L'UMANITA' E IL DEICIDIO….

Home Forum L’AGORA L'UMANITA' E IL DEICIDIO….

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  giovanni 6 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #140576

    giovanni
    Partecipante

    L'UMANITA’ E IL DEICIDIO.

    Visto, come visto, GESU’ CRISTO Figlio DELL’IDDIO UNO, a dovuto subire dall’umanità malvagia in Terra il DEICIDIO, appunto, a nostro Signore Gesù Cristo.

    Coloro che hanno materialmente e spiritualmente commesso il DEICIDIO, DEICIDIO che va attribuito la responsabilità all’intera umanità della Terra, è come se l’ho avessimo commesso noi stessi umanità dal primo all’ultimo uomo della Terra.

    ( capisco che è dura da digerire, ma così è. )

    Ci siamo resi tutti responsabili trafiggendolo e crocifiggendolo e questo solo perché GESU’ ha avuto l’unico suo torto ( ai nostri occhi ) di aver portato in noi, il nostro Risveglio e la nostra redenzione e Salvezza in Terra per i Figli di DIO.

    Nessuno di noi umani in Terra può ritenersi esente da colpe di DEICIDIO, direttamente o indirettamente che sia avvenuto.

    Immaginate cosa farebbe quella parte di umanità malvagia non ancora Risvegliata ? Se dei poveri cristi rientrassero nelle loro mire di vendetta dei malvagi, e ciò verso i Figli di DIO !

    A tal guisa, gli esempi della storia del passato e del presente fanno testimonianza.

    Giovanni Ioannoni (alias) JURM Ben ISman


    #140577

    Anonimo

    [quote1327558241=giovanni]

    cristi rientrassero nelle loro mire di vendetta dei malvagi,
    [/quote1327558241]
    Io penso che l'uomo inteso come l'insieme dell'umanità ha eliminato DIO {e l'archetipo di DIO} da questa “Civiltà” ancor prima di aver acquisito le sue caratteristiche di santità/ perfezione, ancor prima di aver assorbito la coscienza Cristica, o di Krishna o di un Buddha che produce i frutti come Giustizia, Amore, Pace; in realtà l'uomo è in grande ritardo perché questa evoluzione spirituale doveva accadere al massimo durante l'Era dei Pesci nei precedenti 2-3000 anni, oggi con la scoperta della Scienza sarebbe impossibile far tornare la gente ad approfondire insegnamenti ideati per altre epoche dunque in parte certamente obsoleti, anche se alcuni valori restano Universali quali ad esempio impegnarsi a ritrovare l'Essenza di tutte le cose e l'Unità di tutte le “scintille divine” che si sono destate dal sonno esistenziale. E' prevedibile che chiunque ha già accantonato la coscienza detta anche Spirito identificandosi con il corpo, cercherà di discriminare coloro che parlano della Sorgente di ogni Coscienza, Sorgente di ogni Giustizia.

    PS. Immagino che questo topic avrà poco successo.. Coraggio.


    #140578

    giovanni
    Partecipante

    Santo, il tuo dire, nessuno che poi sei il tutto.


    #140579

    giovanni
    Partecipante

    Giovanni ha scritto….

    IN NOME DEL PADRE DELLA MADRE

    ================================

    L’Articolo riportato da “ nessuno “, estrapolato in internet, fonte Deuteronomio ‘ !

    “ Ecco Io sto per mandare a voi il profeta Elia prima che venga il giorno del Signore, grande e terribile. E farà tornare il cuore dei padri verso i figli ed il cuore dei figli verso i loro padri, in modo che, venendo non abbia a colpire la Terra con la distruzione. “ ( Malachì III : 23, 24 ) (…)

    Ma cosa deve fare esattamente Elia per creare questo “ cambiamento di cuori “ tra padri e figli ? L’ultima Mishnà del trattato talmudico di Sotà (49b) descrive come nel periodo precedente alla venuta del Messia, prevarrà uno spirito di arroganza. Il senso di questa Mishnà è quello di una rottura totale delle relazione tra genitori e figli, per esempio “ i giovani imbarazzeranno i loro anziani e gli anziani staranno in piedi alla presenza dei loro figli “. Fondamentalmente, la Mishnà ci sta dicendo che prima che la redenzione possa diventare una realtà, il mondo sarà rovesciato. (…)

