La nuova Torre di Babele

Home Forum PIANETA TERRA La nuova Torre di Babele

Questo argomento contiene 24 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Pyriel 9 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #77264

    Pyriel
    Bloccato

    ……

    La storia si ripete ma in grande dal 1945, l'umanità, ormai scampata ad una guerra che poteva finire molto peggio, si dedica anima e corpo ad arricchirsi e costruire, spingendosi
    così in alto da raggiungere il cielo
    per sfidare apertamente Dio con
    la sua solita arroganza di sempre, molto cresciuta.
    La scienza e il denaro siedono sul trono dell'onnipotenza terrena, gli uomini, anche i più miseri e bassi, si dedicano ad un grandioso progetto, elevarsi al di sopra delle stelle e cancellare per sempre la legge del Cuore, sostituendola con quella della mente, una mente gonfia, che del divino non ha proprio più nulla, e ognuno di loro si sente buono.
    Le opere materiali traboccano in tutto il mondo, le case diventano grattacieli, i paesi metropoli, i carri veri bolidi, i viottoli autostrade, i boschi deserti, i mari sozzi di navi,
    i cieli infestati di velivoli, i portafogli casseforti, gli averi collezioni, gli ospedali aziende commerciali, i territori un [code][/code]groviglio di asfalto e rotaie, le montagne cave di marmo, la natura uno straccio lordo e lacero, i paradisi discariche, e la razza umana un solo uomo all'opera per ultimare la più grande Torre di Babele che mai ricordi dal principio.
    Tutto questo non per i suoi limitati bisogni, ma per essere padrone del pianeta e del cosmo, contribuendo con le sue tasse a tale sconquasso infernale, fino al punto in cui la
    gente impazzita non riesce più a comunicare ed i lavori si inceppano, la torre comincia a franare, ma nessuno capisce più nulla di nulla,
    e il resto viene spontaneamente.
    Riusciranno i nostri grandi eroi a compiere il gran salto evolutivo?
    “In god we trust”, on the namber 1.


    #77265

    Omega
    Partecipante

    [quote1225678828=Pyriel]
    La storia si ripete
    Tutto questo non per i suoi limitati bisogni, ma per essere padrone
    [/quote1225678828]
    [color=#0055cc]Apocalisse 3[/color] 5Così parla Colui che possiede i sette spiriti di Dio e le sette stelle: Conosco le tue opere; ti si crede vivo e invece sei morto. 2 Svegliati e rinvigorisci ciò che rimane e sta per morire, perché non ho trovato le tue opere perfette davanti al mio Dio. 15 Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! 16 Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca. 17 Tu dici: «Sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla», ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo. 18 Ti consiglio di comperare da me oro purificato dal fuoco per diventare ricco, vesti bianche per coprirti e nascondere la vergognosa tua nudità e collirio per ungerti gli occhi e ricuperare la vista.

    19 Io tutti quelli che amo li rimprovero e li castigo. Mostrati dunque zelante e ravvediti. 20 [color=#0099ff]Ecco, sto alla porta[/color] e busso.


    #77267

    Pyriel
    Bloccato

    Chi tace acconsente.


    #77268

    Mr.Rouge
    Partecipante

    [quote1225848538=Pyriel]
    Riusciranno i nostri grandi eroi a compiere il gran salto evolutivo?
    [/quote1225848538]

    Gli eroi non so se ce la faranno, ma io sicuramente sì! :ok!:


    #77269

    mysterio
    Partecipante

    [quote1225927748=Pyriel]
    ……

    La storia si ripete ma in grande dal 1945, l'umanità, ormai scampata ad una guerra che poteva finire molto peggio, si dedica anima e corpo ad arricchirsi e costruire, spingendosi
    così in alto da raggiungere il cielo
    per sfidare apertamente Dio con
    la sua solita arroganza di sempre, molto cresciuta.
    La scienza e il denaro siedono sul trono dell'onnipotenza terrena, gli uomini, anche i più miseri e bassi, si dedicano ad un grandioso progetto, elevarsi al di sopra delle stelle e cancellare per sempre la legge del Cuore, sostituendola con quella della mente, una mente gonfia, che del divino non ha proprio più nulla, e ognuno di loro si sente buono.
    Le opere materiali traboccano in tutto il mondo, le case diventano grattacieli, i paesi metropoli, i carri veri bolidi, i viottoli autostrade, i boschi deserti, i mari sozzi di navi,
    i cieli infestati di velivoli, i portafogli casseforti, gli averi collezioni, gli ospedali aziende commerciali, i territori un [code][/code]groviglio di asfalto e rotaie, le montagne cave di marmo, la natura uno straccio lordo e lacero, i paradisi discariche, e la razza umana un solo uomo all'opera per ultimare la più grande Torre di Babele che mai ricordi dal principio.
    Tutto questo non per i suoi limitati bisogni, ma per essere padrone del pianeta e del cosmo, contribuendo con le sue tasse a tale sconquasso infernale, fino al punto in cui la
    gente impazzita non riesce più a comunicare ed i lavori si inceppano, la torre comincia a franare, ma nessuno capisce più nulla di nulla,
    e il resto viene spontaneamente.
    Riusciranno i nostri grandi eroi a compiere il gran salto evolutivo?
    “In god we trust”, on the namber 1.

