L’ACQUA: MEDICINA DEL FUTURO?

Home Forum SALUTE L’ACQUA: MEDICINA DEL FUTURO?

Questo argomento contiene 27 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  GUNA 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 28 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58855

    GUNA
    Bloccato

    Ad aprire i lavori del 25° Congresso di Medicina Biologica, promosso dall’AIOT con il sostegno di GUNA Spa, l’azienda leader in Italia nel settore delle medicine non convenzionali, è stata l’onorevole Paola Frassinetti, vicepresidente della Commissione Cultura della Camera che, nel suo intervento, ha ribadito “la necessità che l’Italia si adegui alla maggior parte delle nazioni europee, provvedendo alla registrazione sulla Gazzetta Ufficiale dei farmaci omeopatici” .“E’ infatti necessario – ha continuato Frassinetti – delineare un quadro normativo il più possibile chiaro e definito per favorire lo sviluppo delle imprese del settore, con conseguente creazione di nuovi posti di lavoro. Auspico inoltre che la ricerca scientifica nel settore dell’omeopatia venga potenziata, così come la formazione nelle università”.

    La grande protagonista del congresso è stata l’acqua biologica, presente in tutti gli organismi viventi, e soprattutto la sua capacità di diffondere e conservare informazioni di rilevanza biologica.
    Partendo dalle intuizioni del fisico italiano Giuliano Preparata, a cui è stato dedicato il congresso, il premio Nobel per la Medicina Luc Montagnier, insieme a fisici e ricercatori italiani di fama internazionale, ha illustrato i risultati raggiunti dalla ricerca e i suoi futuri sviluppi.

    I segnali elettromagnetici presenti nell’acqua possono infatti essere letti e decifrati, e sono riconducibili alla presenza o meno di una “memoria patologica”: intervenendo sulla presenza di tale “memoria-reservoir” si prospettano ampie possibilità di trattamento e di terapia delle malattie croniche che sono collegate anche a precise condizioni “informative” presenti nell’acqua biologica, cambiando di fatto la vita a milioni di persone costrette all’assunzione di farmaci salvavita (come nel caso di HIV-AIDS, ma non solo), indispensabili ma che a volte recano con se pesanti effetti collaterali.

    Diventa inoltre sempre più concreta la possibilità mettere a punto sistemi di cura basati su acqua informata con il segnale elettromagnetico proveniente sia dalla persona stessa (es. da DNA) che dalle molecole di farmaci (sia naturali che di sintesi), a conferma della pista di ricerca studi sulla possibilità di trasferire il segnale di un rimedio omeopatico nell’acqua per via elettromagnetica.

    Una pista di ricerca innovativa: dal concetto bio-chimico del ”tanto più, tanto meglio” (alta dose di principio attivo uguale ad alta efficacia) alle nuove frontiere fisiche della “low-dose-medicine”: l’acqua subisce un azion di “informazione” indotta dall’esterno e si fa “medium” verso gli organi del corpo umano, garantendo un livello di efficacia più che adeguata senza il rischio di effetti collaterali potenzialmente pericolosi.

    Un video sintesi dell’evento è disponibile all’indirizzo http://www.guna.it/acquabiologica o http://www.youtube.com/user/GUNATV#p/a/u/0/KPzi3rFZuM0


    #58856
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #58857
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    fin che la rivoluzione sia di questo genere è un buon venire…


    #58858

    Medico omeopata
    Partecipante

    [quote1274387271=Richard]
    questo lo trovo estremamente rivoluzionario quanto naturale 🙂
    [/quote1274387271]

    “Ci sono due modi per vivere la vita.
    Uno sta nel non credere nei miracoli.
    L'altro sta nel ritenere ogni cosa un miracolo”.