    Questa situazione ci viene suggerita nella Haggadà quando confrontiamo il figlio “saggio” e quello “malvagio”. Entrambi sembrano escludersi dal rituale, il figlio saggio chiede “Quale sono le testimonianze … che il Signore vi ha comandato ? “(Deuteronomio VI :”20), mentre il figlio malvagio dice “Che cos’è questo culto per voi ?” ( Esodo XII :26). E allora perché uno lo definiamo “saggio” e l’altro “malvagio” ? Le parole del figlio chiamato “saggio” sono introdotte nella Torà da “Quando tuo figlio ti chiederà…“ mentre quello del “malvagio” sono introdotte da “Quando i tuoi figli ti diranno…”. Il figlio saggio chiede agli anziani quello malvagio parla loro. (…)

    Sia la Mishnà che il profeta Malachì (citato all’inizio) si occupano della fine dei giorni e se li mettiamo insieme scopriremo che sono in realtà l’uno l’antidoto dell’altro. La Mishnà ci porta l’arroganza dell’età che precederà l’arrivo del Messia, il ribaltamento dei ruoli. Questa piaga morale è proprio ciò di cui si occupa il profeta, che parlando di Elia che verrà mandato prima del “grande e terribile giorno” per riportare il cuore dei padri verso i figli ed il cuore dei figli verso i loro padri. (…)
    Tratto da : Deuteronomio.

    ============

    Inserimento personale di “nessuno, utente di altrogiornale forum” deduco :

    Elia dunque è tornato un'altra volta prima dell’avvento del Passaggio ( Universale ) o in alternativa di un Giudizio ( sempre Universale ) per riportare tutte le Fedi e Religioni alla loro Unica Sorgente, affinchè il Mondo non Perisca….

    ============


    #140580

    giovanni
    Partecipante

    Visto, come visto, che a GESU’ CRISTO Figlio DELL’IDDIO UNO, l’umanità dei malvagi in Terra, inteso almeno simbolicamente, ha fatto quello che ha fatto a nostro Signore anzi che abbiamo fatto noi tutti, trafiggendolo e crocifiggendolo sulla croce, solo per aver avuto l’unico suo torto di aver portato la Salvezza in Terra per i Figli di DIO, e nessuno di noi umani in Terra può ritenersi esente.

    Immaginate cosa farebbe quella parte di umanità malvagia, se dei poveri cristi rientrassero nelle loro mire di una umanità malvagia vendicatrice verso i Figli di DIO.

    Non mancherebbero gli esempi nelle diverse epoche.

    VENIAMO TUTTI DA CASA.
    SIAMO TUTTI STRANIERI
    SIAMO TUTTI SPAESATI
    SIAMO TUTTI ERRANTI
    SIAMO TUTTI EMIGRANTI
    SIAMO TUTTI ORFANI MOMENTANEI
    SIAMO TUTTI FIGLI DI DIO
    SIAMO TUTTI L’UNO PER L’ALTRO
    SIAMO TUTTI L’UNO CONTRO L’ALTRO
    SIAMO TUTTI EGOISTI
    SIAMO TUTTI ALTRUISTI
    SIAMO TUTTI LADRI
    SIAMO TUTTI ONESTI
    SIAMO TUTTI INGIUSTI
    SIAMO TUTTI GIUSTI
    SIAMO TUTTI IGNORANTI
    SIAMO TUTTI SAPIENTI
    SIAMO TUTTI ASSASSINI
    SIAMO TUTTI SALVATORI
    SIAMO TUTTI MERIDIONALI
    SIAMO TUTTI SETTENTRIONALE
    SIAMO TUTTI NEL VENTRE DEL MALE
    SIAMO TUTTI NEL CUORE DEL BENE
    SIAMO TUTTI OGGETTO
    SIAMO TUTTI SOGGETTO
    SIAMO TUTTI NIENTE
    SIAMO TUTTI TUTTO
    SIAMO TUTTI CORPO
    SIAMO TUTTI PENSIERO
    SIAMO TUTTI CUORE
    SIAMO TUTTI ANIMA
    SIAMO TUTTI SPIRITO
    SIAMO TUTTI DEMONI
    SIAMO TUTTI ANGELI
    SIAMO TUTTI DANNATI
    SIAMO TUTTI SANTI
    SIAMO TUTTI BURATTINI DEI BURATTINAI
    SIAMO TUTTI INCOLPEVOLI DELLE COLPE A NOI ASCRITTE
    SIAMO TUTTI NELLA FALSITÀ
    SIAMO TUTTI NELLA VERITÀ
    SIAMO TUTTI PRIGIONIERI
    SIAMO TUTTI LIBERI
    TORNIAMO TUTTI A CASA.

