L’uomo che uccise John Kennedy

Home Forum MISTERI L’uomo che uccise John Kennedy

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 8 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11472

    marì
    Bloccato

    L’uomo che uccise John Kennedy

    Mentre i media mainstream continuano ad alimentare il dibattito http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=10&IDalbum=22368&tipo=FOTOGALLERY sul caso Kennedy con le false argomentazioni, innocue e fuorvianti, che lo hanno tenuto in piedi per oltre 40 anni, in Internet sono già disponibili dati sufficienti per ricostruire con relativa precisione quello che avvennne a Dallas il 22 novembre 1963.

    Grazie alle confessioni in punto di morte di diversi personaggi collegati al caso, oggi siamo in grado di ricostruire il complesso puzzle che portò alla morte del presidente, e che vide coinvolti, in modo e misura diversi, la mafia, la CIA, l’FBI, e lo stretto giro dei petrolieri texani che faceva capo a Lyndon Johnson.

    PRIMA PARTE
    [link=hyperlink url][youtube=425,344]_s_VojJpb-U[/link]

    Il semplice fatto che a Dallas fossero presenti, la sera prima dell’attentato, ben tre futuri presidenti americani – oltre al capo dell’FBI in persona – la dice lunga sulla ragnatela di interessi incrociati che portò a rendere necessario quello che fino a poco tempo prima appariva addirittura impensabile: la pubblica esecuzione del presidente degli Stati Uniti, alla luce del giorno, sotto gli occhi dell’intera nazione.

    Ma è soprattutto l’alleanza fra mafia e CIA, che si erano ritrovate unite dalla necessità di riconquistare Cuba al più presto, …

    … ad essere confermata dalle rivelazioni dei vari personaggi coinvolti nell’attentato (*). Viene così finalmente chiarito anche il ruolo di Oswald: agente della Cia già da molti anni, fu mandato a Dallas proprio per aiutare l’uomo che avrebbe ucciso Kennedy, venuto da Chicago, a prendere conoscenza della zona, senza naturalmente sapere di essere lui il “patsy” destinato a passare alla storia come l’assassino del presidente.

    Ma ci voleva la confessione di James Files, l’uomo che sparò il colpo fatale dalla collinetta, a fornire il pezzo centrale del puzzle che permette finalmente di chiudere la partita, in un’indagine che sembrava destinata – non a caso – a trascinarsi per sempre. Il paradosso infatti è che la sua confessione sia già nota da una decina di anni, a chi conosce da vicino il caso Kennedy, ma nessun altro al mondo lo sappia.

    Naturalmente, i difensori della versione ufficiale hanno subito sostenuto che Files fosse un pazzo mitomane senz’arte nè parte, ma vi sono molti elementi incrociati – dei quali un semplice mitomane non potrebbe essere a conoscenza – che corroborano decisamente la sua storia, mentre il suo comportamento denuncia di tutto meno che il desiderio di farsi pubblicità.

    Mentre è proprio nel motivo per cui non si può riconoscere ufficialmente la sua esistenza che risiede l’essenza del “grande complotto”, che coinvolge direttamente i grandi mezzi di comunicazione, i quali non potrebbero mai denunciare la verità dei fatti senza dover denunciare prima di tutto se stessi.

    Massimo Mazzucco

    * Tutte queste affermazioni verranno chiarite meglio in un articolo di prossima pubblicazione, relativo all’uscita del libro “L’Altra Dallas”, nel quale i retroscena del caso Kennedy vengono analizzati nel dettaglio.

    SECONDA PARTE:

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]4Fitw2DjWeM[/link]

    TERZA PARTE:
    [link=hyperlink url][youtube=425,344]kZdTCXsR4hs[/link]

    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3427


    #11473

    marì
    Bloccato

    In Hd l'unico reperto video dell'omicidio di kennedy ripreso da Abraham Zapruder http://it.wikipedia.org/wiki/Abraham_Zapruder

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]I2iFrvlOEp0[/link]


    #11474

    Detective
    Partecipante

    [u]Sembra che anche il Presidente Obama sarebbe in pericolo di vita…..[/u]

    Paura per Obama, sicurezza rafforzata

    Il «tabù» dei timori per un possibile attentato salta in tv

    WASHINGTON – Per la prima volta, la tv americana ha prospettato la possibilità che la vita di Barack Obama sia in pericolo, che qualche folle o qualche razzista cerchi di ucciderlo. È avvenuto allo Early show della Cbs, l’equivalente del nostro Uno mattina. Harry Smith, il conduttore, ha intervistato Ted Kennedy che lunedì aveva sponsorizzato il senatore nero. Gli ha posto cautamente una prima domanda: l’ascesa di Obama e l’entusiasmo che suscita la impauriscono un poco? Kennedy non ha capito, e ha risposto che i portatori di cambiamenti producono sempre scosse, ma a vantaggio del Paese. Smith ha allora abbandonato la sua cautela: «I portatori di cambiamento finiscono sovente per divenire bersagli, come lei sa bene», ha proseguito. «È il motivo per cui le ho chiesto se non abbia paura per Obama».

