Lucifero, la ribellione, il frutto proibito e il cattolicesimo.

Home Forum TEOLOGIA Lucifero, la ribellione, il frutto proibito e il cattolicesimo.

Questo argomento contiene 26 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Lucifero 9 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 27 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #34262

    Lucifero
    Partecipante

    Ciao a tutti,
    colgo l'occasione del mio primo topic per salutare ufficialmente tutto il forum, e per ringraziare tutti coloro che mi hanno accolto così calorosamente dopo il mio intervento (in verità, un po' aggressivo) sul 2012.

    Superati i convenevoli di rito, passo senza indugi al nocciolo del discorso.
    Come potrete notare dal mio nick, e dalle mie precedenti affermazioni, mi considero un “Luciferino”.
    Lasciate che vi spieghi la visione teologica di chi, come me, legge la bibbia (ma anche la torah e la mitologia ebraica in generale). da un punto di vista “capovolto”.

    Parto subito con una riflessione, cosa rappresenta per voi Satana?
    Automaticamente la risposta sarà un insieme di aggettivi negativi, il traditore, il bugiardo, il tentatore.
    E' tutto normale, il nome stesso è un epiteto donato all'angelo caduto dal Signore (quello con la s maiuscola), che significa -l'avversario-.

    In realtà, a ben interpretare gli antichi miti, Lucifero non ha mai fatto nulla di male, se non tentare di elevare prima gli angeli e conseguentemente anche l'uomo, ad un livello superiore, insidiando così il supremo ruolo di despota del dio YHWH.

    Purtroppo la cheisa (ma anche il corano) additano Lucifero come -nemico dell'uomo-, come il tentatore che invidioso della creazione di Dio, decide di rovinare i giochi e ribellarsi gratuitamente.

    Tutto questo mal si coniuga con la più celebre frase attribuita al “demonio”, ovvero “Similis ero altissimo”, una frase che lo configura come -Nemico di Dio-.

    Cosa cercava di fare Lucifero al momento della scacciata?
    Cercava semplicemente di far considerare le creature come -pari valore-, senza un dio burattinaio che scegliesse per loro.

    A questo si accoda anche l'episodio della tentazione di Adamo ed Eva, spinti dal Serpente a cibarsi del Frutto della Conoscenza, ovvero della possibilità di perseguire la scienza e di decidere con la propria testa.

    Immediatamente dopo questo episodio, Dio decide di scagliare via e punire con la morte, la malattia, la sofferenza, la fame e il parto gli esseri umani, rei di non aver seguito COME SCHIAVI la sua parola.

    Finita questa “prefazione” vi lascio alla mia riflessione:
    Chi è il cattivo? colui che spinge al sapere o colui che prende a schiaffi i propri figli perchè -cercano la conoscenza-?

    Io, da ateo, considero Lucifero l'unica figura positiva della bibbia, colui che ha osato ribellarsi ai dogmi per cercare la libertà e il sapere.
    Colui che ha cercato di “portare la luce” nella vita degli umani, la luce del sapere, non quella dei misteri della fede.

    E' questo il motivo per cui la chiesa calca tanto la mano contro il “Diavolo”, perchè non è altro che una figurica allegorica dello scienziato che osa dire che la terra non è il centro dell'universo, del fedele che osa cercare la verità al di fuori della chiesa.

    Perdonatemi eventuali errori di battitura, o persino di grammatica, vista l'ora tarda e visto il flowing of toughts che ho eseguito a velocità supersonica.

    Ora fatevi avanti con pareri, rettifiche, precisazioni e lamentele, leggerò e commenterò tutte con estremo piacere.
    Grazie per aver letto le mie idee.


    #34264

    sephir
    Partecipante

    ciao lucifero, prima di tutto complimenti per l'avatar 😉
    A mio parere cio che dici è rispettabile ma non credo che sia la visione più giusta del dio che tu dici essere schiavizzante, ovvero non sono per la schiavitù, non sono cattolico (seppur battezzato) e non sono ateo (vi risparmio le altre milioni di credenze…) e non pretendo di sapere chi si celi dietro a due parabole e molte pagine scritte da antichi redattori di cui conosco ben poco.
    Perciò prima di tutto bisognerebbe chiedersi qual'è la fonte che potrebbe descriverci dio?chi è?cos'è?è realmente quel che è stato scritto biblicamente?o dal corano?o nella torah?o si trova fra i sufi?forse i buddhisti hanno la soluzione…?o i taoisti?in africa se 200 anni fa avesi parlato di un dio contro cui o verso cui andare ti avrebbero dimostrato il concetto di relatività, che poi ognuno dovrà con calma e buona volontà sbrigliarsi da se…tu, lucifero, stai tentando di nuotare in questo mare, e hai deciso che non ti va un Dio così invadente e presuntuoso?chi non pensa questo fra noi?e secondo te chi fra noi crede che le parole dei papi e dei preti e l'esegesi politica e guerrafondaia sia stata la vera intermediazione fra noi e quel qualcosa che sentiamo esistere ma che ci rendono oscuro da vedere?