    A. Einstein


    #58859
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Ho visto il video da postato in un topic molto simile.
    Non mi ha convinto affatto: il fatto che l'acqua sia un mezzo di trasmissione ancora sconosciuto, ci posso stare, ma che ad es, per una mancanza di ferro o di un qualche minerale, prendendo semplicemente dell'acqua agitata e con infinitesime parti di sostanze che servono al mio corpo… risolva il problema… mi pare assolutamente senza senso. Non mi serve una “trasmissione”, l'acqua rimane comunque acqua, non cambia le sue proprietà chimico-fisiche. Non agisce da “ferro” o “x” sostanza. Credo che ci possa essere qualche studio interessante in nicchie di medicina, dove non serve “quantità” ma una trasmissione… allora lì si può studiare…
    E lo dico anche per esperienza quasi diretta: costa tantissimo e non porta effetti. Almeno dei casi da me conosciuti.


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #58860

    Medico omeopata
    Partecipante

    [quote1274506056=psychok9]
    Non mi serve una “trasmissione”, l'acqua rimane comunque acqua, non cambia le sue proprietà chimico-fisiche. Non agisce da “ferro” o “x” sostanza.
    [/quote1274506056]

    E’ stato invece dimostrato scientificamente che le soluzioni omeopatiche (sostanza di partenza estremamente diluita e dinamizzata) possono alterare in modo permanente le proprietà chimico-fisiche del solvente acquoso distinguendosi con certezza dall’acqua pura.*

    *
    Elia V, Niccoli M.
    Thermodynamics of extremely diluted aqueous solutions.
    Ann N Y Acad Sci. 1999 Jun 30;879:241-8.

    Elia V, Napoli E, Germano R.
    The 'Memory of Water': an almost deciphered enigma. Dissipative structures in extremely dilute aqueous solutions.
    Homeopathy. 2007 Jul;96(3):163-9.

    Elia V, Baiano S, Duro I, Napoli E, Niccoli M, Nonatelli L.
    Permanent physico-chemical properties of extremely diluted aqueous solutions of homeopathic medicines.
    Homeopathy. 2004 Jul;93(3):144-50.

    L'acqua non si sostituisce al ferro ma se si somministra del ferro in forma omeopatica (agitato e ultradiluito) questo preparato aiuta in un'eventuale carenza di ferro migliorandone l'assorbimento. Qui non siamo ancora nella vera e propria omeopatia (che applicando la legge dei simili ha ancora maggiori risultati) bensì parliamo di isopatia che ha anch'essa comunque una sua efficacia in diverse condizioni cliniche.


    #58861
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1274524725=psychok9]
    Ho visto il video da postato in un topic molto simile.
    Non mi ha convinto affatto: il fatto che l'acqua sia un mezzo di trasmissione ancora sconosciuto, ci posso stare, ma che ad es, per una mancanza di ferro o di un qualche minerale, prendendo semplicemente dell'acqua agitata e con infinitesime parti di sostanze che servono al mio corpo… risolva il problema… mi pare assolutamente senza senso. Non mi serve una “trasmissione”, l'acqua rimane comunque acqua, non cambia le sue proprietà chimico-fisiche. Non agisce da “ferro” o “x” sostanza. Credo che ci possa essere qualche studio interessante in nicchie di medicina, dove non serve “quantità” ma una trasmissione… allora lì si può studiare…
    E lo dico anche per esperienza quasi diretta: costa tantissimo e non porta effetti. Almeno dei casi da me conosciuti.
    [/quote1274524725]
    non è magia,
    è trasmissione di informazione che produce una risposta
    stiamo agendo al livello piu basilare di quanto sia la “grossolana” reazione chimica, a livello di onde e di struttura del campo di punto zero potrei riassumere
    Se alla base di tutta la materia c'è un campo strutturato di energia o informazione e l'acqua per la sua struttura è perfettamente in risonanza con questo campo a “base tetraedrica” e funziona da transduttore
    http://sciencebackstage.blogosfere.it/2010/03/la-struttura-tetraedrica-dellacqua-superfredda.html