    Si è ciò che si è, tutto e niente, importante è la libertà nello Spirito del Pensiero parola, azione o non azione ?


    #140581

    Kame1
    Bloccato

    Nella fattispecie di Gesù Cristo sembra che la responsabilità sia da attribuire ad un popolo (quello ebraico) nei suoi esponenti più alti (Farisei, Scribi e Sommi Sacerdoti – insomma la Legge). Se poi volessimo fare un esame di coscienza generale allora in quel caso, Dio viene messo a “tacere” in ogni epoca, soprattutto quella odierna. L'atto mentale e spirituale anche se meno cruento è da consideraresi alla pari con quello materiale, ciò non toglie che quel periodo sia stato contraddistinto dalla civiltà romana che venne “usata” dagli stessi ebrei per lo scopo sopra menzionato. Ora non siamo qui a dare colpe individualizzate ma se vogliamo le decisioni in qualche modo cambiano la storia, siano esse anche solamente dei singoli. Se Gesù Cristo fosse stato accettato, intanto non avremmo avuto quella barbara esecuzione e poi avremmo avuto forse un ulteriore periodo di evangelizzazione non indifferente e portata avanti in prima persona.


    #140582

    Anonimo

    Giovanni, la colpa non è mai dei bambini.
    Nel caso di Gesù, se mai fosse esistito, la colpa è sempre degli ebrei (come quasi tutto) e in parte dei romani, ma che centrano altri popoli che si facevano i cavoli loro e non sapevano neanche chi fosse costui?
    Ma per favore…….


    #140583

    giovanni
    Partecipante

    A MIA MODESTA VEDUTA, LA RESPONSABILITA' DI DEICIDIO RIGUARDA TUTTA L'UMANITA'.


    #140584

    Kame1
    Bloccato

    Purtroppo o “per fortuna”, questo lo lascio decidere ad ognuno, le responsabilità di aver preso una scelta è da sempre sui diretti interessati. Poi che gli effetti di una scelta sbagliata o azzeccata possano essere riversati anche sugli altri è vero ma le cose non possono essere invertite. Le scelte capitano a tutti, singoli, gruppi, nazioni, etnie ect, ed in questi casi ognuno è chiamato a prendere delle decisioni. La responsabilità quindi rimane o di quell'individuo o di quel gruppo o di quella nazione. Poi che gli effetti si possano riperquotere su altri è indubbio ma qui stiamo parlando di effetti e non già di scelte e responsabilità dirette. Di solito avviene che se un individuo sbaglia, paghi le conseguenze di questo suo sbaglio a livello personale e così è per tutti gli altri casi. Ma per fare un esempio, del singolo, se una persona ruba è chiaro che la responsabilità diretta sia la sua. Le cause che lo hanno portato a rubare possono essere molteplici ma questo è già un altro discorso ed eventualmente riguarda le “attenuanti”. In questo caso viene perseguito dalla legge e sconta le pene inerenti a quel caso. Poi può essere che gli effetti di questo atto illegale si riperquotano sui suoi figli (se ha figli) ma la responsabilità rimane sempre la sua.


    #140585

    Anonimo

    [quote1328017756=giovanni]
    A MIA MODESTA VEDUTA, LA RESPONSABILITA' DI DEICIDIO RIGUARDA TUTTA L'UMANITA'.
    [/quote1328017756]

    Sì sì hai ragione…facciamo di tutta l'erba un fascio


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.