    [/quote1225927748]

    Pyriel..questo tuo topic richiede una riflessione estremamente approfondita e dettagliata.

    Partiamo dal'inizio..tu giustamente osservi che dopo la II° guerra mondiale l'umanità intera avrebbe dovuto far tesoro del dramma vissuto(che poteva finire ancor peggio) e prendere essa come lezione per guardarsi bene dal far sì che tali avvenimenti potessero accadere di nuovo. Invece..ad oltre 60 anni di distanza..la lezione è stata capita? ASSOLUTAMENTE NO. Le logiche di potere..di dominio..di supremazia..di onnipotenza umana sono sempre presenti ad ottenebrare la mente degli uomini. Le cause di quella guerra sono state completamente dimenticate. Si celebra anzi la vittoria del “bene” su di un presunto “male” assoluto. In realtà fu la vittoria di una fazione su di un altra. Fazioni che si affrontavano per soddisfare le loro logiche di dominio. Da allora in poi poco è cambiato. Venti di guerra hanno sempre continuato a soffiare. La lotta per il predominio del mondo è continuata imperterrita..sia con mezzi economici che militari.

    L'uomo..convinto che il progresso tecnologico fosse l'unica strada per il benessere e la felicità..si è lanciato in una folle corsa atta a trasformare questo pianeta in una sorta di “paradiso artificiale”.
    Un “paradiso”..che tu hai descritto alla perfezione..empio di costruzioni materiali..la grandissima parte delle quali perfetamente inutili..ma che danno la percezione all'uomo moderno di sentirsi realizzato..soddisfatto..felice..rilassato tra le proprie cose materiali..le quali hanno ormai più valore dei sentimenti..dell'amore..della bontà..della generosità.
    Un “paradiso” che così viene chiamato dall'uomo moderno..perchè egli è incapace di riconoscerlo per ciò che realmente è..un'Inferno.

    Si è così venuto a creare un sistema in cui l'uomo crede di esser libero poichè può disporre di ogni cosa materiale che egli voglia..mentre in realtà l'uomo non è altro che schiavo di sè stesso..perchè per soddisfare i propri bisogni materiali..finisce col sacrificare la propria esistenza in una spirale fatta di lavoro..di produzione..di consumo..di ritmi frenetici..perdendo così il contatto profondo con il proprio sè..con la propria conoscenza..con la propria essenza.

    Un uomo-robot è quello odierno..agisce come una macchina ed è intento a costruire questa nuova torre di Babele perchè si crede onnipotente. Perchè crede di avere ogni potere sulla natura e sul pianeta in cui vive..e crede ciecamente che in un prossimo futuro potrà estendere questo suo potere anche sul cosmo intero..

    In cosa crede quest'uomo? Crede in un dio a sua immagine e somiglianza(e non viceversa)..un dio “compagno di merende” da venerare una volta a settimana per aver messo messo a sua disposizione questo pianeta come fosse un giocattolino dal quale egli può fare tutto lo scempio che vuole perchè il fine ultimo dell'esistenza sta nel raggiungere la felicità terrena..

    Lo farà quest'uomo il salto evolutivo? O finirà seppellito dalla sua stessa torre quando essa inevitabilmente collasserà?


    #77266

    Pyriel
    Bloccato

    Ciao MysterIo, siete pochi ma buoni, eh? Ottima riflessione.
    Vedi, i salti evolutivi sono un po' come le elezioni, i sondaggi
    indicano molto spesso i risultati e i colpi di fortuna sono rari.