    Qui su ag non facciamo altro credo, ed è per me meraviglioso, che cercare di rispondere alle domande che anche tu ti poni..ma una cosa mi piace qui dentro: c'è molta affinità nel non fregiarsi di un simbolo, o di un nome o di un “più bello di questo, migliore di quello”..
    Credo di capire che trovi ingiusto sottoporsi ad un potere a cui già qualcuno ha pensato di opporsi: ma tu sai chi è il potere vero?sai chi il bene e qual'è il suo nome?e consoci il bene e il male la libertà e l'oppressione riesci a inquadrarli?
    se pensi che il male si intende come mancanza di libertà, sarei d'accordo con te e mi sembrerebbe limitante pensare solo al fatto che c'è qualcosa che non va in questo dio così osannato dalla chiesa ma così assente per tutti noi.
    é un po come prendersela con una nuvola appoggiandone un altra…le loro forme cambieranno con il vento e forse quel che ti interessava e che ti portava quest'ansia di liberazione non si trova in quelle nuvole.

    Ho letto un bel libro, molto breve che parlava proprio di come lalibertà di pensiero quella vera passa per l'uccisione di dio e pure il suo capovolgimento…ma non si ferma li, non si ferma a questo che è la base incompleta di una strada lunga che credo ancora, non farà che avvicinarci ad una realtà senza nomi e senza avversari o anti dei o conoscenze errate e nascoste.
    Credo che sia uno dei percorsi in assoluto più complessi.Penso che satana e lucifero che possono certo inquietare facciano parte delle forme verbali e simboliche che nei millenni si sono costruite per spiegare l'universo la materia l'uomo il prima e il dopo.
    Dentro me non trovo in loro l'idea di opposizione al potere costituito, che non ne la labirazione dai dogmi imposti: chiunque lotti per il potere è qualcosa di molto diverso da un intelligenza sottile e universale, spirituale.
    Qua su ag troverai tanti spunti spero e vedrai come si può credere in un dio senza che sia quello cattolico e senza perdere la libertà che solo uomini (o esseri non certo evoluti)possono toglierti.

    ovviamente non ho la verità in tasca non l'avrò mai ma cerco solo di capire.
    spero di averti dato una risposta capibilee non aver divagato troppo( non correggo neppure io perchè è molto tardi…anche io mi lascio prender dal flusso di pensiero!ah mente traditrice! :&D
    ah benvenuto anche da parte mia su questo bellissimo forum(pasgal ti faccio pubblicità :kkk:) !
    ciao


    #34265

    deg
    Partecipante

    Lucifero, portatore di luce…
    Dal tuo nick si intuiva la base del tuo pensiero che, anche se apparentemente provocatorio, è un bel pensiero!
    Che dire? Credo che il desiderio di conoscenza ci accomuni, tutti noi, frequentatori di questo forum!

    Lucifero è anche il nome latino di Venere no? 😉


    #34266

    Lucifero
    Partecipante

    Si Marie (il nick è ispirato a lei vero? non vorrei fare figuracce)
    Lucifero è proprio il nome latino di Venere, la stella del mattino, che col suo bagliore (riflesso,a questo non lo sapevano) osa misurarsi con il sole, in una gara di luminosità che perderà in eterno, sconfitta dai raggi dell'astro tanto caro al nostro pianeta.
    Insomma, anche li la ribellione del piccolo contro il grande ha fatto la sua parte 😉

    EDIT:
    Sephir, apprezzo particolarmente i tuoi post, perdonami ma mi prendo la libertà di risponderti domani dopo una bella nottata di riposo, dato che la discussione ha raggiunto dei livelli “complessi” che mi piacciono davvero tanto.


    #34267

    iniziato
    Partecipante

    E' tutto dentro di noi, despota e ribelle… come usare il nostro insito lato luciferino al meglio?