    SICUREZZA – Kennedy, i cui fratelli, il presidente John e il ministro della giustizia Bob furono assassinati per motivi politici nel ’63 e nel ’68, è apparso sorpreso dall'indelicatezza della domanda ma ha abilmente glissato. Che lo spettro dell’omicidio politico preoccupi gli addetti alla sicurezza di Obama – il quale rifiuta di pronunciarsi al riguardo, come la moglie Michelle – lo sanno tutti: la sua guardia del corpo è stata rafforzata dopo che il candidato ha ricevuto anonime minacce e vari siti razzisti su internet ne hanno auspicato l'eliminazione. Ma per i principali organi d'informazione il tema era stato sinora tabù: neppure nelle rievocazioni dell'assassinio di Martin Luther King, il Ghandi nero, padre del movimento dei diritti civili, era affiorata l’ipotesi che Obama possa subire un attentato. L’ipotesi affiorò però nel 1999 a proposito di un altro potenziale candidato nero alla presidenza, il generale Colin Powell, il vincitore di Saddam Hussein nella guerra del Golfo del ’91, che diventò poi segretario di Stato di Bush. Molti repubblicani lo esortarono a candidarsi, ma la moglie di Powell, Alma, si oppose, protestando pubblicamente che avrebbe rischiato la morte.

    [link=hyperlink url] http://www.corriere.it/Esteri/2008/Primarie_USA/ipotesi_attentato_obama_e4ba3c5a-ce9f-11dc-b326-0003ba99c667.shtml [/link]


    #11475
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Nostradamus

    THE KENNEDY ASSASSINATIONS

    The ancient work will be accomplished,
    And from the roof evil ruin will fall on the great man:
    They will accuse an innocent, being dead, of the deed:
    The guilty one is hidden in the misty copse.
    (Century 6, Quatrain 37)

    The great man will be struck down in the day by a thunderbolt,
    The evil deed predicted by the bearer of a petition:
    According to the prediction another falls at night,
    Conflict in Reims, London, and pestilence in Tuscany.
    (Century 1, Quatrain 27)
    http://www.crystalinks.com/quatrainsinterpretations.html

    637 L' opera antica (cent'anni) si concludera',
    (ITA) Dal tetto cadra' sul grande,mala rovina:
    Innocente fatto morto si accusera',
    Colpevole nascosto,nella macchia pioggia e brina.

    http://members.tripod.com/~red_turtle/kennedy.html


    #11476

    Detective
    Partecipante

    Che cosa prevede di preciso la quartina?


    #11477
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    mi è venuta in mente perchè ho visto un documentario
    in particolare la quartina che parla del grande colpito da rovina
    di un innocente accusato
    e The guilty one is hidden in the misty copse.
    Il colpevole è nascosto nel bosco nebbioso.


    #11478

    Erre Esse
    Partecipante

    Se qualcuno ammazza Obama chissà cosa va a succedere…


    #11479
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    (Nov. 24) — A historic trove of Texas photos was found dumped beneath a Fort Worth bridge, local TV station WFAA reported Sunday.
    The discarded shots include those of a young George H.W. Bush; Gwendolyn Brooks, a poet who was the first black author to win a Pulitzer Prize; and the motorcade of President John F. Kennedy, moments before his assassination.
    http://news.aol.com/article/historic-photos-found-under-fort-worth/783989?icid=main|htmlws-main-n|dl3|link7|http%3A%2F%2Fnews.aol.com%2Farticle%2Fhistoric-photos-found-under-fort-worth%2F783989

    Tesoro di foto trovate affossate sono il ponte Fort Worth
    Gli scatti includono quelli di un giovane George H.W.Bush, Gwendolyn Brooks una poetessa nera, la prima a vincere un Premio Pulitzer e il corteo del Presidente John F.Kennedy, momenti prima del suo assassinio.


Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.