    #77270

    deg
    Partecipante

    [quote1225980660=mysterio]
    L'uomo..convinto che il progresso tecnologico fosse l'unica strada per il benessere e la felicità..si è lanciato in una folle corsa atta a trasformare questo pianeta in una sorta di “paradiso artificiale”.
    Un “paradiso”..che tu hai descritto alla perfezione..empio di costruzioni materiali..la grandissima parte delle quali perfetamente inutili..ma che danno la percezione all'uomo moderno di sentirsi realizzato..soddisfatto..felice..rilassato tra le proprie cose materiali..le quali hanno ormai più valore dei sentimenti..dell'amore..della bontà..della generosità.
    Un “paradiso” che così viene chiamato dall'uomo moderno..perchè egli è incapace di riconoscerlo per ciò che realmente è..un'Inferno.

    Si è così venuto a creare un sistema in cui l'uomo crede di esser libero poichè può disporre di ogni cosa materiale che egli voglia..mentre in realtà l'uomo non è altro che schiavo di sè stesso..perchè per soddisfare i propri bisogni materiali..finisce col sacrificare la propria esistenza in una spirale fatta di lavoro..di produzione..di consumo..di ritmi frenetici..perdendo così il contatto profondo con il proprio sè..con la propria conoscenza..con la propria essenza.

    Un uomo-robot è quello odierno..agisce come una macchina ed è intento a costruire questa nuova torre di Babele perchè si crede onnipotente. Perchè crede di avere ogni potere sulla natura e sul pianeta in cui vive..e crede ciecamente che in un prossimo futuro potrà estendere questo suo potere anche sul cosmo intero..

    In cosa crede quest'uomo? Crede in un dio a sua immagine e somiglianza(e non viceversa)..un dio “compagno di merende” da venerare una volta a settimana per aver messo messo a sua disposizione questo pianeta come fosse un giocattolino dal quale egli può fare tutto lo scempio che vuole perchè il fine ultimo dell'esistenza sta nel raggiungere la felicità terrena..

    Lo farà quest'uomo il salto evolutivo? O finirà seppellito dalla sua stessa torre quando essa inevitabilmente collasserà?
    [/quote1225980660]

    Lo sapete che la parola civiltà è sinonimo di schiavitù? Per poter realizzare questa esperienza (schiavitù), è stato necessario abbandonare la libertà di scelte personali al fine di dare la precedenza all’organizzazione di gruppo. La verità è che oltre alla famiglia, nessuna organizzazione è necessaria. La responsabilità personale è la chiave della libertà. La cooperazione è un fenomeno naturale fintanto che la necessità di controllare ne rimanga fuori. La necessità di controllare è un’attività addottrinata che diventa abituale quando si vive tale esperienza.

    Voi venite programmati al fine di focalizzare le vostre energie verso la tutela del vostro fisico sexy, e nei vostri pensieri umanitari rivolti alle moltitudini che soffrono mentre prendete un altro boccone della vostra bistecca al ristorante, o come minimo del vostro hamburger mangiato sulla via di casa dopo una giornata improduttiva sulla tastiera di un computer.

    Il fatto è che il libero arbitrio è alla base di come vi siete cacciati in questa situazione è sarà utilizzando il libero arbitrio che desidererete di fare finalmente qualcosa di sufficientemente drastico che ve la farà superare. In precedenza avete utilizzato il cambiamento per tirarvi fuori, ma è solo servito ad alterare la situazione, non la ha risolta completamente. In questo caso, lo scenario è tale da dire letteralmente “o la va o la spacca”, prendendo in prestito il vostro vernacolo. Nell’ambito della scelta del focus giusto dimora la vostra salvezza. Sorridi, sei nella “squadra vincente”.
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3682


    #77271

    windrunner
    Partecipante

    Quoto Deg! :ok!:

    Ottimo spunto. E' proprio così…


    #77272

    mudilas
    Partecipante

    Il nazismo ha vinto la seconda guerra mondiale e lo dimostra il fatto che lo stato “liberaore” (simbolo si democrazia), che ha vinto la guerra, si è dimostrato molto più simile al nemico di chiunque altro..

    questo non fa che avvalorare l'ipotesi che quando vinci il male con i suoi stessi mezzi, ne prendi le sembianze, gli usi, i costumi e le peculiarità.

    spesso mi ritrovo in situazioni che io non condivido e che non ho scelto, non lo faccio appositamente, mi basta affacciarmi alla finestra, ma mi rimane una grande possibilità: l'azione che volente o nolente influenza e influenzerà.


    #77273

    Pyriel
    Bloccato

    Cos'è la civiltà se non ci-viltà? Un branco di lupi assetati di
    sangue seguito da un mare di sciacalli ci-vili ed affamati, che
    siedono alla loro mensa essendone completamente succubi.
    “Fare è non fare, Agire è non agire”.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.