Le verità della Rete su Juan Ruiz Naupari

Home Forum L’AGORA Le verità della Rete su Juan Ruiz Naupari

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #129459

    marì
    Bloccato

    I parte

    [link=hyperlink url][youtube=450,340]ZOI883u3di4[/link]

    II parte

    [link=hyperlink url][youtube=450,340]zYiUpx9O0LA[/link]

    I tempi stanno maturando. Vendete le vostre scatole ipnotiche, siano esse a tubo catodico, al plasma oppure lcd, prima che non valgano più niente. La rete sta emergendo rapidamente come il nuovo media. Interattivo, pluralistico, democratico, professionale. Fatto dalla gente per la gente.
    Sceglietevi i vostri informatori di fiducia. Seguiteli. Aiutateli. Alla prima che fanno… abbandonateli. In rete, le nomine non le fa il Presidente del Consiglio: le fate voi! E le ritirate quando volete.

    Pubblico la nuova inchiesta di Enzo Di Frenna http://www.enzodifrennablog.it/dblog/ . A quando la vostra???

    Caro Claudio,

    in Rete si può fare giornalismo d’inchiesta, alla maniera di programmi come Report o Anno Zero. Solo che sul web non bisogna destreggiarsi tra equilibri politici e reti televisive sponsorizzate dai partiti. Bastano idee, esperienza, tempo per le indagini, e un clic per pubblicare su YouTube e sul proprio blog.
    Tu porti avanti una battaglia per la libera informazione, con grandi sacrifici anche personali. Con i tuoi video provi a far riflettere e spesso smonti le menzogne dei mass media. La Rete e la tecnica del giornalismo d’inchiesta, se unite, possono proprio smontare i castelli d’informazione costruiti ad arte, di cui è maestro il nostro Presidente del Consiglio.
    In questa mia nuova video-inchiesta provo a raccontare i retroscena del castello d’informazioni costruito dal peruviano Juan Ruiz Naupari (in realtà si chiama Figueroa) e la sua associazione Inkarri. Riporto il parere della Direzione Centrale Antidroga sull’Ayahuasca, una potente sostanza allucinogena di cui Juan Ruiz conosce molte bene proprietà ed usi, che è però illegale in Italia e in molti altri Paesi. Chi viene beccato mentre la distribuisce in forma liquida (infatti si beve), rischia ad esempio dai 6 ai 20 anni di carcere.

    Enzo Di Frenna

    http://www.byoblu.com/post/2009/08/26/Le-verita-della-Rete-su-Juan-Ruiz-Naupari.aspx

    🙁


    #129460

    zret
    Partecipante

    CICAP.


    #129461

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1251378987=zret]
    CICAP.
    [/quote1251378987]

    Centro
    Italiano
    Caxxate
    Angela
    Piero


    #129462

    zret
    Partecipante

    Perfetto, Spiderman.


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.