    Controllo, forte determinazione, canalizzazione delle energie.


    #34268

    mirach72
    Partecipante

    Ciao Lucifero e ancora benvenuto, finalmente un punto di vista diverso. Pur non credendo al Dio della Bibbia e nemmeno a Lucifero, penso che comunque sia un argomento da approfondire, magari lasciando stare l'aspetto meramente religioso, D'altra la storia di Lucifero come portatore di luce (conoscenza) è uguale a quella di Prometeo che ruba il fuoco (fuoco=luce=conoscenza) da donare agli uomini e per questo viene punito da Zeus (Theos =Dio). Quindi cerchiamo di approfondire la cosa e di vedere cosa c'è dietro a questo racconto comune a varie civiltà (se non ricordo male, storie simili devono essere presenti anche nelle mitologie di altri popoli). 🙂


    #34263
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    sencondo me l'inghippo mentale è che LUCIFERO non si è ribellato a DIO inteso come intelligenza suprema e creatore del tutto…ma a JHAWE che è solo un “dio locale”…un tizio con un brutto carattere…quindi W LUCIFERO…portatore di luce!!!!!


    #34270

    iniziato
    Partecipante

    [quote1220430543=negue72]
    sencondo me l'inghippo mentale è che LUCIFERO non si è ribellato a DIO inteso come intelligenza suprema e creatore del tutto…ma a JHAWE che è solo un “dio locale”…un tizio con un brutto carattere…quindi W LUCIFERO…portatore di luce!!!!!
    [/quote1220430543]

    è plausibile e possibile…


    #34271

    windrunner
    Partecipante

    Molto interessante Lucifero, davvero.

    Credo però che DIO sia in tutto, sia una forza creatrice enorme e Credo che sia anche in noi.
    O meglio credo che NOI siamo una parte di questa enorme forza Creatrice.

    Quindi, secondo quanto io credo essere vero, come è possibile ribellarsi a qualcosa che è insista in ognuno di noi? Bene, ci ho riflettuto e ritengo che questo potrebbe avvenire in due casi fondamentalmente:

    1- L'essere che si ribella non contiene la stessa essenza del Creatore, quindi ne è geloso in qualche modo facendo venire fuori il massimo del suo EGO (ma questo è impossibile perchè tutti in tutti i mondi conosciuti e sconosciuti siamo stati creati dalla stessa forza compresi gli Angeli e compresi quelli che secondo le scritture si sono ribellati)

    2- L'essere si “dimentica” della sua Essenza (caso più reale nel mio punto di vista) e quindi non si accorge che in realtà sta ocmbattendo contro Sè stesso e null'altro. Ecco perchè non solo io ma anche altre persone su questo bellissimo forum insistono tanto sul ricercare DENTRO SE STESSI la verità, la conoscenza che sempre è e sempre sarà dentro di noi.

    E' bello leggere la Bibbia, la Torah e tutti questi testi antichi ma diffiderei dal prendere tutto parola per parola perchè come ci insegna anche la Kabbalah sono dei testi scritti in “codice”.

    E' interessante, per esempio, che nella Kabbalah la parola ebraica per Creatore è Borè, ed è composta da due parole: Bò (vieni) e Rè (vedi). Allora, la parola “Creatore” è un invito personale a sperimentare il Mondo Spirituale.

    Prendiamo tutti questo invito e ricerchiamo dentro noi stessi quello che ci serve…

    Bene, questo è quello che penso e tra le righe ci sono tutte le risposte 😉

    A presto 🙂


    #34269

    windrunner
    Partecipante

    [quote1220431060=negue72]
    sencondo me l'inghippo mentale è che LUCIFERO non si è ribellato a DIO inteso come intelligenza suprema e creatore del tutto…ma a JHAWE che è solo un “dio locale”…un tizio con un brutto carattere…quindi W LUCIFERO…portatore di luce!!!!!
    [/quote1220431060]

    Questo è probabile anche alla luce di quanto ho espresso prima e si potrebbe rifare alla teoria degli Elohim… insomma chi sono questi Elohim se non creatori da altri pianeti con conoscenze teniche molto avanzate? Un uomo dell'epoca li avrebbe visti come degli Dèi…

    Alla luce di quanto ho detto prima potrebbe esserci qualcuno di molto avanzato che evita che noi arriviamo alla conoscenza… e che non è la forza creatrice di Tutto e Tutti… la butto lì… ! 😉

    Insomma non escludiamo nulla… ! 😉


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 27 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.