Lotta contro il bombardamento pubblicitario ai bambini

Home Forum L’AGORA Lotta contro il bombardamento pubblicitario ai bambini

Questo argomento contiene 86 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da Pasquale Galasso Pasquale Galasso 6 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 87 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #138519

    Anonimo

    [quote1318254701=pasgal]
    [quote1318024798=Erre Esse]
    Sono zombie, morti viventi, marionette, robot. Mi dispiace per loro.
    E non è nemmeno colpa loro. La potenza di fuoco della merda mediatica in questi ultimi decenni è stata devastante. Ha azzerato le menti di milioni di persone. Un vero e proprio olocausto. Ci vorrebbe una specie di “processo di Norimberga” per questo.
    [/quote1318024798]

    Bravo! Sono convinto si possa iniziare dal bombardamento per i bambini, loro non possono scegliere…

    [/quote1318254701]

    è la stessa tecnica della chiesa….
    allevarli da piccoi (battesimo)


    #138520

    skorpion75
    Partecipante

    Scusate il post doppio.
    Ne approfitto per dire che era solo un pensiero espresso, nessuna critica verso chiunque e una critica verso tutti. !dodge


    #138521

    Anonimo

    [quote1318256374=skorpion75]
    Scusate stavolta davvero non capisco dov'è il problema. La Tv da fastidio, noia, circuisce i nostri bambini? bene, si spegne e si gioca e chiacchiera con i figli, ma questo va fatto sempre e non solo quando fa comodo a noi: quando siamo al pc, o a telefono, o al ristorante, allora va bene tv, nintendo, play station e simili perchè ogni tanto dobbiamo staccare, svagare, mantenere i contatti, fare quella importantissima e improrogabile cosa…..mentre quando nulla ci turba e nessun pensiero ci martella allora andiamo da loro e ci preoccupiamo di quella ora (mi auguro) o ore che passano lì davanti, come se “veramente” ciò potesse in qualche modo influire seriamente sul suo cammino futuro.
    Sarà strano e forse contrario alle molte voci, ma mi guardo indietro e vedo la mia generazione ( 36 anni) che faceva moltiiiiiii più sbagli, errori, cazzate, nella vita reale e quotidiana e i nostri genitori e nonni lasciavano correre, fare esperienza, mentre oggi, noi genitori moderni e coscienziosi, ci preoccupiamo di quell'ora che un figlio passa davanti alla tv a casa dell'amico/a.

    Uno dei miei autori preferiti una volta ha scritto:
    I vostri figli non sono i vostri figli.
    Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé.
    Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro,
    E benché stiano con voi non vi appartengono.
    Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,
    Perché essi hanno i propri pensieri.
    Potete alloggiare i loro corpi ma non le loro anime,
    Perché le loro anime abitano nella casa del domani, che voi non potete visitare, neppure in sogno.
    Potete sforzarvi d'essere simili a loro, ma non cercate di renderli simili a voi.
    Perché la vita non procede a ritroso e non perde tempo con ieri.
    Voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi.
    L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito,
    e con la Sua forza vi tende affinché le Sue frecce vadano rapide e lontane.
    Fatevi tendere con gioia dalla mano dell'Arciere;
    Perché se Egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l'arco che sta saldo.
    [/quote1318256374]

    Il problema non è un'ora o + giù di lì, ma è quello che inculcano e quello che non si dovrebbe vedere mai in TV.
    Prima rea diverso, avevamo poco ma lo apprezzavamo, anche per i programmi in tele, adesso siamo bombardati di pubblicità e il troppo è diventato normale per i bambini.
    Capisco che il mestiere di genitore è il + difficile, ma se non siamo noi i primi a capirlo poi non dobbiamo neanche lamentarci di come verrà fuori la nuova generazione.


    #138522
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Skorpion mio figlio vede al massimo 1,5 ore di TV al giorno e ne esce comunque bombardato.

    Poi il discorso non è stato aperto per noi che stiamo su AG… c'è tanta altra gente, fuori, che vede la TV come fosse un totem. Esistono anche loro.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #138523

    skorpion75
    Partecipante

    Caro il discorso e lungo e facilmente mal interpretato…ne riparleremo a quattrocchi :bay:


    #138524
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Sko chi sta su AG, o su siti simili, blog etc etc, ha già capito tante cose e la TV la tiene spesso spenta, ma ci sono un sacco di persone (tutti i miei parenti, tutti) che vivono di televisione. C'è poco da parlare tra di noi a quattrocchi, a casa mia si vedono 2 cartoni a pranzo e 2 a cena, totale 1 ora o poco più di tele.

    Esistono anche gli altri.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #138525
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1318360067=pasgal]
    Sko chi sta su AG, o su siti simili, blog etc etc, ha già capito tante cose e la TV la tiene spesso spenta, ma ci sono un sacco di persone (tutti i miei parenti, tutti) che vivono di televisione. C'è poco da parlare tra di noi a quattrocchi, a casa mia si vedono 2 cartoni a pranzo e 2 a cena, totale 1 ora o poco più di tele.

    Esistono anche gli altri.
    [/quote1318360067]
    Sono d'accordo #=
    … forse sono in errore, ma il mio pensiero è che se si giunge a prendere coscienza di qualcosa .. e questo qualcosa è “dannoso” non solo per me, ma anche per gli altri, sento il “dovere” di condividere questa conoscenza con chi ne è all'oscuro ….
    dopo di che, se vengo derisa, amen, però almeno l'ho detto :hihi:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #138526

    Spiderman
    Partecipante

    L'INFANZIA È SEMPRE PIÙ EROSA DALLA VITA MODERNA

    L'infanzia viene sempre più erosa da una “dieta senza sosta” di pubblicità, giochi per computer che creano dipendenza, istruzione basata sui test e scarsa educazione, avverte una lobby di più di 200 esperti.

    In una lettera al Daily Telegraph, un gruppo di accademici, insegnanti, autori e dirigenti di associazioni benefiche afferma che il benessere e la salute mentale dei bambini sono minacciati dalla pressione della vita moderna ed esortano il governo a occuparsi della cultura britannica del “troppo e troppo presto”.

    Ciò dovrebbe includere l'eliminazione di tutte le forme di pubblicità indirizzate ai bambini più piccoli, l'istituzione di un percorso scolastico per gli infanti basato sul gioco e una campagna di informazione pubblica che avverta dei danni dei giochi di fronte a uno schermo.

    La dichiarazione è giunta cinque anni dopo l'invio di lettere simili al Telegraph da parte di molti di questi stessi esperti, i quali criticavano i politici e la gente per sbagliare a impartire una formazione adeguata ai bambini a seconda dell’età. Ciò condusse a un dibattito sulla condizione dell'infanzia in Gran Bretagna e coincise con la pubblicazione del Children's Plan dei Laburisti, le linee guida riguardanti tutti gli aspetti della vita dei giovani.

    [link=http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9154]Segue[/link]


    #138527

    Anonimo

    Cvd

    articolo interssantissimo che rispecchia i nostri idscorsi


    #138528
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Esatto! Il problema é grave.
    Se ti rivolgi ai grandi consigliando dei giochi per i loro figli, allora:
    1 non usi bambini per fare queste pubblicità ma gli adulti
    2 trasmetti questi spot in fascia protetta

    C'é da ottenere questo diritto, ci calpestano.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

Stai vedendo 10 articoli - dal 71 a 80 (di 87 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.