    Il trasduttore è un dispositivo, generalmente elettrico o elettronico, che converte un tipo di energia relativa a grandezze meccaniche e fisiche in segnali elettrici. Molti trasduttori sono sia sensori sia attuatori. In senso lato, un trasduttore è talvolta definito come un qualsiasi dispositivo che converte dell'energia da una forma ad un'altra, in modo che questa possa essere rielaborata o dall'uomo o da altre macchine.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Trasduttore

    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Reazioni_chimiche_allo_zero_assoluto/1342115
    Reazioni chimiche allo zero assoluto

    Per la prima volta sono state osservate reazioni chimiche in prossimità dello zero assoluto, e la loro velocità di reazione è stata controllata sfruttando le leggi della meccanica quantistica
    ..
    Nella chimica convenzionale le molecole possono collidere fra loro e reagire dando luogo a diversi composti. Nella situazione ultrafredda dell'esperimento, si comportano però non come particelle solide che possono entrare in urto, ma come funzioni d'onda rette dalle equazioni quantistiche che possono sovrapporsi.

    Allora l'acqua avrebbe capacità nella sua stessa struttura di assumere l'informazione di una sostanza e trasportarle come segnale. Come ci ha mostrato anche Emoto.
    http://amasci.com/freenrg/magh2o.html
    http://amasci.com/freenrg/digibio.html

    Qualcuno ci è gia arrivato, dobbiamo capire come avviene per poterlo spiegare e poi sarà tutto normalissimo.

    [youtube=446,326]EmbedPlayer.swf

    [youtube=420,347]portalplayer.swf

    Attraverso questo “geniale” accorgimento e mediante il microscopio atomico lenticolare di sua invenzione, Ighina è riuscito a classificare varie categorie di atomi in base alle loro differenti pulsazioni.
    Un concetto importante che l'Autore intende sottolineare è che “l'atomo non oscilla, ma vibra, non si può dividerlo, sarebbe però possibile dividere la sua energia ma non l'atomo stesso”. La scoperta dell'atomo magnetico avviene casualmente come scrive lo stesso Ighina: “ero intento a queste prove quando, spostando inavvertitamente una calamita lì vicina, vidi che tutti gli atomi in osservazione e i cataletti di assorbimento si erano messi vertiginosamente in movimento scomparendo poi in una massa luminosa”. L'atomo magnetico (vedi foto) è il più piccolo rispetto agli altri atomi, possiede una pulsazione più veloce ed inoltre ha la caratteristica di “imprimere il movimento a tutti gli altri atomi, diventando così il promotore di essi”.
    http://www.ighina.it/ighina/recensione_libro_atomo_magnetico.html


    #58862
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    D- Per favore spiegate “Il Regno del Padre”.
    R-…Come fa l’acqua, allora, a fornire ciò che nutre su questo piano materiale ? Essendo costituita in se stessa di elementi che sono l’essenza di ciò che si può chiamare davvero spirituale dà quel legame o connessione fra le forze spirituali che agiscono negli elementi materiali della terra, o forze materiali; perciò entrare nel Regno del Padre vuol dire conoscere e seguire e essere quegli elementi che soddisfanno i bisogni di ciò che costruisce sul piano materiale verso la continuità delle forze spirituali che si manifestano sulla terra. 262-28

    D- Perché tutte le mie grandi esperienze cominciano vicino all’acqua o sull’acqua ?
    R- Non è perché l’acqua è la madre, la vita di tutte le esperienze materiali ? Non è una legge naturale ? Non è come Lui, il grande insegnante, ha dato ? che nasciamo dallo spirito e dall’acqua (Giovanni 3:5)?
    Acqua—la cosa più flessibile, la più solida; la più distruttiva ma la più necessaria. Tre quarti dell’universo, tre quarti del corpo umano, tre quarti di tutto ciò che è—contenuto nell’acqua.
    1554-6

