Moria delle api: quali sono le cause?

Home Forum PIANETA TERRA Moria delle api: quali sono le cause?

Questo argomento contiene 57 risposte, ha 20 partecipanti, ed è stato aggiornato da  zret 9 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 51 a 58 (di 58 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #72487

    meskalito
    Partecipante

    A parte tutto quest'anno ci sono tonnelate di api ed affini,almeno dove bazzico io

    alta toscana – entroterra ligure


    #72488
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1250581918=zret]
    In questa dimensione si muore; nelle altre non si sa.

    [/quote1250581918]
    il corpo torna alla terra, l'Anima non puo morire…e noi siamo Anima, questo e' cio' che intendo, nulla si distrugge e tutto si trasforma…e' la nostra concezione della realta' che e' molto limitata

    [youtube=425,344]qXzm8adzZsc
    organizzazione, disorganizzazione, riorganizzazione in ciclo infinito..

    6.51″Non vediamo alcuna evidenza di entropia e morte, tutto quello che vediamo e' organizzazione e disorganizzazione di buchi neri, quando morite nessun vostro atomo sparisce, va da un livello a un altro di organizzazione, da una scala ad un' altra. I vostri atomi sono mini buchi neri, ad esempio Stephen Hawking descrive le particelle subatomiche come mini/buchi neri e l'acceleratore a Ginevra e' stato costruite per scoprire questi mini buchi neri..”


    #72490
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    (ANSA) – ROMA, 5 FEB – La moria delle api, che ha fatto perdere nel 2008 il 50 per cento della popolazione degli alveari in Italia, si e' arrestata. La moria si e' arrestata in coincidenza con la messa al bando dei neonicotinoidi, insetticidi chimici utilizzati in agricoltura per la concia dei semi di mais. In un anno, la percentuale si e' ridotta drasticamente all'8 per cento. Nel 2009 ci sono state solo 3 segnalazioni di morie contro le 185 del 2008.
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2010/02/05/visualizza_new.html_1681271636.html

    o gli ogm?..


    #72489

    contrario
    Partecipante

    è notizia di qualche giorno fa che, dopo che gli enti competenti hanno sospeso l'utilizzo di certi pesticidi, le api in italia sono tornate in gran numero con relativo aumento di produzione del miele.


    #72491
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    [quote1265534789=contrario]
    è notizia di qualche giorno fa che, dopo che gli enti competenti hanno sospeso l'utilizzo di certi pesticidi, le api in italia sono tornate in gran numero con relativo aumento di produzione del miele.

    [/quote1265534789]

    Si, come ha sopra riportato Richard.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #72492

    deg
    Partecipante

    Evidentemente ci sono ancora sostanze tossiche per le api in giro. Da Wikileaks, il riscontro:

    l’EPA sapeva che la clothianidina era un veleno per le api

    Mentre la frenesia dei media su WikiLeaks è incentrata sulla divulgazione di decine di migliaia di documenti militari classificati e documenti del Dipartimento di Stato americano, un documento trapelato dall’Environmental Protection Agency (EPA, ndr) ha creato subbuglio tra i conservatori, gli ambientalisti e gli apicoltori.

    La nota del 2 novembre è trapelata da un apicoltore del Colorado, ed indica che l’EPA era ben consapevole del fatto che il pesticida clothianidina pone alcuni gravi rischi per le api ed il miele. Ci sono stati dubbi riguardo a questo prodotto chimico sin dal 2003, ed è già stato vietato in Germania, Francia, Italia e Slovenia a causa della sua tossicità; ma l’EPA ha deciso di spazzare tutto sotto il tappeto, per mantenere il pesticida sul mercato.

    La clothianidina, commercializzata come “Poncho” dalla Bayer, è ampiamente utilizzata su mais, così come colza, soia, barbabietole da zucchero, girasoli e grano. Come se i 262 milioni di dollari liquidi, ricavato della coltura dell’anno scorso, non è stato sufficiente, la Bayer vuole continuare ad espandere l’uso del pesticida. E la registrazione originale della società si basava su alcuni dati scientifici scorretti: hanno valutato il raccolto sbagliato, con controlli sbagliati per valutare l’impatto sulle api.

    Tutto questo si somma fino a raggiungere alcuni importanti interrogativi riguardo il governo che ha contribuito al collasso della Colony Disorder in quanto hanno consapevolmente consentito alla Bayer di avvelenare le api.

    Alla luce della memo trapelato, il National Honey Bee Advisory Board ( il comitato nazionale dei consulenti del miele), la federazione americana di apicoltura, l’associazione di produzione americana di miele, Beyond pesticidi, Pesticide Action Network North America, ed il centro per la diversità biologica ha inviato una lettera chiedendo che l’agenzia prenda urgentemente misure per fermare l’uso di questa sostanza chimica tossica .

    La lettera prosegue a sottolineare che queste nuove informazioni indicano un uso eccessivo dell’Ufficio del programma di registrazione condizionale antiparassitari. Questo progetto “rappresenta un fallimento che avrebbe potuto e dovuto essere evitato.” Come risultato, la coalizione chiede una moratoria immediata su questi tipi di registrazione fino a quando il programma viene valutato.

    C’è ancora molto che non sappiamo sul Colony Collapse Disorder e la massiccia morte delle api che è stata causata da questa sostanza. Una cosa che sappiamo è che le api sono in difficoltà, e che non è una buona notizia per tutti gli animali (e per l’uomo), che fanno affidamento sulle piante che questi insetti sostengono.

    Unisciti alla chiamata per l’EPA per fermare la vendita di Poncho e condurre uno studio approfondito per l’impatto dei pesticidi sulla fauna selvatica.

    Fonte: ildemocratico.com


    #72493
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    su facebook Hoagland precisa la sua idea
    le api selvatiche reagiranno cambiando la geometria degli alveari in base al cambiamento della fisica dello spazio/etere o della struttura dello spazio
    le api da allevamento sarebbero forzate in alveari dalla geometria fissa e non possono adattarsi ai cambiamenti..

    ecco il vecchio articolo
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1518


    #72494
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1307947283=Richard]

    ecco il vecchio articolo
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.1518
    [/quote1307947283]
    mamma mia l' articolo mi ero sfuggito, non ero ancora iscritta al forum di Ag, ma ci credo….è un trattato scientifico…mal fatica capisco la fisica insegnata a scuola…dopo mi ci provo a leggerlo. !amazed


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 8 articoli - dal 51 a 58 (di 58 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.