919549=civile]
    Che la morte esiste questo nessuno lo può negare…che l'uomo non voglia morire questi tutti lo sanno….che l'uomo si sia inventato ogni appiglio di tipo spirituale per evitare la morte,questo purtroppo non molti lo accettano…che le religioni abbiano intrapreso vie secondarie di carttere fantastico per evitare la cruda realtà sinceramente nei tempi nostri dovrebbe cessare di esistere,la realtà si guarda in faccia,un po di coraggio su…..
    [/quote1355919549]
    di fronte a queste potenti certezze anche un Ateo(che ha la stessa certezza del credente) si convertirebbe :ave:


    #37301
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1355920417=civile]
    Che la morte esiste questo nessuno lo può negare…che l'uomo non voglia morire questi tutti lo sanno….che l'uomo si sia inventato ogni appiglio di tipo spirituale per evitare la morte,questo purtroppo non molti lo accettano…che le religioni abbiano intrapreso vie secondarie di carttere fantastico per evitare la cruda realtà sinceramente nei tempi nostri dovrebbe cessare di esistere,la realtà si guarda in faccia,un po di coraggio su…..
    [/quote1355920417]
    la morte di cosa?
    Non vuoi accettare che ci siano buone motivazioni per vederla diversamente e non le prendi in considerazione
    Dici che il tuo pensiero è il più realistico e richiede piu coraggio, quando non prendi seriamente in considerazione i dati che lo mettono in discussione e non sai quanto coraggio invece possa servire per accettare la visione opposta
    Non sai e non sappiamo ancora abbastanza, se non quasi nulla, del cervello e della coscienza, non vuoi accettare che in realtà ti puoi sbagliare perchè non sappiamo, siamo ignoranti, ci sono opinioni, ma non certezze
    Se per millenni nell'umanità è esistita la ricerca della spiritualità, che poi le religioni possono più o meno aver confuso e distorto e manipolato per altri interessi, non significa che sia solo dovuto a mancanza di coraggio per accettare la morte definitiva
    Certezze non ce ne sono e nemmeno su cosa sia quella che chiamiamo VITA.

    Però non vuoi studiare nulla di “complicato”, quindi tagli tutto sul nascere e ti chiudi nella tua convinzione da coraggioso.


    #37302
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    … alle volte penso, che non sia tanto assurdo ipotizzare che (dopo questa esistenza materiale) avremo quello che ognuno si aspetta di avere …
    non è forse cosi anche in questa esistenza ?
    quindi perchè dovrebbe essere differente “dopo” ?
    … ma naturalmente è solo una ipotesi


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #37303
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Gerald Edelman
    Il cervello non e' la mente

    http://it.wikipedia.org/wiki/Gerald_Edelman

    Lo stadio attuale della ricerca sul funzionamento del cervello. Ostacoli e speranze raccontati da Gerald Edelman.
    “Mi interessano le zone d'ombra. Quando mi convinco di aver capito qualcosa a grandi linee, il che è il massimo che si possa fare, allora mi piace spostarmi verso altre aree d'oscurità.” Così, il premio Nobel per la embriologia molecolare, Gerald Edelman, motiva il suo spostamento di interessi dall'immunologia e alla chimica ad un campo ancora denso di incognite qual è quello inerente allo studio dei processi cerebrali. Attraverso il suo approccio neurodarwinista, Edelman ribadisce l'autonomia del cervello rispetto alla mente, nonché la sua irriducibilità a modelli computazionali e ad approcci, come quello connettivista, che ne sacrificherebbero proprio le modalità di funzionamento più peculiari.

    Come funziona il cervello? In che direzione si muove la ricerca in questo ambito?

    Per rispondere alla sua domanda non possiamo che ripeterla e riproporcela. Ci piacerebbe sapere come funziona il cervello, ma ancora non abbiamo informazioni soddisfacenti su quest'organo, come invece ne abbiamo in riguardo ad altre parti del corpo…
    http://www.mediamente.rai.it/biblioteca/biblio.asp?id=459&tab=int

    Risacralizzare il cosmo
    Di Ervin Laszlo
    http://it.wikipedia.org/wiki/Ervin_L%C3%A1szl%C3%B3

    http://books.google.it/books?id=IZvzrgNuJhAC&pg=PT50&dq=cervello+produce+coscienza&hl=it&sa=X&ei=Or3RUMi1DOqM4gS8uYDYCA
    La tesi secondo cui la coscienza è una funzione generata dal cervello incontra alcuni problemi..


Stai vedendo 10 articoli - dal 61 a 70 (di 103 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.