    Non hai letto questo: “Non sapete che dovete nascere di acqua e dello Spirito ?” L’acqua nel materiale la Madre della vita; lo Spirito, il Padre o il movimento per portare la vita. E’ possibile allora che un uomo quando è vecchio debba entrare di nuovo nel ventre di sua Madre e rinascere ? Dovete nascere di acqua e di sangue. Sangue, una manifestazione di quella forza attraverso la quale la vita si manifesta nelle sue varie forme. Acqua, la forza purificatrice, come uno si muove da un’esperienza all’altra. 136-83
    http://www.edgarcayce.it/media/water.htm

    ————–

    La coesione a sua volta spiega la formazione delle gocce d'acqua e l'affinità di queste molecole con le altre sostanze, per lo più polari. L'acqua è un ottimo solvente, poiché scioglie gran parte delle sostanze presenti in natura, dai sali inorganici alle proteine, dagli ioni organici alle macromolecole più complesse come il DNA. Per questo l'acqua è una molecola indispensabile affinché avvenga qualsiasi processo biochimico. Dalla fotosintesi clorofilliana nelle piante, che garantisce la produzione dell'ossigeno molecolare (O2) sulla terra, alla sintesi dell'ATP, la molecola che funziona da trasportatore di energia nella maggior parte degli organismi viventi, moltissimi sono i processi biologici che avvengono in fase acquosa.
    http://ulisse.sissa.it/chiediAUlisse/domanda/2005/Ucau051106d005

    ELETTRODINAMICA QUANTISTICA
    È stato mostrato che l’irradiazione di una soluzione fisiologica con onde elettromagnetiche nel range delle microonde (non-termiche) modifica la capacità della soluzione di influenzare l’apertura e chiusura dei canali ionici di membrana. Anche dopo la fine del periodo di irradiazione, l’acqua mantiene le proprietà acquisite [Fesenko and Gluvstein, 1995; Fesenko et al., 1995]. Ciò suggerisce che gli effetti dei campi elettromagnetici sulle strutture biologiche potrebbero essere mediati da modificazioni nella strutturazione del solvente (in questo caso, acqua). Gli autori citati parlano esplicitamente di un fenomeno di “memoria” elettromagnetica dell’acqua.
    Un gruppo di fisici dell’Istituto di Fisica Nucleare di Milano (E. Del Giudice, G. Preparata e collaboratori) sta portando avanti da diversi anni la formulazione di un modello descrittivo della fisica dell’acqua allo stato liquido [Del Giudice et al., 1988b; Del Giudice, 1990; Del Giudice et al., 1995; Arani et al., 1995; Del Giudice and Preparata, 1995; Del Giudice, 1997]. I loro studi entrano in quella che è l’organizzazione della materia condensata e toccano il problema della cosiddetta “memoria dell’acqua”.
    http://www.oxyrev.com/biofisica_acqua.asp

    [youtube=480,385]DclTCM7M7gM


    #58863
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “Un filamento di ghiaccio ferroelettrico è stato ottenuto da un gruppo di ricercatori cinesi della Xiamen University, che descrivono il fenomeno in un articolo pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences.

    Per quanto sia una molecola apparentemente semplice, quella dell’acqua mostra comportamenti molto singolari che continuano a suscitare l’interesse degli scienziati. E’ noto per esempio che a seconda della temperatura e della pressione in cui si trova, il ghiaccio può assumere forme fra loro molto differenti.

    Ogni molecola d’acqua è portatrice di un minuscolo campo elettrico, ma dato che quando l’acqua solidifica la loro disposizione è casuale e i legami puntano in direzioni differenti, i loro effetti si cancellano e il campo complessivo del ghiaccio è nullo. I legami dl ghiaccio ferroelettrico puntano invece tutti nella stessa direzione, così da creare un campo elettrico…”
    http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Ghiaccio_elettrico/1346917


    #58864

    viandante
    Partecipante

    http://youtu.be/ra5PMKA1rBc

    chiedo se c'è qualche buon samaritano che avesse voglia di sottotitolare in italiano questo documentario. Mi sembra interessante.
    Purtroppo il mio inglese è primordiale. 🙁


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 28 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.